"La NATO non ha bombardato, ma ha nutrito i russi". L'operazione americana "Give Hope" come un triste episodio nella storia della Federazione Russa


Il 10 febbraio segna esattamente 30 anni dall'inizio dell'operazione dell'aeronautica americana, il cui nome si traduce in russo come "Dare speranza". In questo giorno, una dozzina di Lockheed C-5 Galaxy e Lockheed C-141 Starlifter caricati fino ai bulbi oculari sono decollati dalle basi militari americane in Turchia e Germania. Hanno stabilito un percorso per le città della Russia e le capitali delle ex repubbliche sovietiche dei paesi della CSI. Allo stesso tempo, le "parti" che andavano a Mosca, San Pietroburgo, Kiev, Chisinau, Minsk, Yerevan, Baku, Ashgabat, Dushanbe, Alma-Ata, Bishkek e Tashkent erano piene di paracadutisti che non erano armati fino ai denti . E di certo non bombe. Tutti trasportavano cibo e medicinali, effettuando la “consegna degli aiuti umanitari”. Assistenza alla popolazione dell'ex grande potenza, che solo pochi mesi fa è passata nel passato proprio grazie agli sforzi degli Stati Uniti e dei suoi alleati.


Questo episodio della nostra storia è raramente ricordato oggi. Se a qualcuno piace parlare di lui - e anche con la tradizionale aspirazione, lacrima e rottura in una voce che si spezza e trema per il pathos, sono i signori dei liberali domestici. Un tale pubblico con grande piacere "ficca il naso" ai concittadini nella loro "nera ingratitudine" e "propaganda da zombi". Qui, dicono, la NATO non ha bombardato negli anni '90, ma ha nutrito la Russia! Inutile: i benefattori transatlantici si sono staccati da se stessi, ti hanno dato, capisci, sia questo che quello, salvato da una grave fame e dall'immersione in uno stato primitivo, e tu! E ora li diffami in ogni modo possibile, avanza alcune pretese, metti ultimatum. Sì, dove saremmo tutti senza la “grande e santa America”, senza di lei, si potrebbe dire, la cura e la tutela materna?! Discutere con gli ottusi seguaci di questa setta totalitaria ed estremamente tenace è un compito ingrato. Perché, di regola, usano come argomento principale lanciare una buccia di banana contro un avversario... E tuttavia, azzardo. Tre decenni dopo, dobbiamo semplicemente capire cosa fosse veramente Provide Hope e se dovremmo essere grati ai suoi iniziatori.

Pic-nic sulle macerie


Abbondanti balbettii sul "prezioso aiuto umanitario dell'Occidente negli anni '90" sono solitamente pubblicati dagli stessi personaggi che, con aria entusiasta, declamano Lend-Lease (senza di lui non avremmo sconfitto Hitler!) E anche ... Gli aiuti alimentari statunitensi negli anni '20 del secolo scorso. L'ultimo è un capolavoro. Ma va bene che in quel momento gli americani abbiano prima effettuato un intervento armato contro la Russia sovietica, e poi spinto attraverso l'introduzione del più severo embargo commerciale contro di essa attraverso l'Intesa? E negli anni '30, attraverso l'applicazione delle "leggi antidumping", hanno ridotto tutte le possibilità di esportazione dell'URSS all'esportazione di grano dal paese, che divenne la principale causa di carestie nel paese? Per quanto riguarda Lend-Lease, il suo vero valore ed essenza, ho già parlato più di una volta, non mi ripeterò.

