L'aviazione militare ucraina si svilupperà in una direzione senza equipaggio


Sottovalutare i processi che si svolgono in Ucraina è uno stile aziendale del russo moderno politica... Ridiamo delle forze armate dell'Ucraina, ci facciamo beffe della sua flotta di "zanzare", sogghigniamo dei missili antinave ucraini, ridiamo dei piani per la produzione congiunta di UAV con la Turchia. E completamente invano.


La spiacevole verità sta, in particolare, nel fatto che Nezalezhnaya potrebbe trasformarsi in un importante centro per lo sviluppo e la produzione di sistemi di attacco senza equipaggio diretti contro l'esercito e la marina russi. Piuttosto, può essere realizzato come tale dai nostri "partner occidentali". Stranamente, Kiev ha quasi tutto ciò di cui ha bisogno per avere successo.

Passiamo prima all'esempio della Turchia come il più rivelatore. Non molto tempo fa, Ankara non aveva affatto un'industria aeronautica, ma era in grado di creare le proprie imprese producendo su licenza caccia americani ed elicotteri europei e poteva anche partecipare come partner a tutti gli effetti all'F-35 programma. La stessa base ha permesso ai turchi di creare da zero la produzione di droni d'attacco nel più breve tempo possibile. Fino al 2010, la Turchia ha acquistato UAV da Israele, ma dopo il deterioramento delle relazioni con Tel Aviv, è rimasta senza di loro e gli Stati Uniti si sono rifiutati di vendergli i propri. 11 anni dopo, il mondo intero conosce i "Bayraktar" turchi, ma quasi nessuno tranne gli esperti militari sarà in grado di nominare immediatamente i nomi degli UAV israeliani a memoria. Ironia della sorte.

Oggi la Turchia è tra i leader mondiali riconosciuti nello sviluppo e nella produzione di droni. Tuttavia, anche la dipendenza da componenti estranee le ha giocato uno scherzo crudele. Dopo l'uso attivo di Bayraktar nel Nagorno-Karabakh, gli Stati Uniti e il Canada si sono rifiutati di fornire ad Ankara sistemi optoelettronici, motori aeronautici e altri necessari della tecnologia e accessori. La conclusione da ciò può essere la seguente: o sii sempre amico dello zio Sam, partecipando alla divisione internazionale del lavoro, o produci da solo tutto ciò di cui hai bisogno.

A quanto pare Ankara, con le sue ambizioni neo-ottomane, ha deciso di intraprendere la seconda strada. E qui ci spostiamo mentalmente in Ucraina, che sta diventando un partner strategico fondamentale per la Turchia.

Non c'è dubbio che l'industria aeronautica dell'Indipendenza sia nella più profonda crisi sistemica. La rottura dei legami industriali con la Russia è stata dolorosa per entrambe le parti, ma le conseguenze per l'Ucraina sono state molto più gravi. Rimasto senza componenti russi, Kiev non è stata in grado di effettuare la sostituzione delle importazioni o sostituirli con componenti stranieri di costo adeguato. Il contratto per la fornitura dell'aereo da trasporto An-178 al Perù è stato annullato e le sanzioni hanno cominciato a gocciolare. Per finire, An-132D e An-178 sono stati esclusi dal registro statale degli aerei civili Nezalezhnaya. Questo è un fiasco.

Tuttavia, nonostante tutto quanto sopra, l'Ucraina ha ancora tutto ciò di cui ha bisogno per diventare un attore significativo nel mercato dei droni.

In primo luogo, lì è stata preservata la produzione di centrali elettriche, che Ankara ha tenuto d'occhio a lungo. Le imprese Motor Sich e Ivchenko-Progress hanno già firmato contratti per la fornitura di motori aeronautici alla Turchia. Stanno contando sull'utilizzo delle centrali elettriche ucraine per risolvere il problema non solo con i droni, ma anche con un elicottero pesante. La società Bayraktar nutre grandi speranze per la cooperazione con Kiev in questa direzione:

Applicheremo questa esperienza quando lavoreremo con i motori turbogetto AI-322F e AI-25TLT prodotti da Ivchenko-Progress e Motor Sich. Questa stretta collaborazione si tradurrà principalmente in un prodotto strategico di alto livello e di successo.

