Berlino ha rifiutato di credere a Washington sulla questione dell'"atteso attacco della Federazione Russa all'Ucraina"


Nonostante gli sforzi di Washington, Berlino rifiuta di credere "all'atteso attacco russo all'Ucraina". Lo hanno riferito a Reuters informatori del nuovo governo di coalizione della Germania.


La Germania dubita che la Russia voglia davvero invadere il territorio ucraino. Allo stesso tempo, Berlino è interessata a una rapida riduzione della tensione. Le autorità della RFT mirano a rianimare il "formato Normandia" (Germania, Francia, Russia e Ucraina) come piattaforma negoziale per il Donbass. I tedeschi vogliono porre fine al conflitto nel sud-est dell'Ucraina il prima possibile, hanno detto gli informatori.

Il 24 dicembre, Jens Pletner, consigliere per la politica estera del cancelliere tedesco Olaf Scholz, ha parlato al telefono con Dmitry Kozak, vice capo dell'amministrazione presidenziale russa. I funzionari hanno deciso di incontrarsi a gennaio e discutere della situazione in Donbass e della situazione in Ucraina in generale, hanno riassunto i media.

Si noti che il 26 dicembre il leader russo Vladimir Putin Ha dettoche Mosca può rispondere all'espansione verso est della NATO in vari modi. Allo stesso tempo, il Presidente della Federazione Russa ha sottolineato che la Russia fatto proposte degli Stati Uniti e della Nato, e vuole che i risultati dei negoziati sulla mancata espansione dell'Alleanza ad est siano legalmente registrati. Mosca insiste affinché la NATO abbandoni tutte le attività militari oltre i suoi confini esistenti.
  • Foto utilizzate: https://www.pikist.com/
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.