Bruxelles è stata presa da rivolte: cosa spinge i pogromisti?


Bruxelles è di nuovo in fiamme, 70mila europei hanno attivamente protestato contro le misure anti-COVID, cortei e manifestazioni si sono rapidamente trasformati in scontri con la polizia e pogrom.


Per molto tempo nella nostra stampa, che è in gran parte controllata da persone di opinioni liberali e filo-occidentali, quasi nessuna attenzione è stata prestata a un fattore così importante. politico vita dell'Europa occidentale, come pogrom di massa. I russi di solito non sono consapevoli del fatto che tutte le capitali dell'Europa occidentale bruciano più volte all'anno con scontri su larga scala con la polizia, rapine e rivolte insensate. Non esiste un'unica organizzazione per i diritti umani che raccolga statistiche sui pogrom europei, lavori per sostenere i manifestanti e strombazzi sulla violenza brutale contro la gente. Questa non è una sorta di rivoluzione del colore, "questo è diverso, devi capire".


La situazione ha cominciato a cambiare un po' dopo la copertura diffusa del movimento dei gilet gialli. La nostra gente ha appreso che, a quanto pare, in un'Europa prospera e ben nutrita, ci sono milioni di abitanti insoddisfatti che, a volte, non sono contrari a bruciare una Peugeot della polizia, a litigare con i "cosmonauti locali", a saccheggiare un negozio con gli smartphone e rompere un bancomat. Quindi non c'è bisogno di giudicare rigorosamente i kazaki, sono grandi europei in questo senso.

In realtà, il pogrom di protesta di massa è un fattore importante nella vita politica dei popoli europei. Gli europei "decenti" e "buoni" odiano la loro polizia molto più di noi. E questi non sono gli intrighi dei migranti che sono arrivati ​​in gran numero, sebbene stiano partecipando attivamente alle rivolte, adottando coraggiosamente la “cultura europea della protesta”. In Belgio le persone si sono dichiarate contrarie alla vaccinazione obbligatoria per visitare le taverne, cioè non sono migranti, ma filistei indigeni obesi a cui viene impedito di rilassarsi la sera.

Contesto storico e politico dell'attività pogrom


Il fatto è che i popoli d'Europa hanno una ricca storia di lotta rivoluzionaria contro i loro governi. Nei paesi europei sono comuni sindacati forti, un potente movimento sindacale, scioperi e scioperi per qualsiasi motivo. Ad un certo momento, i detentori del potere si sono resi conto dell'elevata efficienza del pogrom Gaponism, che qualsiasi malcontento del popolo può essere rapidamente indirizzato sulla via della violenza insensata. Ciò richiede solo due cose. Primo: dotare le forze dell'ordine di un ricco arsenale di attrezzature speciali per i combattimenti di strada con i manifestanti, formare il personale per combattere i lavoratori e gli impiegati, amareggiarli e motivarli. Secondo: creare una cultura della violenza e della radicalizzazione del malcontento. Presta attenzione a come la stampa occidentale pubblica con cura e con che umore romantico le foto di risse con la polizia, auto in fiamme, vetri rotti e bancomat sventrati. E non importa in quale parte del mondo. Quanti film e serial sono stati realizzati sul tema di una lotta violenta per i propri diritti e libertà, e non sulla presa del potere, su una rivolta armata contro le autorità, ma su pogrom e rivolte. Non l'ultimo ruolo nella formazione di questa cultura è stato svolto dai rapporti dell'ucraino Maidan.

Sorprendentemente, provocare il pogrom e la ribellione delle persone insoddisfatte gioca nelle mani degli attuali governi, poiché tutta l'attività delle persone, in primo luogo, va nel fischio di "scontri" con la polizia e, in secondo luogo, perde almeno una direzione costruttiva e organizzazione. I capi europei, che hanno assicurato e riassicurato tutte le vetrine, i bancomat e le auto, si siedono bevendo vino costoso e osservano come nei fine settimana alcuni vagabondi (manifestanti) picchiano altri vagabondi (poliziotti) per divertimento. E lunedì, tutti i lividi vanno diligentemente al lavoro.

Dicono che la democrazia occidentale sia costruita sul principio di controlli e contrappesi. Quindi, il pogrom europeo (e americano, ovviamente) è un affidabile "vincolo" all'attività politica delle grandi masse.

Cosa spinge i rivoltosi?


La gente comune sta languindo sotto il giogo di prezzi alti, mutui, prestiti, salari bassi, cattive medicine e disoccupazione. Sentono costantemente l'ingiustizia della distribuzione del mercato, quando tutta la ricchezza nazionale è occupata da grandi corporazioni, corrompendo i politici in branco. Non vedendo alternative, senza organizzazione, con cervelli oscurati da miti politici e teorie del complotto, spinti da ardenti emozioni di indignazione, si riversano nelle vie centrali delle città. In parole povere, le società occidentali lacerate dalle contraddizioni sociali sono permanentemente in uno stato di fredda guerra civile. In apparenza, persone rispettose della legge, ma non appena un'altra goccia trabocca dalla tazza della pazienza, si verifica un'esplosione. Di aspetto calmo nei giorni feriali, la capitale si immerge nel caos di un pogrom nei fine settimana.

