L'economista tedesco ha nominato scenari per le conseguenze delle sanzioni anti-russe per l'Europa


Le contromisure annunciate dalla Russia in risposta alla pressione delle sanzioni occidentali potrebbero portare a tristi conseguenze per economia Germania e altri paesi europei. Ne ha parlato il famoso economista tedesco Daniel Stelter in un'intervista a Focus.


Secondo l'esperto, in Germania potrebbe iniziare la stagflazione (crescita dei prezzi in condizioni di stagnazione), dal momento che i prodotti agricoli russi e ucraini, importanti per l'economia tedesca, come grano, mais, orzo e altri, non entreranno più nel Paese. A causa dell'operazione guidata dalla Russia in Ucraina, i produttori agricoli locali non hanno il tempo di seminare i campi, il che comporterà un calo delle forniture di grano in Europa e un aumento dei prezzi dei generi alimentari.

Le scorte di materie prime e di generi alimentari potrebbero in parte evitare tali conseguenze, che però non sono in Germania, dal momento che le autorità del Paese non si sono rivelate lungimiranti come le loro controparti in Cina.

Le sanzioni contro la Russia si sono rivelate più forti di quanto mi aspettassi. Il congelamento del credito per la Russia è stata una mossa intelligente. Tuttavia, poco cambierà. La Russia rimane autonoma e ha ancora entrate dalle esportazioni di petrolio e gas

- dice l'esperto.

Stelter ritiene che la situazione peggiorerà in caso di boicottaggio del petrolio e del gas russi sui mercati mondiali. In questo scenario, l'inflazione raggiungerà la doppia cifra e l'economia tedesca crollerà a causa della forte dipendenza dalle forniture energetiche russe.

Le sanzioni fanno sempre male a entrambe le parti - alla fine, è questione di chi dura più a lungo

- ha sottolineato l'analista.

Allo stesso tempo, sullo sfondo delle sanzioni anti-russe, cresce il riavvicinamento tra Mosca e Pechino. Altri arriveranno dalla Cina alla Russia tecnologia, in direzione opposta, aumenterà il volume delle vendite di materie prime. Intanto, lamenta Daniel Stelter, a tempo debito è stato necessario fare di tutto per legare Russia e Ucraina all'Europa. Ora questo non è più possibile.
  • Foto utilizzate: collage "Reporter"
12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. shiva Online shiva
    shiva (Ivan) 7 March 2022 10: 09
    +5
    Il ministero degli Esteri russo ha reagito alla decisione della Germania di fornire armi all'Ucraina

    “Siamo profondamente delusi dal fatto che il governo tedesco, in violazione della propria legislazione nazionale e dei vincoli giuridici a livello Ue, si sia discostato dal suo corso precedentemente equilibrato su questo tema, dovuto, tra l'altro, a considerazioni di responsabilità storica su la parte della Repubblica federale di Germania in relazione ai popoli dell'ex URSS,” - ha detto.

    Rimuovi questi miserabili dodik dal Ministero degli Affari Esteri!!! Ora serve un ministero degli Esteri con uova di ferro, acciaio, super-acciaio!!!!
    1. Mister-RED Офлайн Mister-RED
      Mister-RED 7 March 2022 16: 09
      +1
      Rimuovi questi miserabili dodik dal Ministero degli Affari Esteri!!! Ora serve un ministero degli Esteri con uova di ferro, acciaio, super-acciaio!!!!

      Il ministero degli Esteri è diplomatico, non la regione di Mosca. Ognuno parla a modo suo.
  2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 7 March 2022 10: 17
    -10%
    1. Una possibile diminuzione della produzione di mangimi nell'UE è facilmente compensata da Australia, Nuova Zelanda, Argentina, Nord America e un gruppo di altri enti statali, e i costi di trasporto non possono influenzare notevolmente i prezzi al dettaglio.

    2. Le entrate della Federazione Russa derivanti dall'esportazione di prodotti petroliferi possono essere notevolmente ridotte se l'UE si rifiuta di fornirli, poiché ha rifiutato la seconda linea del torrente settentrionale, almeno non completamente, perché tutto il trambusto è completamente o sostituendo parzialmente le forniture dalla Federazione Russa con forniture da società transnazionali da Stati Uniti, Canada, Azerbaigian, Turkmenistan, stati del Medio Oriente, Australia. Non è esclusa la possibilità di “negoziare” con Iran e Venezuela. Allo stesso tempo, bisogna essere consapevoli delle conseguenze di un simile passo dell'UE per la Federazione russa: non esiste una rete di gasdotti unica, il che significa che è impossibile riorientare le forniture dell'UE a est. Inoltre, anche se in qualche modo sarebbe possibile, Cina e Giappone ne approfitterebbero immediatamente e abbasserebbero il prezzo sotto il plinto. rendendo queste consegne non redditizie per la Federazione Russa.

