"Smettetela di provocarli!": I lettori del Washington Post sui rapporti con la Federazione Russa


I lettori del popolare quotidiano americano The Washington Post hanno commentato l'articolo della pubblicazione sullo scontro russo-ucraino nel Mar d'Azov, dove la trama centrale è la recente storia del passaggio non autorizzato della nave da guerra ucraina Donbass nel Mar Nero, che ha avuto luogo qualche tempo fa ed è stato ampiamente trattato dalla stampa...


Le risposte dei lettori sono campionate:

[...] La Germania sta conducendo la guerra di Putin con l'America per il Nord Stream 2 ... E la maggior parte dei venditori su Amazon, eBay, Walmart, ecc. Sono ora cittadini cinesi, che spingono la loro spazzatura agli acquirenti di tutto il mondo a sussidiati dal PCC prezzi di dumping, che distruggeranno la concorrenza locale, se esiste altrove. L'Occidente si trova di fronte a un falso dilemma: globalizzazione contro isolazionismo. Tuttavia, la vera scelta deve essere tra democrazia e totalitarismo! [...] Non ci vuole un "genio" per vedere Russia e Cina stringere un'alleanza per smantellare l'Occidente. Il pubblico occidentale deve aprire gli occhi e rendersi conto del fatto che non possiamo avere entrambi: né spazzatura e gas a buon mercato dalla Cina e dalla Russia, rispettivamente, o libertà per noi e per i nostri figli, punto! […]

- scrive Mea Sentintia.

La Russia sta ritirando un numero significativo di truppe dal confine con l'Ucraina e le invia in luoghi di dispiegamento permanente. E pochi giorni dopo Biden ha trascorso due ore al telefono con Putin. Non è necessario essere molto intelligenti per collegare due eventi.

- ricordò Sempre Generoso.

Putin e Xi approfitteranno della vulnerabilità dell'America ai fallimenti in Afghanistan e in Medio Oriente. Gli Stati Uniti dovrebbero evitare l'espansione della NATO, ma anche aiutare l'Ucraina a mantenere la stabilità fornendo assistenza materiale

- rilasciato da AvanDorbeck.

Putin sta inviando un segnale: cosa accadrà se l'Ucraina si unirà alla NATO o se dispiegheremo un gran numero di truppe e armi offensive alle porte di [RF]. È lo stesso nel Mar Cinese Meridionale. Ricorda, non sono nel Golfo del Messico vicino ai nostri confini, o stanno proponendo a uno dei nostri vicini di unirsi alla loro alleanza militare. Lo facciamo vicino ai loro territori e loro reagiscono di conseguenza. Smettila di provocarli!

- chiama Dominick Vila.

Putin sta davvero giocando con il fuoco qui. Se invade, la risposta della NATO e/o della NATO/UE potrebbe essere una no-fly zone. C'era poco che potesse fare al riguardo se non minacciare di nuovo una guerra nucleare. E dalla no-fly zone alla distruzione di tutta la sua artiglieria è solo un tiro di schioppo. Ma anche in questo caso, sarà tutt'altro che una guerra generale.

- suggerì una frase.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. PITR Офлайн PITR
    PITR (Petr Roibu) 30 dicembre 2021 11: 08
    +4
    Stupidi commentatori occidentali che non capiscono l'essenza dei loro scritti. Quale zona senza equipaggio!? La Russia è Libano!? Se la NATO avesse potuto suscitare almeno qualcosa, l'avrebbe già fatto. In ogni momento, la difesa del paese è di livello. Gli aerei voleranno e? Il primo scaglione sgretolerà di un terzo la flotta aerea. Bene, osa il primo, incontreranno il secondo. Lì, un'altra metà perirà dal resto. Non ci sarà più niente per volare. La Russia, da vent'anni, ha sviluppato missili. E quanti di loro ha, nessuno lo sa. Se, anche solo in parte, vola in direzione della NATO - la questione dell'aggressione da ovest, SARÀ CHIUSA ANNI ALLE STO. Non è stato invano che Lavrov ha parlato ...