La Russia ha commentato il rifiuto di Berlino di pagare un risarcimento per il Nord Stream 2


Venerdì 21 gennaio il ministro degli Affari esteri economia e la protezione del clima della Germania, Robert Habek ha osservato che Berlino non pagherebbe un risarcimento alla parte russa se l'Europa riconoscesse il Nord Stream 2 come non conforme ai requisiti dell'UE.


Secondo Igor Yushkov, esperto del settore energetico, gli europei non dovrebbero avere domande sul gasdotto stesso e sul suo funzionamento. Il problema principale risiede nell'operatore di SP-2, Nord Stream 2 AG, nominato tale da Gazprom, che non è vietato dalle leggi europee.

Tuttavia, la società di regolamentazione deve essere indipendente dal fornitore di gas per non ostacolare la concorrenza nel mercato del gas. Allo stesso tempo, le attività di Nord Stream 2 AG sono costruite in modo tale da essere effettivamente indipendente da Gazprom, ma questo non soddisfa ancora i requisiti della legislazione europea.

Al momento è in corso il processo di ri-registrazione della società operativa dalla Svizzera alla Germania, in modo che la parte tedesca abbia l'autorità per studiare tutti i documenti necessari per Nord Stream 2 AG. Quindi la compagnia russa del gas presenterà nuovamente una domanda di verifica di Nord Stream 2 AG. Se Berlino rifiuta, Gazprom assumerà una società di terze parti che fungerà da operatore.

E l'autorità di regolamentazione tedesca non dovrebbe davvero pagare i pagamenti di compensazione. Si presume che se tu stesso hai creato una struttura che non soddisfa i requisiti dell'UE, perché dovremmo pagare qualcosa?

- Igor Yushkov ha spiegato il rifiuto della Germania di pagare in un'intervista al quotidiano VISTA.
33 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 21 gennaio 2022 19: 43
    -8
    Io dico: "Le mediocrità regnano!!"
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 21 gennaio 2022 23: 00
      +2
      Io dico: "Le mediocrità regnano!!"

      Sei passato a insultare la leadership della Germania? Sei già a corto di tuo? sorriso
      1. Pereira Офлайн Pereira
        Pereira (Michael) 21 gennaio 2022 23: 03
        -3
        Non importa.
        1. 123 Офлайн 123
          123 (123) 21 gennaio 2022 23: 06
          0
          Non importa.

