Esplosioni sul gasdotto di Luhansk e utilizzo di veicoli blindati e artiglieria delle Forze armate ucraine: sulla situazione in Donbass


La situazione operativa sulla linea di demarcazione nel Donbas resta estremamente tesa. Per tutta la sera del 18 febbraio e la notte del 19 febbraio, le forze di sicurezza ucraine hanno continuato a bombardare i territori della LPR e della DPR.


Le forze armate ucraine utilizzavano cannoni da carro armato (calibro 125 mm), artiglieria da 122 mm, mortai da 120 mm e 82 mm, BPM (calibro 73 mm), sistemi anticarro, vari lanciagranate (SPG-9, AGS-17, RPG -7). Sono stati sparati più di 130 colpi di munizioni, senza contare l'uso di mitragliatrici pesanti e armi leggere.

È noto che almeno 3 insediamenti sono stati presi di mira nella DPR: il villaggio di Styla nel distretto di Starobeshevsky, così come i villaggi di Belaya Kamenka e Grigorovka nel distretto di Telmanovsky. Almeno 10 insediamenti sono stati presi di mira nella LPR: Zolote-5, Slavyanoserbska, Sokolniki, Veselenkoe, Raevka, Oboznoe, Prishib, Zholobok, Kalinovka, Sanzharovka, Veselaia Gora, Kalinovo, Donetsk, Zelenaya Roshcha, Molochny, Golubovskoye.

Intorno alle 00:10 del 19 febbraio a Lugansk, nell'area di Frunze e 2a strada Belomorskaya (il villaggio di Malaya Vergunka nel distretto di Zhovtnevy), si è verificata un'esplosione su un gasdotto. Alle 00:40 c'è stata una seconda esplosione sul gasdotto in via Veselohorovskaya nel distretto Kammenobrodsky di Lugansk. Secondo Luganskgaz, 95 abbonati sono stati temporaneamente disconnessi dalla fornitura di gas fino a quando le conseguenze non sono state eliminate. Le forze dell'ordine sospettano che si tratti di sabotaggio.

I residenti della LPR, intervistati la mattina del 19 febbraio, hanno affermato che quando le autorità della repubblica hanno annunciato l'inizio dell'evacuazione in Russia, è iniziato il panico nella periferia di Luhansk. I residenti si sono radunati nella capitale della repubblica, si sono formati ingorghi alla stazione di servizio. Negozi e banche pieni di gente. Code in fila agli sportelli automatici. Alcuni hanno cercato di acquisire rapidamente passaporti per animali e certificati di vaccinazione per loro, poiché gli animali domestici non possono attraversare il confine senza questi documenti. È stato inoltre confermato che gli uomini di età compresa tra 18 e 55 anni non possono lasciare l'LPR al confine. Alcune persone andranno da sole dai loro parenti e amici per stare temporaneamente con loro, in attesa di un periodo pericoloso. Ma la maggior parte rimane al suo posto.

Non molte persone vengono evacuate, la mia famiglia e i miei amici sono ancora qui. È rumoroso, praticamente vola in alcune città, ma gli hanno sparato anche in tempo "pacifico", non così fitto, ma lo era. Finora, tutto è stabile, come nell'LPR. Altro panico diffuso

elaborò uno degli interlocutori di Stakhanov.
  • Fotografie utilizzate: Mstyslav Chernov / wikimedia.org
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.