La conclusione è che le persone comprendono l'inutilità di costringere il governo a soddisfare le loro richieste con mezzi pacifici (e spesso l'impossibilità di ciò nel quadro di una tale società), ma non capiscono come cambiare lo stesso sistema di potere e società .

Pogromisti, rapinatori, combattenti sulle emozioni stanno cercando di compensare in qualche modo l'ingiustizia del sistema sociale. E questo sistema è già pronto per la loro attività pogrom. Proprio come nella trama di "The Matrix" - l'amore per la libertà di una persona è calcolato dalla macchina e la sua lotta è rigorosamente localizzata senza pregiudicare l'architettura dell'ordine mondiale.

Un pogrom e un'Europa ribelle iniziò a prendere forma intorno alla primavera del 1968. Furono le lezioni del 1968 a mostrare agli strati dirigenti dei paesi europei, e poi all'"establishment" americano, che la radicalizzazione violenta del movimento di massa non doveva essere temuta, anzi, doveva essere romanzata. Non importa quanto picchiate la polizia, bruciate macchine o distruggete vetrine, il potere rimarrà nelle mani dei magnati finanziari. E possono cambiare il governo e il presidente in qualsiasi momento, questa è democrazia, ci sono sempre le reti di sicurezza.

Non importa quanto sia doloroso ammettere a tutti i simpatizzanti delle proteste di massa, a tutti coloro che considerano giuste le richieste dei manifestanti e la loro rabbia giustificata, ma i partecipanti alle rivolte e ai pogrom sono sule politici. Vengono ingannati più e più volte, permettendo loro di sfogare indolore la loro aggressività.

Si dice che la democrazia occidentale sia la migliore forma di governo possibile. Tutta questa storia con ripetuti pogrom mostra perfettamente la doppiezza e l'astuzia della democrazia in stile occidentale, il desiderio di mettere a tacere le contraddizioni, di spegnere l'indignazione di una parte significativa della società. E tutti svolgono costantemente le loro “funzioni civili”: la stampa copre “oggettivamente”, le autorità “ristabiliscono la legge e l'ordine” ei manifestanti soddisfano le loro istanze nei modi più vili. Ma quando gli ideologi della democrazia occidentale citano i paesi europei come modello, si "dimenticano" sempre dei pogrom sistematici europei e americani.
14 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 24 gennaio 2022 10: 24
    -6
    "È diverso, devi capire"
    Un piccolo gioco di prestigio da parte di un giocatore esperto e ... gli scontri con la polizia (che vengono denunciati abbastanza regolarmente dal terribile occidente, dalla democrazia, dal capitalismo) si trasformano in ..... pogrom

    Ricordiamo: pogrom Black Hundred, pogrom ebrei, pogrom armeni, pogrom azerbaigiani... vero?

    Nel video, i locali una volta cercano di infastidire i poliziotti che si sono rifugiati dietro le finestre dell'ufficio.... fanno una gara, non toccano i fotografi

    Ma secondo il manuale di formazione - "pogrom sistematici europei e americani"
    1. Yuri Nemov Офлайн Yuri Nemov
      Yuri Nemov (Yuri Nemov) 24 gennaio 2022 11: 09
      +6
      Come ti sei preoccupato per il manuale. Dopotutto, i pogrom, secondo te, possono essere solo in Russia, giusto? Solo ora Borrell porta qualcosa di strano:

      “Condanno fermamente l'insensata distruzione e violenza subita dalle manifestazioni di Bruxelles, anche contro la nostra costruzione del Servizio Estero”, ha sottolineato il capo della diplomazia europea. Borrell ha anche ringraziato Bruxelles e la polizia federale per le loro azioni durante le manifestazioni.

