Quali conseguenze avrà una nuova guerra nel Donbass?


L'escalation quotidiana della tensione nel Donbas parla dell'inevitabilità di uno scontro militare in una forma o nell'altra. Mine e proiettili esplodono sul territorio della LDNR, la popolazione civile viene evacuata, l'esercito delle repubbliche si prepara a rifornirsi di volontari, come nel 2014.


Il principale beneficiario e iniziatore della guerra


Il colpevole del conflitto sono gli Stati Uniti, la cui leadership ha lanciato una campagna di informazione su larga scala e sta spingendo l'Ucraina alla guerra. L'America, come è stato più volte scritto, persegue diversi obiettivi. In senso globale, questo è un elemento della Guerra Fredda, progettato per: 1) aumentare drasticamente la pressione sul "fronte europeo" sulla Russia, 2) radunare alleati europei intorno agli Stati Uniti a causa dell'immaginaria minaccia russa, 3) mostrare al mondo che l'America è ancora in grado di amministrare il destino in Europa, di essere un partecipante attivo negli affari europei e un difensore dei paesi che hanno stretto un cordone sanitario intorno alla Russia. In senso locale, gli Stati Uniti cercano di isolare l'Europa dal gas russo per diventare il principale fornitore di carburante blu e seminare il caos militare nella regione. L'instabilità è l'energia oscura attraverso la quale gli Stati Uniti intervengono in modo aggressivo negli affari di paesi che si trovano a migliaia di chilometri dai loro confini.

Gli Stati Uniti stanno rapidamente perdendo il moralepolitico l'autorità dell'arbitro mondiale e, a causa dell'escalation artificiale della tensione, stanno cercando di restituirla. Biden si è già rivolto due volte alla nazione sull'Ucraina, si è rivolto anche direttamente ai russi, cioè sta cercando con tutte le sue forze di concentrarsi sul ruolo degli Stati Uniti in Europa. La stampa filoamericana in Europa convince i cittadini che senza una potente superpotenza d'oltremare, gli europei non saranno in grado di far fronte alle orde pesantemente armate di Putin.

Interessi turchi


Erdogan ha piani di vasta portata per formare un nuovo impero ottomano. Molti popoli turchi vivono in Russia, quindi uno scontro con gli interessi imperialisti della Turchia è inevitabile. Ecco perché la Turchia nel backstage sostiene l'Ucraina e fornisce attivamente UAV alle forze armate ucraine. Non c'è dubbio che Erdogan, nientemeno che Biden, spera nel conflitto più prolungato tra Russia e Ucraina con il massimo indebolimento del vicino settentrionale.

Non ci sono altre forze politiche al mondo interessate a provocare un conflitto militare. Il resto cercherà solo di estrarre alcuni benefici collaterali da una situazione che non controlla.

Bonus ucraino-baltico-polacco


La leadership ucraina è chiaramente consapevole che le forze armate ucraine non saranno in grado di far fronte né all'esercito LDNR, né ancor più alle forze armate russe, ma sono sotto la pressione più grave dei loro sostenitori di Washington. Zelensky, sotto il clamore del conflitto, sta chiedendo soldi e armi all'Occidente, cercando di trovare vantaggi per il clan oligarchico che serve. Inoltre, Zelensky sta cercando di giocare la carta nazionalista, sopprimere qualsiasi opposizione, "radunare la nazione" di fronte alla minaccia immaginaria dell'occupazione e consolidare il potere nelle sue mani. Da tempo cammina sul ghiaccio sottile di un colpo di stato, preparando il terreno alla completa usurpazione dello Stato.

Zelensky sta probabilmente progettando di provocare uno scontro più o meno su larga scala con l'LDNR, annunciando successivamente la repulsione della minaccia russa, che, secondo lui, aprirà la porta a donazioni di vita americane ed europee.

Il popolo ucraino, ovviamente, non trarrà vantaggio dal crescente conflitto. Al contrario, le autorità ucraine si scioglieranno finalmente le mani per terrorizzare ulteriormente la popolazione con l'oppressione, lo sfruttamento e la violazione di tutti i diritti sotto la salsa dello stato di emergenza.

Approssimativamente la stessa situazione è con altri regimi fantoccio filoamericani in Europa. Gli stati baltici e la Polonia, sotto la "crescente minaccia russa", chiederanno dollari ed euro, rafforzeranno i loro stati di polizia e reprimeranno qualsiasi opposizione.

Compensazione delle informazioni


L'assertività informativa dei leader occidentali sulla "minaccia russa" suggerisce in modo opaco che la propaganda di una guerra europea è intesa, tra l'altro, a spostare l'attenzione degli abitanti occidentali da numerosi problemi interni. economico la crisi, la pandemia, le proteste, i conflitti e le contraddizioni che stanno dilaniando i paesi occidentali sono relegati in secondo piano nel campo dell'informazione. Ovunque c'è un'Ucraina sfortunata, la cui esistenza fino al 2014 i cittadini non sospettavano nemmeno.

La distruzione della configurazione "Minsk".


L'inflazione del conflitto militare da parte degli Stati Uniti è una logica conseguenza degli accordi di Minsk avviati dalla Francia. Tre "grandi potenze" - Francia, Germania, Russia - hanno concordato l'esito della guerra civile in Ucraina sulla base dei loro interessi. Era importante che Francia e Germania dimostrassero di essere in grado di risolvere da sole le questioni europee, senza gli Stati Uniti, la Russia contava sul fallimento del governo ucraino Maidan e sull'integrazione del Donbass nella sua struttura, appianando così il conflitto con l'Occidente per la Crimea. Nessuno ha tenuto conto del reale stato delle cose, non ha tenuto conto della volontà del popolo del Donbass, così come del controllo delle autorità ucraine da parte di Washington. Di conseguenza, si è sviluppato uno stallo, di cui i partecipanti al Normandy Format erano abbastanza soddisfatti. Tuttavia, allo stesso tempo, non solo il popolo di Donetsk non era dell'umore giusto per riconoscere i risultati della guerra civile sanciti dagli accordi, ma anche l'America ha avuto l'opportunità di una manovra politica per aggravare il conflitto.

