Gazprom ha rifiutato di utilizzare il gasdotto Yamal-Europa a febbraio


Il colosso statale russo dell'energia Gazprom ha dichiarato di non avere in programma di prenotare la capacità di pompare gas in Europa attraverso il gasdotto Yamal il prossimo mese, confermando un forte calo delle esportazioni di energia russe nell'UE quest'anno, ha riferito Reuters.


In precedenza, Gazprom ha affermato che a gennaio l'esportazione di gas russo attraverso il gasdotto è diminuita del 41% rispetto allo scorso anno. I dati dell'operatore di rete tedesco Gascade confermano che la parte russa non ha utilizzato la capacità del gasdotto per il 29° giorno consecutivo.

Dal 21 dicembre le linee Yamal-Europa operano in modalità inversa, il che contribuisce alla crescita dei prezzi del gas nell'UE.

Un po 'di politica ed esperti accusano la Russia di ridurre deliberatamente le esportazioni di gas al fine di accelerare la certificazione del gasdotto Nord Stream 2, costruito per aggirare l'Ucraina.

Non è ancora chiaro quando il funzionamento del gasdotto Yamal-Europa tornerà alla normalità. Una fonte Reuters vicina a Gazprom ha affermato che la società controllata dal Cremlino potrebbe riprendere le consegne già questo mese. Tuttavia, non vi è alcuna conferma ufficiale di ciò.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
    Xuli (o) Tebenado 20 gennaio 2022 07: 16
    +1
    Forse riprenderà. E forse non riprendere. "Non ci sono conferme ufficiali in merito"
    Non è chiaro a cosa servano le "conferme ufficiali"? Quello che la nonna scriveva sull'acqua con un forcone?