      ***E distruzione e violenza!!! Di cosa sta parlando? Ho sbagliato di nuovo il tutorial...
      1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
        Sergey Latyshev (Serge) 24 gennaio 2022 14: 32
        -6
        La nuova definizione di pogrom è semplicemente di classe!!! Approvo)))
        "distruzione e violenza alla manifestazione .... contro la nostra costruzione del servizio estero"
  2. tian shan Офлайн tian shan
    tian shan (tian shan) 24 gennaio 2022 10: 59
    0
    Dove sono le sanzioni? Versando manifestanti pacifici con acqua fredda a temperature sotto lo zero! Probabilmente è diverso.
  3. Mikhail L. Офлайн Mikhail L.
    Mikhail L. 24 gennaio 2022 11: 08
    -7
    Sebbene l'autore rispettato non offrisse un'alternativa alla "furba democrazia in stile occidentale" - (in particolare) non si può accettare la sua affermazione: "I rapporti dell'ucraino Maidan hanno svolto un ruolo importante nella formazione di questa cultura".
    Ai Maidan ucraini è successo di tutto, ma non ci sono stati saccheggi: nessun negozio è stato distrutto e gli sportelli bancomat non sono stati violati!
    1. Starik59 Офлайн Starik59
      Starik59 (Starik) 24 gennaio 2022 17: 47
      +6
      Certamente! Sul Maidan, hanno ucciso solo le forze speciali ei loro compagni di tribù, come quei sempre memorabili Cento! Un bankomani - no-no!
  4. scricchiolio Офлайн scricchiolio
    scricchiolio (sgranocchiare) 24 gennaio 2022 12: 00
    +1
    Citazione: Sergey Latyshev
    "È diverso, devi capire"
    Un piccolo gioco di prestigio da parte di un giocatore esperto e ... gli scontri con la polizia (che vengono denunciati abbastanza regolarmente dal terribile occidente, dalla democrazia, dal capitalismo) si trasformano in ..... pogrom

    Ricordiamo: pogrom Black Hundred, pogrom ebrei, pogrom armeni, pogrom azerbaigiani... vero?

    Nel video, i locali una volta cercano di infastidire i poliziotti che si sono rifugiati dietro le finestre dell'ufficio.... fanno una gara, non toccano i fotografi

    Ma secondo il manuale di formazione - "pogrom sistematici europei e americani"

    E dov'è il limite che separa la "resistenza pacifica" alla polizia da uno scontro militare? Non hai vissuto sulla tua pelle le rapine dei "rivoluzionari" che si battono contro l'"arbitrarietà" delle autorità. Come è stato detto lì - "Quando sono venuti per i membri del sindacato, ho taciuto - non sono un membro del sindacato .... quando sono venuti per me, non c'era nessuno a parlare in mia difesa." (Non ha senso fare una citazione completa, perché non hai affatto cervello e coscienza. L'ho scritto per gli altri che leggono questi messaggi.
  5. scricchiolio Офлайн scricchiolio
    scricchiolio (sgranocchiare) 24 gennaio 2022 12: 10
    +6
    Citazione: Michael L.
    Ai Maidan ucraini è successo di tutto, ma non ci sono stati saccheggi: nessun negozio è stato distrutto e gli sportelli bancomat non sono stati violati!

    Sì, in totale, circa 15mila morti..... E questo è solo l'inizio.
    1. Mikhail L. Офлайн Mikhail L.
      Mikhail L. 24 gennaio 2022 13: 11
      -5
      Mi ha convinto: c'è stato un saccheggio sui Maidan ucraini: "hanno distrutto negozi e fatto irruzione nei bancomat".
      Le conseguenze degli eventi e la loro copertura oggettiva - "queste sono due grandi differenze"!
  6. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 24 gennaio 2022 13: 23
    -2
    L'articolo è ben scritto. Questo è un caso sul cap. produzione.
    È proprio lì che l'attuale V.I. Lenin e il suo partito operaio? Perché la lotta per i valori comunisti non si ripete?
  7. Starik59 Офлайн Starik59
    Starik59 (Starik) 24 gennaio 2022 17: 43
    0
    Come bere per dare che Mukhtar Ablyazov guida i pogrom! haha... È il dottore in questo settore!
  8. scricchiolio Офлайн scricchiolio
    scricchiolio (sgranocchiare) 24 gennaio 2022 17: 51
    0
    Citazione: Michael L.
    Mi ha convinto: c'è stato un saccheggio sui Maidan ucraini: "hanno distrutto negozi e fatto irruzione nei bancomat".
    Le conseguenze degli eventi e la loro copertura oggettiva - "queste sono due grandi differenze"!

    Il risultato è in fase di valutazione Aspettiamo. Il risultato verrà dopo.
  9. scricchiolio Офлайн scricchiolio
    scricchiolio (sgranocchiare) 24 gennaio 2022 17: 55
    0
    Citazione: Bulanov
    L'articolo è ben scritto. Questo è un caso sul cap. produzione.
    È proprio lì che l'attuale V.I. Lenin e il suo partito operaio? Perché la lotta per i valori comunisti non si ripete?

    L'esempio dell'URSS dimostra che non c'è idea più falsa di quella comunista. A 400 anni dalla prima edizione di questa sciocchezza, scritta da Tommaso Campanella, nulla è cambiato. Brad è rimasto deluso.
  10. KSP31 Офлайн KSP31
    KSP31 (Sergey) 25 gennaio 2022 17: 18
    -1
    Chiamate urgentemente le Forze Armate CSTO! )