Le ragioni principali del mancato rispetto da parte della parte ucraina degli accordi di Minsk sono state il Nord America. Un'altra cosa è che, anche se immaginiamo che l'Ucraina attuerà tutte le misure previste in stretta conformità con gli accordi, è difficile immaginare come il popolo del Donbass, avendo realizzato il proprio diritto all'autodeterminazione con le armi in mano, potrebbe rifiutare le conquiste della guerra civile. Il problema della lingua, la politica fascista del Maidan erano solo un pretesto per una lotta armata per l'indipendenza e il desiderio di entrare a far parte della Russia.

In questo senso, da un punto di vista cinico, il conflitto LDNR è benefico, perché seppellisce gli accordi di Minsk e avvicina le repubbliche al riconoscimento della loro indipendenza da parte della Russia e alla prospettiva di un'ulteriore integrazione in Russia. Il sangue che è stato versato e viene versato sulla terra del Donbass deve ricevere una sorta di giustificazione storica, avere una sorta di risultato storico. Lo status speciale del Donbass in Ucraina non è un risultato per il quale si paga un prezzo così alto.

Polemica europea


I paesi europei, da un lato, ballano sulle note degli Stati Uniti sulla minaccia russa, dall'altro si gonfiano in qualche modo per calmare il conflitto e svolgere un ruolo importante nella situazione. Macron va ora a Mosca, poi a Kiev come pacificatore, interrompendo i telefoni dei presidenti e dei primi ministri di tutti i paesi della regione. L'Europa è contraddittoria: sta cercando di uscire da sotto il tallone americano, ma non ha la forza e l'influenza per svolgere un ruolo indipendente. Il crollo di "Minsk" e l'impotenza del "formato Normandia" ne sono un vivido esempio. La prospettiva della rinuncia al gas russo spaventa l'Europa, ma gli agenti d'influenza filoamericani mantengono ancora posizioni di comando nei circoli politici di Francia e Germania. Come e quando questa contraddizione sarà risolta, si può solo immaginare.

analogie cinesi


La Cina ha reagito con moderazione all'annessione della Crimea e al conflitto nel Donbass. In Occidente, amano sottolineare che le autorità cinesi hanno ripetutamente affermato di rispettare l'integrità territoriale dell'Ucraina, che la Cina si è astenuta in due voti al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite nel marzo 2014 "sulla condanna dell'annessione della Crimea" e "non- riconoscimento del referendum sull'ingresso della Crimea nella Russia”. Ma, in primo luogo, la Russia rispetta anche l'integrità territoriale dell'Ucraina quando si tratta di Donbass, e in secondo luogo, quando i giornalisti chiedono ai funzionari cinesi del riconoscimento della Crimea, rispondono in questo modo:

“Non abbiamo il diritto di giudicare chi possiede la Crimea, dal momento che Russia e Ucraina sono fortemente intrecciate. Il destino e la storia di questi paesi è chiaro solo a loro soli”, l'ex ministro della Scienza e della tecnologia RPC e membro dell'Assemblea nazionale del popolo.

Inoltre, la Cina sta investendo attivamente in Crimea e condanna le pressioni occidentali sulla Russia su questo tema.

L'annessione della Crimea alla Russia e la prospettiva dell'annessione del Donbass alla Russia facilitano moralmente e politicamente il contesto informativo del ritorno di Taiwan alla RPC. Xi Jinping pianifica chiaramente e si prepara a risolvere la questione della "riunificazione della Cina" finale, senza escludere i mezzi militari. La Cina si sta chiaramente preparando per una guerra su Taiwan e trarrebbe vantaggio da qualcuno che prepara il terreno politico nell'arena internazionale per uno scenario del genere.

Le manovre di Lukashenko


Anche la Bielorussia si dichiara un partecipante attivo agli eventi. Dopo essersi ripreso dal tentato colpo di stato durante il White Maidan, Lukashenko subì forti pressioni dalla Russia, chiedendo un'integrazione più attiva dei due paesi. Le autorità bielorusse considerano lo stato sindacale alle condizioni della Russia come la liquidazione della loro indipendenza. Lukashenko non vuole trasformare la Bielorussia nella regione di Belgorod e si oppone all'introduzione del rublo come moneta unica dei due paesi. Valuta però con sobrietà i limiti oggettivi della sovranità del suo piccolo Paese, quindi si libera spazio per sostenere attivamente la Russia sulla questione del Donbass.

La Bielorussia occupa un'importante posizione strategica in caso di conflitto militare e provocazioni delle forze armate ucraine. Dal confine meridionale della Bielorussia lungo la costa del Dnepr fino a Kiev, a soli cento chilometri. Lukashenka lo usa attivamente per giustificare la sua riluttanza a integrarsi in termini russi in seguito.

Formazione del fronte antiamericano


La Cina non ha fretta di unire i paesi insoddisfatti dell'egemonia statunitense in una sorta di blocco nel formato di una nuova Guerra Fredda. Pertanto, l'iniziativa si è mossa "sul campo". L'Iran, sotto il nuovo presidente Raisi, sta pensando di entrare nella CSTO, Cuba ha dichiarato un fermo sostegno in relazione a "gli Stati Uniti che scatenano l'isteria propagandistica contro la Russia", il Venezuela, secondo il nostro ambasciatore, è pronto a combattere gli Stati Uniti dalla parte Russia. Quindi il conflitto nel Donbas può servire come mezzo per radunare i paesi antiamericani intorno alla Russia. O almeno diventare un simbolo di opposizione collettiva all'egemonia americana.

vantaggi russi


La Russia è meno interessata al conflitto nel Donbass. Le autorità russe si trovano in una posizione estremamente svantaggiosa e sono costrette a prepararsi per una provocazione militare affinché non si trasformi in grandi scontri con le forze armate ucraine. Tuttavia, ci sono alcuni aspetti positivi da trovare in ogni situazione.