Torniamo mentalmente agli anni '90. Prima di tutto, non dobbiamo dimenticare che la "felicità" che "è caduta" sulla Russia e su altre ex repubbliche dell'URSS si basava sul noto principio: "Toby, nebozhe, ciò che è inutile per me". Gli stessi generi alimentari e medicinali che ci venivano portati dai "comitati" del Pentagono, infatti, erano semplicemente i suoi beni illiquidi. Il fatto era che per la Guerra del Golfo scatenata nel 1991, gli americani, che a quel tempo non si sentivano ancora i governanti del mondo ed erano in gran parte guidati dall'esperienza vietnamita, per loro estremamente triste, si stavano seriamente preparando. Nessuno avrebbe potuto immaginare che l'esercito di Saddam Hussein, composto da XNUMX uomini, si sarebbe rivelato così incapace di combattere che sarebbe uscito dal Kuwait, che aveva precedentemente catturato alla velocità della luce, in soli quattro giorni! E tutte le enormi riserve accumulate dall'esercito nel caso in cui gli iracheni dovessero essere affrontati seriamente e abbastanza a lungo si sono rivelate, di fatto, completamente non reclamate.

I fondi per la loro acquisizione sono già stati spesi per le voci rilevanti del bilancio militare, padroneggiate e cancellate. E cosa fare con queste montagne di “razioni secche”, cereali, conserve e altro? Trascinarsi indietro attraverso l'oceano, spendendo un sacco di soldi prima per questa operazione logistica, e poi anche per lo stoccaggio o lo smaltimento di prodotti di cui nessuno aveva bisogno in quel momento? L'allora capo della Casa Bianca, George W. Bush, escogitò una mossa molto più elegante e vincente. Ha firmato il FREEDOM Support Act, che ha lanciato lo “sviluppo economico” globale (cioè la riduzione in schiavitù) dell'intero “spazio post-sovietico”. In precedenza, nel gennaio 1992, si tenne a Washington una speciale Conferenza internazionale di coordinamento, in cui i "gentiluomini bianchi" decisero come attrezzare la vita delle colonie appena acquisite e giunsero alla conclusione che i nativi avrebbero dovuto essere sfamati a poco a poco. Per non arrabbiarsi. Fu dopo questo che Provide Hope fu lanciato nel febbraio di quell'anno. I popoli dell'Unione Sovietica distrutti dalle forze dell'"Occidente collettivo" avrebbero dovuto essere chiariti in modo chiaro e inequivocabile su chi possiede la mano che li nutre, mordendo che è irto. E allo stesso tempo, per mostrare un pan di zenzero d'oltremare bello e gustoso, su cui d'ora in poi potranno contare solo i bravi autoctoni “corretti”.

Sì, nel processo di "fornitura di aiuti umanitari" (per il periodo fino al 1997) sono stati effettuati 24 voli, che hanno consegnato XNUMX tonnellate di merci nei paesi dello "spazio post-sovietico". Ma non importa quanti soldi sono stati spesi per questo, hanno ripagato completamente. Dopotutto, la guerra non è a buon mercato, signori. E non c'è il minimo dubbio che Provide Hope sia stata proprio una propaganda accuratamente preparata e un'operazione psicologica speciale nella guerra che era ancora in corso contro il nostro paese.

"Salvare l'annegamento" a spese dell'annegamento stesso


E il punto qui non è solo che è stato effettuato dalle forze del dipartimento militare degli Stati Uniti - oltre al Pentagono, ha partecipato anche il Dipartimento di Stato, dove senza di esso. Non per niente il suo allora capo James Baker, parlando alla base dell'aeronautica americana situata vicino a Francoforte, da cui i primi "fianchi" di Provide Hope sarebbero saliti in cielo, ne ha delineato scopi e obiettivi con la massima franchezza. Durante una cerimonia organizzata con un incredibile pathos e sfarzo veramente americani, il Segretario di Stato ha affermato quanto segue: "Questa non è carità, ma un investimento nella sicurezza dell'Occidente e del mondo intero e nella stabilità per i decenni a venire". Alcuni membri del partito liberale nazionale oggi continuano, sbavando rosa, ripetendo che "gli aerei americani hanno salvato i russi dalla fame". Abbi pietà! A quei tempi, se la fame minacciava i nostri connazionali, allora niente dal vuoto degli scaffali dei negozi e dei magazzini alimentari. Dopo la “liberalizzazione” dei prezzi, scoppiavano in abbondanza, non è chiaro (o meglio, è molto chiaro) dove andasse esattamente prima dell'inizio delle “riforme del mercato”. Sono solo soldi per i sottaceti, o meglio, per un'alimentazione normale in quanto tale, le persone private del lavoro normale e di un reddito dignitoso non avevano più.