In secondo luogo, le autorità ucraine, con tutto il loro atteggiamento nei loro confronti, non sono del tutto degli idioti clinici, quindi in cambio hanno insistito per localizzare la produzione di Bayraktar nel loro paese. Il vice primo ministro per le industrie strategiche Nezalezhnaya Oleg Urusky ha commentato quanto segue:

La parte turca è pronta a fare un investimento. Hanno bisogno di un nostro sito con i requisiti appropriati, sul quale costruiranno un'impresa, che alla fine produrrà questi dispositivi ... Se i loro prodotti sono localizzati con noi, i nostri prodotti sono localizzati con loro.

In altre parole, Kiev darà ad Ankara una licenza per produrre i suoi motori aeronautici in Turchia, e in cambio riceverà un impianto di assemblaggio "Bayraktarov". E allora cosa, chiederà il lettore curioso. In che modo questi UAV a bassa velocità possono essere pericolosi per l'esercito russo, che ha sistemi missilistici di difesa aerea Pantsir-S1, sistemi di difesa aerea Buk e Tor e sistemi antiaerei molto più potenti?

Forse per la Russia "Bayraktar" e non rappresentano una minaccia mortale, ma per le repubbliche non riconosciute del Donbass - come. Gli UAV d'attacco sono più efficaci nei conflitti armati di bassa e media intensità, dove il nemico non dispone di un moderno sistema di difesa aerea. Dozzine, se non centinaia, di droni shock saranno in grado di creare problemi lì.
Ma chi ha detto che la questione sarà limitata solo a "Bayraktars"?

La Turchia è attualmente attiva sta lavorando su un jet UAV di nuova generazione chiamato MIUS, che utilizzerà il motore ucraino. Con una velocità di oltre 900 chilometri all'ora e un raggio di volo di 5 ore, il drone d'attacco sarà in grado di avere un carico di combattimento di 1 tonnellata. MIUS può trasportare missili aria-terra e aria-aria. Questi sono indicatori molto seri. Con tali caratteristiche prestazionali, tali UAV rappresenteranno una minaccia non solo per DPR e LPR, ma anche per l'esercito russo.

E perché non presumere che tali droni non appariranno in servizio con le forze armate dell'Ucraina tra pochi anni? Si ritiene che l'aeronautica ucraina non giochi contro le forze aerospaziali russe. Probabilmente è così, ma cosa succede se Kiev crea un vero e proprio sciame di UAV d'attacco reattivi in ​​grado di “sovraccaricare” anche un buon moderno sistema di difesa aerea in una certa direzione?

E non ridere che un tale compito sia troppo per l'Ucraina. Se l'Occidente ha bisogno di svolgere un tale compito con le mani di Kiev, riceverà tutti i componenti e le tecnologie necessarie per la produzione dell'analogo ucraino di MIUS. L'assemblaggio può essere effettuato sia presso l'impresa comune ucraino-turca, sia presso Antonov, che, tra l'altro, ha sviluppato in modo indipendente il proprio analogo di Bayraktar sotto il nome di Gorlitsa per diversi anni.