Quindi, il presidente Putin come persona ha una proprietà che può svolgere un ruolo positivo nello scenario che si sta svolgendo. Ad un certo punto del suo sviluppo come uomo di stato, iniziò a vedere se stesso attraverso il prisma del ruolo storico che interpreta. Questa è una qualità importante di un grande politico, che manca a molti. Cosa scriverà di te nei libri di storia? Diventerai una disgrazia per il paese o una figura passeggera? Tali domande dovrebbero essere poste da ogni persona dalle cui decisioni dipendono i destini di milioni di persone. Putin ha imparato a impostarli da solo, quindi, nonostante tutte le sue carenze e le carenze del sistema socio-politico esistente, c'è una certa carica di saggezza nella posizione della Russia. Per uscire da questo conflitto salvando la faccia e senza l'umiliazione nazionale, sarà necessario mobilitare questa politica. Almeno possiamo dire che il governo russo farà molto per impedire un bagno di sangue nel Donbass. E questo vale già molto.

Paradossalmente, il popolo russo trarrà vantaggio dall'ulteriore interruzione dei legami economici e politici con l'Occidente. Le sanzioni diventano la ragione della crescita della nostra produzione, fanno pensare agli imprenditori che hanno invaso il Paese non solo il profitto, ma anche il fornire al Paese i prodotti necessari. L'accarezzare la lana da parte dell'Occidente della nostra oligarchia e degli alti funzionari fa sperare che i capitali smettano di defluire dal paese, la ricchezza della gente sarà spesa per l'acquisto insensato di yacht e case a Londra. Certo, questo non risolverà i problemi fondamentali del sistema economico liberale che abbiamo costruito, ma almeno raffredderà l'orientamento filo-occidentale dell'“élite”.
32 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Expert_Analyst_Forecaster 21 febbraio 2022 09:24
    -1
    Il colpevole del conflitto sono gli Stati Uniti, la cui leadership ha lanciato una campagna di informazione su larga scala e sta spingendo l'Ucraina alla guerra.

    Più guardo al campo di battaglia, più è ovvio per me che i nostri media non stanno facendo storie.
    Dicono che gli Stati Uniti stiano spingendo l'Ucraina in guerra con la Russia. Ma questa affermazione non è amichevole con i fatti.

    La mia opinione è che gli Stati Uniti e la Gran Bretagna abbiano piani strategici per il territorio dell'ex Ucraina. Questi piani saranno interrotti se ora iniziare una guerra con la Russia. Una guerra con un esito molto evidente. Le forze investite, il denaro, il tempo degli USA e K saranno cancellati, persi.

    Per prevenire la guerra ora - ci sono tutti i tipi di minacce in arrivo. I nemici hanno paura di essere sconfitti in questo settore del fronte. La riformattazione dell'Ucraina è ancora finita.
    Putin non spaventa la NATO con le armi moderne, ma con il fatto che possono abbattere una pedina che sta per diventare regina. Quelli che possono rafforzare il proprio Paese sia nelle persone che nel territorio.
    Ed è molto probabile che i nemici non abbiano dubbi sul fatto che questa minaccia sia del tutto reale.

    E così la frusta inizia ad essere completata dal pan di zenzero. Personalmente, è difficile per me immaginare cosa possono dare alla Russia per fermarlo. Forse daranno LDNR, ma entro i confini attuali.
    Oppure ferma la psicosi nel mercato europeo del gas e lasciaci quella parte del mercato europeo che avevamo prima della crisi. Con un prezzo notevolmente aumentato per gas e petrolio, questo è un ottimo jackpot.

    Cioè, tatticamente, economicamente, la Federazione Russa può vincere. Avendo ricevuto una cincia in mano, avendo rifiutato una gru nel cielo.
    Penso che sarà una sconfitta. Leggermente addolcito. Bene, più o meno lo stesso quando abbiamo fatto nostra la Crimea, perdendo il resto dell'Ucraina.

