Una "costruzione a lungo termine in alluminio" è stata aperta in Siberia, e appena in tempo


Venerdì 17 dicembre, Rusal ha lanciato la più grande impresa metallurgica del paese nella regione di Irkutsk. La costruzione dell'impianto di alluminio di Taishet è iniziata nel 2007, ma già nel 2008, a causa dello scoppio della crisi globale, il progetto ha dovuto essere “congelato”.


Tuttavia, come si suol dire, "c'è un lato positivo". Il suddetto "rinvio" ha indubbiamente giovato all'impresa.

Ora l'impianto ha installato elettrolizzatori RA-400T, in grado di produrre 3,3 tonnellate di alluminio al giorno. Questo indicatore oggi è uno dei più alti al mondo e, al momento del lancio del progetto, questo non era nemmeno sognato.

Un altro importante traguardo, raggiunto durante la lunga pausa, è la cosiddetta "compatibilità ambientale" dell'impresa. L'acqua nella produzione dell'alluminio viene utilizzata in un ciclo chiuso e i sistemi di lavaggio a secco catturano il 98,5% dei gas.

Inoltre, la fonderia di alluminio Taishet è stata originariamente concepita come una produzione con un'impronta di carbonio minima. Nelle moderne realtà "verdi", questo rende i prodotti realizzati in azienda altamente competitivi e richiesti.

Da segnalare, infine, che il nuovo stabilimento è stato inaugurato con grande tempestività. Innanzitutto, i prezzi mondiali dell'alluminio sono aumentati e, secondo le previsioni di molti esperti, questa tendenza continuerà per molto tempo. In secondo luogo, la creazione di qualsiasi grande impresa in Siberia contribuisce all'attuazione dell'idea della sua riqualificazione industriale, espressa da Sergei Shoigu all'inizio dell'autunno.

9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. Oleg Ermakov Офлайн Oleg Ermakov
    Oleg Ermakov (Oleg Ermakov) 21 dicembre 2021 13: 15
    0
    3,3 tonnellate al giorno? Controlla le informazioni e copia queste stesse "3,3 tonnellate al giorno"
    1. Kristallovich Online Kristallovich
      Kristallovich (Ruslan) 21 dicembre 2021 14: 31
      +1
      3,3 tonnellate al giorno sono solo un elettrolizzatore. Ce ne sono molti nello stabilimento.
  3. Il commento è stato cancellato
  4. Sasha Ivankov Офлайн Sasha Ivankov
    Sasha Ivankov (Sasha Ivanov) 21 dicembre 2021 18: 09
    +1
    Verranno sottratte ancora più risorse e il bottino verrà trasferito all'estero per la gioia degli azionisti occidentali. Tutte le imprese in Russia non appartengono né alla Russia né al popolo russo, anche Yandex è registrato in Belgio.
  5. goncharov.62 Online goncharov.62
    goncharov.62 (Andrew) 21 dicembre 2021 19: 58
    +1
    E per quanto riguarda i margini negli Stati Uniti come flusso diretto? E dov'è la penna stilografica PIL?...
  6. zloybond Офлайн zloybond
    zloybond (lupo della steppa) 21 dicembre 2021 20: 59
    +2
    La notizia è buona solo al punto da capire che si tratta di nuovo di materia prima. E quanti produttori competitivi moderni ad alta tecnologia di telefoni, televisori, tecnologie informatiche, apparecchiature mediche sono aperti nel nostro paese .... in generale, da ciò che importiamo dalla Cina, ASPnet, Europa. Ma per aprire fattorie minerarie, siamo davanti al pianeta. Secondo il Servizio federale delle dogane, nel periodo gennaio-giugno 2021, le importazioni russe sono cresciute del 28,4% a 137,6 miliardi di dollari, rispetto allo stesso periodo del 2020. Si tratta di un valore record negli ultimi cinque anni. Nonostante il fatto che l'attività commerciale sia ridotta al minimo! Bene, venderemo alluminio alla Cina - in cambio acquisteremo da loro prodotti ad alta tecnologia in cui verrà utilizzato questo alluminio.
  7. lavoratore dell'acciaio 22 dicembre 2021 14: 20
    +1
    Il centro del gruppo era Rusal Limited, registrata nel 2005 sull'isola di Jersey. Il suo unico beneficiario è Oleg Deripaska

    Nel luglio 2020, il Ministero delle finanze della Federazione Russa ha sviluppato un piano per ridurre il numero di società a partecipazione statale fino al 2025. Ogni anno più di 100 entità legali controllate dallo Stato devono passare in mani private. Nel 2020, ci sono 1465 aziende statali in Russia. Secondo il documento, nel 2021 il loro numero scenderà a 1319, nel 2022 - a 1187, nel 2023 - a 1068. Di conseguenza, entro il 2025 dovrebbero rimanere nel paese 961 imprese a partecipazione statale.

    Dico: "Regola di mediocrità". Non vogliono lavorare, vogliono solo ricevere denaro. Lo stato costruisce e gli altri diventano i proprietari. E perché lo Stato ha bisogno di soldi?
  8. Greenchelman Online Greenchelman
    Greenchelman (Grigory Tarasenko) 22 dicembre 2021 19: 39
    +1
    Sono sorpreso, perché dal 2018 RUSAL installa elettrolizzatori RA-550 con una capacità giornaliera di 4,21 tonnellate di alluminio e un minor consumo di elettricità.
  9. akarfoxhound Офлайн akarfoxhound
    akarfoxhound 23 dicembre 2021 13: 20
    0
    Evviva. Evviva. Evviva.
    P.S. Di chi pianta sono oggi? I polossi hanno appena spremuto la Faberge Deripaska, le azioni sono state vendute e di chi è ora "evviva" ???
  10. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 26 dicembre 2021 22: 03
    0
    La costruzione è stata finanziata dallo stato e le entrate saranno ricevute proprio da quelli a cui non è stato dato nemmeno un rublo per la costruzione.