Molto probabilmente, l'aviazione militare ucraina continuerà a svilupparsi nella direzione senza equipaggio. Non c'è niente di irrealistico e divertente per la Russia in questo.
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vdars Офлайн Vdars
    Vdars (Vincitore) 19 dicembre 2021 12: 21
    0
    Tutto è molto semplice: alla periferia della collina per l'addestramento, i piloti HEMA sono normali!
  2. sgrabik Офлайн sgrabik
    sgrabik (Sergey) 19 dicembre 2021 12: 22
    0
    Bene, in generale, qui c'è molto poco di divertente, il fatto che l'Ucraina sia diventata il centro dell'attività anti-russa a livello statale è già un fatto indiscutibile, non riconoscere e non tenerne conto significa illudersi, è necessario prendere questo molto sul serio e trarne le necessarie e tempestive conclusioni!!!
  3. Denis ravanello Офлайн Denis ravanello
    Denis ravanello (Denis Moroz) 21 dicembre 2021 11: 35
    0
    La Turchia rivetta questi bayraktar da componenti importati, che sono più facili per lei, come membro della NATO, che per noi.
    questi stessi droni sono in qualche modo simili ai tamahawk: lenti, primitivi, ma economici e massicci. qui il problema è la stupidità dei nostri strateghi militari.
    per quanto riguarda l'Ucraina, ci sta anche bene. in Ucraina c'è un'abbondanza della risorsa più preziosa nel mondo moderno: la russofobia. il che significa che ci sarà tutto ciò che, almeno in una certa misura, può essere diretto contro di noi. incl. droni. in assortimento.
  4. squalo Офлайн squalo
    squalo 24 gennaio 2022 15: 22
    -2
    E nessuno ride. E il fatto che sia necessario e possibile risolvere il problema! Ma dobbiamo iniziare ora non con le ostilità, ma con lo strangolamento economico - e qui nessuno aiuterà gli ucraini, tranne le nostre stesse capre! È necessario, prima di tutto, interrompere la fornitura di carburanti e lubrificanti direttamente e attraverso la Bielorussia! Ciò influenzerà drasticamente i prezzi e l'efficienza dell'agricoltura e del trasporto merci! Mantenere alti i prezzi del gas è un duro colpo per l'economia generale, e principalmente per la produzione di fertilizzanti, e questo è un colpo per l'agricoltura!
    Fino al 2025, è del tutto possibile abbassare l'economia di un altro 20-25%! Ciò porterà alla complessità della conduzione di qualsiasi attività economica! Durante questo periodo, nessuna nuova produzione avrà il tempo di guadagnare slancio.
    Ebbene, dal 2025 è ragionevole trovare una ragione, e sono sicuro che ce ne saranno un milione, per rispondere ufficialmente alla guerra dichiarata alla Russia molto tempo fa! Nessun database necessario! Sarà semplicemente d'accordo con la dichiarazione ufficiale di guerra e introdurrà un blocco completo, stabilendo condizioni "umilianti" per la sua revoca per Durkaina!
    Tutto, su questo problema di sviluppo sarà risolto! Non un solo aereo civile o militare, la nave volerà dentro/entrando nell'aeroporto/porto. L'attraversamento del confine con una nave straniera o qualsiasi veicolo in caso di dichiarazione ufficiale di guerra dà diritto alla soppressione. Nessuno in volumi reali entrerà più in Durkain! Sì, abbiamo uno stato di guerra formale con il Giappone, quindi cosa ci impedisce di espandere questo stato di Durkaina?! Saremo in grado di infliggergli enormi perdite nelle attuali condizioni economiche del commercio globale.
  5. alexniko77 Офлайн alexniko77
    alexniko77 (alexnik77) 1 febbraio 2022 07:34
    0
    L'assemblaggio può essere effettuato sia presso un'impresa congiunta ucraino-turca, sia presso Antonov, che, tra l'altro, ha sviluppato in modo indipendente il suo analogo di Bayraktar sotto il nome di Gorlitsa per diversi anni.

    la chiave, in questo testo, è la frase "da diversi anni", perché i wide si stanno sviluppando, lanciando, ecc. da diversi anni. molti progetti, tra cui: un aereo an-178, un carro armato oplot, un mortaio a martello, varie navi, satelliti, ecc. ma!!! nessuno di essi guida, vola, nuota, spara o è fabbricato. perchè autore?
    1. shiva Офлайн shiva
      shiva (Ivan) 2 febbraio 2022 08:39
      -1
      Beh, proprio come il nostro...

      Campana dello zar, muto rotto;
      Lo Zar Cannon non spara, madre-figli;
      Ed è chiaro a tutti: la colpa è degli ebrei,
      Resta solo da trovare la cronaca ...
      1. Il commento è stato cancellato
      2. alexniko77 Офлайн alexniko77
        alexniko77 (alexnik77) 2 febbraio 2022 09:54
        0
        voi? e dov'è, tu? Spiaggia di Brighton, Zhmerinka, Khreshchatyk?
        1. shiva Офлайн shiva
          shiva (Ivan) 2 febbraio 2022 12:12
          -1
          Questa è Lobnja! E il piede così rraz!

          Una nuvola di Lyubertsy è in esecuzione,
          Sì, girerà su Lobnya,
          E, naturalmente, esaminerà Solntsevo ...
  6. bottaio Офлайн bottaio
    bottaio (Alexander) 7 March 2022 06: 03
    0
    Non apparirà nulla. Kirdyk e le forze armate dell'Ucraina, e il complesso militare-industriale, e sembra essere l'attuale Ucraina nazista in generale.