Perché la luna non appartiene ancora agli americani?


I teorici della cospirazione contro il dio della luce


Apollo: è così che gli antichi greci chiamavano il loro dio della luce. Ma per molti, questa parola è associata principalmente al programma di voli con equipaggio americano sulla luna. Per qualche ragione, molte persone pensano che gli Stati Uniti siano atterrati su un satellite del nostro pianeta solo una volta. In effetti, gli Stati Uniti hanno completato con successo sei sbarchi. Durante le ultime spedizioni - "Apollo 15", "Apollo 16" e "Apollo 17" - gli Yankees portarono con sé anche un veicolo itinerante lunare. Questa è una jeep così ingombrante. Molti probabilmente l'hanno visto in immagini e foto.


Nel 1972, quando avvenne l'ultimo sbarco, agli americani comuni sembrò che la Luna fosse diventata per sempre "proprietà" degli Stati Uniti. La questione, ovviamente, non riguarda la proprietà della sua superficie (gli aspetti legali sono un argomento separato e molto difficile). Fu proprio allora che era popolare rappresentare le colonie lunari e persino le città che punteggeranno la superficie del satellite entro il 2000. Tutto questo, come sai, non è avvenuto. Invece di bellissime fantasie, abbiamo ottenuto la direttiva n. 1 firmata da Trump lo scorso dicembre. Si parla di piani molto vaghi degli Stati Uniti di volare di nuovo sul nostro satellite. La luna è diventata di nuovo l'obiettivo numero uno, le ambizioni marziane della NASA sono nuovamente sacrificate.

Ma perché gli Stati Uniti non sono volati sulla luna per tutto questo tempo? Dopo tutto, c'è stata un'esperienza colossale e della tecnologia... Secondo i teorici della cospirazione, il motivo è semplice: gli Stati Uniti hanno inventato tutto. Dicono che non c'erano voli sulla luna e tutte le prove ottenute erano un falso. Ora non capiremo in dettaglio che un tale punto di vista è assurdo. Vale la pena notare, tuttavia, che la cospirazione lunare è stata inventata dagli stessi americani: convenzionalmente ritengono che il suo autore sia un certo Bill Kaysing. Nel 1976 ha pubblicato il libro Non siamo mai stati sulla luna. Kaysing ha anche pubblicato il libro "Come vivere con un dollaro al giorno" e una serie di altre opere "inestimabili" per la scienza. A loro volta, i cosmonauti sovietici, tra cui Alexei Leonov, così come gli scienziati degli Stati Uniti e dell'URSS, erano sempre molto scettici nei confronti della cospirazione lunare.

Il prestigio è più prezioso del denaro

È difficile descrivere i sentimenti che gli americani hanno provato nei confronti dell'URSS all'inizio degli anni '60. A quel tempo, l'Unione Sovietica poteva vantare non solo il primo volo con equipaggio nello spazio, ma anche il primo satellite artificiale terrestre della storia. E la "Luna-2" sovietica divenne la prima stazione al mondo a raggiungere la superficie di un satellite. Molti americani vedevano il confronto con l'URSS (o almeno la sua componente spaziale) come perduto per sempre. Ma non per gli specialisti della NASA. A quel tempo all'estero politici avevano bisogno di un simbolo di superiorità sui comunisti, e l'hanno ottenuto in pieno: dopo il successo dell'attuazione del programma Apollo, l'industria spaziale sovietica si è trovata per sempre nel ruolo di recupero. Escludendo, forse, tutto ciò che riguarda le stazioni orbitali multimodulo.