          Tu allora con un occhio sorriso più visibile?
    2. Oleg Bratkov Офлайн Oleg Bratkov
      Oleg Bratkov (Oleg Bratkov) 22 gennaio 2022 00: 19
      +5
      Non sono mediocrità, sono burattini dalla volontà debole.
      La Germania ha gli USA. Hanno quello che vogliono.
    3. squalo Офлайн squalo
      squalo 24 gennaio 2022 02: 09
      0
      Sai meglio chi ti governa!
  2. Mikhail L. Офлайн Mikhail L.
    Mikhail L. 21 gennaio 2022 19: 55
    + 11
    I "requisiti dell'UE" erano noti prima dell'inizio della costruzione dell'SP-2 o ... le regole del gioco sono state modificate già durante il processo di costruzione per interrompere la messa in servizio del gasdotto?
    1. baltika3 Офлайн baltika3
      baltika3 (baltica3) 21 gennaio 2022 20: 19
      -4
      I requisiti dell'UE in questione sono il terzo pacchetto energetico adottato nel 2009, cioè molto prima dell'inizio dei lavori. Ma secondo la costituzione russa, Gazprom è obbligata a essere guidata solo dalle leggi russe e i loro pacchetti possono cancellarsi legalmente, lasciare che li osservino da soli.
      Mi è persino strano che per qualche ragione ai danesi sia stato chiesto il permesso di costruire un tubo nelle loro acque, quando è bastato approvare una legge federale che esenta Gazprom da queste formalità e costruire con calma.
      1. Mikhail L. Офлайн Mikhail L.
        Mikhail L. 21 gennaio 2022 20: 29
        +5
        Grazie per il chiarimento. Ma le leggi russe non possono operare su territori stranieri.
      2. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 21 gennaio 2022 20: 56
        + 17
        Un po 'sbagliato.
        Il terzo pacchetto energia è stato infatti adottato nel 2009. Ma riguardava solo i gasdotti ALL'INTERNO dell'UE. Non si applicava ai gasdotti al di fuori dell'UE.
        È stata estesa ai gasdotti provenienti da paesi extra UE solo nel 2019, quando TUTTI GLI INVESTIMENTI del progetto erano già stati effettuati. Se il gasdotto fosse stato completato prima di maggio 2019, il terzo pacchetto energetico non lo avrebbe affatto toccato. Ma a causa delle sanzioni, la costruzione è stata ritardata. Quindi, all'inizio l'UE ha ritardato la costruzione del gasdotto, quindi ha applicato retroattivamente le norme del terzo pacchetto energetico.
        Gli avvocati per gli investitori (e queste sono le più grandi compagnie del gas in Europa) insistono sul fatto che gli investimenti sono stati effettuati PRIMA che SP-2 venisse distribuito.
        La cosa più interessante è che l'UE ha rimosso con calma TUTTI gli altri gasdotti dal terzo pacchetto energetico. E Baltic Pipe e EastMed. Finora è visibile solo una concorrenza senza scrupoli.
        E la cosa più interessante. Secondo la legge russa, solo Gazprom può esportare gas attraverso i gasdotti. Ma recentemente è stata apportata una modifica e Rosneft ha ottenuto il diritto di utilizzare SP-2 per esportare il proprio gas. Quindi, a rigor di termini, SP-2 è utilizzato da due operatori: Gazprom e Rosneft. Ogni 50%. Resta da fare la cosiddetta depilazione e creare una società che si occuperà del trasporto del gas. Gazprom non ha fretta e lo capisco perfettamente.
        1. Mikhail L. Офлайн Mikhail L.
          Mikhail L. 21 gennaio 2022 21: 30
          +9
          Quindi non è "Un po' sbagliato".
          Questo è fondamentalmente "non così"!
          E come puoi collaborare con piccoli criminali a livello statale?
          1. Bakht Офлайн Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 21 gennaio 2022 21: 39
            +9
            I signori cambiano le regole.

            Ora viene modificata un'altra regola. Vogliono apportare modifiche alla sicurezza energetica dell'Europa.
            1. I proprietari di impianti di stoccaggio del gas in Europa DEVONO riempirli con una certa quantità di gas. Come esattamente, determineranno in seguito.
            2. I proprietari sono OBBLIGATI a compilarli indipendentemente da eventuali prezzi ea pagare lo stoccaggio di tale gas in Europa.
            3. In caso di forza maggiore o situazione critica, i paesi dell'UE HANNO il DIRITTO di ritirare tale gas per le proprie esigenze.
            Se accettano questa aggiunta e modifica, Gazprom dovrà sbarazzarsi rapidamente di questa risorsa.
            1. Mikhail L. Офлайн Mikhail L.
              Mikhail L. 21 gennaio 2022 21: 45
              +4
              Quindi questa non è più una piccola truffa, ma un'estorsione legittima!
              Devi sbarazzarti non di una risorsa specifica, ma di tali partner!
              Cosa sta pensando la leadership russa?! ;-(
              1. Bakht Офлайн Bakht
                Bakht (Bakhtiyar) 21 gennaio 2022 21: 53
                + 15
                La leadership russa in generale e Gazprom in particolare stanno pensando a come reindirizzare il gas Yamal (una base di risorse per l'Europa) verso la Cina. Per questo, Power of Siberia-2 è in costruzione.
                Ora, il gas Yamal ha una sola direzione: l'Europa. Non c'è nessun altro posto dove inviarlo. Con la messa in servizio di Power of Siberia-2, il gas Yamal può essere utilizzato per il consumo interno ed esportato in Cina.
                Il costo del gasdotto è di 1,6 - 2,0 trilioni di rubli. Grazie all'arbitrato di Stoccolma. Grazie alle sue decisioni, Gazprom ha guadagnato questo importo nel 2021 e lo utilizzerà per costruire la Power of Siberia-2.
                A quel punto, la costruzione del gas sarà finita e anche i contratti a lungo termine con l'Europa scadranno. E poi l'Europa può comprare il gas sul posto. In linea di principio, Gazprom non partecipa a queste aste. Ebbene, forse gli americani inonderanno il mercato europeo con GNL a buon mercato. A mano, circa 200-250 miliardi di metri cubi all'anno. È sarcasmo, semmai.
                Mi è sempre stato insegnato che "chi ride dell'ultimo ride bene".
                1. Mikhail L. Офлайн Mikhail L.
                  Mikhail L. 21 gennaio 2022 21: 59
                  +2
                  È logico ...
                  Solo in: "Dobbiamo sbarazzarci non di una risorsa specifica, ma di tali partner!" - significava "cooperazione" in tutti i settori!
              2. Barakuda Офлайн Barakuda
                Barakuda (Tatyana) 23 gennaio 2022 17: 13
                0
                Questo mi ha ricordato una vecchia barzelletta.