    E a proposito, l'asse Polonia - Kiev - Turchia può complicare notevolmente la fornitura di merci dalla Cina all'Europa occidentale (leggi Germania, Italia, Francia) attraverso la Russia.
  2. Rumine 5252 Офлайн Rumine 5252
    Rumine 5252 (Rumine) 21 febbraio 2022 09:41
    -3
    la domanda è rimasta senza risposta: perché l'Ucraina dovrebbe prendere d'assalto / portare via ORDLO per se stessa ?? Ecco perché?
    Hanno bisogno di un "elettorato" filo-russo? No. Non hanno dove mettere i miliardi che serviranno per la ripresa? No. Hanno bisogno di combattimenti e sconfitte che portino a un calo del rating? No.
    C'è almeno 1 (una) buona ragione per cui l'Ucraina dovrebbe voler riprendere il controllo di questo zoo (ORDLO)?
    1. tulipano Офлайн tulipano
      tulipano 21 febbraio 2022 11:20
      0
      Perché gli ucraini tengono un gruppo del genere ai confini del Donbass se non hanno bisogno di niente per restituirne il controllo?)))
    2. pischak Офлайн pischak
      pischak 21 febbraio 2022 12:00
      0
      E le "autorità Maidan" hanno bisogno di un "territorio" senza abitanti - dopotutto, fino al 2014, Yanyk-Azirov ha promesso il territorio del Donbass alle società americane (con il figlio di Biden come membri del consiglio e beneficiari di bonus) per una produzione illimitata di gas di scisto!
      E, "interferendo" con questa "cooperazione internazionale su larga scala", la popolazione locale doveva essere reinsediata con la forza "per necessità statale (in qualche modo suonava così nei disegni di legge sulla compensazione statale per proprietà e alloggi alienati)"!
      Tutto era pronto per questo presso gli "integratori europei non alternativi", come al solito i "leader" di Kiev NON erano interessati all'opinione degli abitanti, per le "rocce dell'indipendenza di rozbudov" abituate a "fare qualsiasi cosa con loro" con impunità!
      E qui, entrambi, un tale fastidio, un altro cambio di potere "Maidan", e Azirov e Yanyk sono stati costretti a ritirarsi dai loro "amici" impazziti (che erano d'accordo con l'Occidente di "consegnare l'Ucraina" all'amero-coloniale " Eurootsossiya" a un prezzo molto più conveniente, ma con la condizione della loro ammissione al "timone del potere" di Kiev per avere il tempo di "tirare" da soli i resti del più ricco patrimonio sovietico, non saccheggiati da "compagni anziani") .
      E nel Donbass, i "maidaun" non sono riusciti a soffocare così facilmente la rivolta popolare contro l'occupazione-colonizzazione da parte di Amerobandera di tutta l'Ucraina!
      Le "compagnie di scisto" congiunte americano-ucraine sono state costrette a ridurre le loro attività nel Donbass!
      E sul territorio di Zapukria, dove ci sono anche giacimenti di gas simili, non è stato permesso questo oltraggio ("fratturazione idraulica", con grave avvelenamento chimico del suolo e delle fonti di acqua potabile per centinaia di anni) per l'ecologia e la forzata reinsediamento degli stessi Banderva locali, le "autorità Maidan" naziste di Bandera, da -per il fatto che i "loro" vivono in Galizia - "l'appoggio del regime di Maidan" - "nedotorkanni spravzhni ucraini", gli eterni servitori di tutta l'Occidente invasori, andando "drang" in Russia!
      Nel 2014, secondo il piano originale dello "smaidan" Kiev, era previsto che le bande pesantemente armate dell'"autodifesa Maidan" e dei "treni dell'amicizia" di Zapukria, con il supporto delle forze armate ucraine, in allo stesso modo in cui avevano precedentemente "contropupili" - strangolati, picchiati a morte e "macellati negli organi", la Primavera russa nell'Ucraina orientale, sarà facilmente spazzata via dalla milizia di Donetsk, inizialmente armata solo di bastoni e alcuni cacciatori fucili!
      Per questo, agli "Svidomo" partecipanti alla "campagna al Donbass" era stato promesso "un appezzamento di terra e due schiavi"!
      Il colpo di stato di Kiev prevedeva di sfrattare e "assimilare" tutti gli "invisibili", amici della Russia, residenti nelle terre di Donetsk e Luhansk nelle regioni occidentali, e invece di portare i migranti occidentali al fine di creare un " cordon sanitaire" al confine con la Russia dalla popolazione ostile russofoba, composta al 100% da ladri "titolari" (in linea di principio, così agiranno le "autorità Maidan" a seguito dell'"attuazione degli accordi di Minsk", certo, se la stupida banderva ferroviaria "smette di rallentare" e realizza i suoi benefici dalla loro rapida attuazione!)!
      Ma prendendosi troppa cura di questo, invece dei russi, "la loro stessa gente" e investendo nel "restauro" di abitazioni e infrastrutture distrutte, il Kiev "w / Bandera" non lo farà, si limiteranno a "tagliare in metallo" ciò che ora non possono raggiungere i difensori del Donbass!
      E gli "zabrod" occidentali, per sopravvivere, saranno anche costretti a "scavare carbone" in "tane" private, impegnarsi nel contrabbando al confine con la Federazione Russa e "commerci estero" (anche nella vicina Russia, dove sorriderà dolcemente e negherà categoricamente la propria partecipazione al genocidio dei concittadini russi!)".
      In caso di "implementazione di Minsk", le compagnie americane di gas shale si "schiereranno" nuovamente nel Donbass e già senza ostacoli (come sarebbe stato con gli "integratori europei non alternativi" Yanyk-Azirov senza scrupoli) avvieranno gas sporco produzione in vendita in maniera "scrupolosa" "verde-blu Europa!

      Dal 2014, i Banderonazi gridano sulla Crimea, così come sul Donbass: "La Crimea o è nostra o è deserta!"
      Hanno bisogno di "territorio", NON di persone!
      Lo dimostrano ogni giorno con i loro omicidi di civili nel Donbass e la distruzione delle loro case!
      1. Moray Borea Офлайн Moray Borea
        Moray Borea (Morey Borey) 21 febbraio 2022 12:28
        +1
        L'unica cosa che non converge è perché allora gli americani e altri shobla filo-occidentali hanno sostenuto il Maidan al 14° posto? Ti sei detto cosa? Il puzzle non va bene! Avrebbe dovuto essere più attento.
        1. pischak Офлайн pischak
          pischak 21 febbraio 2022 15:25
          0
          Citazione: Morey Borey
          L'unica cosa che non converge è perché allora gli americani e altri shobla filo-occidentali hanno sostenuto il Maidan al 14° posto? Ti sei detto cosa? Il puzzle non va bene! Avrebbe dovuto essere più attento.

