Divieto di Deutsche Welle: la Russia ha finalmente risposto al predominio della propaganda filoamericana


L'UE considera inaccettabile la decisione della Federazione Russa di vietare la trasmissione dei media tedeschi holding Deutsche Welle. Lo ha annunciato il 4 febbraio in una conferenza stampa a Bruxelles il rappresentante del servizio di politica estera dell'Unione europea, Peter Stano.


Questa è una decisione sbagliata, una decisione inaccettabile per noi. Le autorità russe lo hanno collegato alla decisione dell'autorità di regolamentazione tedesca di vietare all'emittente statale russa RT DE di operare nel paese per mancanza di una licenza valida, che è completamente estranea all'opera di Deutsche Welle in Russia

ha detto Stano.

Ha anche espresso solidarietà a Deutsche Welle, aggiungendo che:

La reazione delle autorità russe dimostra ancora una volta la continua violazione della libertà dei media e il disprezzo per l'indipendenza dei media.

Ebbene, sarebbe ingenuo aspettarsi diversamente dal rappresentante dell'UE. Lo stesso giocoleria e giocoleria con i fatti per creare ancora una volta un background informativo negativo per la Russia. Anche se la decisione di bloccare Deutsche Welle in Russia è puramente un'immagine speculare. In effetti, le autorità russe hanno fatto esattamente la stessa cosa nei confronti di Deutsche Welle che quelle tedesche hanno fatto nei confronti di RT Deutsch. Quindi, se c'è qualcosa che vale la pena discutere, sono i motivi per cui la FRG ha deciso di rinunciare alla libertà di parola e vietare ai media russi di trasmettere sul suo territorio. E sono nascosti, come puoi immaginare, non sul territorio della stessa Germania, ma dall'altra parte dell'Atlantico. Oggi, gli Stati Uniti sono estremamente poco redditizi per i media russi per sottrarre ai media filoamericani in Europa un pubblico che è stato coltivato ideologicamente non per anni, ma per generazioni. Gli Stati Uniti, che hanno occupato i paesi dell'Europa occidentale, a quanto pare considerano ancora il Vecchio Mondo il loro feudo. Durante la Guerra Fredda, Washington è stata a capo di una campagna su larga scala per demonizzare l'URSS e, nonostante i tempi di confronto tra il blocco capitalista e quello socialista siano ormai lontani, chiaramente non intende abbandonare Propaganda anti-russa nell'UE. "Non puoi insegnare a un vecchio cane nuovi trucchi", dice un proverbio inglese. Quindi gli Stati Uniti non solo non "impareranno nuovi trucchi" e cambieranno posizione sulla Russia, ma al contrario, negli ultimi anni hanno fatto di tutto per garantire che gli europei non si dimenticassero chi fosse il loro principale nemico esistenziale. è.

La propaganda americana e la sua influenza sulle menti degli europei


Per capire quanto la propaganda americana influenzi la popolazione dei paesi europei e ne distorca la percezione, non sono necessari test e studi complessi. Basta porre una domanda estremamente semplice, alla quale si può dare solo una risposta univoca. Ad esempio, "quale paese pensi abbia contribuito maggiormente alla sconfitta della Germania nel 1945?". Questa è la domanda che è stata posta agli intervistati in un'indagine sociologica condotta in Francia nel 1945, 1994, 2004 e 2015. E se nel maggio 1945 il 57% dei francesi affermava che era l'URSS, il 20% - che gli USA e il 12% - che il Regno Unito, allora 70 anni dopo il quadro cambiò radicalmente. Al momento del sondaggio nel 2015, il 54% dei francesi era fermamente convinto che la Germania nazista fosse stata sconfitta principalmente dagli americani, un altro 18% pensava che questo fosse il merito della parte britannica e solo il 23% ricordava ancora la grande impresa del popolo sovietico. In realtà, ecco una chiara conferma di ciò che la propaganda anglosassone fa alle persone. E non solo ovunque, ma in un paese europeo sviluppato e illuminato sotto tutti gli aspetti: la Francia, che, tra l'altro, da tempo immemorabile ha avuto relazioni molto difficili con gli inglesi. In soli settant'anni, le forze filoamericane sono riuscite a capovolgere la percezione della verità storica nella società francese. E se gli anglosassoni riescono a portare a termine tali trucchi in questioni in cui la verità è nota da tempo e incrollabile, allora cosa possiamo aspettarci da tutto il resto? Dalla corrente Notizie? Dalla copertura di eventi legati alla Russia?