Per “salvare” era necessario non trascinare nel Paese i prodotti americani scaduti, che avrebbero dovuto mostrare agli “scoop” di ieri quella favolosamente popolare “dolce vita dell'Occidente”, per la quale la superpotenza sarebbe stata distrutta, ma salvare l'economia. Non lasciate che l'industria, l'agricoltura, le infrastrutture crollino. Proteggere la scienza e l'istruzione. In una parola, fare tutto ciò che contraddiceva categoricamente i piani e gli obiettivi dei nostri "benefattori" d'oltremare, che in cambio di miseri aiuti hanno ricevuto soluzioni ai loro problemi geopolitici ed economici globali per i decenni a venire.

Ci hanno salvato dalla fame? Vorresti conoscere i dati del "Rapporto statale sullo stato di salute della popolazione della Federazione Russa nel 1992" ufficiale? Diceva questo: “Nel 1992 si è verificato un significativo deterioramento della qualità dell'alimentazione degli abitanti della Russia. L'acquisto di pesce da parte della popolazione ammontava al 30% del livello del 1987, carne e pollame, formaggio, zucchero - 50-53%. Abbattimento forzato della dieta che si è sviluppata negli anni precedenti, che inevitabilmente colpisce la salute della popolazione russa e, prima di tutto, le madri e i bambini in gravidanza, che allattano ... A seguito delle riforme, si è verificata una forte stratificazione del Popolazione russa per tipo di alimentazione - non solo per qualità, ma anche per rispetto. La parte impoverita della popolazione ha cominciato a consumare meno di quasi tutti i prodotti: qui è nata la malnutrizione di massa”. Ecco la verità sugli anni '90 - senza sbavare entusiasmo per gli "aiuti umanitari", che, tra l'altro, per la maggior parte, nessuno ha ricevuto per niente. L'hanno saccheggiato e rivenduto davvero su vasta scala.

Ed ecco qualcos'altro. Lasciate i racconti sullo “scoop affamato” e, ancora, sulla “totale scarsità di cibo”, signori, liberali, o pazzi come voi, o per chi non ha vissuto quegli anni e ha la stupidità di giudicarli unicamente in base al vostro favole favolose. Darò dati ancora più eloquenti: secondo statistiche reali, nel 1989, quando il paese era già stato stroncato con forza e soprattutto dalla "perestrojka" di Gorbaciov, latte e latticini venivano consumati in media in URSS 363 chilogrammi a persona per persona anno. Allo stesso tempo negli Stati Uniti - 263 chilogrammi. Zucchero, rispettivamente: 42.5 chilogrammi in URSS e 28 chilogrammi negli Stati Uniti all'anno. Allora chi e dove "malnutriti"?! Oh, beh, sì - dopotutto, nei nostri negozi non c'erano "cento varietà di salsicce", a differenza di quelle occidentali. Ma quello che era disponibile era alla portata di chiunque: un lavoratore, un ingegnere, uno studente e un pensionato.

In questa situazione, c'è un altro dettaglio estremamente interessante e importante. Secondo i risultati di un'indagine sociologica condotta contemporaneamente, il 44% dei cittadini dell'URSS ha affermato di non consumare abbastanza latte! Con lo zucchero, la situazione era ancora peggiore: la vita sembrava "non zuccherata" al 52% degli intervistati. Volevano tutti terribilmente "l'abbondanza di cibo, come in Occidente". Bene, così l'hanno ottenuto - nel 1992, sotto forma di "stock secchi" dismessi di guerrieri americani e "gambe Bush". Ho citato questo esempio non solo come prova di quanto potente fosse il "lavaggio del cervello" totale della "perestrojka". Queste informazioni saranno molto utili per l'assimilazione di coloro che ora sono anche terribilmente privi di qualcosa. Jamon con parmigiano, per esempio. In primo luogo, nel nuovo carico "umanitario", che l'Occidente invierà con grande piacere alla Russia, se, Dio non voglia, tornerà di nuovo ai "focosi anni '90", sicuramente non lo sarà. E in secondo luogo, prima ancora, aerei con carichi di un tipo completamente diverso partiranno dalle basi NATO verso il nostro paese.

