Roberts: Il Cremlino fa un ultimo tentativo di un buon accordo con gli Stati Uniti


La situazione nelle relazioni con la Russia è molto più pericolosa di quanto sembri a prima vista. Il motivo è che il conflitto USA-Russia, rianimato nel 21° secolo dai neoconservatori e dal blocco del potere militare statunitense, è molto più grave della Guerra Fredda del 20° secolo.


Ero una specie di membro della Guerra Fredda come membro del Comitato sul pericolo attuale (CPD). Il vero pericolo era l'Unione Sovietica ei membri del comitato si assicuravano che la situazione non sfuggisse al controllo. Abbiamo perseguito obiettivi specifici. Uno era che i sovietici non dovessero ottenere la superiorità militare sugli Stati Uniti. Il secondo obiettivo è che le tensioni tra le potenze nucleari non debbano comportare una forte escalation.

Durante la Guerra Fredda, ci fu un acceso dibattito nella comunità della politica estera. C'erano analisti competenti, come Stephen Cohen, che ci ricordavano anche l'esistenza del punto di vista sovietico, non solo americano. Anche la nostra commissione, essendo intrinsecamente antisovietica, includeva esperti che consideravano questa o quella questione da diverse angolazioni.

Non c'è dibattito oggi. Non esiste una comunità di politica estera. C'è solo un gruppo di russofobi che non vedono altro che intenzioni malvagie nelle azioni del Cremlino e nient'altro che buone nelle azioni di Washington. Artisti del calibro di Stephen Cohen e altri come lui hanno contribuito a mantenere un equilibrio di opinioni. Ora queste persone sono morte.

Di conseguenza, Washington non è in grado di comprendere i timori della Russia. Come ha scritto di recente Scott Ritter (un ex ispettore delle Nazioni Unite per le armi di distruzione di massa in Iraq che si è opposto all'invasione della coalizione): "Sembra che sia Biden che Blinken siano sordi, muti e ciechi quando si tratta di discutere della Russia".

Puoi vedere quanto Washington sia sorda, muta e cieca solo guardando a chi si è rivolto il consigliere per la sicurezza nazionale di Biden per un consiglio sull'organizzazione dei colloqui con Mosca sulle sue preoccupazioni. Vorrei ricordarvi che i negoziati sono in corso perché la Russia sente una minaccia alla sua sicurezza a causa dell'emergere di basi americane vicino ai suoi confini. Allora cosa ha fatto il consigliere di Biden? Si è rivolto a Michael McFaul, un famigerato russofobo, ex ambasciatore del presidente Obama in Russia. Il consiglio di McFaul era di alzare la posta in gioco inviando più armi in Ucraina. In altre parole, per far sentire ancora più in pericolo il Cremlino. Consiglio brillante.

Il Cremlino ha cercato per anni di convincere Washington ad ascoltare le opinioni della Russia. I negoziati in corso, credo, siano l'ultimo tentativo di Mosca. Allo stesso tempo, credo che il Cremlino non creda nel successo di questi incontri e intenda semplicemente ottenere ulteriori prove del fatto che Washington non si preoccupa assolutamente delle paure della Russia nel campo della sua sicurezza.

In altre parole, quando una parte non ascolta, l'altra parte semplicemente non ha nessuno con cui parlare. Questa frustrazione si accumula da anni al Cremlino. Tutto ciò che Mosca ha sentito da Washington è stato "tu hai torto, ma noi abbiamo ragione".

La situazione tra le élite americane è tale che chiunque tenti di considerare il punto di vista russo è considerato un "agente del Cremlino". Il presidente Trump è stato indagato come agente russo per aver voluto normalizzare le relazioni con Mosca. All'inizio della presidenza Trump, tutti gli accordi sul controllo degli armamenti raggiunti nei decenni precedenti erano stati eliminati da Washington e il presidente americano non poteva più lavorare per ridurre le tensioni con la Russia. Il desiderio di avere buoni rapporti con Mosca è stato definito un tradimento degli interessi americani.

Questo è un omaggio alla pazienza e alla speranza dei russi, che continuano a insistere per una soluzione pacifica di questioni urgenti, nonostante l'abbondanza di prove che è improbabile che ciò avvenga.