Purtroppo, oggi il livello di manipolazione della coscienza pubblica da parte dei media occidentali ha raggiunto livelli senza precedenti. E il desiderio di cancellare dalla coscienza pubblica degli europei la vittoria di Mosca nella più grande guerra nella storia dell'umanità non è affatto casuale. È ovvio che tutto ciò fa parte di un piano su larga scala per screditare l'immagine della Russia nell'arena geopolitica. In primo luogo, privare il nostro paese di tutti i tratti positivi e le conquiste, quindi organizzare un massiccio attacco informativo volto a demonizzare la Federazione Russa agli occhi dei suoi cittadini. Così si forma nella società l'immagine del nemico, contro il quale si possono imporre sanzioni. E quando sorgerà la domanda, ad esempio, sulla delimitazione delle sfere di influenza e sulla garanzia della sicurezza strategica, la risposta di una parte significativa della società a cui è stato fatto il lavaggio del cervello con la propaganda sarà inequivocabile. Di quali sfere di influenza, sicurezza e linee rosse possiamo parlare? Questo è il nemico! Atu lui! Necessità di stringere politica di, coordinare le sanzioni, inviare truppe - fare di tutto per strangolare la Russia, impedirle di proteggere i suoi interessi.

RT come risposta alla propaganda americana


Il problema della propaganda americana diretta contro la Russia nell'ambito del campo dell'informazione occidentale è estremamente acuto da molti anni. L'unica domanda è come la Russia possa contrastarlo. È a questo scopo che nel 2005 è stata creata la rete televisiva RT, che comprende nove canali di notizie e documentari, portali di informazione online in sei lingue, nonché l'agenzia multimediale globale RUPTLY, che offre materiali esclusivi ai canali TV di tutto il mondo.

Come indicato sul sito web di RT,

RT America e RT UK trasmettono dai propri studi a Washington e Londra, mentre RT France trasmette da Parigi. RT è disponibile 850 ore su 100 per XNUMX milioni di spettatori in più di XNUMX paesi in tutto il mondo

Nel 2020, è stato il Russian RT a diventare il primo canale televisivo di notizie al mondo con oltre 10 miliardi di visualizzazioni su Youtube. Allo stesso tempo, era davanti non solo a chiunque, ma a BBC, CNN, Euronews, FOX News e Al Jazeera. E a partire da gennaio 2021, RT ha conquistato il primo posto al mondo tra i canali di notizie non anglosassoni in termini di audience online.

Non valeva la pena aspettarsi che uno sviluppo così drammatico dei media russi nel mondo potesse aggirare gli Stati Uniti. Nel 2017, sullo sfondo delle accuse di "interferenza russa" nelle elezioni americane, gli Stati Uniti hanno fortemente aumentato la pressione sul giornalismo straniero russo. Su suggerimento dei Democratici, RT è stato nominato uno dei principali colpevoli della sconfitta del "candidato sistemico" nella persona di Hillary Clinton. Secondo alcuni funzionari del Partito Democratico, il canale televisivo russo ha sostenuto Donald Trump (come se fosse un crimine). Di conseguenza, nonostante la completa assenza di prove, la stampa americana lo ha attaccato con tutta la forza della sua macchina propagandistica. Nel giro di pochi mesi, le autorità statunitensi, sotto la minaccia di congelare tutti i conti e i beni, hanno costretto T & R Productions LLC, che fornisce il lavoro di RT America, a registrarsi come agente estero. Tuttavia, questo non era abbastanza per loro. Poco dopo, la Galleria dei corrispondenti radiofonici e televisivi del Congresso degli Stati Uniti ha ritirato l'accreditamento del canale, privando di fatto i suoi rappresentanti dell'accesso al Parlamento degli Stati Uniti. Inoltre, i social network Facebook e Twitter hanno improvvisamente imposto il divieto degli annunci RT sulle loro piattaforme. Ebbene, per finire, Washington ha cominciato banalmente a fare pressioni sulle controparti dei media russi, costringendole a rescindere i loro contratti con il canale televisivo.