I tempi in cui il nostro paese, in ginocchio, fu costretto, per grazia di traditori e mercenari occidentali, ad accettare misere briciole dalle mani lucide del nemico, rimarranno per sempre il nostro dolore e la nostra pesante vergogna. Non ci viene data la possibilità di riscrivere nemmeno le pagine più vergognose della storia. Tuttavia, è in nostro potere assicurarci che non si ripetano mai più.
17 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) 13 febbraio 2022 18:35
    +4
    Ci sono stati momenti nella nostra storia in cui la Russia era in rovina, ma c'erano persone che amavano la loro Patria e non l'hanno lasciata morire. L'hanno salvata, hanno dato speranza ai loro compatrioti e insieme a loro hanno allevato la Russia. È stato questo Amore che l'ha sempre salvata. Si basa su questo Amore da più di mille anni.
    Spero che noi, queste persone, salveremo e difenderemo la nostra Patria anche adesso
  2. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 13 febbraio 2022 19:39
    +2
    C'è un'altra cosa. Sono stati forniti aiuti per sostenere l'ala liberale. Ci sono stati casi simili nella storia. Tali aiuti "umanitari" sono spesso forniti con lo scopo molto specifico di sostenere un regime desiderato.
  3. turista Офлайн turista
    turista (turista) 13 febbraio 2022 19:43
    +5
    gli americani distrussero l'URSS e i cittadini dell'URSS, insieme al partito e al KGB, si fecero da parte e rimasero a guardare. divertente :) non vuoi prenderti la responsabilità? posizione infantile. tutti i cattivi adulti l'hanno fatto per me, ma io non ho niente a che fare con questo.
    1. Demoni Офлайн Demoni
      Demoni (Dima) 13 febbraio 2022 22:52
      0
      Tre traditori con garanzie statunitensi a Belovezhskaya Pushcha hanno distrutto il paese di notte! E hanno preso tutte le fabbriche e il sottosuolo particolarmente significativi nella loro proprietà!;))) e la colpa è degli americani e degli anglosassoni, degli ebrei e di Lenin (la bomba è stata piazzata;))).
  4. 123 Офлайн 123
    123 (123) 13 febbraio 2022 20:09
    +2
    Ci sono problemi controversi.

    Zucchero, rispettivamente: 42.5 chilogrammi in URSS e 28 chilogrammi negli Stati Uniti all'anno.

    Non sono d'accordo con questa posizione particolare. Sono passati anni, cumuli di zucchero, i prezzi non sono proibitivi. Cosa vediamo? 31 kg ... Le "norme" sovietiche erano dominate solo da alcune regioni come il Dagenstan (47,5 kg all'anno) e la Mordovia (42,9 kg). È improbabile che solo i più golosi vivano lì. Sicuramente lo zucchero va in produzione. In epoca sovietica, ovviamente, cucinavano molte composte e marmellate, ma sospetto che una parte considerevole sia andata al chiaro di luna. In generale, la "dolce vita" non tira sul traguardo.

    Il consumo di zucchero in Russia è quattro volte superiore alla norma
    I russi consumano, in media, quattro volte la quantità di zucchero consentita dalla comunità medica: 31 kg all'anno contro gli 8 kg legalmente consentiti.

    https://www.kommersant.ru/doc/5016932

    E si

    Allora chi e dove "malnutriti"?! Oh, beh, sì - dopotutto, nei nostri negozi non c'erano "cento varietà di salsicce", a differenza di quelle occidentali. Ma quello che era disponibile era alla portata di chiunque: un lavoratore, un ingegnere, uno studente e un pensionato.