          hi Sì, quelli di Fashington avevano un difetto (fu anche l'intelligence militare americana che in seguito ammise di non tenerne affatto conto - "non ci aspettavamo una tale attività e passi decisivi della Russia in Crimea")! wassat
          Nel 2014, gli americani e la shobla filo-occidentale si sono precipitati con arroganza ad occupare e colonizzare l'Ucraina anche prima del completo "de-russificazione-bandering" dell'intera popolazione (prima del completamento, iniziato nella "perestrojka" di Gorbaciov, del deliberato emarginazione dei rappresentanti delle generazioni sovietiche, in particolare nell'Ucraina orientale, che in parte non hanno ceduto" Svidomo "imposizione stupefacente e forzata dei valori di Amerokholuy galiziano"")!
          L'amero-euro-blazed voleva dare ai diligenti "integratori e banderizzatori europei", i judomazepin Yanyk e Azirov, il prezzo che era stato loro inizialmente promesso per la riuscita resa della "piazza" in schiavitù!
          Già quando con la "firma dell'associazione europea" tutto era "sull'unguento" (quando, "ispirato dalle prospettive europee di apertura [virtuale, era evidente a tutti coloro che leggevano, o almeno sfogliavano premurosamente, più di 1000 -testo della pagina del cosiddetto "accordo di associazione", con le sue rigide richieste occupazionali di deindustrializzazione e smantellamento dello "stato fallito dell'Ucraina" in una colonia europea completamente miserabile, in ogni modo trascurata, non indipendente sotto il controllo di Washington e Bruxelles piccoli impiegati]", come è consuetudine nella "piazza" - inganno insolente dei loro elettori, dopo aver colto il "nutrire le autorità", i deboli di mente "zavgar" e "taxman", senza alcun referendum popolare e contrariamente alla volontà e alle aspirazioni dei loro elettori, hanno fatto girare senza freni il volano dell'"integrazione europea non alternativa", promettendo al poco istruito "Svidomo", parte della povera "vita ucraina" della popolazione "fiumi europei di latte con gelatina banche" e "lavoratori senza visto"), boss amerovassali dell'Unione Europea, come sh incalliti Ulery insolentemente "ha alterato il prezzo" (riducendo la quantità di "pezzi d'argento per gli aiuti" immediatamente "di un ordine di grandezza", da 160 miliardi di euro a 16 miliardi di euro, a quanto pare nel calcolo - "dove andranno questi leader indigeni corrotti dal nostro sottomarino")!
          E quando, indignati per questa sfacciata truffa (essendosi precedentemente "abituati all'idea di un buon baksheesh" per il loro perfido tradimento), Yanyk-Azirov e i loro complici, come "onesti fraers", iniziarono a "resistere" e " mantenere il prezzo", pretendono il pagamento del promesso, poi- poi strisciano fuori, precedentemente spazzati via dai "vecchi rinnegati" dalla soddisfacente "depressione del potere" dei ladri, i loro giovani colleghi, "scioperosi del Komsomol", pronti a vendere "amata Ucraina" abbastanza a buon mercato, per semplici "centesimi di euro" (successo dopo, perché "maydauns" non ha nemmeno ricevuto quei 16 miliardi di euro, che così "offeso" i loro "padri" fuggitivi, veri professionisti
          nel cleptoderiban delle proprietà del paese e nello "sviluppo" dei prestiti esteri!)"!
          Le autorità russe, con tutto questo "quadro dispiegato del commercio", "hanno mantenuto la calma olimpica" in attesa del "trionfo internazionale dei Giochi invernali di Sochi" e hanno solo "esortato" gli occidentali "multi-vettoriali" ucraini chiudendo la mercato della Federazione Russa per la "vendita libera di merci ucraine" e il trasferimento dei dazi doganali internazionali, con periodici "nixies" - "divieti dei medici sanitari"!
          I clepto-oligarchi russi (compresi quelli molto vicini al Cremlino), che fino al 2014 possedevano più di un terzo dei "beni aziendali" in Ucraina e la maggior parte degli investimenti, erano molto entusiasti dell'imminente legalizzazione dell'integrazione europea di questi "investimenti ucraini (che in seguito ha portato al loro sostegno all'"Euromaidan" russofobo antirusso e all'assistenza attiva ai loro colleghi ucraini-"partner in affari" per sconfiggere la Primavera russa del popolo anti-"afferrante"-anticoloniale e strangolare i filo-russi Nuova Russia!)!
          Sotto copertura d'accordo con le "persone a buon mercato" (comprese quelle "sparpagliate" dalla "cerchia ristretta" di Yanyk), i venditori ambulanti occidentali si consideravano "nella borsa" e quindi completamente "buttavano" i loro "migliori integratori europei", "per strappare" il colpo di stato "anticostituzionale" di Maidan", senza nemmeno aspettare le imminenti elezioni presidenziali...
          Anche il fatto che gli Stati Uniti non abbiano ricevuto tutti i benefici dall'"Euromaidan", organizzato da loro e dai loro burattini tedeschi, polacchi, tribali e nazisti, ha giocato un ruolo nell'errore del Dipartimento di Stato con il "reclutamento" - in molti modi ( a cominciare dal rude "forno", il mediocre assistente del Segretario di Stato-Nuland e lo stupido e miope carrierista-Ameroambassador Pyatt, nel tentativo di "stare a favore" hanno dato "il via libera per iniziare" ingannare wassat ) era ed è "materiale umano inutilizzabile", quindi il "puzzle non si adattava"!

          Le cornici decidono tutto!

          E poi c'è il Cremlino, già all'ultimo momento, già con lividi sanguinolenti beccati fuori ("aquila calva fritta") opus, improvvisamente svegliato dal coma "olimpico" e "fanciullesco fuori di testa", lo prese e podkuzmil suo " rispettati partner americani e turchi", rifiutando rassegnato (beh, forse, con le solite "preoccupazioni diplomatiche", a cui nessuno presta attenzione) "fare spazio", "trasferirsi" dagli accoglienti porti della base navale di Sebastopoli per , scomodamente spazzato via dalla foresta distruttiva, il suo incompiuto Novorossiysk "supplente di sostituzione"!
          Gli americani e i loro satelliti (e in particolare gli stessi Banderlog e i turcomanni di Crimea, guidati dal "Sultan" Erdogan e dai suoi bastardi attirati dall'illegale "Crimean Mejlis") NON si aspettavano una "fretta" così improvvisa dal Cremlino ed erano indescrivibili shock - del resto, sotto la Crimea di Yanyk -Azarov (ad eccezione del promesso "affitto" alla Cina, con l'importazione di migliaia di lavoratori cinesi con le loro famiglie, parte della costa occidentale sotto il "porto d'altura e agricoltura" ) "scorreva senza intoppi" sotto il protettorato implicito di Turchia e Stati Uniti (nell'estate del 2013 gli americani avevano già iniziato ad equipaggiare sotto il quartier generale e le strutture di ricognizione della loro 6a flotta, gli edifici da loro scelti nel centro di Sebastopoli) !
          Hanno passato un periodo difficile, tra americani e turchi, si è scoperto, uno sfortunato fastidio!
          Ciò è particolarmente evidente dall'offeso Erdogan (compresi i suoi infastiditi attacchi agli "egemoni" americani che lo hanno incasinato così duramente con il "Maidan" - costringendo Mosca disperatamente a "fare i conti", spinta all'angolo dalla minaccia di un'emergenza "Evacuazione di Izkrymsk"), perché portare via la Crimea dell '"ex RSS ucraina", che si sta indebolendo ogni anno sotto il "governo" di cleptomani corrotti, era l'obiettivo personale del "sultano"!
    3. San Valentino Офлайн San Valentino
      San Valentino (Valentin) 21 febbraio 2022 12:57
      0
      Citazione: Rumen5252
      C'è almeno 1 (una) buona ragione per cui l'Ucraina dovrebbe voler riprendere il controllo di questo zoo (ORDLO)?