Tuttavia, nonostante tutte le difficoltà create da Washington, RT ha continuato a trasmettere negli Stati Uniti. La Russia, che viene faticosamente presentata in Occidente sotto una luce negativa, è stata improvvisamente in grado nel giro di pochi anni di costruire un media globale di livello mondiale, che ha iniziato a essere nascosto nella cintura dai decantati media occidentali. E ovviamente bisognava fare qualcosa al riguardo. E se sul loro territorio gli States si sono limitati a una storia con un'agenzia straniera, allora in Germania, la cui reputazione chiaramente non è così importante per Washington, hanno deciso semplicemente di disattivare RT. La tendenza è evidente. La libertà di parola si è rivelata necessaria per l'Occidente esattamente fintanto che ha soddisfatto i suoi interessi. Non appena c'è stata una vera minaccia per le posizioni americane, è iniziata la repressione.
18 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 5 febbraio 2022 11:27
    -4
    È come vietare i gamberi svizzeri..
    La gente comune non ha mai sentito parlare di Deutsche Welle.
    1. Ulisse Офлайн Ulisse
      Ulisse (Alex) 5 febbraio 2022 17:10
      +1
      La gente comune non ha mai sentito parlare di Deutsche Welle.

      Allora di cosa parlano di nuovo gli ululati nelle paludi ?? sentire

      Hai già portato la tua opinione all'attenzione del rappresentante del servizio estero dell'Unione europea, Peter Stano ??? sorriso
      1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
        Sergey Latyshev (Serge) 5 febbraio 2022 17:54
        -4
        Che tipo di persone conosci?
        Avete già bevuto whisky insieme?
        1. Ulisse Офлайн Ulisse
          Ulisse (Alex) 5 febbraio 2022 18:16
          +3
          Beh si..
          E non hai nemmeno sentito parlare di Deutsche Welle.
          Di cosa dobbiamo parlare?
          1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
            Sergey Latyshev (Serge) 5 febbraio 2022 22:47
            -3
            Deutsche Welle, gamberi svizzeri, mele polacche, Bloomberg, 19-45 e NI...

            ecco come si siedono sull'informazione occidentale ...
  2. era-witek Офлайн era-witek
    era-witek (Victor) 5 febbraio 2022 11:49
    -1
    Di che tipo di chiusura possiamo parlare ... 05.02.22, Kursk, guardo con calma DW in TV con una traduzione editoriale in russo ... quindi l'hanno chiusa ?? Non capisco il nostro governo...
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 5 febbraio 2022 14:13
      +3
      Di che tipo di chiusura possiamo parlare ... 05.02.22, Kursk, guardo con calma DW in TV con una traduzione editoriale in russo ... quindi l'hanno chiusa ?? Non capisco il nostro governo...

      Hanno chiuso l'ufficio, hanno privato i dipendenti DW dell'accreditamento nella Federazione Russa, possono trasmettere. Questa è la prima fase, la coda del gatto viene tagliata in parti.

      Nell'ambito delle misure di risposta annunciate il 2 febbraio in risposta alle azioni ostili della FRG di vietare via satellite e altre trasmissioni del canale televisivo in lingua tedesca RT DE, la parte russa intende attuare prima fase di risposta:
      - chiusura dell'ufficio corrispondente della società televisiva e radiofonica tedesca Deutsche Welle nella Federazione Russa;
      - cancellazione dell'accreditamento di tutti i dipendenti dell'Ufficio russo di Deutsche Welle;
      - cessazione delle trasmissioni satellitari e di altro tipo della società televisiva e radiofonica Deutsche Welle sul territorio della Federazione Russa;
      - avvio da parte delle autorità competenti della Federazione Russa della procedura per l'esame della questione del riconoscimento di Deutsche Welle come testata di massa straniera che funge da agente estero;
      - l'avvio del processo di formazione di un elenco di rappresentanti delle strutture statali e pubbliche della Germania coinvolti nella limitazione della trasmissione di RT DE e in altri modi per esercitare pressioni sull'operatore mediatico russo, al quale sarà vietato l'ingresso nel territorio della Federazione Russa. L'elenco non dovrebbe essere pubblicato.
      Le informazioni sulle fasi successive della risposta saranno pubblicate tempestivamente.