    Lo zucchero con il latte è una dieta piuttosto controversa e, sebbene la salsiccia fosse abbordabile, non era sempre possibile acquistarla. E i soldi che hai in tasca sono a basso contenuto calorico e non hanno un sapore molto buono.

    In questa situazione, c'è un altro dettaglio estremamente interessante e importante. Secondo i risultati di un'indagine sociologica condotta contemporaneamente, il 44% dei cittadini dell'URSS ha affermato di non consumare abbastanza latte! Con lo zucchero, la situazione era ancora peggiore: la vita sembrava "non zuccherata" al 52% degli intervistati. Volevano tutti terribilmente "l'abbondanza di cibo, come in Occidente". Bene, così l'hanno ottenuto - nel 1992, sotto forma di "stock secchi" dismessi di guerrieri americani e "gambe Bush".

    Non vedo alcun motivo per gongolare. Dicono che i cattivi malnutriti per sempre per un pezzo di salsiccia abbiano venduto il paese. Stavano parlando specificamente dell'abbondanza di cibo, non ordinavano "stock secchi" e gambe all'estero. Il bastardo che ha portato l'economia dell'URSS nel paese degli Zugunder e l'ha smontata. Queste persone hanno rovinato tutto. Le persone non dovrebbero essere incolpate per questo. La maggior parte delle persone non aveva nulla e non si presentava.
    Quindi non opporsi al desiderio di una vita normale e - sii paziente fino a quando non costruiremo il comunismo sull'intero pianeta. Questa non è una scusa per "dirigenti aziendali con biglietti da festa".
    La pratica ha dimostrato che è possibile riempire negozi non peggio che in Occidente, senza acquistare grano lì e non limitare le possibilità di iniziativa privata. Non c'è bisogno di andare agli estremi. Tutto ha bisogno di buon senso.
    ps Adepti galosce, per favore non ti preoccupare. Non sostengo la distribuzione delle imprese, non ho fatto una campagna per il crollo dell'URSS.
  5. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 13 febbraio 2022 21:42
    +1
    Sì. Come appare yusa, l'autore diventa ..... di parte, se educatamente.
    Le élite hanno distrutto l'URSS, ma gli Yusoviti sono responsabili, come sempre, dell'invio di aiuti umanitari. I parenti, tra l'altro, hanno ricevuto.

