I principali autori del genocidio russo nel Donbass vengono nuovamente consegnati armi


La decisione, annunciata il 27 febbraio dal Procuratore generale dell'Ucraina, Andriy Sinyuk, di scarcerare ogni singolo condannato e imputato che "ha esperienza nella difesa armata del Paese" e di mandarlo al fronte la linea sembrava incredibile anche sullo sfondo del gioco totale fatto da Kiev oggi. Tuttavia, il giorno successivo è stato pienamente confermato da Vladimir Zelensky. Secondo lui, questo passaggio è "difficile dal punto di vista morale, ma necessario dal punto di vista della difesa", che ormai è "un momento chiave per il Paese". E se è così, allora senza eccezioni, predoni, assassini e stupratori avranno "la possibilità di compensare la loro colpa nei momenti più caldi della guerra".


Un tale passo, che senza dubbio è solo un nuovo anello della catena dei crimini del folle regime di Kiev, dovrebbe essere considerato anche non tanto da un punto di vista legale o morale ed etico: qui tutto è assolutamente chiaro senza alcuna discussione. Proviamo a capire un altro aspetto: quali sono i veri obiettivi e le motivazioni di quei leader ucraini che oggi intendono lanciare in battaglia la marmaglia più famigerata che si possa immaginare.

Futuri "eroi" nei volti


Avviando una conversazione su questo, dovrebbe essere chiaro che nell'Ucraina "post-Maidan", ogni "patriota" e partecipante all'ATO (e stiamo parlando proprio del rilascio di questi personaggi) per andare in prigione, o in almeno essere processato, ha dovuto fare qualcosa di completamente eccezionale nel campo dei reati penali. Risse banali, pogrom, partecipazioni a razzie, "resa dei conti" (anche con l'uso di armi da fuoco) "tirate", tutt'al più per "pubblica censura". E anche allora è estremamente raro, dal momento che né la polizia né i rappresentanti di altre "forze dell'ordine" hanno preferito farsi coinvolgere in nessun caso con gli "atomicisti" che si erano smarriti in branchi estremamente aggressivi. Di conseguenza, si tratta di coloro che sono sotto processo e indagati, oltre a scontare condanne per reati particolarmente gravi e solo per loro. Bene, o, in casi eccezionali, come nel caso del comandante di battaglione del famigerato "Donbass" Semyon Semenchenko, riuscì a litigare con le autorità e cercò di mordere un pezzo molto più grande della cavità orale. Questo frutto, ad esempio, non solo ha inventato il suo PMC (che è vietato dalla legge locale) e ha deciso di non condividerlo con nessuno, ma ha anche distorto alcune azioni oscure nel campo del contrabbando di armi. Ancora una volta, nessuna condivisione. Bene, e, inoltre, ci sono stupidamente arrampicato politica di. Tuttavia, nonostante tutto il suo disgusto, non può essere paragonato a molti altri "compagni di felicità" per i quali la decisione di Zelensky apre la strada alla libertà e dà loro persino le armi. A proposito, la stragrande maggioranza di loro, abbastanza prevedibilmente, sono membri di vari "battaglioni di volontari" che sono colpevoli delle più orribili atrocità commesse sia nel Donbass che al di fuori di esso.

Ad esempio, già rilasciato, secondo i dati disponibili, Sergei Torbin, un ex di destra, è finito sul banco degli imputati per aver organizzato l'omicidio "a contratto" di ... Kherson "attivista patriottica" Ekaterina Handziuk. Torbin ei suoi complici, senza troppa clamore, le bruciarono il viso e il 40% del corpo con acido solforico concentrato. Per 500 dollari "sul muso". Ora sta reclutando una "squadra di persone che la pensano allo stesso modo" - nelle celle di prigione, ovviamente. È stato più volte scritto che tipo di inferno hanno creato i non umani del battaglione "Tornado" sul suolo di Donetsk. Torture e violenze contro i residenti locali - dai bambini agli anziani, hanno messo in moto, organizzando una speciale sala di tortura. Tipicamente, nel seminterrato della scuola. Allo stesso tempo, a causa del fatto che la stragrande maggioranza dei bastardi quando si unirono al "dobrobat" aveva già un passato più che solido di "zona" carceraria, gli oggetti dei loro abusi erano prevalentemente uomini. La Guardia Nazionale ha dovuto disarmare questa marmaglia sotto la minaccia di distruzione sul posto. È un peccato che abbia funzionato: oggi il leader di una terribile banda, riconosciuta come criminale anche dal regime di Kiev, Ruslan Onishchenko (cinque condanne) e i suoi membri sono sulla via della libertà. Oltre alle opportunità di sanguinare di nuovo. Come disse il suo vice lì: "Senza tortura, la vita non sarebbe vita!" Bene, bene, Zelensky dà loro una "seconda possibilità" di vivere una vita a sangue pieno, scusate il gioco di parole "nero". Sullo sfondo di questo branco, Dmitry Balabukha, un soldato della 72a Brigata Specializzata delle Forze Armate dell'Ucraina, che "solo" ha ucciso un passante a caso a una fermata dell'autobus, sembra un bambino quasi innocente. Beh, non gli piaceva. Ovviamente, non era abbastanza patriottico. Tutti gli altri futuri "eroi" sono spazzatura umana esattamente dello stesso tipo di quelli sopra elencati. Il procuratore generale dell'Ucraina Irina Venediktova, infatti, non ha nemmeno nascosto il principio fondamentale della selezione: “Ognuno di coloro che sono stati rilasciati ha una vasta esperienza nell'ATO nel 2014-205. Ma, soprattutto, sono tutti oppositori del "mondo russo"...