      https://mid.ru/ru/foreign_policy/news/1796909/


      https://www.dw.com/ru/zapret-dw-v-rossii-vyzval-burju-vozmushhenija-v-germanii/a-60652203
  3. E a loro non piace! Quindi loro ragazzi, quindi loro! Con le loro facce! Sì, in faccia!
  4. zloybond Офлайн zloybond
    zloybond (lupo della steppa) 5 febbraio 2022 12:45
    +9
    Resta da chiudere l'Eltsin Center e bloccare Bloomberg.... e poi si deciderà praticamente con Goebels News.
    1. Nicolas Офлайн Nicolas
      Nicolas (Nicola) 5 febbraio 2022 13:53
      +6
      Eltsman-Center è scritto correttamente.
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 5 febbraio 2022 22:53
        -6
        No, non è giusto. Cosa sei, un antisemita?
    2. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
      Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 5 febbraio 2022 22:47
      -6
      Poiché l'Eltsin Center è frutto dell'ingegno dell'attuale presidente, il suo consiglio di amministrazione comprende il capo dell'amministrazione presidenziale e l'attuale ministro della difesa, e le attività di questo centro sono finanziate dall'amministrazione presidenziale, la chiusura dell'Eltsin Center sotto l'attuale governo è molto improbabile.
  5. Andrey S Офлайн Andrey S
    Andrey S (Andrey S) 5 febbraio 2022 13:41
    +4
    Citazione: was-witek
    Di che tipo di chiusura possiamo parlare ... 05.02.22, Kursk, guardo con calma DW in TV con una traduzione editoriale in russo ... quindi l'hanno chiusa ?? Non capisco il nostro governo...

    La stessa Deutsche Welle sul proprio canale youtube ieri (04.02.2022/XNUMX/XNUMX) ha annunciato la sospensione delle trasmissioni:



    Ed ecco un'altra "moglie dell'ufficiale" e dichiara di guardare Deutsche Welle a Kursk. A chi credere? :)
  6. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 5 febbraio 2022 14:12
    0
    questo è un atto puramente simbolico, deterioramento delle relazioni, esacerbazioni, crisi ... un accenno di direzione.
    Non c'è copertura dell'onda, ma fanno cartoni animati fantastici.
  7. wolf46 Офлайн wolf46
    wolf46 5 febbraio 2022 15:53
    +1
    Ricorda molto la situazione con il numero di diplomatici americani nella Federazione Russa: hanno chiuso gli occhi per anni, poi hanno iniziato a ristabilire l'ordine ..
  8. Ulisse Офлайн Ulisse
    Ulisse (Alex) 5 febbraio 2022 17:04
    +2
    Questa è una decisione sbagliata, una decisione inaccettabile per noi. Le autorità russe lo hanno collegato alla decisione dell'autorità di regolamentazione tedesca di vietare all'emittente statale russa RT DE di operare nel Paese per mancanza di una licenza valida, che è completamente estranea al lavoro.Questa è una decisione sbagliata, una decisione inaccettabile per noi. Le autorità russe lo hanno collegato alla decisione dell'autorità di regolamentazione tedesca di vietare all'emittente statale russa RT DE di operare nel paese per mancanza di una licenza valida, che è completamente estranea all'opera di Deutsche Welle in Russia

    ha detto Stano.

    Ora Deutsche Welle in Russia non ha licenza.
    Come possono lavorare in Russia. Signor Stano?? hi
  9. i232323b Офлайн i232323b
    i232323b (Igor) 5 febbraio 2022 17:32
    -4
    RT Deutsch è una società statale, portavoce della Federazione Russa e del Cremlino. Deutsche Welle è una società privata, formalmente in carica. La politica di Berlino non c'entra niente. E dov'è la risposta corretta? Perché non hanno chiuso la compagnia statale tedesca?
    1. Ulisse Офлайн Ulisse
      Ulisse (Alex) 5 febbraio 2022 17:49
      +4
      Deutsche Welle è una società privata, formalmente in carica. La politica di Berlino non c'entra niente. E dov'è la risposta corretta? Perché non hanno chiuso la compagnia statale tedesca?

      Non c'è niente da chiudere.
      Hai notato correttamente che lo spazio dei media tedesco è governato da un luogo completamente diverso.
      Presumibilmente "aziende private".