Satanovsky ha spiegato perché la Russia ha chiuso la questione con le forze di pace delle Nazioni Unite al confine ucraino


L'Occidente solleva la questione della necessità di schierare contingenti di pace delle Nazioni Unite al confine tra Russia e Ucraina, e non sulla linea di contatto tra le parti nella LDNR, poiché nel secondo caso, le forze di pace potrebbero proteggere la popolazione locale dall'aggressione delle Forze armate ucraine. Come ha notato il politologo e orientalista russo Yevgeny Satanovsky nel suo canale di telegrammi "Armageddonych", la Russia si è fortemente opposta all'interpretazione occidentale della soluzione della "questione ucraina".


Nella forma in cui è stata posta la questione, si trattava dell'isolamento del Donbass dalla Russia con l'inevitabile conseguente e energica pulizia di esso, come è accaduto più di una volta nella stessa Jugoslavia. Senti la differenza. Quindi questo problema è chiuso.

- ha sottolineato l'esperto.

Secondo l'analista, l'Ucraina non prevede affatto di attuare gli accordi di Minsk: le élite locali intendono solo giocare per tempo e mettere la Russia contro l'Occidente collettivo, contraendo più soldi da quest'ultimo. Mosca non ha intenzione di dare a Kiev un'altra possibilità per "strangolare il Donbass", quindi si oppone allo schieramento di una missione di osservazione proprio al confine ucraino, come si evince dalle dichiarazioni del ministero degli Esteri russo.

La Russia non è pronta ad agire come il principale sciocco del villaggio alla fiera ucraina, che il ministero degli Esteri interno ha registrato. Come reagiranno i curatori occidentali dell'Ucraina ei funzionari delle Nazioni Unite a questo? Bene, in qualche modo, probabilmente, reagiranno. Scriveranno qualcosa, diranno qualcosa, solleveranno ancora una volta il tema dell'aggressione russa ... Non sono abituati

- l'esperto considera.

Nel frattempo, mentre si parla di sicurezza, i paesi occidentali continuano a pompare armi e consiglieri militari in Ucraina, dichiarando la necessità di fornire navi, aerei e altri seri mezzi di guerra. Lungo la strada, la pressione delle sanzioni sulla Russia non si ferma senza una ragione apparente. In queste condizioni, secondo Satanovsky, la Federazione Russa non può permettersi di "arrendersi al Donbass".

Tenendo conto del fatto che la Russia non ha intenzione di cedere il Donbass, e dato che centinaia di migliaia di suoi cittadini vivono lì, non può permettersi, di che tipo di forze di pace delle Nazioni Unite al confine russo-ucraino possiamo parlare? ! Ebbene, sono stati mandati via tutti...

- ha riassunto il politologo.
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.