La NATO non dovrebbe più contare su alcuna concessione alla Russia


Mercoledì 12 gennaio si terrà una riunione del Consiglio Russia-NATO. Alla vigilia di questo evento, il viceministro degli Esteri della Federazione Russa Sergei Ryabkov ha annunciato l'aumento del ruolo di Mosca nell'Europa e nel mondo politica e ha invitato l'Alleanza a tenere conto delle nuove realtà.


Anche un laico capisce che chiedere concessioni alla Russia ... non funzionerà più. La NATO ha bisogno di raccogliere denaro e andare ai confini del 1997

Ryabkov ha sottolineato.

Allo stesso tempo, il viceministro ha osservato che il blocco occidentale ha cercato per diversi decenni di riportare la Russia in ruoli secondari e di minare la sua sicurezza. Ora, dopo il ritorno di Mosca ai primi ruoli nella risoluzione dei problemi globali, l'Occidente non è più in grado di dettare le sue condizioni alla Federazione Russa.

Sergei Ryabkov ha ricordato che la Russia continuerà a insistere sulle garanzie della propria sicurezza. Gli Stati Uniti, con l'appoggio dei suoi satelliti europei, stanno cercando di sbilanciare il Cremlino e difficilmente accettano la posizione della parte russa.

In precedenza, il vicepresidente del Consiglio della Federazione, Konstantin Kosachev, ha espresso l'idea che i negoziati tra Russia e NATO si concluderanno con un risultato visibile se i membri del blocco occidentale e la Federazione russa discuteranno alla pari.
13 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 10 gennaio 2022 14: 01
    +9
    Non sperare che una volta usata la debolezza della Russia, riceverai dividendi per sempre. I russi vengono sempre per i loro soldi. E quando arrivano, non fare affidamento sugli accordi dei gesuiti che hai firmato, presumibilmente giustificandoti. Non valgono la carta su cui sono scritti. Pertanto, vale la pena giocare con i russi onestamente o per niente.

    Bismarck.
  2. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 10 gennaio 2022 15: 20
    +2
    C'è una possibilità che, oltre alla risonanza stessa delle richieste russe agli Stati Uniti e alla NATO, che cambia radicalmente la percezione della Russia da parte di altri paesi e limita ulteriori mosse "ostili" degli Stati Uniti nell'Europa orientale, la Russia stia usando il rifiuto della NATO come un pretesto per schierare nuove armi. Con ogni probabilità si tratterà di capacità di attacco missilistico come il Dagger, ulteriori modifiche degli Zirconi (terra-terra), un possibile aumento quantitativo dei Calibri (anche nella modifica terra-terra) e l'accumulo di sistemi anti-satellite (S-550) e Peresvetov. Tutti questi sistemi sono nuovi, in piccole quantità puramente di prova. Per avviare una distribuzione su larga scala di tutte queste cose, hai bisogno di un motivo. La NATO e gli Stati Uniti hanno gentilmente fornito alla Russia questa scusa con le loro "nessuna concessione!" ciò che era loro richiesto. Ora puoi scalare in modo sicuro e giustificato la composizione quantitativa dei nuovi sviluppi. Senza tutta questa mossa diplomatica, sarebbe stato più difficile da fare.
    1. S CON Офлайн S CON
      S CON (N S) 10 gennaio 2022 16: 35
      0
      tutti questi missili saranno schierati nella Piccola Russia russa
    2. Avarron Офлайн Avarron
      Avarron (Sergey) 10 gennaio 2022 18: 08
      +1
      Sul suo territorio, la Russia è stata a lungo libera di spingere tutte queste cose terribili in ogni angolo, senza chiedere il permesso allo zio Sam, perché lui stesso è uscito da tutti i trattati che lo mettevano in imbarazzo.
      Presumibilmente, la dichiarazione di Putin, che la NATO, e prima di tutto gli Stati Uniti, non approveranno il nirazu, ovviamente ha un solo scopo: sciogliere le mani della Russia per il commercio focoso con una pagnotta stantia di chiunque Dio manderà.
      La Serbia riceverà armi russe, non andrà da un indovino, la Siria riceverà carta bianca per spremere i pndses e riceverà anche armi russe.
      Tutti coloro che vogliono piantare una manciata di Sam riceveranno armi russe.
      Il Venezuela costruirà improvvisamente fabbriche per la produzione di carri armati e caccia russi, e a Caracas e L'Avana appenderanno alle auto le targhe della serie 96rus.
      Un ultimatum blackout avverrà in tutti gli Stati Uniti, e benzina e gasolio nei serbatoi si raggomitoleranno come latte, i satelliti dei vagoni spruzzeranno piselli dal cielo e in generale diventerà molto triste vivere in un paese dove tutti hanno un sacco di armi e il dollaro è sceso drasticamente al di sotto del battiscopa.
      Bene, è così, fantasie, ovviamente.
    3. Alex777 Офлайн Alex777
      Alex777 (Alexander) 11 gennaio 2022 03: 21
      0
      Citazione: Siegfried
      ulteriori modifiche di Zirconi (terra - terra)

