La rinascita della Grande Russia arriverà nel 2022?


Viviamo in tempi "interessanti". Quelli dell'antica maledizione cinese. Guardando agli ultimi anni, quasi nessuno oserà discutere con questo. Tuttavia, anche in un'era di caos generale e di crollo delle fondamenta, è importante “vedere la foresta per gli alberi” e distinguere gli aspetti situazionali della geopolitica da quelli strategici.


È già chiaro che il 2022 sarà un anno speciale per il mondo. E il punto qui non è tanto nelle conseguenze della pandemia e della tensione internazionale, quanto in quel ronzio sempre crescente della ruota della storia, che già si sente semplicemente fisicamente nell'aria. Troppi eventi si verificano quasi simultaneamente nell'arena geopolitica, le circostanze internazionali cambiano troppo rapidamente e il costo di un errore diventa troppo alto.

La divisione del mondo in campi e la minaccia di una nuova guerra mondiale


La "scacchiera" geopolitica che era rimasta nell'ultimo cassetto del tavolo durante l'ultimo decennio del XX secolo e il primo decennio del XXI, è ora di nuovo sul tavolo. E le figure su di esso sono quasi disposte. La Cina, con andatura fiduciosa, si avvia ad occupare un posto nel mondo che si addice al suo sviluppo. Gli Stati Uniti, aggrappati alle illusioni del passato e unendo attorno a sé gli anglosassoni ei satelliti "nucleari" del presente, non vogliono disperatamente perdere il proprio status egemonico. Il vecchio mondo, ancora una volta assemblando un'altra Torre di Babele paneuropea - Unione Europea 2.0, che forse non ha un volto umano, ma è pronta per essere rafforzata da un unico esercito e marina. E anche la Turchia, nonostante l'inflazione catastrofica e i problemi l'economia, sta già sognando apertamente le idee del panturkismo, sforzandosi di unire gli stati di lingua turca sotto la sua guida e mettendo in discussione anche i principi dell'ONU, nel Consiglio di sicurezza di cui desidera tanto entrare. Inoltre, il sostegno dell'Azerbaigian nella recente guerra del Karabakh ei piani annunciati per creare un esercito turco-azero unificato segnalano chiaramente che le intenzioni di Ankara sono estremamente serie.

In un modo o nell'altro, ma sono tutti integrati. Diviso in accampamenti: amici e nemici. E se ignoriamo i dettagli, in termini di stato d'animo generale, la situazione ora ricorda estremamente l'inizio del secolo scorso e la vigilia della prima guerra mondiale. La tensione tra le parti è aumentata così tanto che diventa quasi impossibile determinare a che punto si verificherà un nuovo scontro. Tutti i segnali indicano che il mondo sta affrontando un altro grande "casino" e una nuova redistribuzione globale. Con l'unico emendamento che il fattore delle armi nucleari rende un conflitto militare diretto tra i paesi che le possiedono un suicidio, in modo che molto probabilmente non ci sarà una guerra mondiale "calda". Bene, o almeno le parti si sforzeranno di impedire che ciò accada. Non è un caso che nella prima settimana del nuovo anno i leader di Russia, Cina, Gran Bretagna, Stati Uniti e Francia abbiano rilasciato una dichiarazione congiunta sull'inammissibilità dell'uso delle armi nucleari. In effetti, è stato un chiaro segnale al mondo: non abbiate paura, anche se qualcosa dovesse nascere, nessuno cercherà di portarla al reciproco annientamento.

La "matrioska" geopolitica nello spazio post-sovietico


La minaccia di una collisione in ogni momento richiedeva una chiara comprensione di chi è il tuo amico e da chi puoi aspettarti aiuto. Se guardi alla disposizione attuale di numerosi sindacati interstatali e accordi su politico la mappa del mondo, la situazione nello spazio post-sovietico salta subito all'occhio. La catastrofe del 1991 attraversò il territorio dell'URSS come un rullo di asfalto, litigando un certo numero di repubbliche dell'Unione e distruggendo i legami formati per secoli in numerose guerre e conflitti. Ciononostante, le strutture consolidate della CSI, dell'EAEU e in particolare della CSTO, hanno comunque svolto il loro ruolo stabilizzatore, come dimostrano i recenti eventi in Kazakistan. Tuttavia, se i loro paesi membri esistessero nel quadro di una più stretta integrazione, è ovvio che una situazione del genere potrebbe in linea di principio essere evitata.