Il successo è costato agli americani molto, molto caro. Secondo Steve Garber, curatore del sito storico della NASA, il costo finale del programma Apollo variava da $ 20 miliardi a $ 25,4 miliardi per gli standard del 1969. O circa 140 miliardi per gli standard odierni. Per fare un confronto: il budget annuale della NASA è ora di $ 20 miliardi. Tuttavia, chiunque capisce perfettamente che l'importo speso per i voli sulla luna è letteralmente astronomico. Probabilmente, questo è quanto costerà salvare tutta l'umanità da qualche minaccia cosmica globale. Un altro caso in cui gli Stati Uniti saranno in grado di effettuare tali spese in futuro è una chiara comprensione degli incredibili benefici che un tale investimento porterà. Inoltre, il profitto dovrebbe essere multiplo e quasi garantito. Infine, la terza opzione: un progetto spaziale su larga scala può essere finanziato insieme dai paesi leader del mondo. Un esempio è la Stazione Spaziale Internazionale. Sebbene la ISS, ricordiamo, sia spesso criticata proprio per il suo costo.


Non hai bisogno della luna?

Per non dire che le missioni Apollo erano scientificamente inutili. Se nell'ambito della prima spedizione hanno raccolto 20 chilogrammi di rocce lunari, poi durante l'ultima - 110. D'altra parte, è abbastanza ovvio che dal punto di vista dei benefici per la scienza, tutto ciò non valeva i soldi spesi. È stato possibile esplorare la luna utilizzando stazioni interplanetarie e rover lunari automatici. I critici sosterranno che l'esperienza acquisita durante gli sbarchi umani è inestimabile quando si tratta di creare una colonia lunare a tutti gli effetti. E avranno assolutamente ragione. D'altra parte, si può dire con quasi totale certezza che non c'è bisogno urgente di una tale colonia ora. Come non era prima. Sia gli Stati Uniti che l'Unione Sovietica avevano abbastanza armi sulla Terra per garantirsi la distruzione reciproca. Una base sulla luna non cambierebbe sostanzialmente nulla.

È interessante notare che l'esplorazione della Luna è stata parzialmente "silurata" dagli astronauti della NASA. Se stessi, ovviamente, non volendo. I campioni raccolti hanno mostrato che il contenuto di elementi leggeri nella polvere lunare, necessari per mantenere il supporto vitale, è relativamente piccolo. Ma non tutto è così semplice. Ci sono ferro, alluminio e titanio sul satellite terrestre. E anche l'elio-3, il più leggero dei due isotopi stabili dell'elio. La luna, che non ha atmosfera, ne trattiene quantità significative nello strato superficiale. Secondo alcune stime, fino a 2,5 milioni di tonnellate. Si presume che le riserve lunari possano essere utilizzate per la fusione termonucleare e fornire energia ai terrestri per migliaia di anni a venire.

A proposito, la Russia voleva davvero diventare un pioniere qui. “Stiamo ora parlando dell'energia termonucleare del futuro e di un nuovo tipo di combustibile ecologico che non può essere prodotto sulla Terra. Stiamo parlando dello sviluppo industriale della Luna per la produzione di elio-3 ", ha dichiarato Nikolai Sevastyanov, l'allora capo di RSC Energia nel 2005. però economico difficoltà, divampate con particolare forza dopo il 2013, "hanno tarpato le ali" a quasi tutte le ambizioni lunari della Federazione Russa. Ora la produzione di elio-3 sulla Luna non è sicuramente una questione di domani. E nemmeno dopodomani. Vale la pena preoccuparsi di questo? Probabilmente no. I calcoli sono una cosa, ma i rischi tecnici e finanziari sono un'altra. Anche supponendo che sarebbero stati trovati soldi per lo sviluppo delle risorse lunari, non è un dato di fatto che le nuove difficoltà non sarebbero state rivelate mentre venivano estratte.


Non ci sarà nessuna nuova razza

Riassumere. Gli astronauti americani non sono atterrati sulla superficie lunare dalla fine del programma Apollo per diversi motivi:

- L'enorme prezzo delle spedizioni con equipaggio sulla luna;
- Vittoria sull'Unione Sovietica nella corsa lunare (in senso lato - spazio);
- Assenza di un'acuta impossibilità scientifica di inviare una persona sulla superficie di un satellite;
- Rischi tecnologici. Il pericolo di morte dei coloni.

