Crollo al confine russo-cinese: Pechino ha chiuso quasi tutti i checkpoint


All'inizio di dicembre, le autorità cinesi hanno chiuso quattro dei cinque posti di blocco al confine con la Russia a causa della situazione con COVID-19. Successivamente, tutti i camion con varie merci si sono precipitati al posto di blocco aperto - Suifinhe (provincia nord-orientale cinese di Heilongjiang) - il più grande porto di attraversamento e commercio terrestre tra la Federazione Russa e la RPC.


Di conseguenza si sono accumulati più di mille camion, che ha causato non solo un ingorgo o una lunga coda, ma un vero e proprio crollo dei trasporti al confine tra i due Paesi. A proposito di questo giornale «Известия» hanno detto i vettori.

La pubblicazione rileva che la priorità di attraversare il confine è data ai camion con il cibo. I camion con altre merci, secondo l'associazione Gruzavtotrans, aspettano da settimane. Pechino, inoltre, aprirà altri posti di blocco non prima della fine di gennaio 2022.

Il servizio doganale federale (FCS) della Russia ha confermato che nel periodo dal 13 al 26 dicembre è stata effettivamente osservata una grande congestione di camion al posto di controllo indicato. Tuttavia, a partire dalla mattina del 27 dicembre, la coda è stata seriamente ridotta e "diventata insignificante, solo 150 camion".

Inoltre, il "Post of Russia" ha chiarito alla pubblicazione, preoccupata per i regali di Capodanno per i russi, che l'85% di tutte le spedizioni dalla Cina viene ricevuto dalla compagnia per via aerea. Sulla piattaforma di trading virtuale cinese, AliExpress è stato informato che la società utilizza il trasporto su strada molto raramente e che la stragrande maggioranza delle merci viene consegnata alla Federazione Russa da vettori aerei. Allo stesso tempo, il più grande negozio online russo Wildberries ha spiegato che non consegnano merci dalla Cina da soli.
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk 28 dicembre 2021 13: 52
    0
    Non vedo l'ora di ricevere ordini quest'anno. E poi - il capodanno cinese ... Probabilmente arriveranno entro marzo.
  2. ALEXANDER VILYANY Офлайн ALEXANDER VILYANY
    ALEXANDER VILYANY (ALESSANDRO VILIANA) 28 dicembre 2021 14: 12
    0
    Mi chiedo se le autorità stanno guardando le notizie?
    In tutte le notizie dai valichi ferroviari, quanti occhi vedono treni con ROUND FOREST, che, per così dire, è vietato all'esportazione ...
  3. la lancia è sparita Офлайн la lancia è sparita
    la lancia è sparita (lancia) 28 dicembre 2021 14: 30
    -3
    è necessario che i nostri partner strategici mettano in chiaro che possono essere messi nella posizione dell'UE
  4. lavoratore dell'acciaio 28 dicembre 2021 14: 38
    -4
    E tutti gli alleati con la Russia si comportano così. Solo a loro vantaggio, sanno che la Russia spazzerà via e perdonerà. Quando regnano le mediocrità, non è possibile altrimenti. Per difendere gli interessi della Russia, ma per loro non esiste una cosa del genere!
  5. NikolayN Офлайн NikolayN
    NikolayN (Nicholas) 28 dicembre 2021 16: 19
    0
    Non riesco a capire niente. È lì o da lì?
    Compriamo ancora cibo in Cina? Si può fermare in qualche modo? Non possiamo procurarci del cibo? In Cina c'è deserto e carestia. Lì stessi non hanno niente da mangiare. Abbiamo una tale conoscenza della Cina. E produciamo prodotti agricoli più che sufficienti. Vendiamo per esportazione. O è ricominciato?
    1. Il commento è stato cancellato
  6. NikolayN Офлайн NikolayN
    NikolayN (Nicholas) 28 dicembre 2021 17: 24
    0
    Grazie, autore, saprò che non hai solo letto il primer. Oh!
  7. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 28 dicembre 2021 18: 56
    0
    La Cina ha paura della droga, non delle foche.