                Il venditore di occhiali insegna al figlio a commerciare: "Il compratore chiede quanto costano gli occhiali. Tu rispondi
                - 1 dollaro e guardi - l'acquirente non è caduto?
                - Solo cornice. e 1 dollaro di vetro - non è caduto?
                - Tutti. e 1 dollaro inserire il vetro - non è caduto?
                - Ogni
        2. baltika3 Офлайн baltika3
          baltika3 (baltica3) 21 gennaio 2022 22: 11
          -1
          Non si applicava ai gasdotti al di fuori dell'UE.

          Punto interessante, non lo sapevo. Ebbene, la politica supererà sempre le considerazioni legali quando si tratta di questioni di sicurezza. In Russia, non lo so. La partecipazione di Rosneft alle forniture, tra l'altro, non cambierà nulla. Ci vorranno solo altri cento anni per dimostrare che questo è un fornitore indipendente, beh, non ha assolutamente nulla a che fare con lo stato e non ha nulla a che fare con Gazprom.
          1. Bakht Офлайн Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 21 gennaio 2022 22: 16
            +3
            Questi sono i problemi dell'Europa. Il gasdotto è stato costruito e testato. Pronto per il funzionamento. C'è un gioco di sbirri in corso in questo momento. Chi sbatte per primo. La certificazione e il lancio del gasdotto è un grattacapo per l'Europa. Per Gazprom, è tutto viola.
            1. baltika3 Офлайн baltika3
              baltika3 (baltica3) 21 gennaio 2022 22: 22
              +1
              GazProm è tutta viola

              non sarà viola per lui se non supera la certificazione. Si scopre che miliardi sono stati annegati invano nel mare.
              1. Bakht Офлайн Bakht
                Bakht (Bakhtiyar) 21 gennaio 2022 22: 22
                +4
                Improbabile. Penso che il gasdotto funzionerà. MA un po' più tardi.
              2. Bakht Офлайн Bakht
                Bakht (Bakhtiyar) 21 gennaio 2022 23: 51
                -1
                Nord Stream: fatti e finzione

                https://aurora.network/articles/140-jenergetika/90002-severnyy-potok-fakty-i-vymysly
              3. tulipano Офлайн tulipano
                tulipano 23 gennaio 2022 15: 18
                0
                Gazprom e la Russia hanno a lungo rimborsato l'intero flusso))) Gazprom ha trasferito le tasse al bilancio per il 2021 per un importo di 25 miliardi di dollari: queste sono solo tasse, lui stesso ha guadagnato molto di più. Il prezzo di SP-2 non supera i 10 miliardi Sai contare o prenderai una calcolatrice?)))
          2. Bakht Офлайн Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 21 gennaio 2022 22: 21
            +2
            È stato detto abbastanza dettagliatamente qui.