Questo lascia alla Russia solo due opzioni: o arrendersi e accettare l'egemonia americana, o respingere la NATO dai suoi confini con la forza. La situazione è pericolosa perché il Cremlino è giunto all'ovvia conclusione che la probabilità di una guerra nucleare è molto più alta di quanto non fosse nel 1997, quando la NATO non si era ancora avvicinata ai confini della Russia.
18 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) 13 gennaio 2022 13: 17
    + 10
    Le parole di Paul Craig sono confermate dagli ultimi rapporti dagli States.
    Nuland ha recentemente invitato anche Finlandia e Svezia ad aderire alla NATO.
    La NATO è effettivamente pronta a rispondere al nostro ultimatum, o sta già rispondendo con il proprio ultimatum.
    Perché succede questo?
    Il nostro confronto con gli Stati (compreso il loro strumento - la NATO) è espresso dal seguente schema:
    1. Fino al nostro ultimatum:
    - Gli stati stanno gradualmente stringendo il "cappio" attorno al nostro collo
    - Dichiariamo le nostre preoccupazioni e "linee rosse"
    Gli Stati Uniti stavano bene con questa situazione.
    2. Dopo il nostro ultimatum, la situazione si presenta così:
    - Gli stati continuano a stringere gradualmente il "cappio" attorno al nostro collo
    - Dichiariamo le nostre richieste e le minacce tecnico-militari
    3. Dopo il passaggio alle minacce tecnico-militari, la situazione sarà la seguente:
    - Gli Stati accelereranno l'inasprimento della "morsa mortale" attorno al nostro collo, accetteranno nuovi membri della NATO su base accelerata e prenderanno parte alla corsa agli armamenti e alla creazione di minacce tecnico-militari, il loro complesso militare-industriale trarrà vantaggio questo
    - Faremo del nostro meglio per resistere al confronto nella creazione di minacce tecnico-militari
    “Il mondo in questo momento diventerà sempre più pericoloso e imprevedibile. Con l'aumento del pericolo e dell'imprevedibilità, il mondo come stato si deprezzerà rapidamente.
    - La parte che fallisce per prima la gara sarà costretta ad arrendersi, oppure passare alla fase "calda", ovvero alla guerra. In un mondo in cui il mondo sarà già svalutato, ciò avverrà facilmente e impercettibilmente.
    Quindi, questo è il percorso per scivolare verso una guerra globale GARANTITA.
    Qual è la "radice" di questa situazione?
    Sta nel fatto che entrambe le parti, e soprattutto gli americani, in questa versione "fino all'ultimo" possono vivere nella vecchia, pacifica realtà. Questo permette loro, fino all'ultimo, di non prendere sul serio il prezzo che dovrà essere pagato in guerra.
    Non per niente gli americani, come mantra, principalmente per se stessi, stanno ripetendo la minaccia della nostra offensiva in Ucraina, e non un colpo per loro. Ciò è facilitato anche dalla dichiarazione congiunta dei "cinque nucleari" sulla prevenzione della guerra nucleare.
    Abbiamo bisogno di UN ALTRO ALTRO dagli americani.
    Abbiamo bisogno di loro ORA per realizzare il prezzo che dovranno pagare.
    Pertanto, è necessaria un'OPZIONE DIVERSA.
    È necessario dichiarare il nostro ritiro dalla dichiarazione congiunta dei "cinque nucleari" (a prescindere dall'opinione della Cina).
    Dichiarare la disponibilità ad iniziare una guerra nucleare contro gli Stati Uniti ei suoi alleati della NATO.
    È necessario fare uno, sparare diversi colpi di avvertimento con armi nucleari alle nostre distanze. Potresti aver bisogno di un colpo di avvertimento su un'isola deserta o su un campo di addestramento in Nevada.
    Gli stati devono spostarsi in un'altra realtà, capire che queste non sono più minacce. Questa è la guerra stessa. Ma c'è ancora la possibilità di fermarlo.
    Se non hanno bisogno di una guerra nucleare sul loro territorio, la fermeranno.
    1. San Valentino Офлайн San Valentino
      San Valentino (Valentin) 13 gennaio 2022 14: 34
      -1
      Citazione: Alexey Davydov
      Dichiarare la disponibilità ad iniziare una guerra nucleare contro gli Stati Uniti ei suoi alleati della NATO.
      È necessario fare uno, sparare diversi colpi di avvertimento con armi nucleari alle nostre distanze. Potresti aver bisogno di un colpo di avvertimento su un'isola deserta o su un campo di addestramento in Nevada.