      L'Ucraina, da sola, ora non può volere nulla, ma soddisferà solo la volontà del suo padrone, Washington, che è molto vantaggiosa per qualsiasi guerra tra la Russia e chiunque, anche con l'Ucraina, perché è imprigionata dagli Stati Uniti come un trampolino di lancio per il confronto con la Russia, e gli obiettivi comuni degli Stati Uniti e dell '"Occidente collettivo" sono smembrare, fare a pezzi la Russia a causa delle sue risorse naturali, delle risorse idriche e delle foreste più ricche della terra. Margaret Thatcher ha anche affermato una volta che l'URSS, e ora la Russia, non hanno il diritto di possedere tali tesori da soli e che dovrebbero appartenere tutti a una manciata di stati selezionati: USA, Europa, Cina, Giappone e Turchia, e ora tutto questo sarà implementato da tutti i nostri "partner", perché. L'America ha bisogno di ripristinare la sua reputazione di egemone mondiale, che ora sta svanendo davanti agli occhi di tutti.
      1. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 21 febbraio 2022 15:17
        -3
        Persino Margaret Thatcher ha affermato una volta che l'URSS, e ora la Russia, non hanno il diritto di possedere tali tesori da soli e che dovrebbero appartenere tutti a una manciata di stati selezionati -

        Puoi confermarlo con un link a qualche fonte?
        Dove, quando, in quale occasione Thatcher lo disse?
        1. isofat Офлайн isofat
          isofat (isofat) 21 febbraio 2022 16:55
          0

          Tutto il segreto prima o poi diventa chiaro. È il culmine dell'irresponsabilità respingere le voci su queste parole della Thatcher. sorriso
        2. San Valentino Офлайн San Valentino
          San Valentino (Valentin) 21 febbraio 2022 20:17
          +1
          Citazione: Istruttore di zona trampolino
          Dove, quando, in quale occasione Thatcher lo disse?

          Errore è venuto fuori, queste parole sono di K. Rice.
          1. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 21 febbraio 2022 22:28
            -1
            Davvero? Solo un po' sbagliato lol

            Condoleezza Riso attribuito il famigerato detto "Sulla Siberia". In lui lei avrebbe proclamatoche un territorio così vasto non può appartenere alla sola Russia. Tuttavia, la ricerca moderna degli scienziati politici non ha trovato un'unica fonte verificata di queste informazioni.

            https://vesdoloi.ru/rays-kondoliza-lichnaya-zhizn/
      2. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 21 febbraio 2022 19:53
        -1
        Puoi confermarlo con un link a qualche fonte?
        Dove, quando, in quale occasione Thatcher lo disse?
    4. lavoratore dell'acciaio 21 febbraio 2022 17:01
      -3
      perché l'Ucraina dovrebbe voler riprendere il controllo di questo zoo (ORDLO)?

      Dì anche che gli stessi LDNR stanno bombardando e facendo esplodere! "Gulchitay, apri la faccia."
  3. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 21 febbraio 2022 09:44
    -1
    Una delle conseguenze, in caso di un'escalation del conflitto e dell'applicazione delle sanzioni occidentali alla Federazione Russa, potrebbe essere il crollo del dollaro del Reich. Come era con il francobollo del Reich.
  4. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) 21 febbraio 2022 09:47
    +3
    I continui contatti dei leader occidentali con Putin e la successiva pubblicazione delle sue risposte incoraggianti assomigliano già seriamente al controllo sulle sue azioni.
    L'Occidente, per così dire, sta cercando di creare un "corridoio" per le nostre azioni, "preso per la lingua".
    È difficile dire quanto questo abbia successo, ma dietro tutto questo trambusto per il mantenimento della pace con gli inutili accordi di Minsk, la situazione in rapido deterioramento intorno a noi passa davvero in secondo piano. Usando le nostre inutili manovre secondo gli accordi di Minsk, l'Occidente si sta concentrando frettolosamente sull'aggressione contro di noi.
    Forse è giunto il momento che Putin li mandi tutti in un posto e si prenda una pausa - per i suoi urgenti affari di politica estera?
    1. gunnerminer Офлайн gunnerminer
      gunnerminer (mitragliere) 21 febbraio 2022 12:30
      -3
      Né la Russia né l'Ucraina hanno bisogno del Donbass di per sé, questo è un mal di testa selvaggio per il ripristino della regione e il mantenimento della sua popolazione. Si scopre che in qualsiasi layout, solo gli Stati Uniti e la Cina hanno bisogno di un conflitto. La Repubblica popolare cinese ha sempre più opportunità di ottenere legname, metano e petrolio a prezzi di dumping. Dal momento che il ministero della Difesa russo richiederà fondi considerevoli, non quelli preventivati ​​in precedenza. Inoltre, i prestiti al consumo, per l'acquisto di automobili, sono stati distribuiti dalle banche per 1 trilione di rubli!
  5. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 21 febbraio 2022 10:06
    +1
    In questo senso, da un punto di vista cinico, il conflitto LDNR è benefico, perché seppellisce gli accordi di Minsk e avvicina le repubbliche al riconoscimento della loro indipendenza da parte della Russia e alla prospettiva di un'ulteriore integrazione in Russia.

    La prospettiva di rifiutare il gas russo spaventa l'Europa, ma gli agenti d'influenza filoamericani mantengono ancora posizioni di comando nei circoli politici di Francia e Germania. Come e quando questa contraddizione sarà risolta, si può solo immaginare.

