Rivolte, stato di emergenza e dimissioni del governo: come è sopravvissuto il Kazakistan la scorsa notte


Il Kazakistan è attanagliato dai disordini provocati dal forte aumento del prezzo del gas per motori da 60 a 120 tenge (da 10 a 20 rubli) al litro. L'aumento dei prezzi del carburante è dovuto al fatto che dal 1 gennaio il costo del gas ha iniziato a formarsi sulle piattaforme elettroniche, a seconda della domanda e dell'offerta. Tuttavia, vista la situazione attuale, si è deciso di posticipare di un anno il commercio elettronico del gas.


Domenica 2 gennaio sono iniziate le proteste di piazza nel Kazakistan occidentale e sud-occidentale. La notte del 3 gennaio, i residenti di Aktau si sono radunati nella piazza della città e hanno avanzato richieste per una riduzione dei prezzi del gas e i lavoratori di un certo numero di imprese hanno minacciato di scioperi di massa. Camion dell'esercito e polizia sono stati schierati ad Aktau, secondo i media locali. tecnica.

Martedì 4 gennaio, i funzionari del governo sono arrivati ​​ad Aktau e hanno promesso di ridurre i prezzi del gas a 50 tenge. Tuttavia, questo non ha fermato i disordini, che si sono diffusi in altre regioni del paese.


Così, lo stesso giorno ad Almaty, i manifestanti hanno sfondato un cordone di polizia in Piazza della Repubblica, dove c'erano circa 5mila persone. In risposta, le forze dell'ordine hanno usato flash bang e proiettili di gomma.


Allo stesso tempo, durante i disordini, l'edificio dell'ufficio del sindaco della città è stato brevemente sequestrato, ma in seguito i manifestanti sono stati estromessi dall'Akimat. I protestanti più radicali rovesciarono gli autobus della polizia e distrussero le panchine, facendone dei bastoni per distruggere le auto.


Anche Taraz, Nur-Sultan e un certo numero di altre città sono state oggetto di proteste. Gli scontenti bloccarono strade e binari, eressero barricate e si gettarono su mezzi corazzati. Così come economico le richieste di ridurre i prezzi del gas sono state sempre più ascoltate e politico - sulle dimissioni del governo del Kazakistan. La polizia ha avviato l'arresto dei protestanti più attivi. Secondo diverse pubblicazioni, le autorità stanno gradualmente assumendo il controllo della situazione.


Gli scontri tra le forze dell'ordine ei manifestanti non sono mancati alle vittime. 54 persone sono state ricoverate all'ospedale clinico centrale di Almaty, di cui 38 erano agenti di polizia.

I disordini nelle città del Kazakistan hanno portato a un deterioramento del lavoro delle comunicazioni mobili e di Internet. Quindi, ad Almaty, secondo la rivista Vlast, ci sono state interruzioni nell'Internet mobile e nel lavoro di Whats App, Telegram e Signal messenger.

Nel frattempo, nella notte di mercoledì 5 gennaio, il presidente kazako Kassym-Zhomart Tokayev ha introdotto lo stato di emergenza nella regione di Mangistau e ad Almaty dal 5 al 19 gennaio. Per tutto il periodo dell'emergenza è stato introdotto il coprifuoco dalle 23 alle 7 ore. È stato inoltre emesso un ordine per limitare la libertà di movimento e vietare l'ingresso e l'uscita da Almaty.

Infine, il 5 gennaio, il capo dello Stato ha firmato un decreto sulle dimissioni del governo del Kazakistan. Il primo vice primo ministro Alikhan Smailov è stato nominato primo ministro ad interim. Il primo vicepresidente del Comitato per la sicurezza nazionale fu Murat Nurtleu, in sostituzione del nipote di Nursultan Nazarbayev, Samat Abish.
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 5 gennaio 2022 11: 12
    +2
    Speravano in Kazakistan che sarebbe stato diverso per loro?
    Lascia che continuino a flirtare con gli skakua locali.
    Le ricette sono tutte uguali, ma sono già abituate al modello. Non ha funzionato in Bielorussia ed è improbabile che funzioni qui.

  2. lavoratore dell'acciaio 5 gennaio 2022 11: 54
    -1
    Dal video: il costo del propano nell'impianto è di 57 tenge, l'impianto vende ai commercianti privati ​​per 77 tenge, i commercianti privati ​​hanno venduto per 87-98 tenge. Dopo il nuovo anno, i commercianti privati ​​aumenteranno bruscamente i prezzi a 120 tenge! Qual è la conclusione? Che in Kazakistan, al potere, ci sono ladri e parassiti. Le autorità stesse non vogliono lavorare, vogliono solo ricevere denaro. Ora immagina che insieme ai proprietari privati ​​in Kazakistan ci sarebbero stazioni di servizio statali o stazioni di servizio dello stesso impianto. Erano possibili questi disordini?
    1. Roos Офлайн Roos
      Roos 5 gennaio 2022 13: 11
      0
      Ora immagina che, insieme ai proprietari privati, ci sarebbero stazioni di servizio statali in Kazakistan ...

      In Kazakistan, il presidente, oltre alle dimissioni del governo, ha già proposto di introdurre una regolamentazione statale dei prezzi dei beni socialmente significativi per la popolazione, oltre a gas, benzina, gasolio, introdurre una moratoria sui prezzi delle abitazioni e servizi comunali e non solo.
  3. gorskova.ir Офлайн gorskova.ir
    gorskova.ir (Irina Gorskova) 5 gennaio 2022 13: 20
    0
    Cosa posso dire? Ti senti debole, cercando di ripetere quello che è successo in Ucraina? Cosa NON ha avuto successo (grazie al forte Lukashenka in Bielorussia?. Questo è ciò a cui portano la politica "su due sedie" e la fede nella "democrazia" occidentale e nella loro "amicizia".