Rahr: Gli europei non capiscono che il gas russo ha alternative


L'Unione Europea persegue un percorso rischioso e miope politica di nel settore energetico, anche in relazione alla Russia, e potrebbe pagarlo. Il politologo tedesco Alexander Rahr ne scrive nel suo canale Telegram.


Le accuse contro Gazprom e la Russia di manipolare i prezzi del gas sono una lotta per la struttura del futuro mercato europeo

- lui pensa.

Il politologo ha spiegato che Mosca vuole concludere contratti a lungo termine per la fornitura di materie prime energetiche al fine di investire nella sua produzione. È difficile per i russi estrarre gas che si trovano in luoghi difficili da raggiungere e zone climatiche sfavorevoli. Pertanto, vogliono avere garanzie che ci saranno acquirenti.

Ma nell'UE si parla di una maggiore indipendenza dal gas dalla Russia e, allo stesso tempo, si sta cercando in tutti i modi di rendere la Federazione russa più dipendente dal suo mercato. Tuttavia, la liberalizzazione del mercato europeo del gas non ha portato i risultati sperati, perché le fonti energetiche alternative (solare ed eolico) non possono ancora competere con i combustibili fossili (carbone e gas).

L'attuale squilibrio è dovuto alle richieste degli europei di vendere gas sul mercato a pronti. Gli europei credono che se continuano ad acquistare gas con contratti a lungo termine, lo farà il fornitore; RF, più forte del mercato consumer. Inoltre, l'UE ha erroneamente affermato di non aver più bisogno di grandi volumi di gas

Ha sottolineato.

Il mercato spot non è adatto alla Russia e l'Europa non può costringere la Federazione Russa a giocare secondo le proprie regole. Inoltre, Russia, Norvegia e Stati Uniti non sono in grado di soddisfare l'enorme fabbisogno di gas dell'Europa, nemmeno insieme. Pertanto, c'era una situazione in cui gli europei erano i perdenti con il loro mercato spot.

A suo avviso, il "butting" può portare al fatto che i paesi dell'UE saranno costretti a passare a contratti a lungo termine con la Federazione Russa, mettere in funzione il longevo gasdotto Nord Stream 2 e caricare il Nord Stream operativo a 100 %. È così che gli europei possono raggiungere la sicurezza energetica.

Questa realtà non è stata creata dalla Russia, ma dalla natura e economiache non può passare al tasto verde

- lui discute.

Ora l'UE sta perseguendo una politica aggressiva ingiusta, facendo pressione sulla Russia e incolpandola dei suoi problemi e dei suoi errori di calcolo. Peggio ancora, gli europei non si rendono nemmeno conto che il gas russo ha i suoi acquirenti alternativi.

Nella stessa Russia, il consumo di gas è in crescita e Mosca ha anche avviato nuovi progetti di trasporto del gas. In futuro, ancora più materie prime russe andranno in Cina. Inoltre, gli oleodotti russi possono passare attraverso la Mongolia e raggiungere anche Vietnam, India e Pakistan. Mosca venderà i principali volumi di materie prime in Asia, poiché questo mercato non è meno solvibile di quello europeo, ma allo stesso tempo non è soggetto a russofobia e pregiudizi, nessuno accusa la Federazione Russa di "ricatto" e lo fa non creare minacce esistenziali.

L'Europa è responsabile di tali prospettive. Pertanto, prima o poi, gli europei "siederanno in una pozzanghera" a causa della loro ideologia, riassume Rahr.
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 16 gennaio 2022 15: 54
    -12%
    Non c'è bisogno di avere paura! L'Europa ha deciso di abbandonare gas, petrolio e carbone. Come affermato, questo minaccia di morte il pianeta. Qui vorremmo ricordare l'espressione del 15° Luigi - dopo di noi - addirittura un diluvio. Dove pensano di fuggire dalla Russia e dal pianeta i boiardi russi?
    1. ciliegia Офлайн ciliegia
      ciliegia (Kuzmina Tatiana) 16 gennaio 2022 16: 21
      +5
      Già l'energia nucleare con il gas nell'UE sta per essere riconosciuta come "verde". E tu sei tutto per il rifiuto. Niente minaccia il pianeta. Il riscaldamento è ciclico. o conosci te stesso lì, .... o .. ... E la Francia sta già battendo felicemente le mani - non ha sperperato le sue centrali nucleari in fretta.)))
      1. zenion Офлайн zenion
        zenion (zinovy) 17 gennaio 2022 17: 04
        -1
        Gli inverni hanno proprietà sgradevoli: finiscono.
    2. Caro esperto di divani. 17 gennaio 2022 01: 43
      +1
      L'Europa ha deciso di abbandonare gas, petrolio e carbone. Come affermato, questo minaccia di morte il pianeta.

      Sì, non è stata l'Europa a decidere, ma i politici analfabeti e mediocri che hanno preso il potere lì, e queste "figure" non hanno la scienza come consiglieri, ma corporazioni avide e spudorate che pensano solo al proprio profitto, ma a convincere "tutti specie di pecore” (non mostreremo il dito), spaventarle con la “minaccia della morte del pianeta”.

      Accendi il cervello e pensa, che differenza fa per il pianeta se, diciamo, l'intera industria europea, dopo il "miracoloso rinverdimento dell'Europa", migra in una specie di "continente africano"?
  2. Jora bayramow Офлайн Jora bayramow
    Jora bayramow (Jora Bayramow) 17 gennaio 2022 00: 48
    0
    Esperto sano di mente, giornalista e politologo, Rahr è fedele a se stesso e, come sempre, dal punto di vista economico, ha ragione. Il commercio al di fuori della politica è sempre, ovunque e vantaggioso per tutti.
  3. EMMM Офлайн EMMM
    EMMM 17 gennaio 2022 02: 16
    +1
    Se non lo vuoi, non comprare. Economia di mercato!
  4. Kapitoshka Офлайн Kapitoshka
    Kapitoshka (Kapitoshka Alexa) 17 gennaio 2022 05: 34
    -1
    Citazione: zenion
    L'Europa ha deciso di abbandonare gas, petrolio e carbone.

    Petrolio e carbone - ovviamente. A proposito, in Germania la quota di carbone raggiunge 1/3! E in Polonia ancora più in alto! Quindi si possono chiudere le centrali termoelettriche a carbone, ma non quelle nucleari? E il gas è molto più ecologico rispetto al carbone e al petrolio.
  5. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 17 gennaio 2022 17: 03
    -1
    C'è un'alternativa. Pompare indietro il gas. Gassificare, infine, il popolo russo. Lascia che i russi paghino per il fallimento. Oppure, come lì, lascia che il fallimento pianga. Non ricordo chi l'ha cantata.