    Paradossalmente, il popolo russo trarrà vantaggio dall'ulteriore interruzione dei legami economici e politici con l'Occidente.

    "Da un punto di vista cinico" la guerra in (per) Ucraina è vantaggiosa per la Russia. E i russi che vivono in Ucraina. La guerra seppellisce gli accordi di Minsk e rompe i legami economici con l'Europa. Qualunque cosa dicano, gli Stati non sosterranno l'Europa. I problemi economici in Europa stanno seppellendo l'UE e (in futuro, la NATO). Intendo la vecchia NATO. Gli stati creeranno una nuova NATO dagli stati baltici, dalla Polonia, dai resti dell'Ucraina e della Romania. La guerra costringerà l'Europa a fare una scelta: o sviluppo economico in alleanza con la Russia, o colonia degli States. I giganti d'Europa (Francia e Germania) sceglieranno senza dubbio di mantenere le loro economie.
    L'opinione di Cina, Ucraina e altri paesi baltici può essere trascurata come insignificante e non considerata. La Cina, per la sua lontananza, e nessuno lo chiederà ai piccoli bastardi d'Europa.

    La cosa principale è che la lotta è per una struttura di sicurezza in Europa e per il dominio economico nel mondo.
    Soluzione: liquidazione dell'Ucraina come Stato ed eliminazione delle interferenze tra Russia e Occidente.

    Riepilogo: "Quali conseguenze avrà una nuova guerra nel Donbass"? In caso di rapida sconfitta delle Forze armate ucraine, solo positivo per Russia e LDNR. In caso di conflitto prolungato - negativo.
    Puoi maledire Hitler, ma l'idea della "guerra lampo" aveva una base economica ragionevole. A proposito, non è stato il fondatore della guerra lampo. Se leggi attentamente il piano Schlieffen, anche Schlieffen ha proposto questa idea. E prima ancora, Bismarck e Moltke senior.
    1. gunnerminer Офлайн gunnerminer
      gunnerminer (mitragliere) 21 febbraio 2022 11:36
      -2
      Sì, è giusto. Il fallimento dell'economia dell'UE, a causa della mancanza di metano e petrolio russi, forzerà la revoca delle sanzioni anti-russe. Pertanto, questa guerra è benefica per la Russia. L'economia russa riceverà un enorme impulso. Gli investimenti e le tecnologie più avanzate scorreranno come un fiume in piena. Lavoratori stranieri qualificati provenienti dalla Germania, dalla Francia, dalla Gran Bretagna, dagli USA si adopereranno in Russia. risata risata
  6. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 21 febbraio 2022 10:20
    +2
    piccola aggiunta
    I colloqui tra Putin e Biden (di cui Macron è così impegnato a parlare) non hanno senso e non finiranno nel nulla. Solo la trasfusione da vuoto a vuoto continuerà. Ciò comporterà un ritardo nella decisione (nominata per il 24 febbraio) e vittime inutili. Ogni giorno, fino a 1000 proiettili e mine cadono sull'LDNR.

    Macron ha affermato che in caso di invasione russa dell'Ucraina, i negoziati non avrebbero avuto luogo.
    Putin è semplicemente obbligato a dichiarare che se i bombardamenti non si fermano, non ci saranno negoziati.

    Questa è una condizione necessaria per l'incontro. Che non dovrebbe nemmeno essere discusso. Lascia che Biden metta il suo Zelensky alla catena.
    1. gunnerminer Офлайн gunnerminer
      gunnerminer (mitragliere) 21 febbraio 2022 11:39
      -5
      Ogni giorno, fino a 1000 proiettili e mine cadono sull'LDNR.

      L'LDNR civile ha un'alta soglia del dolore! 8 anni sotto mine e proiettili. Più a lungo che nella Grande Guerra Patriottica. E questo è al confine con la Russia. Ma Gazprom è soddisfatta. Hanno costruito oleodotti verso l'Europa, hanno salvato il transito ucraino, hanno ricevuto un ordine, miliardi di bonus in tasca.
  7. Expert_Analyst_Forecaster 21 febbraio 2022 11:33
    -1
    Citazione: Bakht
    Ciò ritarderà la decisione (prevista per il 24 febbraio)

    Per quanto ne so, le trattative di Lavrov con qualcuno sono previste per il 24. Non c'è ancora una data per la riunione dei presidenti.

    Macron ha affermato che in caso di invasione russa dell'Ucraina, i negoziati non avrebbero avuto luogo.

    Anche in questo caso, secondo i miei dati, la domanda non era Macron, ma Biden.

    Ma se non trovi difetti nelle sciocchezze, è del tutto possibile che ci sia semplicemente un ritardo nelle chiacchiere vuote.

    D'altra parte, forse hanno promesso del pan di zenzero, e non solo un bastoncino. Anche se, secondo me, nessuno offrirà nulla di strategicamente importante alla Russia. Perché è necessaria l'eliminazione dello Stato nazionalista.
    1. gunnerminer Офлайн gunnerminer
      gunnerminer (mitragliere) 21 febbraio 2022 12:26
      -3
      Nel frattempo, la prontezza al combattimento delle truppe è in calo. Non è appropriato mantenere il personale militare pronto per le operazioni di combattimento per più di un paio di settimane. Le strutture posteriori del KChF, ad esempio, non sono progettate per rifornire un tale numero di equipaggi e navi. Le buffonate di Macron sono un'altra carota per ridurre lo spirito offensivo delle unità e degli equipaggi russi.
  8. 1_2 Офлайн 1_2
    1_2 (Le anatre stanno volando) 21 febbraio 2022 11:48
    0
    non ci sarà la guerra, ci sarà la resa delle Forze Armate dell'Ucraina e la rapida distruzione dei pochi Bandera Natsik.
    e poi lo scioglimento dell'Ucraina e la rinascita della Piccola Russia russa
  9. Muscoloso Офлайн Muscoloso
    Muscoloso (Gloria) 21 febbraio 2022 12:26
    0
    Citazione: Bulanov
    Una delle conseguenze, in caso di un'escalation del conflitto e dell'applicazione delle sanzioni occidentali alla Federazione Russa, potrebbe essere il crollo del dollaro del Reich. Come era con il francobollo del Reich.