Parlando della nuova integrazione post-sovietica, la prima cosa che viene in mente è la situazione intorno all'unificazione di Russia e Bielorussia. Lo stato dell'unione dei due paesi compirà presto 23 anni e l'accordo sulla sua creazione è stato firmato nel secolo scorso, l'8 dicembre 1999. Negli ultimi decenni il processo di integrazione si è interrotto o ripreso con rinnovato vigore. Eppure la formazione finale di un Paese unificato oggi sembra più una questione di tempo. Anche se, naturalmente, qui si presenta una doppia situazione estremamente curiosa. Da un lato, Russia e Bielorussia si stanno integrando in un unico Stato dell'Unione. Dall'altro, ci sono Armenia, Kazakistan e Kirghizistan che, insieme a Russia e Bielorussia, sono membri dell'EAEU. In terza parte c'è anche il CSTO, che comprende, oltre a tutti i membri dell'EAEU, anche il Tagikistan. Allo stesso tempo, allo stesso tempo, tutti i paesi di cui sopra sono anche membri attivi della CSI. A prima vista, tutta questa "bambola nidificante" geopolitica è certamente estremamente difficile da percepire. Tuttavia, oggettivamente, è proprio questo che dovrebbe diventare il "quadro" strutturale su cui costruire ulteriori idee di integrazione. Dopotutto, avendo una piena integrazione reciproca a livello politico (CSI), economico (EAEU) e militare (CSTO), l'unica cosa che resta da fare è ricucire tutti questi paesi in un unico spazio, assicurando finalmente l'unione a il livello statale. Almeno nel quadro dell'integrazione morbida, sull'esempio dell'UE.

Dopotutto, l'unificazione delle repubbliche post-sovietiche è in un modo o nell'altro vantaggioso per tutti i nostri paesi. In condizioni in cui i big in giro stanno accelerando i processi di integrazione, rimanere disconnessi significa condannarsi a una posizione consapevolmente perdente. L'UE oggi sta effettivamente costruendo il suo impero neoeuropeo sulle ossa del blocco sociale e dell'URSS. Gli Stati Uniti stanno espandendo il più possibile la loro presenza militare attraverso la NATO e nuove alleanze militari nel Pacifico. La Turchia sta apertamente destabilizzando la situazione in Medio Oriente e nello spazio post-sovietico, sostenendo lo scoppio di nuovi conflitti. E nessuno di questi giocatori ha il minimo sentimento di calore per la Russia. Tutti vogliono solo strappare e distruggere, seminare discordia e accendere un fuoco. Qualcuno usa metodi di guerra ibrida, mentre altri sono abbastanza reali. È importante per loro che sferragli ovunque, ma non al loro posto. Proteste e rivoluzioni colorate, rivolte e violenze vere e proprie: rapine e omicidi, tutti gli strumenti sono usati. In una situazione del genere, la Russia ei paesi che la circondano hanno bisogno più che mai di consolidamento e unificazione. Può essere chiamato sia Unione Russa che Eurasiatica, il nome e i simboli sono una questione secondaria. È importante che ci sia una nuova unione. Importante per tutti noi. In modo che le forze ostili capiscano chiaramente che qui non hanno nulla da catturare e che la tendenza alla disintegrazione emersa all'inizio degli anni '1990 è finalmente rotta. Oggi tutto sembra indicare che la storica Grande Russia debba rinascere. Non perché sostenga l'idea imperiale, ma perché attraversare momenti difficili insieme sarà molto più facile che separatamente.