      E per questo, abbiamo molto vicino l'ex "sorella" Ucraina, completamente pazza e pazza per la russofobia, con la quale dobbiamo iniziare, altrimenti si scatena e si scatena, rivendicando le nostre terre, e questo è già un diretto e ovvia minaccia alla sicurezza del nostro stato, e altri balbettii e "ultimatum" sono profondamente sul tamburo, ma per ora aspetteremo una risposta a questo stesso "ultimatum", che termina il 14 gennaio, cioè domani, altri 20-30 anni .... "Se c'è una rissa, devi prima colpire" e noi, senza nemmeno salutare, non sappiamo cosa fare dopo.
      1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
        Alexey Davydov (Alex) 13 gennaio 2022 14: 39
        +4
        No, Valentine, non dovresti "schivare" il punto. Andiamo ora in Ucraina, impantanati in essa e diamo tregua agli Stati Uniti. Ciò che vogliono.
        È necessario risolvere il problema dell'Ucraina "piegando" il suo proprietario. Pieghiamo gli Stati: l'Ucraina perderà il suo significato per l'Occidente.
        1. San Valentino Офлайн San Valentino
          San Valentino (Valentin) 13 gennaio 2022 14: 50
          -2
          Gli stati con il loro branco, e insieme a Giappone e Turchia, si tratta di circa un miliardo e mezzo di persone, noi, con i nostri centocinquantasei milioni di abitanti, insieme alla Bielorussia, non saremo in grado di "piegarli" in in ogni caso - i potenziali sono troppo diversi e non a nostro favore, quindi da questo stato si può uscire solo quando Chubais diventa il nostro presidente, o quando "il mondo intero è in rovina" - alcuni all'inferno e altri in paradiso.
          1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
            Alexey Davydov (Alex) 13 gennaio 2022 15: 01
            +5
            Li schiacceremo se la loro vita è loro cara, altrimenti li distruggeremo, faremo un atto di beneficenza. Il Signore non ci ha lasciato altra via. La sua scelta deve essere giustificata.
      2. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
        Alexey Davydov (Alex) 13 gennaio 2022 14: 58
        +2
        Gli americani con la loro "minaccia dell'invasione russa dell'Ucraina" a volte mi ricordano Fratello Coniglio dei Racconti di nonno Remus - "Non gettarmi in questo cespuglio di spine!"
      3. Irina_Mimokhodova Офлайн Irina_Mimokhodova
        Irina_Mimokhodova (Irina) 15 gennaio 2022 16: 45
        +1
        A mio parere, non dovremmo ricorrere immediatamente alle armi nucleari. Se improvvisamente le nostre truppe EW hanno la capacità di bruciare l'elettronica nemica a una grande profondità delle difese nemiche, allora perché non approfittarne? E per i più lenti, dì: "Torna ai confini del 1997".
    2. Volkonsky Офлайн Volkonsky
      Volkonsky (Vladimir) 13 gennaio 2022 21: 13
      +2
      Sono d'accordo, è impossibile prendere l'Ucraina ora - gli stati vogliono questo da noi e vogliono appenderlo a noi e farci impantanare in una guerriglia, non possono fare guerre vere, solo terroristiche, i banditi clandestini in Ucraina è stato formato da tempo, sono stati creati depositi di armi e sono stati nominati comandanti, tutti aspettano l'ora X in corso
    3. Submariner971 Офлайн Submariner971
      Submariner971 (Sergey) 14 gennaio 2022 03: 39
      +1
      Allettante ma non realistico. “Tecnico-militare”, come si è detto, ma in realtà la risposta geopolitica, ne vedo una – nella creazione di un'alleanza militare con la Cina. Molto presto V.V. volerà alle Olimpiadi, ci sarà tempo per "creare una tela". Ovviamente, questo è ciò che ha portato a una trattativa con l'Occidente, nella timida speranza che cercassero di trattenerci... Probabilmente si aspettavano che il processo si trascinasse, ma non un contro-ultimatum che ci spingesse a Pechino. Ma non ci sono molte altre opzioni...
    4. Moray Borea Офлайн Moray Borea
      Moray Borea (Morey Borey) 28 gennaio 2022 09: 13
      0
      Disposizione eccellente. Grazie a! Sostengo!
  2. Yuri Bryansky Офлайн Yuri Bryansky
    Yuri Bryansky (Yuri Bryansky) 13 gennaio 2022 15: 38
    0
    È ora di puntare l'IA al suo posto vicino al secchio
  3. E Офлайн E
    E 13 gennaio 2022 21: 08
    0
    VVP ha molte opzioni anche senza l'Ucraina. Solo i ciechi non possono vederli. Apri la mappa e guarda... La cosa più importante è il calcolo a freddo. Un razzo Sarmat in Polonia e silenzio... Cosa dovrebbe fare l'Europa con i profughi? Non ci sarà guerra contro la Russia sul territorio accusato della Polonia. Ci sono due mini fianchi a sinistra, l'Ucraina con un piccolo foro (passaggio) verso l'Europa a sinistra, Lituania, Lettonia, Estonia a destra senza un passaggio. Dove dovrebbero andare a lavorare e vivere gli ucraini? Lituani, lettoni, estoni? Ciò che spaventa gli Stati Uniti è che il missile Sarmat può trasportare dieci testate nucleari con una capacità di carico utile di 750 kilotoni ciascuna, l'equivalente di 800 bombe atomiche. Inutile dire che Washington non dispone di tali armi. Sanzioni sui cavi sottomarini di Internet e rapide, li fanno a brandelli, le borse e il dollaro-euro grugniranno immediatamente e si zittiranno, e in questo momento tagliano gas, petrolio e .....
  4. Il commento è stato cancellato
  5. E Офлайн E
    E 14 gennaio 2022 08: 25
    0
    Nord Stream 2 è già stato scritto circa 100 volte, al momento non è redditizio per la Russia con tali prezzi. Putin è abbastanza intelligente, è stata un'ottima mossa, che ha distratto e portato via l'attenzione e la forza dell'Europa e degli Stati Uniti. V.V.P ha obiettivi più importanti. Quest'anno tutti vedranno l'abilità e la forza del Gran Maestro.
  6. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) 14 gennaio 2022 09: 39
    0
    Aggiungo un altro fattore molto importante.
    Quando si analizzano i processi in atto nella sfera politica ed economica, spesso si perde il fattore di iniziativa degli elementi dell'oggetto analizzato, che è insito in ogni sistema vivente. Una tendenza appena apparsa sta cominciando ad attrarre sostenitori che ne vedono il loro interesse e ne supportano l'ulteriore consolidamento e sviluppo.
    Questo processo si verifica spesso nascosto da un osservatore non coinvolto. Gli sembra inaspettato e spontaneo il successivo cambiamento dell'intero sistema.
    In applicazione del problema dello scivolamento in una guerra globale, e della necessità di raggiungere comunque l'adeguatezza da parte degli americani, la considerazione di questo fattore, a mio avviso, dovrebbe essere la seguente:
    Dobbiamo passare il più rapidamente possibile alla fase finale delle minacce: la minaccia della guerra nucleare, in vista della ristrutturazione dei processi nel mondo per la guerra, la formazione di forze interessate ad essa.
    Non possiamo scivolare gradualmente in guerra. È meglio anticipare gli eventi in modo da poter uscire da questo stato.
    Questo è tutto ciò che possiamo VERAMENTE fare per evitare una guerra nucleare globale.
    1. San Valentino Офлайн San Valentino
      San Valentino (Valentin) 14 gennaio 2022 11: 46
      +1
      Citazione: Alexey Davydov
      Questo è tutto ciò che possiamo VERAMENTE fare per evitare una guerra nucleare globale.

