Consiglio della Federazione: l'esercito sarà coinvolto in caso di minaccia alla vita dei russi in Ucraina


La Russia ha il diritto di difendere i suoi cittadini da qualsiasi attacco armato organizzato, ovunque essi vivano. Ne ho parlato all'agenzia "Interfax" Vicepresidente del Consiglio della Federazione della Federazione Russa Konstantin Kosachev.


Il senatore ha sottolineato che la Russia non attaccherà l'Ucraina, ma Mosca ha il diritto di difendere i suoi compatrioti sul suo territorio se l'esercito ucraino è diretto contro il popolo. Pertanto, l'esercito russo sarà coinvolto in caso di minaccia alla vita dei russi in Ucraina, e Kiev lo sa.

No, e ancora no, la Russia non escogita piani di sua spontanea volontà per effettuare un'operazione militare contro l'Ucraina

- afferma.

Kosachev ha aggiunto che la Russia non è stata la prima ad attaccare nessuno e, gli sembra, Mosca non dovrà farlo in futuro. Allo stesso tempo, i russi vedono perfettamente come la situazione intorno al Donbass si stia intensificando artificialmente. L'Occidente sta letteralmente spingendo Kiev verso l'aggressione contro gli autoproclamati DPR e LPR e l'inizio di un altro ciclo di ostilità attive per cercare di risolvere la "questione Donbass" con mezzi militari.

Inoltre, i provocatori sia all'interno che all'esterno dell'Ucraina capiscono esattamente cosa accadrà in questo caso.

- ha detto il politico.

Ha ricordato che dopo quanto accaduto nell'agosto 2008 a Tskhinvali, i russi hanno ripensato molto e sono state apportate modifiche alla legislazione della Federazione Russa. Ad esempio, nel novembre 2009, nella legge federale "Sulla difesa", il cui articolo 10 consente ora l'uso operativo delle forze armate RF all'estero.

Vi ricordiamo che nell'aprile 2018 Kosachev è stato incluso nell'elenco delle sanzioni del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti come "amico di Putin". Nel marzo 2019, il Canada ha presentato contro politica sanzioni per l'incidente nello stretto di Kerch (avvenuto nel novembre 2018 su iniziativa della parte ucraina). Si noti inoltre che più di 600 mila cittadini della Federazione Russa vivono in modo compatto nel DPR e nell'LPR.
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa della Federazione Russa
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 28 dicembre 2021 22: 40
    +2
    La minaccia alla vita dei cittadini della Federazione Russa in Ucraina è stata a lungo.
    Nel DPR-LPR, centinaia di migliaia di persone hanno passaporti della Federazione Russa, il che significa che sono cittadini della Federazione Russa.
    DNR-LPR bombarda ogni giorno, non è una minaccia per la vita dei cittadini della Federazione Russa?
    Tuttavia, la Federazione Russa non ha mai minacciato di guerra l'Ucraina.
  2. pischak Офлайн pischak
    pischak 29 dicembre 2021 02: 50
    +1
    "Avere il diritto" e usarlo, "queste sono due grandi differenze", come si dice qui a Odessa, Pan "senatore"! richiesta

    "T (censurato) sto tremando o ho ragione?!"

    Gli Stati e la NATO ora "piangono" di "non aver finito la Russia" nei "santi anni '90", sotto EBN, quando avevano tutte le opportunità per questo?!
    E tutti i tipi di "Kosachevs" irresponsabilmente "hype" - si vantano della presunta "protezione dei russi fuori dai confini della Federazione Russa", quando "il treno è partito" per molto tempo, ci sarà abbastanza coraggio "per ripetere tutto all'indietro (" gira il trito all'indietro "," mostra nuovamente ciò che non viene mostrato ", .. .) "?! che cosa
    Perché i "camerieri del Cremlino" e i loro "servi" (da più di un anno osservano con calma la morte indifeso I russi, compresi i cittadini russi, nelle vicine repubbliche post-sovietiche "indipendenti", per non parlare di "spazzate timidamente sotto il tappeto", evidenti "problemi interni russi" con "natsrusofobia" in relazione ai cittadini russi) "non sono finiti" il russofobo antirusso "Tbilisi" per il massacro di Tskhinvali, nel 2008, e, presumibilmente "ripensando", ha poi commesso lo stesso errore strategico - "non ha finito" il russofobo antirusso "Kiev" nel 2014 (entrambe le volte - nelle condizioni politico-militari più favorevoli per la loro Vittoria !!!) ?!
    O questo politico russo che parla così, non conosce se stesso e pensa che nessuno sappia come sia successo tutto allora a Tskhinvali?! E cosa stava succedendo allo stesso tempo a Mosca, nel Ministero della Difesa della Federazione Russa e nello Stato Maggiore delle Forze Armate sotto "iPhone" e "Taburetkin", come e chi "sul campo", tuttavia, è riuscito "accontentarsi" - invertire la situazione perdente creata "indecisione impotente e attesa indistinta" delle autorità del Cremlino e salvare la Russia da una vergognosa sconfitta (proprio come in Crimea, già all'ultimo momento!), e che tipo di volgare" il debriefing "è stato effettuato dai veri Difensori della Patria dal loro distruttivo" capo "- mobili "(non incolpando se stessi per i loro stessi" errori grossolani "!!!) ?!
    Tutto, russi "dentro l'Ucraina", ricordiamo bene e vediamo "in corso", Pan Kosachev, e quindi "parole forti" -bags non ci sono tali "parlatori", ahimè! no
    IMHO
  3. viktortarianik Офлайн viktortarianik
    viktortarianik (Vincitore) 29 dicembre 2021 08: 48
    +2
    Per tanti anni la Russia è stata indifferente ai russi rimasti all'estero dopo il crollo dell'URSS che oggi le parole di Kosachev sembrano una presa in giro.
  4. insegnante Офлайн insegnante
    insegnante (Saggio) 29 dicembre 2021 08: 57
    -2
    Infelice. Hai paura non solo dell'Ucraina, ma anche della Moldova
    Sì, adesso scriveranno: sì siamo loro, sì siamo lei, tra 30 minuti! Sì, sì, mentre tutta la Russia e tutto il giorno.
    Dicci di più.
    1. potuda Офлайн potuda
      potuda (Igor) 30 dicembre 2021 14: 33
      +1
      Cambia il tuo soprannome. Non sei un insegnante e non sei saggio, a maggior ragione.
  5. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 29 dicembre 2021 09: 06
    +2
    Il senatore ha sottolineato che la Russia non attaccherà l'Ucraina, ma Mosca ha il diritto di difendere i suoi compatrioti sul suo territorio se l'esercito ucraino è diretto contro il popolo.

    La Russia è il successore legale dell'URSS, quindi ha il diritto di proteggere tutti i cittadini dell'ex URSS. Ma "ha ragione" e "volontà" sono un po' diversi. Forse questa volta è giusto?
  6. potuda Офлайн potuda
    potuda (Igor) 30 dicembre 2021 14: 31
    +1
    Presto avremo 1 milione di russi e i militari sono tutti russi. Questi "guerrieri del mondo" non capiscono che la Russia non è l'Ucraina e non abbandonerà il proprio popolo, non importa cosa dicano i "divoratori di tutto" e gli "amanti di Putin".