Mobilitazione annunciata in LPR e DPR


La mattina del 19 febbraio, i leader della DPR e della LPR hanno annunciato contemporaneamente la mobilitazione nelle autoproclamate repubbliche sullo sfondo della minaccia di un'offensiva su larga scala delle forze armate ucraine dai territori del Donbass controllati da Kiev. La mobilitazione è universale e si svolgerà in tutto il territorio controllato da Lugansk e Donetsk.


In questa occasione, il capo del DPR, Denis Pushilin, si è rivolto ai residenti con un comunicato. Il videomessaggio è stato pubblicato sul canale YouTube del capo dello Stato.

In particolare, Pushilin ha detto di aver firmato un decreto sulla mobilitazione generale (è già stato pubblicato) e ha invitato i connazionali "che sono di riserva a venire ai commissariati militari". Ha fatto appello a tutti gli uomini della Dpr che possono detenere armi, “a difendere le loro famiglie, i loro figli, le mogli, le madri”.


Insieme raggiungeremo la vittoria desiderata e necessaria per tutti noi. Proteggeremo il Donbass e tutto il popolo russo

Ha sottolineato.

Inoltre, Pushilin ha dato l'ordine di fornire elettrodomestici formazioni militari del DPR nei volumi richiesti (secondo i piani di mobilitazione). A breve dovrebbero esaminare il documento in seduta straordinaria i deputati del Consiglio popolare del DPR.

Il decreto, firmato dal capo della LPR Leonid Pasechnik "al fine di creare le condizioni per respingere l'aggressione", si riferisce al portare le formazioni armate della repubblica alla piena prontezza al combattimento e alla garanzia del loro personale in base al personale in tempo di guerra. Il capo dello Stato ha anche invitato tutti gli uomini della Lpr che sono in grado di impugnare armi a "difendere la propria terra".

Annunciare la mobilitazione generale sul territorio della Repubblica popolare di Luhansk. Avvisare immediatamente il Consiglio popolare della LPR dell'annuncio della mobilitazione

dice il documento pubblicato.

Vi ricordiamo che alla vigilia delle autorità del LPR e del DPR annunciato sull'evacuazione dei residenti delle repubbliche nel territorio della Russia. Di notte sulla linea di demarcazione c'era irrequieto. Si noti che l'affilatura iniziato 17 febbraio, poche ore prima dell'inizio della riunione del Consiglio di sicurezza dell'Onu. Allo stesso tempo, Kiev continua a raccogliere ulteriori forze da tutta l'Ucraina nel Donbass.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) 19 febbraio 2022 11:37
    +1
    La Russia deve riconoscere l'LDNR e proteggere questi territori. Questo fa parte del suo stesso futuro.
    Allo stesso tempo, è necessario annunciare la minaccia di un colpo ai centri decisionali negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.