Eppure c'è un certo simbolismo nel fatto che, il 30 dicembre di quest'anno, saranno 100 anni dalla fondazione dell'URSS, la più grande e unica superpotenza socialista del suo genere. Secondo il buon senso, l'anniversario è troppo rumoroso per passare. Come sapete, la storia si muove sempre in una spirale e oggi le stesse circostanze esterne stanno spingendo la Russia ei paesi dell'ex Unione Sovietica a dimostrare che insieme siamo ancora forti. Non per niente i diplomatici americani in questi mesi, in ogni occasione, hanno denunciato la minaccia del rilancio dell'URSS. Paura. Ricorda. Quindi stiamo facendo tutto bene.
34 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. alzash Офлайн alzash
    alzash (Alessandro) 13 gennaio 2022 19: 31
    +4
    Sarebbe fantastico...
    1. Roos Офлайн Roos
      Roos 14 gennaio 2022 16: 41
      0
      Sì, buona analisi. Sostengo l'autore.
  2. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
    Capitano Stoner (Capitano Stoner) 13 gennaio 2022 20: 20
    -8
    Non ho letto.
    L'intervallo di fluttuazione del dollaro per oggi è compreso tra 74.31 e 76.60. L'indice della borsa di Mosca è sceso di oltre il 2% in un giorno...
    Questo è un indicatore molto più accurato della "salute della Putinomica" rispetto alle argomentazioni sull'inevitabilità della vittoria della rivoluzione mondiale.
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 13 gennaio 2022 21: 13
      +5
      L'inflazione in Russia è dell'8,39%, negli USA -7%, sembra che Bidenomics o Trumponomics non siano andati lontano.
      Con gli indicatori... lo sono sì Dal link sottostante strizzò l'occhio
      https://twitter.com/search?q=%23BareShelvesBiden

      1. alexneg13 Офлайн alexneg13
        alexneg13 (Alexander) 13 gennaio 2022 22: 39
        -1
        Inflazione negli Stati Uniti d'America (shakalonomics) 7%. E poi, questo è solo per i beni di consumo, ma per i beni industriali ha già superato la barriera del 20% e non possono farci nulla fino a maggio, e non potranno farlo.
    2. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
      Capitano Stoner (Capitano Stoner) 13 gennaio 2022 21: 35
      -11%
      L'indice della borsa di Mosca è sceso di oltre il 2% tra gli annunci di colloqui con la NATO. Il mercato azionario russo sta perdendo oltre il 2% tra le dichiarazioni di diplomatici e politici sui risultati dei colloqui del Consiglio Russia-Nato. L'indice Mosbirzhi durante la negoziazione del 13 gennaio è sceso di oltre il 2%, secondo i dati del sito.
      1. alexneg13 Офлайн alexneg13
        alexneg13 (Alexander) 13 gennaio 2022 22: 44
        -1
        E i Crimea scapparono da te e presto dal Donbass.
        1. Energetica42 Офлайн Energetica42
          Energetica42 (Energetik42) 30 gennaio 2022 21: 45
          -1
          Fino al 2013, la maggior parte dei residenti del Donbass andava a lavorare nella Federazione Russa, ora anche dal territorio dell'ORDLO stanno cercando di andare nell'UE, nella stessa Polonia ... Quindi il tuo tentativo di agganciare l'Ucraina sembra piuttosto patetico risata
    3. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
      Capitano Stoner (Capitano Stoner) 13 gennaio 2022 21: 41
      -8
      Che tipo di inflazione aspettarsi entro la fine del 2021 - secondo le previsioni di Rosstat e di fatto.

      È anche molto curioso che i prezzi degli assegni di oggi differiscano da quelli dell'anno scorso molto più che nei rapporti citati ufficialmente da Rosstat. E in diverse versioni l'inflazione reale per i prodotti varia tra il 9,6 e il 20%. E questo nonostante il calo dei redditi dei russi verso un nuovo minimo storico nell'ultimo decennio e tutti i tentativi delle autorità di contenere l'aumento dei prezzi interni. Si scopre, che l'inflazione reale supera l'inflazione effettiva di oltre 2,5 volte, il che è supportato anche da numerosi sondaggi di cittadini. Allo stesso tempo, si osserva una chiara incoerenza anche nelle dichiarazioni ufficiali dei rappresentanti della Banca centrale della Federazione Russa, secondo cui le spese alimentari dei russi ammontano a circa il 37%.