L'unica cosa che durante la Guerra Fredda poteva spingere gli americani a un nuovo sbarco sulla Luna era l'incredibile nuovo successo dell'Unione Sovietica. Tuttavia, allora probabilmente parleremmo già di Marte. Ora gli Stati Uniti stanno ancora una volta prendendo di mira la luna per un semplice motivo: semplicemente non ci sono altri obiettivi reali per l'astronautica americana. Un tempo, il programma Apollo è stato sostituito dal programma Space Shuttle. Ora non ci sono Apollo o Space Shuttle. E vogliono abbandonare la ISS intorno alla metà degli anni '2020.


Qui è necessario chiarire: gli americani vogliono arrivare non tanto sulla superficie del satellite quanto nella sua orbita. Per questo, la NASA insieme ai partner intende costruire una nuova stazione orbitale Lunar Orbital Platform-Gateway, dove le persone vivranno, ma l'equipaggio sarà più piccolo che sulla ISS. Questa stazione, in teoria, potrebbe essere utilizzata per l'atterraggio sulla Luna stessa, e anche come "porto" per l'esplorazione di Marte, anche se i piani in questa direzione sono molto vaghi e non sono stati ancora determinati. Si deve presumere che ulteriori progressi del portale della piattaforma orbitale lunare stabiliranno nuovi compiti che molto probabilmente saranno risolti senza la Russia.
  • Autore:
  • Foto utilizzate: https://www.nasa.gov/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. anten Офлайн anten
    anten (Victor) 10 September 2018 18: 29
    0
    "Il rover ha scoperto un gabinetto funzionante su Marte" portato qui nel diciannovesimo secolo dalla spedizione Atlantis, partita da Cape Canaveral, composta da tre astronauti e una donna. Ora possiamo dire con certezza che gli Stati Uniti hanno visitato non solo la Luna e il Sole, ma anche Marte.
  2. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 11 September 2018 15: 54
    +1
    "Beati coloro che credono" ... Il volo degli americani su Marte è una delle più grandi truffe degli Yankees, dipinta in "Angara-18". Sì, se oggi possedevano tali tecnologie che li portavano avanti e indietro, sani e salvi, allora il nostro un compagno terreno sarebbe stato da tempo impalettato e occupato dagli americani, per loro natura truffatori e ciarlatani, ma uomini sfacciati e arroganti, che non possono essere loro portati via, il sangue dei loro antenati, famigerata feccia, si fa sentire, ma ... non secondo Senka il cappello , la Luna è troppo dura per loro anche con le moderne tecnologie, non sto parlando di un ostacolo così insormontabile per il loro agognato pianeta come la cintura di radiazioni di Van Allen.
  3. Vladimir65 Офлайн Vladimir65
    Vladimir65 20 September 2018 20: 02
    +1
    Gli astronauti americani non sono atterrati sulla superficie lunare. Dopo il film "Time of the First", di cui era il principale consulente, non ci si può fidare affatto di Leonov, e il servilismo davanti alla sedicente erede del trono russo non entra affatto.
  4. Anatoly Kalina Офлайн Anatoly Kalina
    Anatoly Kalina (Anatoly Kalina) 1 October 2018 05: 44
    +1
    2014 La NASA riconosce ufficialmente la mancanza di tecnologia "lunare". Gli ultimi documenti della NASA sul programma Constellation recentemente interrotto per tornare sulla Luna entro il 2020 hanno rivelato il fatto che, tecnicamente, la NASA è completamente impreparata a inviare una missione sulla Luna con un uomo. Ciò significa che oggi non c'è semplicemente nulla su cui fare affidamento dal famoso programma Apollo, e fino a poco tempo fa questo fatto era tabù.
    C'è qualche speranza per una base lunare? (C'è qualche speranza di costruire finalmente una base lunare? - Rivista NEXUS, Australia, 2014, agosto. Http://www.aulis.com/moonbase2014.htm
    Il credo della rivista è cercare e presentare "informazioni difficili da trovare". La rivista è regolarmente venduta in Australia, Gran Bretagna, Nuova Zelanda e Stati Uniti.
    Ecco la traduzione di questo articolo: http://igor-grek.com/publ/hronos/nasa_no_apollo/8-1-0-7