      Con un tale ultimatum che Putin ha dato al collettivo EuroUSA, deve avere una sorta di potente asso nella manica, perché. non possiamo competere con le armi convenzionali, ma loro non cadranno in una sorta di "gop-stop", e dobbiamo davvero convincerli che se succede qualcosa, useremo immediatamente armi nucleari, fino all'America, e le vite di milioni di persone sono già ora non valgono nulla, e questo è solo per il "seme", in modo che il mondo intero "si congeli" per 30-50 anni e digerisca ciò che hanno fatto: come vivere, se solo arrivasse questo "oltre", perché stranamente gli Yankees anche dopo il bombardamento di Hiroshima e Nagasaki sono i migliori amici dei giapponesi.
  7. E Офлайн E
    E 14 gennaio 2022 10: 48
    -1
    Citazione: Alexey Davydov
    Aggiungo un altro fattore molto importante.
    Quando si analizzano i processi in atto nella sfera politica ed economica, spesso si perde il fattore di iniziativa degli elementi dell'oggetto analizzato, che è insito in ogni sistema vivente. Una tendenza appena apparsa sta cominciando ad attrarre sostenitori che ne vedono il loro interesse e ne supportano l'ulteriore consolidamento e sviluppo.
    Questo processo si verifica spesso nascosto da un osservatore non coinvolto. Gli sembra inaspettato e spontaneo il successivo cambiamento dell'intero sistema.
    In applicazione del problema dello scivolamento in una guerra globale, e della necessità di raggiungere comunque l'adeguatezza da parte degli americani, la considerazione di questo fattore, a mio avviso, dovrebbe essere la seguente:
    Dobbiamo passare il più rapidamente possibile alla fase finale delle minacce: la minaccia della guerra nucleare, in vista della ristrutturazione dei processi nel mondo per la guerra, la formazione di forze interessate ad essa.
    Non possiamo scivolare gradualmente in guerra. È meglio anticipare gli eventi in modo da poter uscire da questo stato.
    Questo è tutto ciò che possiamo VERAMENTE fare per evitare una guerra nucleare globale.