    Naturalmente. Il dollaro crollerà, il mondo intero pagherà in rubli.
    Ma in effetti sarà come al solito, il rublo sfonda il prossimo fondo, uno smartphone cinese costerà 90 mila e un cartone di latte 800 g di rubli 200
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 21 febbraio 2022 13:58
      +1
      In caso di escalation del conflitto, è meglio sapere non quanti rubli costerà uno smartphone, ma quanti dollari, euro, yuan, yen e possibilmente rubli costerà una pagnotta!
      E l'esercito vittorioso sfamerà il popolo in un paese occupato o liberato? Qui i nazisti non hanno nutrito il popolo dell'URSS dalle loro cucine da campo. E i soldati dell'Armata Rossa sfamarono i tedeschi dalle loro cucine da campo. Quindi sta a te, Slava, decidere: quali soldati preferisci vedere la mattina per la tua strada?
  10. Muscoloso Офлайн Muscoloso
    Muscoloso (Gloria) 21 febbraio 2022 12:30
    -2
    Citazione: 1_2
    non ci sarà la guerra, ci sarà la resa delle Forze Armate dell'Ucraina e la rapida distruzione dei pochi Bandera Natsik.
    e poi lo scioglimento dell'Ucraina e la rinascita della Piccola Russia russa

    In qualche modo sono entrato accidentalmente in un telegramma pubblico con "turbo-patrioti" ucraini, il che è ovviamente qualcosa, ma su questo sito è lo stesso, solo da parte nostra, non importa cosa, è tutta rugiada di Dio. Putin non si sbaglia, l'Occidente è responsabile di tutto, l'esercito russo, la scienza e l'economia sono i più forti, tutti gli ucraini sono nazisti, il re ha una serie completa di sintomi di "vittime della propaganda". Provo una vera vergogna spagnola quando leggo alcune notizie e commenti.
  11. Expert_Analyst_Forecaster 21 febbraio 2022 12:41
    +1
    Citazione da Muscool
    Ma in effetti sarà come al solito, il rublo sfonda il prossimo fondo, uno smartphone cinese costerà 90 mila e un cartone di latte 800 g di rubli 200

    Ne ho uno proprio come te ... ha dimostrato che la benzina all'inizio del 2015 diventerà il prezzo di 100+. Bene, e di conseguenza, tutti i prezzi (a causa del costo della benzina) aumenteranno di 2-3 volte.
    Un altro proprio come te ... ha dimostrato che entro la fine del 2015 l'euro costerà oltre 150 rubli.
    Non ti maledirò. Nah, cammina così, scoperto...
    1. Muscoloso Офлайн Muscoloso
      Muscoloso (Gloria) 22 febbraio 2022 12:01
      0
      Dal 2014 i prezzi di molti prodotti sono aumentati di 2-3 volte, soprattutto per il cibo.
      1. Expert_Analyst_Forecaster 22 febbraio 2022 16:14
        0
        Ora il latte costa 70-80 rubli. E fino a 900 gr. Avevi paura che sarebbero stati 200 rubli.
        Cioè, circa 2,5 volte superiore. Non tra otto anni, ma in velocità, giusto?
        E per 8 anni, non ricordo un tale aumento dei prezzi - di 2-3 volte, anche se compro i prodotti da solo.
        FIG ricorda i numeri specifici nel 2014. Sembra 1,5 volte il prezzo aumentato.
  12. opportunista Офлайн opportunista
    opportunista (fioco) 22 febbraio 2022 18:40
    -1
    Churchill diceva che tra guerra e disgrazia è preferibile la guerra, ora riformulo questa interpretazione di Churchill e dico che tra sanzioni e disgrazia sono preferibili le sanzioni. nuovo stato nell'Europa centrale con 2014 milioni di abitanti da Kharkov a Odessa, non avendolo fatto allora, abbiamo perso la partita irrevocabilmente, ora avremo vergogna e sanzioni.
  13. Muscoloso Офлайн Muscoloso
    Muscoloso (Gloria) 25 febbraio 2022 08:28
    0
    Citazione: Expert_Analyst_Forecaster
    Ora il latte costa 70-80 rubli. E fino a 900 gr. Avevi paura che sarebbero stati 200 rubli.
    Cioè, circa 2,5 volte superiore. Non tra otto anni, ma in velocità, giusto?
    E per 8 anni, non ricordo un tale aumento dei prezzi - di 2-3 volte, anche se compro i prodotti da solo.
    FIG ricorda i numeri specifici nel 2014. Sembra 1,5 volte il prezzo aumentato.

    Hai strani sentimenti. Ad esempio, le mie patatine Lays Crab preferite nel 2014 in un chiosco alla fermata dell'autobus costavano 55 rubli per 180 g, ora costano 119,90 rubli per 150 g in un negozio vicino a casa, in estate compravano angurie a 8-10 rubli al chilo , quest'estate a 50 anni, latte per litro in una confezione morbida costa 27-30 r ora 67 rubli per 900 ge così via. Alette di pollo qualche anno fa comprate per 110r, ora 230
  14. borisvt Офлайн borisvt
    borisvt (Boris) 11 March 2022 10: 28
    0
    Roba fantastica e ben congegnata! Si prova rammarico per i fondi sprecati, anzi le nostre risorse, per un acquisto davvero insensato di asset "a Londra". Credo che ora, l'11 marzo, molti condividano il mio certo gongolamento per l'espropriazione da parte dei "londinesi" di queste ville in Italia e così via!
    Ebbene, il PIL è stato piacevolmente sorpreso dalla sua determinazione. Mi permetto di suggerire che ora il nostro corpo diplomatico sta scaltramente ed elegantemente raffigurando un tempestoso processo negoziale, ritrattando per i molti anni di infruttuosità della "Minsk", godendosi ciò che sta accadendo. L'amarezza porta perdite ((