      Tuttavia, secondo le assicurazioni di quasi un terzo degli intervistati, hanno solo cibo a sufficienza, mentre il 10% ha ammesso di non averne nemmeno abbastanza per il cibo.

      In generale, non sarà così facile comprendere queste scuderie di Augia nel mondo della finanza, soprattutto se si tiene conto del parere di autorevoli esperti che ritengono che l'inflazione reale è stata a lungo fuori dal controllo dell'autorità di regolamentazione, essendo imprevedibile e difficile da prevedere.
      1. passando per Офлайн passando per
        passando per (passando per) 13 gennaio 2022 22: 03
        -1
        Il presidente russo Vladimir Putin è più intelligente della maggior parte dei politici del mondo. Lo ha affermato l'ex assistente senior dei presidenti degli Stati Uniti John F. Kennedy e Richard Nixon Harald Malmgren al portale britannico Unherd.

        Come ha osservato Malmgren, che una volta ha incontrato personalmente Putin, il capo dello stato russo gli sembrava una persona più intelligente della maggior parte delle figure politiche del mondo che aveva incontrato durante i suoi lunghi anni nell'amministrazione statunitense. Secondo Malmgren, Putin è salito al potere proprio in un momento in cui la Russia aveva più bisogno di un leader forte.

        Malmgren ha sottolineato che il presidente russo ha "qualcosa che non è visibile a prima vista". Secondo il consigliere Kennedy, l'Occidente fraintende Putin.
        1. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
          Capitano Stoner (Capitano Stoner) 13 gennaio 2022 22: 34
          -3
          Questo Malmgren semplicemente non vive in Russia.
          E non sai mai chi ha detto qualcosa lì? Molti ucraini o moldavi pensano anche che Putin sia molto meglio di Zelensky o Sandu, ma questo non significa che Putin sia un grande sovrano.
          1. Boriz Офлайн Boriz
            Boriz (borizia) 14 gennaio 2022 00: 51
            +1
            Incredibile unanimità. Vivo in Russia e penso che Putin sia il politico più forte del nostro tempo.
            E per confrontare la situazione in Russia e negli Stati Uniti, è meglio chiedere a chi vive negli Stati Uniti e sente questa situazione sulla propria pelle. https://t.me/sanya_florida/1852 questa è Sanya in Florida. Puoi ascoltare "Law and Order" di Steve Dudnik.
            L'inflazione industriale negli Stati Uniti ha superato il 25% da ottobre. Inflazione al consumo 7% - tirata. Inoltre, questa inflazione non è solo di natura strutturale, ma anche monetaria. Pertanto, una semplice iniezione di denaro prelevato (in qualsiasi importo) non può correggere la situazione.
            1. Boriz Офлайн Boriz
              Boriz (borizia) 14 gennaio 2022 01: 41
              -1
              Inoltre, questa inflazione non è solo di natura strutturale, ma anche monetaria.

              Mi dispiace. Esatto: "non solo monetario, ma anche strutturale".
            2. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
              Capitano Stoner (Capitano Stoner) 14 gennaio 2022 09: 06
              0
              E a cosa ti abitui a quegli USA? I comandi ti stanno allontanando dall'alto, su chi dovresti versare fango? Chi lodare, lo sai per certo.

              Ma per qualche ragione tutti stanno cercando di lasciare la Russia per gli stessi Stati Uniti. E nell'ordine inverso - questo, il diavolo, com'è? - Snowden. Grida più forte quanto è brutto lì, più persone lasceranno la Russia lì. E prima di tutto, i vostri ex e attuali ministri come Lesin.
              1. Bulanov Online Bulanov
                Bulanov (Vladimir) 14 gennaio 2022 09: 31
                -2
                Ma per qualche motivo tutti dalla Russia stanno cercando di partire per gli stessi Stati Uniti

                Già molti che si sono trasferiti in America stanno riportando i loro figli in Russia in modo che possano finire la scuola qui.
                1. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
                  Capitano Stoner (Capitano Stoner) 14 gennaio 2022 18: 34
                  -1
                  Racconta queste fiabe ai tuoi nipoti, ci crederanno.
              2. Boriz Офлайн Boriz
                Boriz (borizia) 14 gennaio 2022 13: 57
                -2
                E a cosa ti abitui a quegli USA?