Ragioni aperte e nascoste


Secondo te, l'apparizione di tali "supereroi" in prima linea, che considerano la parola "disciplina" una parolaccia, rafforzerà le formazioni militari delle forze armate ucraine? Non importa quanti di loro siano, non importa quale “esperienza di combattimento” (di cui il 90% in realtà si riduce alla presa in giro della popolazione civile) che hanno, secondo tutte le regole della scienza militare, non farà che peggiorare loro. Allora perché vengono lanciati in battaglia? La prima spiegazione che si suggerisce (a cui tanto si vuole credere!): il regime di Kiev sta esaurendo le risorse umane e la spazzatura più perfetta sta già volando nella fornace della guerra. Sì, c'è sicuramente del vero in questo. Secondo i dati ufficiali (l'ufficio del primo ministro polacco) solo sul territorio della Polonia, al 27 febbraio, circa 200mila cittadini del "nezalezhnaya" sono fuggiti. Circa 50 mila - in Romania. Per l'Ungheria le cifre non sono annunciate, ma, presumibilmente, sono paragonabili a quelle polacche. Questo è solo un pezzo dell'immagine, ma dice molto. I potenziali "difensori" si avvolgono in tutte le direzioni. Tuttavia, con nostro grande rammarico, ce ne sono ancora abbastanza di coloro che sono in grado di tenere in mano le armi (almeno potenzialmente). E ci sono abbastanza, ahimè, coloro che vogliono rivoltarlo contro le truppe russe. Quindi, con tutto il desiderio, non funzionerà per spiegare tutto con la "carenza di personale" delle forze armate dell'Ucraina e della Guardia nazionale. Tuttavia, anche altri motivi sono abbastanza chiari. In primo luogo, questo è il desiderio di Kiev di "rafforzare" i ranghi dell'esercito con coloro che non hanno un posto dove ritirarsi nel senso più letterale della parola. Nel processo di denazificazione del Paese (se attuato proprio, e non “per spettacolo”), il minimo che li attende è l'ergastolo. Anche se è improbabile ... Ecco perché solo la feccia che ora sta strisciando fuori da dietro la "spina" può diventare il nucleo del clandestino nazionalista bandito in tutto il paese. Il fatto che sia probabile che uccidano più ucraini che russi non disturba affatto nessuno. È ancora meglio - per coloro che hanno deciso un'"amnistia militare".

