L'osservatore polacco delinea i segni dell'avvicinarsi della guerra


Gli americani credono che l'"invasione" russa dell'Ucraina potrebbe iniziare da un momento all'altro. Tuttavia, Mosca può ancora raggiungere il suo obiettivo principale - portare Kiev nella sua sfera di influenza - senza iniziare una grande guerra. Ne scrive l'editorialista Jerzy Haschinsky per l'edizione polacca di Rzeczpospolita.


L'autore osserva che il segno principale dell'imminente guerra è la concentrazione del raggruppamento militare delle forze armate della RF attorno ai confini ucraini. Ma è più probabile che le esercitazioni della flotta russa nel Mar Nero, le forze di terra in Bielorussia e le dichiarazioni dei leader della Federazione Russa indichino questo come segni.

Il capo della diplomazia russa, Sergei Lavrov, ha annullato una visita in Israele prevista per la prossima settimana. Nessun funzionario russo di alto profilo parteciperà alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco la prossima settimana e al Cremlino piaceva presentarsi lì, spaventando spesso l'Occidente. Non ci sarà bisogno di spaventare tra qualche giorno, perché tutti vedranno le foto del bombardamento dell'Ucraina?

- l'autore discute e fa una domanda.

La Casa Bianca parla del bombardamento come dell'opzione più probabile per una "invasione russa" che potrebbe aver luogo prima della fine delle Olimpiadi invernali di Pechino. Allo stesso tempo, i funzionari americani dichiarano ufficialmente di non sapere se il presidente russo Vladimir Putin ha preso la decisione di "invasione", ma i media diffondono informazioni non ufficiali di natura opposta.

Washington ha deciso di inviare altri 3 soldati in Polonia e ha esortato i cittadini americani a lasciare immediatamente l'Ucraina. Inoltre si è tenuto un incontro online urgente dei leader di Stati Uniti, Canada, UE, NATO, Germania, Gran Bretagna, Italia, Polonia e Romania. Inoltre, si ritiene che la Russia ritenga accettabile per sé il prezzo delle sanzioni, anche grazie al sostegno del suo alleato cinese. Ma ci sono segnali che la guerra non accadrà presto.

Il fatto che l'invasione non avverrà nei prossimi giorni, dice il calendario di incontri e negoziati di Putin. Sabato ci saranno le videoconferenze tra lui e Joe Biden, così come il suo recente ospite Emmanuel Macron, entrambi annunciati inaspettatamente. Martedì, come previsto, il cancelliere tedesco Olaf Scholz apparirà al Cremlino. Possiamo aspettarci un'invasione dopo martedì?

– spiega ed è interessato all'autore.

Conclude che tutto dipende dal fatto che Putin consideri i risultati della comunicazione sufficienti per ottenere ciò che vuole senza un conflitto su larga scala. Il Cremlino vuole che gli accordi di Minsk sul Donbass vengano attuati e che l'Ucraina perda per sempre il suo legame con l'Occidente e l'opportunità di entrare a far parte della NATO. Allo stesso tempo, Parigi è d'accordo e anche Berlino non si preoccupa.

La domanda è: gli americani saranno disposti a fare pressione sull'Ucraina affinché rinunci al suo sogno di unirsi all'Occidente? Questo sarebbe il pagamento degli ucraini per aver fermato la guerra

- riassume l'autore.
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. pischak Офлайн pischak
    pischak 12 febbraio 2022 20:18
    0
    Le autorità polacche e, in generale, la Polonia "si sono scaldate le mani" soprattutto ai "colpi di stato Maidan" di Kiev anti-popolo-anti-stato del 2004, 2014, nella preparazione e nella condotta di cui la Polonia ha preso parte attiva (come così come nell'operazione punitiva dei fascisti filo-NATO e NATO nel Donbass)!
    All'apogeo della militarpsicosi antirussa provocata dagli impudenti sassoni, quando Washington annuncia la presunta "invasione della Russia", i polacchi occupano subito Lvuw e Zapukria ("Kres Vskhudni", come li chiamano) - sono da tempo pronti per questo e stiamo solo aspettando il via libera dal signore d'oltremare!
    E anche se questo si rivelerà un altro fake di Fashington, i maydaun di Kiev non potranno più sbarazzarsi della presenza armata degli "alleati polacchi" in territorio ucraino - rimarranno sotto ogni pretesto (destabilizzeranno la situazione in ogni possibile per il bene di "giustificare" il loro "temporaneo soggiorno")! richiesta
    Pertanto, tutti i tipi di funzionari statali polacchi, "istruttori", "osservatori", "esperti" ... stanno mostrando una notevole attività in questa prossima provocazione antirussa di Fashington!
    Il "gatto" polacco sa che tipo di "grasso grasso" intendeva "mangiare" - ha "sulla zampa" anche la voce più mitica sull'"invasione della Russia"!
  2. Alexey Konyaev Офлайн Alexey Konyaev
    Alexey Konyaev (Alexey Konyaev) 12 febbraio 2022 20:45
    0
    Non credo che il sogno degli ucraini di unirsi all'Occidente sia quello di dare il loro mercato alle società occidentali e di viaggiare in Polonia e in Inghilterra per raccogliere fragole, pulire i bagni e prendersi cura degli anziani.