                E a chi piacciono quelli che lo derubano?
                1. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
                  Capitano Stoner (Capitano Stoner) 14 gennaio 2022 18: 38
                  0
                  Chi ti ha derubato personalmente? Biden?
                  1. Il commento è stato cancellato
                    1. Il commento è stato cancellato
                  2. Il commento è stato cancellato
              3. Ulisse Офлайн Ulisse
                Ulisse (Alex) 14 gennaio 2022 22: 04
                +2
                Ma per qualche ragione, tutti dalla Russia stanno cercando di partire per gli stessi Stati Uniti.

                Dopo questa frase, di solito capisci che di fronte a te c'è un russofobo a cui è stato fatto il lavaggio del cervello o un altro "combattente del fronte invisibile"
              4. Energetica42 Офлайн Energetica42
                Energetica42 (Energetik42) 30 gennaio 2022 21: 48
                -1
                Caro Capitano, questi compagni hanno un tale compito per dire alla popolazione quanto è brutto negli Stati Uniti, ma preferiscono ricevere uno stipendio in questi vili, maledetti, sporchi fogli di carta verde con i ritratti dei presidenti americani morti
      2. 123 Офлайн 123
        123 (123) 14 gennaio 2022 00: 10
        0
        Abitazioni, acqua, elettricità, gas e altri combustibili in Europa. Non è difficile notare che la crescita è superiore al tasso di inflazione (tra parentesi)

        Lettonia - 14,8% (7,4%)
        Grecia - 18,1% (4,0%)
        Italia - 20,6% (3,9%)
        Belgio - 26,5% (7,1%)
        Spagna - 16,6% (5,5%)
        Lituania - 19,5% (9,3%)
        Estonia - 21,4% (8,6%)

        https://www.euro-area-statistics.org/digital-publication/statistics-insights-inflation/bloc-1b.html?lang=en

        La povertà energetica in Europa è un problema serio: la percentuale di persone che ha affermato di non potersi permettere di riscaldare a sufficienza la propria casa è alta in molti paesi dell'UE, tra cui Bulgaria (30,1%), Lituania (26,7%), Cipro (21,0%). , Portogallo (18,9%), Grecia (17,9%) e Italia (11,1%). Questo aumento dei prezzi avrà implicazioni socioeconomiche.

        https://www.bruegel.org/2021/09/is-europes-gas-and-electricity-price-surge-a-one-off/
  3. E Офлайн E
    E 13 gennaio 2022 22: 01
    -2
    Citazione: Captain Stoner
    Che tipo di inflazione aspettarsi entro la fine del 2021 - secondo le previsioni di Rosstat e di fatto.

    È anche molto curioso che i prezzi degli assegni di oggi differiscano da quelli dell'anno scorso molto più che nei rapporti citati ufficialmente da Rosstat. E in diverse versioni l'inflazione reale per i prodotti varia tra il 9,6 e il 20%. E questo nonostante il calo dei redditi dei russi verso un nuovo minimo storico nell'ultimo decennio e tutti i tentativi delle autorità di contenere l'aumento dei prezzi interni. Si scopre, che l'inflazione reale supera l'inflazione effettiva di oltre 2,5 volte, il che è supportato anche da numerosi sondaggi di cittadini. Allo stesso tempo, si osserva una chiara incoerenza anche nelle dichiarazioni ufficiali dei rappresentanti della Banca centrale della Federazione Russa, secondo cui le spese alimentari dei russi ammontano a circa il 37%.

    Tuttavia, secondo le assicurazioni di quasi un terzo degli intervistati, hanno solo cibo a sufficienza, mentre il 10% ha ammesso di non averne nemmeno abbastanza per il cibo.

