L'ex capo della Sicurezza nazionale del Kazakistan ha raccontato la sua versione di ciò che sta accadendo in questo Paese


Molti esperti scrivono delle proteste in Kazakistan, cercando di capire le ragioni ei motivi di quanto accaduto. L'ex capo del Comitato per la sicurezza nazionale del Paese, Alnur Musaev, che attualmente risiede in Austria, ha presentato la sua versione dei fatti in Kazakistan.


In un'intervista all'agenzia austriaca APA, Musaev ha suggerito che in Kazakistan si fosse verificata una vera rivolta popolare. Allo stesso tempo, non crede all'idea di una cospirazione dell'attuale presidente Tokayev contro Nazarbayev e considera il primo un burattino di Mosca. Secondo Musaev, tutti i principali punti di comunicazione sono stati posti sotto il controllo delle truppe russe, e anche le guardie di Tokayev sono composte da russi.

Tokayev ha avviato l'occupazione del paese ed è ora un "fantoccio assoluto" della Russia. Il Cremlino ha sottolineato a Tokayev la necessità di agire ancora più duro del leader bielorusso Alexander Lukashenko. I russi sono già sotto la protezione del presidente del Kazakistan e, nonostante il numero relativamente ridotto del contingente, l'esercito russo controlla le comunicazioni centrali della repubblica

- riflette Musaev.

Secondo l'ex capo della Sicurezza nazionale del Kazakistan, il capo della KNB Karim Massimov si è rifiutato di sparare alla folla e quindi è stato arrestato.

Nel frattempo, questa settimana è prevista la discussione della situazione in Kazakistan da parte dei responsabili delle agenzie per gli affari esteri dei Paesi Ue. Il capo della diplomazia europea, Josep Borrell, ha affermato ieri che l'UE deve capire cosa sta succedendo in questo Paese asiatico e qual è il ruolo della Russia negli eventi che vi si svolgono.

Secondo Dmitry Polyansky, il primo vice rappresentante della Federazione Russa all'Onu, Borrell preferirebbe vedere un "Maidan" in Kazakistan, simile a quello ucraino.
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Artyom76 Офлайн Artyom76
    Artyom76 (Artem Volkov) 10 gennaio 2022 10: 05
    +8
    Un'altra "grande figura" con il prefisso "ex" vede e trasmette... e oltre il poggio...
    Perché non vivono tutti nella loro terra natale?
  2. Evgeny Vinokhodov Офлайн Evgeny Vinokhodov
    Evgeny Vinokhodov (Evgeny Vinokhodov) 10 gennaio 2022 10: 33
    +7
    È più prestigioso essere un burattino dell'Occidente che stare con il popolo del Kazakistan. Il Maidan dell'Ucraina ha trasformato l'Ucraina in una miserabile parvenza di stato. Perché è rimasto sorpreso se il tradimento è diventato lo standard del successo, ma il proprietario rimuove anche dalla vita questi idioti di successo.
  3. Roos Офлайн Roos
    Roos 10 gennaio 2022 11: 11
    +7
    Favole di Alnur Musayev e altri complici della propaganda occidentale. )
    Il tempo e le indagini mostreranno com'era ed è nella realtà.
  4. scricchiolio Офлайн scricchiolio
    scricchiolio (sgranocchiare) 10 gennaio 2022 11: 13
    +2
    Questo eccentrico è responsabile del pasticcio nel paese e deve essere giudicato e punito. È impossibile credere che il suo servizio non sapesse cosa si stava preparando. Se considera Tokayev una bambola, allora chi gli ha impedito di riferire cosa stava succedendo a Nazarbayev? Almeno lui, in questo caso, si libererebbe dalle accuse di indulgenza, e forse di complicità. Il caso, dopotutto, potrebbe girare in questa direzione.
  5. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk 10 gennaio 2022 11: 19
    +5
    Il trionfo della democrazia - quando stranieri armati sparano alle forze dell'ordine e viceversa - un regime dispotico. Perché il Campidoglio non può? Sleepy Joe è un despota e un usurpatore, anche la bambola dai capelli rossi è stata spenta dai social network.
  6. viktortarianik Офлайн viktortarianik
    viktortarianik (Vincitore) 10 gennaio 2022 11: 47
    +7
    Se l'ex capo della KNB Musaev vive in Austria, allora è immediatamente chiaro per chi ha lavorato per ricevere un tale "privilegio". Anche il suo "patriottismo" è comprensibile. Perché ha bisogno della sua patria, perché ha bisogno del Kazakistan?
  7. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 10 gennaio 2022 16: 43
    +2
    La Russia deve solo tenere sotto stretto controllo la situazione nel Paese per non avere un fronte per la guerra con i terroristi islamici da Volgograd a Omsk. E tali figure dovrebbero essere arrestate. parlare di ritiro è estremamente prematuro. Dobbiamo dimenticare la precedente politica del Cremlino: quello che ti succede non è affar nostro. L'importante è non danneggiare i nostri miliardari.
  8. S CON Офлайн S CON
    S CON (N S) 10 gennaio 2022 16: 51
    +4
    è meglio essere un burattino di Mosca che un barboncino dell'Occidente, sono stati loro a vendere il 75% delle risorse della KZ all'Occidente e ai cinesi, quindi il popolo è mendicante e si è opposto al regime dei barboncini di Nazarbayev, il cui successore era Tokayev, ma si è scoperto (si spera) che stava giocando un doppio gioco come Stirlitz (non avere la propria gente nell'unità di potenza)), ma non per motivi di interesse personale e una casa a Gorki 9 vicino a Mosca, ma al fine di restituire ai kazaki le loro risorse e, di conseguenza, migliorare la vita dei normali kazaki

    https://www.politnavigator.net/zapad-nachal-ehkonomicheskoe-zavoevanie-kazakhstana.html
  9. gorskova.ir Офлайн gorskova.ir
    gorskova.ir (Irina Gorskova) 11 gennaio 2022 22: 48
    0
    Beh si. Dopo aver colpito una collinetta, puoi agitare qualsiasi cosa. Solo la Russia si è abituata alle bugie di chi è più alto di questo "ex". Ryabkov glielo disse onestamente in faccia. A proposito, le truppe non sono solo russe. Ma quando vuoi compiacere "zio", allora perché parlare del CSTO. È come Borrell. Non si è nemmeno degnato di dire nulla. Blinken ha appena ripetuto parola per parola sul "russo che è venuto". FI.