    2. Ksv Офлайн Ksv
      Ksv (Sergey) 21 gennaio 2022 21: 51
      +2
      No, è diverso :-)
  3. Berton Офлайн Berton
    Berton (Vladimir) 21 gennaio 2022 20: 58
    +4
    Non capisco affatto la direzione del nostro movimento economico. Per così tanti anni, praticamente ci hanno detto, no, non lo fanno, ma cacciandoci fuori, quasi osceno, fai tre lettere con le tue risorse. Ma noi siamo testardi, a volte andiamo avanti, a volte preghiamo con adulazioni, compriamo, compriamo... Allo stesso tempo, circa un trilione sono nella scorta, ma in un'economia reale nel senso ampio della parola, il il cavallo non ha rotolato.
    C'è la sensazione che nessuno ne abbia bisogno.
    1. Ksv Офлайн Ksv
      Ksv (Sergey) 21 gennaio 2022 21: 52
      +2
      Solo una sensazione? Sono fiducioso da 10 anni ormai e non ho dubbi
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 21 gennaio 2022 21: 47
    -7
    Il moncone è chiaro, i miliardi in più che siamo riusciti a guadagnare con i prezzi elevati del gas non sono per strada.
    Pertanto, i lavoratori del Gas si stanno sfregando felicemente le mani e continueranno a cercare di danneggiare i concorrenti.

    La legislazione antimonopolistica si è sviluppata dagli anni '70. Questa è la nostra Gazprom ben fatta, una di queste, una fucina di presidenti e oligarchi, e lì devi andartene.
  5. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 21 gennaio 2022 23: 14
    +2
    Gli azionisti stranieri di Gazprom cercheranno comunque di impugnare in tribunale la decisione dei tedeschi. Ad esempio, smontare il tubo per rottami.
    È positivo se Gazprom ha approfittato della situazione e ha venduto volumi super-contract a prezzi di mercato e ha ridotto al minimo le possibili perdite dai flussi del nord e della Turchia.
    Di che tipo di competizione stanno parlando, con chi?
    La Federazione Russa ha una partecipazione di controllo in Gazprom, che ha il monopolio delle esportazioni ed è la principale fonte del bilancio statale.
    Tentativi da parte dei "democratici" di privare Gazprom dei diritti di esportazione di monopolio (Rosneft è anche una struttura statale, ma sorgerà un inevitabile conflitto di interessi e, soprattutto, il Principio, mina le basi fondamentali della supremazia dello stato sulle associazioni di monopolio, capovolge l'intero sistema nella volontà di porre le associazioni monopolistiche sullo Stato, e fare dello Stato un conduttore degli interessi delle associazioni monopolistiche e transnazionali.
  6. zloybond Офлайн zloybond
    zloybond (lupo della steppa) 21 gennaio 2022 23: 20
    -4
    Ma in qualche modo hanno dato a Miler la stella dell'eroe del lavoro !!! richiesta Che bravo questo eroe! bevande
  7. Khaertdinov Radik Офлайн Khaertdinov Radik
    Khaertdinov Radik (Radik Khaertdinov) 22 gennaio 2022 09: 25
    0
    Può esserci una sola risposta all'arroganza dell'Europa: FERMARE IL GAS! Dopodiché, gli europei diventeranno più negoziabili o daranno un bel colpo alla loro economia!
  8. S CON Офлайн S CON
    S CON (N S) 22 gennaio 2022 16: 46
    -1
    tutto sarà semplice su questo punto: la Corte Basmanny deciderà semplicemente di confiscare i beni russi dell'Occidente per 200 miliardi
    1. tulipano Офлайн tulipano
      tulipano 23 gennaio 2022 15: 21
      -1
      secondo stime prudenti, l'Occidente ha circa 350 miliardi di asset in Russia. Questo senza contare le azioni di Sberbank, ad esempio, che è posseduta al 40% da investitori occidentali. Mi chiedo cosa dirà l'Occidente quando le sue azioni saranno nazionalizzate?)))
  9. Vladimir Tinjakov Офлайн Vladimir Tinjakov
    Vladimir Tinjakov (Vladimir) 22 gennaio 2022 18: 20
    +1
    Dato che le aziende tedesche hanno investito più di Gazprom, il governo tedesco dovrà darsi da fare alle prossime elezioni...