    In generale, non sarà così facile comprendere queste scuderie di Augia nel mondo della finanza, soprattutto se si tiene conto del parere di autorevoli esperti che ritengono che l'inflazione reale è stata a lungo fuori dal controllo dell'autorità di regolamentazione, essendo imprevedibile e difficile da prevedere.

    Sono così intelligenti e liberi. Tornate urgentemente a casa in America, stanno aspettando. Parli bene, solo qui hai sempre un argomento qui: un euro-propagandista.
    1. isofat Офлайн isofat
      isofat (isofat) 13 gennaio 2022 22: 25
      -3
      Lascia che siano in giro, così calmo. risata
    2. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
      Capitano Stoner (Capitano Stoner) 13 gennaio 2022 22: 36
      -5
      Faresti meglio a spifferare qualcosa sull'argomento, ad esempio, provare a confutare le cifre fornite. Non sono sicuro che accadrà.
  4. Mikhail L. Офлайн Mikhail L.
    Mikhail L. 13 gennaio 2022 22: 05
    +1
    Nel 2022 non seguirà la rinascita della Grande Russia!
    Se, con tutti gli sforzi: non è possibile sposare la Russia "non oligarchica" con la Bielorussia quasi socialista nello Stato dell'Unione, allora come si può aggiungere la Famiglia dell'"ex" ... che raggiunge la ricca Cina e l'Occidente a loro?
    Senza uno sviluppo economico accelerato: la Federazione Russa non ha alcuna possibilità di diventare un baricentro per le repubbliche post-sovietiche!
  5. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 13 gennaio 2022 22: 31
    +1
    Un sacco di parole intelligenti niente. Poi il gobbo ha sofferto così tanto.

    Kazakistan - i poveri rapinatori. Anche i vicini si sono congelati in prontezza ..
    Bielorussia - Old Man si è attribuito% e si siede sulle baionette.
    Russia: il denaro viene pompato fuori dalla popolazione e portato all'estero. Come l'oro, ecc.

    Con questo, promesse vuote e brontolii simili a un nimbo nello stile di Surkov, la "Grande Russia" non può essere sollevata.
  6. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 14 gennaio 2022 00: 57
    +1
    In realtà, tutto è semplice. Si stanno formando zone valutarie. I confini sono già stati tagliati grossolanamente e anche riconosciuto... Questo è chiaramente visibile nelle azioni della CSTO in Kazakistan e nella reazione ad esse nel mondo. E prima - sulle azioni della Federazione Russa in Karabakh.
    Ciò non significa affatto che tutti questi paesi saranno inclusi nel SG. Ammetto che, fatta eccezione per la Bielorussia e alcune parti di altri stati, nessun altro vi entrerà. È solo che la Russia non ne ha bisogno. Considerando l'esperienza dell'URSS.
    1. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
      Capitano Stoner (Capitano Stoner) 14 gennaio 2022 18: 56
      -1
      Ammetto che, fatta eccezione per la Bielorussia e alcune parti di altri stati, nessun altro vi entrerà. È solo che la Russia non ne ha bisogno.

      Questa è solo una frase meravigliosa. Qualunque sia la parola, allora sciocchezze:

      1) Non vuoi chiedere agli abitanti della Bielorussia (così è in russo), o agli abitanti di “alcune parti di altri stati”, ma vogliono entrare da qualche parte? Ma ora urlerai qui che stanno dormendo e vedrai come restare attaccati alla Russia, firmando per tutti loro, "secondo i loro desideri".

      2) Il russo più importante non può dirlo con certezza da 22 anni, ma di cosa ha bisogno la Russia? Nemmeno lui riesce ad articolarlo. E una certa pepita di Kaluga, un faro, un gigante del pensiero, sa di cosa ha bisogno la Russia e cosa le sarà superfluo.

      3) "Lo ammetto...", - dice boriz, corrugando la fronte e distogliendo modestamente lo sguardo di lato.
      1. Boriz Офлайн Boriz
        Boriz (borizia) 14 gennaio 2022 21: 05
        -2
        Mi dispiace turbarti, ma la Bielorussia è da tempo in SG. Dall'ultimo millennio. È solo che ora questa associazione sta andando avanti.
        Quando non c'è niente da mangiare, molti chiederanno non solo il SG, almeno per la zona.

