Dipartimento di Stato: la Russia ostacola l'estensione dello status di osservatore per gli Stati Uniti nell'Organizzazione per la cooperazione economica del Mar Nero


Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti afferma che Mosca ha adottato misure per impedire a Washington di estendere lo status di osservatore con l'Organizzazione per la cooperazione economica del Mar Nero (BSEC). Lo ha annunciato il 17 dicembre sul suo account Twitter il rappresentante ufficiale del dipartimento diplomatico statunitense, Ned Price.


Il funzionario ha chiarito che la parte americana è "profondamente delusa" dalle azioni della Federazione Russa, poiché le azioni della parte russa contraddicono l'obiettivo dichiarato di Mosca di ridurre diplomaticamente le tensioni nella regione. Inoltre, non ha fornito ulteriori dettagli per confermare la sua dichiarazione. Allo stesso tempo, ha sottolineato che Washington crede fermamente nei compiti di detta organizzazione, che è stata creata per sviluppare la pace e la cooperazione, la stabilità e la prosperità nel bacino del Mar Nero.

Continueremo a lavorare a stretto contatto con i nostri alleati e partner per sviluppare economia regione, superando le conseguenze del cambiamento climatico e introducendo innovazioni per garantire la sicurezza energetica

- Prezzo assicurato.

Si noti che BSEC / BSEC (sede centrale a Istanbul) è una struttura intergovernativa regionale, che comprende 13 stati: Azerbaigian, Albania, Armenia, Bulgaria, Grecia, Georgia, Moldova, Russia, Romania, Macedonia del Nord, Serbia, Turchia e Ucraina. L'organizzazione ha un proprio meccanismo finanziario (Banca per il commercio e lo sviluppo del Mar Nero) e una piattaforma interlegislativa (Assemblea parlamentare BSEC)

Vi ricordiamo che l'8 dicembre, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha ricevuto a Mosca il segretario generale della BSEC del rumeno Lazar Comainescu, discutendo con lui l'interazione nella regione sullo sfondo della pandemia di COVID-19 e del cambiamento climatico. Nell'ambito della visita, il capo della BSECO ha tenuto consultazioni con la dirigenza della Duma di Stato della Federazione Russa, i ministeri competenti, con uomini d'affari e personaggi pubblici, e ha anche parlato con gli insegnanti e gli studenti dell'Accademia diplomatica della Russia Ministro degli Esteri.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. pischak Офлайн pischak
    pischak 18 dicembre 2021 19: 19
    + 11
    Sostengo pienamente questa "ostruzione all'estensione dello status di osservatore per gli Stati Uniti" russa! buono
    Poiché gli americani (e i loro più stretti alleati britannici), contrariamente ai dichiarati "obiettivi pacifici" dell'Organizzazione per la cooperazione economica del Mar Nero, utilizzando il loro "status di osservatori" agiscono di fatto come attivi responsabili delle tensioni internazionali e infidi provocatori di conflitti militari in la regione del Mar Nero! negativo.
    È spaventoso pensare a come gli americani avrebbero "girato dietro" qui, seminando inimicizia e spargimento di sangue, se la Crimea nel 2014 fosse caduta "sotto il protettorato" dell'insidioso Fashington!
  2. oangor Офлайн oangor
    oangor (Nikolay Bortnikov) 19 dicembre 2021 17: 13
    +2
    Su quale base gli Stati Uniti sono osservatori, non fanno parte dei paesi della regione del Mar Nero, i paesi inclusi in questa comunità non sono bambini piccoli da guardare, e anche il paese più povero, il cui governo è militarista, ladro e assassini, ovunque appaiano gli Stati Uniti, iniziano le guerre, vengono distrutte le cooperazioni secolari e l'economia e la statualità vengono distrutte
  3. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 20 dicembre 2021 18: 05
    0
    E i russi possono vedere come si sente lì un vulcano americano, il più grande come l'America. Dopotutto, se viene fatto saltare in aria, chi seppellirà gli americani? Dobbiamo aiutare i nostri partner!