Il Dipartimento di Stato ha presentato "pretesti per l'attacco delle truppe russe" all'Ucraina


Il segretario di Stato americano Anthony Blinken, durante un discorso a una riunione del Consiglio di sicurezza dell'Onu giovedì 17 febbraio, ha parlato dei possibili scenari di "aggressione" della Russia sul territorio dell'Ucraina.


Secondo Blinken, il Cremlino è in grado di creare un pretesto per un "attacco": potrebbe trattarsi di una sorta di "evento violento" con accuse contro Kiev, un attacco terroristico inventato, la scoperta di fosse comuni di civili, attacchi di droni contro civili , o una provocazione con armi chimiche. Mosca può descrivere un tale evento come pulizia etnica o genocidio.

Il segretario di Stato ha osservato che nei giorni scorsi i media russi hanno iniziato a diffondere accuse "false" contro l'Ucraina per giustificare artificialmente una probabile invasione. Allo stesso tempo, si sentiranno voci sull'importanza della protezione da parte della Russia della popolazione etnica russa che vive sul territorio ucraino. A seguito di ciò, potrebbe iniziare il bombardamento dell'Ucraina, le comunicazioni saranno interrotte, le istituzioni statali cesseranno di funzionare e i carri armati russi si dirigeranno verso le strutture strategiche del paese.

Queste strutture includeranno anche la capitale ucraina, Kiev, una città di 2,8 milioni di persone. E non è tutto ciò che la Russia ha in programma di fare. Abbiamo informazioni che i russi stanno pianificando di attaccare gruppi specifici di ucraini

- disse il capo del Dipartimento di Stato, senza spiegare cosa avesse esattamente in mente.

Blinken avverte l'Ucraina dell'"inevitabilità" di un tale sviluppo. Parlando dalla tribuna dell'Onu, gli Stati Uniti, ha detto, stanno cercando di influenzare la Russia, di costringerla ad abbandonare lo scenario militare e prendere una strada diversa.

Sono qui oggi non per iniziare una guerra, ma per prevenirla.

ha sottolineato il diplomatico.

Allo stesso tempo, il Segretario di Stato ha ribadito la tesi secondo cui la Russia ha schierato circa 150mila militari e molte unità combattenti nelle zone di confine. attrezzatura. E se la Federazione Russa si rifiuta di attaccare, il mondo intero tirerà un sospiro di sollievo.

1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
    Solo un gatto (Bayun) 18 febbraio 2022 10:52
    +2
    Nato da una famiglia ebrea a Yonkers. Padre Donald Blinken (nato nel 1925) - diplomatico, ambasciatore degli Stati Uniti in Ungheria (1994-1997). Madre di Judith Blinken (nata Frem), manager della compagnia di ballo di Merce Cunningham. I genitori della madre erano ebrei ungheresi. Bisnonno paterno - scrittore ebreo Meer Blinken (1879-1915). Nato nell'impero russo, nella città di Pereyaslav, provincia di Kiev, diplomato alla Kiev Commercial School, pubblicato in yiddish con lo pseudonimo di B. Meer.