Sarmat decollerà non prima del 2022


In Russia, le date del primo lancio di prova del sistema missilistico RS-28 "Sarmat" sono state posticipate a un raggio strategico. Questo è diventato noto all'agenzia TASS... Come chiarito da una fonte dei media nel complesso militare-industriale del paese, il lancio avverrà nel primo trimestre del 2022.


Inizialmente era stato riferito che il programma di test di volo del razzo avrebbe incluso due lanci dal cosmodromo di Plesetsk nel 2021. Quindi il piano di test è stato ridotto a un lancio alla fine dell'anno, a dicembre.

Secondo il comandante delle forze missilistiche strategiche, il colonnello generale Sergei Karakaev, il prossimo anno il primo reggimento del complesso "Sarmat" dovrebbe andare in allerta. Tuttavia, è improbabile che questi piani corrispondano allo stato attuale delle cose e potrebbero essere spostati a destra.

Il sistema missilistico RS-28 Sarmat sostituirà il missile sovietico pesante a propellente liquido R-36M Voevoda. La particolarità del "Sarmat" risiede nel suo raggio di utilizzo praticamente illimitato. Ad esempio, il missile sarà in grado di colpire bersagli sul territorio del nemico più probabile della Russia sia lungo una traiettoria attraverso il Polo Nord che attraverso il Polo Sud, il che complica notevolmente la sua intercettazione.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 21 dicembre 2021 07: 17
    -1
    il missile sarà in grado di colpire bersagli sul territorio del più probabile nemico della Russia sia lungo una traiettoria attraverso il Polo Nord che attraverso il Polo Sud, il che complica notevolmente la sua intercettazione.

    - Personalmente, ho già scritto su questo argomento ... - Lo ripeterò di nuovo ...
    - Sarebbe bello se - i lanci di prova del sistema missilistico "Sarmat" RS-28 a una distanza strategica fossero effettuati nella direzione - non attraverso il Polo Nord - ma nella "seconda direzione" ...
    - E sarebbe bello se il "Sarmat" "facesse la sua traiettoria" sul territorio della Cina (beh, lo spazio
    - finora, "non appartiene a nessuno" ... - quindi ....) ...
    - Così, la Russia immediatamente "prende due piccioni con una fava":
    - Dimostra agli USA (e a tutta la NATO) le "capacità" del sistema missilistico RS-28 "Sarmat"
    - E ricorda alla "Cina amica" - anche "la stessa" degli Stati Uniti (e della NATO) - le "capacità" del sistema missilistico RS-28 "Sarmat" ... - Che la Cina sia orgogliosa del il fatto che ci sia un così buon vicino (Russia), il suo amico e compagno, nonché un "partner militare" ... - E tutto ciò aiuterà la Cina a scacciare i "cattivi pensieri" sul suo buon vicino e a salvare la Cina dalle "cattive inclinazioni" che possono sorgere in Cina nei confronti del suo buon vicino...