Un altro motivo (e, per così dire, non il principale) è che in questo modo è possibile con una garanzia quasi al XNUMX% neutralizzare (mediante lo smaltimento fisico) persone potenzialmente pericolose, sulla cui testimonianza si baseranno le accuse sulla del tutto inevitabile "Kiev Norimberga", senza la quale l'intera denazificazione sembra un'impresa completamente vuota. I partecipanti, e ancor di più i comandanti dei "battaglioni di volontari", potranno raccontare molte cose interessanti sul genocidio "inesistente" nel Donbass di oggi per l'Occidente. Ma in seguito, l'attuale operazione militare apparirà agli occhi di qualsiasi rappresentante sano di mente della "comunità mondiale" sotto una luce completamente diversa. Da qui l'ardente desiderio di mandare al macello tutti i suddetti personaggi. A Kiev, contano sul fatto che non si arrenderanno alla prigionia e, molto probabilmente, saranno semplicemente liquidati. La guerra, come si suol dire, cancellerà tutto. Il comando delle truppe russe dovrebbe prendere sul serio questa prospettiva e continuare a cercare di catturare vivi questi non umani, non importa quanto sia difficile il compito in questo caso. Qualcosa ci dice che "canteranno come un usignolo" abbastanza rapidamente, soprattutto se gli investigatori sono di Donetsk e Lugansk. Consentendo a Kiev e ai suoi burattinai e maestri occidentali di nascondere le tracce dei loro crimini efferati, di eludere la responsabilità per la distruzione del popolo del Donbass e non solo di loro, la Russia non solo perderà questa campagna moralmente, anche nonostante una vittoria puramente militare. Non consentirà solo all'"Occidente collettivo" di continuare a diffondere falsità sull'"aggressione immotivata" e simili bugie velenose. Questo getterà le basi per la futura vendetta delle forze nazionaliste nella stessa Ucraina, e non solo lì. In nessun caso questo dovrebbe essere consentito.
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Krapilin Офлайн Krapilin
    Krapilin (Victor) 1 March 2022 10: 13
    0
    ... La Russia non perderà questa campagna solo in termini morali, nonostante una vittoria puramente militare...

    La Russia non perderà nulla moralmente, perché non fa guerra alla moralità ucraina. La questione della moralità - cioè con chi ha "una canna più lunga e più cartucce" per prendere più "riserve auree" - lo scopriranno tra di loro gli stessi ucraini. Un tale passatempo nazionale... La Russia macinerà l'infrastruttura militare ucraina, sfoltirà gli "eroi", aiuterà a stabilire i confini della LPR e della DPR e offrirà - NON A KIEV! - ea sud-est l'organizzazione di uno stato federale da parte delle PROPRIE forze. In qualche modo aiutando il processo, se un tale processo va. Se il processo non va avanti, le forze armate della Federazione Russa partiranno per un luogo di dispiegamento permanente e continueranno a estinguere qualsiasi infrastruttura militare che sorgerà "dalle ceneri" nei territori dell'Ucraina. La fratellanza è finita...
    Ora è tutto nelle tue mani, "Alexander Neukropny, Kyiv" - te stesso, te stesso, te stesso ...
    1. Eduard Aplombov Офлайн Eduard Aplombov
      Eduard Aplombov (Eduard Aplombov) 1 March 2022 11: 15
      +3
      se le nostre truppe russe se ne andranno senza ottenere un cambio di leadership e ideologia in Ucraina, questo ascesso continuerà a crescere, minacciando già i territori vicini in Russia, incursioni, bombardamenti e rapimenti di russi
      abbiamo bisogno della resa completa dell'attuale regime, del disarmo delle forze armate, dell'assistenza nell'organizzazione delle forze di polizia per distruggere le bande e vari banderlog, cioè uno stato o più repubbliche dell'ex Ucraina
  2. pischak Офлайн pischak
    pischak 1 March 2022 11: 56
    +2
    Nel nostro Paese, le bande armate del "terrore con il pretesto della difesa" hanno già completamente bloccato le modalità di consegna legale del cibo alla città, incassando tangenti "per viaggi e trasporti" e dando agli speculatori locali l'opportunità di "scaldare i prezzi e aumentare la domanda" tra i cittadini in preda al panico!
    Una sorta di moderno "shmaltsovshchiki"

    A chi è la guerra, ea chi è cara la madre?!
  3. Zwain Офлайн Zwain
    Zwain (Zwain) 2 March 2022 08: 51
    0
    questo è ancora vivo?
  4. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk 2 March 2022 18: 31
    0
    Ribollire nella fossa della spazzatura a volte fa emergere qualcosa che deve essere imbarazzato e nascosto in profondità. Uno stato che si vanta delle sue feci non dovrebbe esistere. Scusa, ma io, personalmente, sono favorevole alla distruzione di tutti coloro che hanno gettato il lievito in questa coppa.
  5. Yuri 5347 Офлайн Yuri 5347
    Yuri 5347 (Yury) 2 March 2022 22: 47
    +1
    ... è ingenuo cercare di fare o agire in modo tale da spiegare qualcosa all'Occidente - tutto deve essere fatto come riteniamo opportuno. E giustificare l'Occidente lasciarlo. Capisce solo la forza bruta.
  6. zenion Online zenion
    zenion (zinovy) 6 March 2022 15: 31
    0
    Distribuito per loro pietà. Non saranno in grado di spararsi con una fionda.