        Il principale russo per il momento non può dire molto di nulla. Il lavoro è così.
        Ci sono molte persone più intelligenti di me che hanno predetto molte cose 20 anni fa. Anche 2 anni fa, hanno riso di questo qui. Ora è ovvio.

        In generale, qui le persone esprimono le loro opinioni. E li discute. Sì, spero davvero che gli Stati baltici rimangano superflui nella zona russa. Che l'Ucraina, che gli stati baltici - saccheggiarono e distrussero territori. La Russia non ha assolutamente bisogno di ripristinare l'industria lì e nutrire i pensionati lì. Non devi essere molto intelligente qui. Se la tua mente non è abbastanza per questo, i tuoi problemi.

        Se nel tuo paese non è accettato un libero scambio di opinioni, beh, allora non immischiarti qui, fai bollire nel tuo ...
        Non c'è bisogno di sguazzare con saliva e bile.
    2. EMMM Офлайн EMMM
      EMMM 15 gennaio 2022 19: 50
      0
      Sì, la Russia non sarà più economicamente sostenibile.
  7. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 14 gennaio 2022 02: 24
    +3
    non sottovalutare i nemici. Innanzitutto, la Russia deve superare la sua sempre crescente arretratezza tecnologica. Questo è l'unico modo per restare a galla. Il ritardo è così critico che è già una questione di sicurezza nazionale. Soprattutto preoccupato per il VKS (radar, guerra elettronica, cercatore di missili), il livello di guerra elettronica in generale (non servono illusioni da quel numero di sistemi nell'esercito. In realtà, la nostra guerra elettronica non ha ancora familiarizzato con quello occidentale), la capacità di condurre operazioni incentrate sulla rete di fronte all'opposizione nemica e anche la capacità di influenzare la maggior parte dei nemici. Ci sono cervelli in Russia, ma in segmenti chiave (la microelettronica, per esempio) non c'è un ambiente in cui possano lavorare e svilupparsi. Pertanto, i cervelli fluttuano verso ovest. Sembra che la Russia dovrebbe porre una condizione alla Cina: un sostanziale trasferimento di tecnologie in cambio di garanzie sulla priorità degli approvvigionamenti energetici e di tutto ciò che la Russia può offrire alla Cina. La Cina è l'unico Paese che può offrire alla Russia tecnologie che, più precisamente, non possono essere bandite. È nell'interesse della Cina. Se la Russia non può resistere alla pressione dell'Occidente a causa del suo ritardo tecnologico, il paese sarà semplicemente costretto a diventare parte dell'Occidente alle sue condizioni. La Cina perderà un amico e un alleato così importante, forte e indipendente.
    1. EMMM Офлайн EMMM
      EMMM 15 gennaio 2022 19: 53
      +1
      In realtà, la nostra guerra elettronica non ha ancora incontrato l'Occidente

      E perché i nostri "partner" si sono lamentati del fallimento dell'avionica quando si avvicinavano al ponte di Kerch?
  8. E Офлайн E
    E 14 gennaio 2022 12: 05
    -3
    Citazione: Siegfried
    non sottovalutare i nemici. Innanzitutto, la Russia deve superare la sua sempre crescente arretratezza tecnologica. Questo è l'unico modo per restare a galla. Il ritardo è così critico che è già una questione di sicurezza nazionale. Soprattutto preoccupato per il VKS (radar, guerra elettronica, cercatore di missili), il livello di guerra elettronica in generale (non servono illusioni da quel numero di sistemi nell'esercito. In realtà, la nostra guerra elettronica non ha ancora familiarizzato con quello occidentale), la capacità di condurre operazioni incentrate sulla rete di fronte all'opposizione nemica e anche la capacità di influenzare la maggior parte dei nemici. Ci sono cervelli in Russia, ma in segmenti chiave (la microelettronica, per esempio) non c'è un ambiente in cui possano lavorare e svilupparsi. Pertanto, i cervelli fluttuano verso ovest. Sembra che la Russia dovrebbe porre una condizione alla Cina: un sostanziale trasferimento di tecnologie in cambio di garanzie sulla priorità degli approvvigionamenti energetici e di tutto ciò che la Russia può offrire alla Cina. La Cina è l'unico Paese che può offrire alla Russia tecnologie che, più precisamente, non possono essere bandite. È nell'interesse della Cina. Se la Russia non può resistere alla pressione dell'Occidente a causa del suo ritardo tecnologico, il paese sarà semplicemente costretto a diventare parte dell'Occidente alle sue condizioni. La Cina perderà un amico e un alleato così importante, forte e indipendente.