    Grazie a Dio, la grande esperienza nel KGB e l'esperienza politica in carica consentono a Putin di analizzare a fondo fattori e oggetti molto importanti.
    1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
      Alexey Davydov (Alex) 14 gennaio 2022 12: 13
      0
      Cemento armato
  8. Il commento è stato cancellato
  9. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) 17 gennaio 2022 01: 32
    -1
    Cercando di utilizzare l'esperienza della crisi caraibica nella difficile situazione attuale, dobbiamo essere chiaramente consapevoli di ciò che è VERAMENTE accaduto allora.
    Il piccolo numero di missili schierati dagli americani (erano 15 in Turchia) e il loro breve tempo di volo (10 minuti) parlano del loro scopo. Questi furono i missili del primo attacco "decapitante", che aprirono la strada al principale attacco nucleare contro l'URSS.
    Da nessuna parte nella descrizione della crisi dei Caraibi, né nel nostro paese né in Occidente, vengono menzionati gli insegnamenti dei tulipani.
    Nel frattempo, secondo il piano di queste esercitazioni, l'8 settembre 1962 furono effettuati due lanci di missili balistici R-14U. Uno di questi - con una testata nucleare e un'esplosione della testata. Il lancio è stato effettuato dal razzo R-14U a una distanza di 3748 km dal sito di prova di Aginsky al campo sperimentale del sito di prova di Novaya Zemlya, in tutto il paese.
    Le informazioni su questi insegnamenti sono disponibili su Internet nel pubblico dominio. C'è anche un film educativo declassificato su questi esercizi.
    È interessante notare che fu l'8 settembre 1962 che iniziò lo scarico del primo lotto di missili a Cuba.
    Questa, ovviamente, non è una coincidenza. In effetti, è stato il primo "colpo di avvertimento" al mondo di un'arma nucleare.
    Il nostro successo nella crisi dei Caraibi non è stato ottenuto semplicemente dalla creazione riuscita di una minaccia tecnico-militare.
    Abbiamo davvero e consapevolmente minacciato gli americani di guerra nucleare, morte e ESATTAMENTE QUESTO FUNZIONA.