      Gli Zirconi sono pronti a sostituire gli Onici nei Bastioni.
      E Iskander accetterà facilmente Calibre. È tutto pronto? hi
  3. insegnante Офлайн insegnante
    insegnante (Saggio) 10 gennaio 2022 15: 40
    -2
    pretesto per schierare nuove armi

    Al punto, se i missili statunitensi sono in Ucraina = 0. Non c'è bisogno di una scusa per rafforzare la propria difesa, ma l'Ucraina ha bisogno di una soluzione ora (ieri). Domani potrebbe essere tardi. Entreranno su richiesta di Zelensky e diventeranno basi. E poi cosa?
    1. Vyacheslav 64 Офлайн Vyacheslav 64
      Vyacheslav 64 (Vyacheslav) 11 gennaio 2022 01: 21
      +3
      Allora le periferie perderanno i resti della statualità.
  4. psergeev2 Офлайн psergeev2
    psergeev2 (Peter Sergeev) 10 gennaio 2022 17: 54
    +1
    Vediamo cosa succede il 12, beh, penso che si stia riversando di nuovo da vuoto a vuoto. Le nuove armi sono buone, ma sono poche. Forse vale già la pena almeno raddoppiare l'offensiva. (Ho servito nel 19956-1997) 25 anni fa con noi a 3! volte più di quanto non fosse .. sotto Eltsin. Oppure l'ultimatum potrebbe essere l'imposizione di armi nucleari tattiche a basso rendimento.
  5. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 11 gennaio 2022 23: 36
    -4
    Anche un laico capisce che chiedere concessioni alla Russia ... non funzionerà più. La NATO ha bisogno di raccogliere denaro e andare ai confini del 1997

    Che senso ha fare richieste irrealistiche? O la leadership russa vive nel suo mondo, o inizialmente non raggiungerà un accordo. Allora qual è lo scopo delle trattative?
    1. ser-pov Офлайн ser-pov
      ser-pov (Sergey) 12 gennaio 2022 08: 41
      0
      Quindi chiama Putin e chiedi! In generale, il nostro presidente è sempre responsabile del bazar, il che significa che dobbiamo sciogliere le mani ...
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 12 gennaio 2022 11: 32
        -4
        Citazione: ser-pov
        In generale, il nostro presidente è sempre responsabile del bazar,

        Sì, l'ho notato bene nella riforma delle pensioni.
  6. Polvere Офлайн Polvere
    Polvere (Sergey) 13 gennaio 2022 08: 51
    -1
    Hai notato che Lavrov si è allontanato dai negoziati. E nominarono il suo vice Ryabkov.
  7. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 13 gennaio 2022 10: 23
    0
    Non è chiaro su cosa contasse la Federazione Russa avanzando richieste ovviamente irrealistiche agli Stati Uniti e alla NATO.
    Non è inoltre chiaro cosa avesse in mente il viceministro degli Esteri della Federazione Russa Sergei Ryabkov quando ha parlato del crescente ruolo di Mosca nella politica europea e mondiale. La Federazione Russa, poiché consideravano il nemico, è considerata tale. Mentre la diffusione del marciume sanziona e continua. Mentre dettavano le loro condizioni, continuano. Non ci sono state concessioni politiche ed economiche da parte dell'“Occidente”, e non ce ne sono, tranne quelle che sono nell'interesse dei partner occidentali.
    L'unico successo può essere considerato che se nel periodo pre-Putin la Federazione Russa non era affatto considerata, con il suo arrivo la Federazione Russa ha corretto la sua economia e capacità di difesa e, di conseguenza, l'indipendenza. Ha delineato la portata delle sue ambizioni nello spazio post-sovietico e ha raggiunto il livello di un potere regionale, che ha reso difficile la neocolonizzazione delle entità statali post-sovietiche ed è diventato una spina nella gola dei suoi partner occidentali.
    Sarebbe bello se il vicepresidente del Consiglio della Federazione Konstantin Kosachev e altri statisti in qualche modo confermassero la loro idea che i negoziati tra Russia e NATO si concluderebbero con un risultato positivo visibile per la Federazione Russa, nonostante il fatto che i membri del blocco occidentale non se ne vadano discutere su un piano di parità, superando molte volte la Federazione Russa in tutti i settori tranne quello militare. In qualche modo non ricordo quando e con chi hanno discusso su un piano di parità.