    La Russia sarà in grado di resistere alla pressione dell'Occidente solo insieme alla Cina; non ci sarà alcun ritardo tecnologico in Russia in questa unione. L'Europa e l'America stesse le spingono l'una verso l'altra, non ci sono ancora altre opzioni.
  9. Ivanov Victor Офлайн Ivanov Victor
    Ivanov Victor (Victor) 15 gennaio 2022 06: 15
    0
    Tutto va all'URSS 2.0
    MOST lo prenderà con entusiasmo.
    Il 100° anniversario sarà celebrato in questo modo? Sarebbe bello e simbolico. La possibilità per questo è alta.
    E oltre alla Bielorussia, si suggerisce la presenza dei territori più disastrosi di Ucraina e Kazakistan.
    Tale unione non sarà più solo simbolica, ma un salto di qualità verso il ripristino dello spazio.
    Molto è stato detto che l'URSS non dovrebbe essere restaurata, ma è crollata.
    Ciò che non vale è commettere errori che hanno portato a questo. Oggi è abbastanza in grado di capirlo e aggirare il rake piazzato.
    Tutto è maturo per questa azione, compreso l'occidente.
    Quanto a spirali e analogie, non ci sono solo, ma oggi è possibile calcolare e spiegare matematicamente tutti i cicli e le loro fasi e tutto ciò che è ad essi connesso.
    Partendo da questo approccio (la teoria dello sviluppo sociale del TOP), prosegue il periodo del crollo dell'attuale ordine mondiale, facendo spazio a un nuovo sistema di relazioni.
    Le fasi sono determinate nel tempo: la rottura dei legami macropolitici e lo smantellamento delle istituzioni internazionali dal 2013 / dal 1916 / dal 1759 / dal ... smantellamento dei legami e delle relazioni monetarie, finanziarie ed economiche dal 2021 / dal 1929 / dagli anni Settanta del Settecento / ... smantellamento delle relazioni sociali dal 1770 / dal 2024 / dal 1934 / ... completamento del cambiamento nella funzionalità di gestione, modello e classe dirigente dal 1788 / dal 2026 / dal 1937 / ... ridistribuzione del mondo da nuove formazioni nella fase calda dal 1793 al 2026 / dal 2031 al 1937 / dal 1945 al 1788/...
    Non è vero che ci sono tante date familiari, ma tra queste pigrizie si può legittimamente trarre un altro 1776... 1922... (?) 2022
    Da questo approccio, questa serie di eventi non è più casuale, poiché è proprio l'indebolimento dei legami politici, sullo sfondo di una maggiore pressione economica, che porta alla possibilità delle colonie passo dopo passo di aumentare il movimento verso l'indipendenza e la formazione di un nuovo stato su questa base in condizioni difficili, che allo stesso tempo servono da protezione dall'attacco della metropoli.
    Quindi, non è ancora del tutto chiaro se la riunione avverrà esattamente il 30 dicembre 2022. Ma è finalmente chiaro che l'indipendenza è stata stabilita e lo Stato sindacale lo sarà presto!
    Questo non ci libererà dall'inizio della crisi e dalla calda redistribuzione un po' più tardi. Tuttavia, è probabile che l'intensità e le perdite siano significativamente inferiori.
    Quanto alla paura del concetto di sovietico e socialista, la storia ha una sequenza chiara che afferma che questa strada è la principale, e ci stiamo avvicinando a un altro traguardo importante.
    Quindi costruiremo la macroregione russa nel quadro della nuova socialità.
    Un po' prima, un po' dopo.