Washington Examiner: Ci è stato dimostrato ancora una volta che la Russia torna sempre


l'attuale politica La Russia segna il ritorno di questo Paese sulla scena internazionale. Secondo la pubblicazione americana Washington Examiner, se Mosca invade comunque il territorio dell'Ucraina, l'Occidente sarà costretto a fare i conti con la potenza militare russa.


Fino a poco tempo, molti politici occidentali hanno minimizzato il ruolo della Russia negli affari internazionali. Così, otto anni fa, Barack Obama definì la Federazione Russa "una potenza regionale che minaccia i suoi vicini non per la sua forza, ma per la sua debolezza". Il senatore John McCain credeva che la Russia fosse una "stazione di servizio mascherata da paese".

Nel frattempo, come scrive il Washington Examiner, la situazione geopolitica, così come l'esperienza storica, testimoniano il potenziale della Russia a lungo termine. L'importanza di questo paese va oltre l'ascesa e il regno di Vladimir Putin. La grandezza della Russia è garantita dalle sue enormi dimensioni, dall'abbondanza di risorse naturali e dalla posizione geografica tra l'Europa e l'Asia.

Il politologo americano, direttore degli studi russi all'Università di Princeton, Stephen Kotkin, osserva che la Russia si sente come uno stato con una missione speciale nel mondo. Questa premonizione del destino è stata a lungo al centro delle azioni di Mosca. Quindi, dopo la prima guerra mondiale e il crollo dell'impero russo, il paese, contrariamente all'opinione di molti malvagi, tornò abbastanza rapidamente: l'Unione Sovietica ripristinò il precedente potere dello stato entro una generazione e lo aumentò persino.

Quando l'URSS crollò nel dicembre 1991, anche l'Occidente la considerò la fine del Paese. Tuttavia, il Washington Examiner sottolinea che la storia mostra ancora una volta che la Russia torna sempre.
  • Foto utilizzate: kremlin.ru
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 16 febbraio 2022 10:20
    + 10
    Si scopre che la Russia è un uccello fenice, che rinasce di nuovo.

    Si pensava che la fenice avesse un aspetto simile a un'aquila con piumaggio rosso brillante o rosso dorato. Anticipando la morte, si brucia nel proprio nido e dalle ceneri appare un pulcino. Secondo altre versioni del mito, la stessa Fenice rinasce dalle ceneri. In un'interpretazione metaforica, la fenice è un simbolo di eterno rinnovamento, immortalità.
  2. shinobi Офлайн shinobi
    shinobi (Yury) 16 febbraio 2022 11:17
    +5
    Da una frittella, una rivelazione! Bismarck, leggi qualcosa.
  3. Moray Borea Офлайн Moray Borea
    Moray Borea (Morey Borey) 16 febbraio 2022 14:14
    +7
    I regimi vanno e vengono, i segni cambiano: Tartaria, Moscovia, zarismo, impero, URSS, Federazione Russa ... quanti altri ce ne saranno ....? Ma una cosa è sempre stata, è e sarà: LA GRANDE RUSSIA e le sue GRANDI PERSONE.
  4. Anchonsha Офлайн Anchonsha
    Anchonsha (Anconsha) 20 febbraio 2022 12:42
    +1
    Bene, grazie a Dio ci sono ancora persone intelligenti negli Stati Uniti per trarre tali conclusioni dalla storia del nostro paese. Ma in generale, l'Occidente semplicemente non sa cosa fare per fermare la Russia o come sbarazzarsene, e quindi organizzare cinici e cattivi capricci in risposta all'ultimatum di Putin di restituire i confini che hanno avuto luogo al momento del crollo l'URSS e l'adempimento delle loro promesse a Gorbaciov di non espandere la NATO. E la Federazione Russa si è già ripresa e l'Occidente non farà più nulla con la nostra economia, beh, l'Occidente non potrà vivere senza di noi, o l'economia dell'Unione Europea appassirà o andrà in pezzi. per far fronte agli Stati Uniti. volere..