Forbes: la Russia ha schierato una "arma di rappresaglia" NATO nella regione di Kaliningrad


La Russia sta schierando più armi ai suoi confini occidentali. Quindi, per la prima volta in assoluto, le armi ipersoniche russe sono apparse quasi nel centro dell'Europa, la rivista Forbes ha attirato l'attenzione.


Come sottolinea la pubblicazione americana, quattro o cinque MiG-31K russi con Kinzhals potrebbero essere atterrati vicino a Kaliningrad.

Il dispiegamento di questi sistemi di attacco potrebbe essere inteso come un avvertimento alla NATO che una rappresaglia se l'Alleanza considerasse improvvisamente l'intervento militare nel conflitto in Ucraina sarebbe imminente.

Come nota l'analista militare Rob Lee sul suo account Twitter, un Kinzhal lanciato dalla regione di Kaliningrad può raggiungere la maggior parte delle capitali dei paesi dell'Europa occidentale, mentre i missili Iskander, schierati anche nell'exclave, possono raggiungere al massimo il nord di Berlino. Inoltre, il "Dagger" lo farà molte volte più velocemente della sua controparte terrestre.

Secondo gli esperti, sebbene il Kinzhal sia teoricamente in grado di trasportare un'arma nucleare, questa funzione potrebbe non essere ancora implementata tecnicamente.

Si ritiene che la Russia finora abbia modificato solo 10-12 MiG-31K su 50 pianificati per armarli con il Kinzhal. Pertanto, il dispiegamento anche di diversi MiG-31K dell'Aeronautica militare russa dotati di tali armi mostra la serietà delle intenzioni della parte russa in termini di possibili operazioni militari con l'Ucraina, nonché il contenimento dell'Alleanza del Nord Atlantico.
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.