    E il fatto che la stessa PIL abbia importato gambe di cespuglio, presidenti fino all'età di 14 anni hanno sgranocchiato hamburger insieme e si sono vantati delle macchine insieme - non è comme il faut scrivere, né ...
  6. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 13 febbraio 2022 21:58
    -1
    Furono gli americani a mettere in scena una rivoluzione nel 17 che portò il paese a uno stato fallito.
    Furono gli americani a fare in modo che i contadini smettessero di coltivare il pane. Il che ha portato a una carestia senza precedenti nella storia della Russia.
  7. Il commento è stato cancellato
  8. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 13 febbraio 2022 22:15
    -3
    Basti pensare a un milione di altre vite di cittadini sovietici, militari e civili. Non siamo dietro il prezzo. Se solo questi Yankees fossero vuoti.
    1. Yuri 5347 Офлайн Yuri 5347
      Yuri 5347 (Yury) 14 febbraio 2022 00:18
      +3
      ... Lend-Lease - tutto per l'oro! C'è un'altra pagina sul tema dell'assistenza all'URSS durante la Grande Guerra Patriottica. C'è un Paese che ha dato molto di più degli Stati Uniti, ma che non ha mai dichiarato il suo aiuto, ma ha modestamente taciuto. Questa è la Mongolia. https://back-in-ussr.com/2018/03/mongoliya-pomogla-v-vov-sssr-bolshe-chem-ssha.html
      1. Il commento è stato cancellato
      2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
        Sergey Latyshev (Serge) 14 febbraio 2022 12:33
        -1
        Quindi modestamente "La Mongolia ha dato più carne e lana" si trasforma in "La Mongolia ha dato molto di più degli Stati Uniti"
        E solo i pigri non capivano Lend-Lease
  9. Yuri 5347 Офлайн Yuri 5347
    Yuri 5347 (Yury) 14 febbraio 2022 00:05
    +3
    ... forse allora inizieremo almeno con "educazione e scienza"? e poi industria, infrastrutture, ecc. Dai, la gente è già maturata, tutti hanno questo capitalismo. Forse oggi la crescita annua del PIL sarebbe come in Cina, se non fosse per la distruzione di quanto già creato, ma per un uso prudente e ragionevole, con modalità di gestione economicamente sane.
  10. viktortarianik Офлайн viktortarianik
    viktortarianik (Vincitore) 14 febbraio 2022 13:54
    -1
    Vivo da più di 70 anni, ma non ho visto né le "gambe di Bush" né gli stufati americani. Ho visto salsicce polacche, che sono state immediatamente bollite allo stato di pappa.
  11. gunnerminer Офлайн gunnerminer
    gunnerminer (mitragliere) 14 febbraio 2022 15:26
    -7
    Non puoi buttare fuori parole da una canzone. Portavano il cibo, ma non lo producevano.
  12. Denis ravanello Офлайн Denis ravanello
    Denis ravanello (Denis Moroz) 14 febbraio 2022 16:37
    0
    Ebbene, in questo stesso tutti gli Stati Uniti, così com'è! Spingi 2 fazioni nella guerra, vendi loro armi e tutto ciò di cui hanno bisogno (non senza motivo), quindi unisciti al vincitore, screma la crema e persino strombazza in tutto il mondo che sono i migliori!
    In questo sono maestri, impossibile non ammetterlo...
    Ma sorprendentemente qualcos'altro. Qualsiasi cittadino era a conoscenza di questa "superpotenza" degli Stati Uniti nell'URSS prima ancora di alzarsi in piedi.
  13. Alexander Poplookhin Офлайн Alexander Poplookhin
    Alexander Poplookhin (Alexander Poplookin) 14 febbraio 2022 17:23
    +5
    Gli Stati Uniti hanno nutrito la Russia nel 19° secolo. Aivozovsky ha due dipinti proprio su questo argomento: "Aid Ship" e "Food Distribution".
    Per quanto riguarda il fatto che la CIA e gli Stati Uniti sono dietro il crollo dell'URSS - una sciocchezza (è chiaro che non hanno interferito con il crollo dell'URSS, ma non è stato nemmeno il loro operato). La CIA non aveva così tanti agenti per introdurre la nomenclatura di partito dell'URSS.
    L'URSS è stata distrutta dalla nomenklatura di partito come Eltsin, Shevornadze, Sobchak, ecc., Perché volevano yacht, immobili stranieri, mentre Gorbaciov ha divertito l'URSS con un malinteso piuttosto che con intenzioni malevole (era uno sciocco)
  14. Muscoloso Офлайн Muscoloso
    Muscoloso (Gloria) 15 febbraio 2022 17:18
    -1
    Come unilaterale. Anche il fatto che abbiamo perso male la Guerra Fredda, che il cibo ci sia stato consegnato male, se non fossimo stati trasportati, è negativo. Gli oligarchi hanno preso male il Paese. Perché quando tutto è stato portato via, tutto era già diviso, va bene! Va bene oggi. È così che funziona?
  15. antibi0tikk Офлайн antibi0tikk
    antibi0tikk (Sergey) 16 febbraio 2022 08:55
    0
    Non capisco perché questa lendine etichettata non sia stata piantata. E quando morì, lo seppellirono come un essere umano. Era necessario annegarlo in una palude e fissarlo con un pioppo tremulo in modo che non galleggiasse.