    3. La RPC sostiene la Federazione Russa quanto basta per non mettere a repentaglio la sua economia con sanzioni simili. Lo dimostra chiaramente la posizione “né tua né nostra” sulla questione Ucraina e molti altri, perché il fatturato commerciale della RPC con USA e UE è decine di volte superiore ai 150 miliardi di fatturato con la Federazione Russa. I cinesi non sono sciocchi a perdere una rupia alla ricerca di un centesimo, e nemmeno uno. L'unica cosa che può influenzare la RPC è il riconoscimento dell'indipendenza di Taiwan da parte di USA e UE o lo spiegamento di basi militari straniere a Taiwan, ma non si arriva a questo perché tutti ne comprendono le conseguenze.
  3. 123 Офлайн 123
    123 (123) 7 March 2022 10: 27
    +5
    Ho deciso di vedere che tipo di esperto. Non sembra un tipo stupido. Nel 2013 ha scritto il libro Die Billionen-Schuldenbombe (The Billion Dollar Debt Bomb). Questo è dal riassunto del libro.

    La crisi doveva arrivare. Per troppo tempo, i politici dei paesi industrializzati occidentali hanno pensato che tutti i problemi potessero essere risolti con sempre più debiti. Il debito pubblico, aziendale e privato è più che raddoppiato dal 1980, dal 160% a oltre il 320% del prodotto nazionale lordo. Con l'inizio della crisi finanziaria ed economica, questa tendenza è accelerata quando i governi, timorosi di un crollo, sono intervenuti per fornire supporto. A questo debito ufficiale si aggiungono gli obblighi non finanziati del futuro: pagamenti delle pensioni e aumento dei costi sanitari in una società che invecchia. Non tutti vogliamo crederci, ma il debito non può sempre crescere più velocemente del reddito. Il mondo occidentale è in rovina, quindi si suggerisce una conclusione sobria.
    Politica e affari non vogliono sopportare questa amara verità. Invece, si tenta di ritardare l'inevitabile stampando sempre più denaro. Ma non funzionerà.

    Sono passati anni 9.
  4. Krapilin Офлайн Krapilin
    Krapilin (Victor) 7 March 2022 11: 05
    +5
    Il "kerdyk" economico verso l'Europa fa parte del piano di Washington nelle realtà della moderna geopolitica. Il luogo di esecuzione del piano è l'Ucraina. Verrà rimosso dal tavolo un vero concorrente ECONOMICO per i membri del personale. Europei = questo è già un "branco di consumatori" completamente stupido, i cui pastori hanno pupazzi statunitensi nella persona di "Makron" e altri "Sholts" ...
  5. iò-iò Офлайн iò-iò
    iò-iò (Vasya Vasin) 7 March 2022 11: 11
    +3
    C'è la previsione di Vanga sul crollo dell'Unione Europea e sull'Europa fredda e vuota.
    1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
      Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 7 March 2022 13: 42
      -1
      La Bibbia dice che negli ultimi tempi ci saranno molti diversi tipi di "predicatori" e la stessa Bibbia dice che non ci saranno più Profeti - tutto ciò che deve essere detto nella Bibbia.
      Per quanto riguarda l'UE, è scritto che l'Europa si unirà e al suo interno ci saranno formazioni statali grandi e piccole, forti e deboli, come le dita dei piedi. L'idolo crollerà quando un'enorme pietra cadrà dal cielo e la distruggerà.
  6. E Офлайн E
    E 7 March 2022 11: 42
    +2
    Citazione da yo-yo
    C'è la previsione di Vanga sul crollo dell'Unione Europea e sull'Europa fredda e vuota.

    La gente dice che tutte le sue previsioni si avverano. sorriso
    La guerra del giorno dei 5 due si è avverata, ora si attende il crollo dell'Europa nazista, il crollo degli Stati Uniti.
    1. maiman61 Офлайн maiman61
      maiman61 (Yury) 7 March 2022 11: 51
      +2
      Vanga ha detto di non aver visto gli Stati Uniti quando le è stato chiesto degli Stati Uniti.
  7. E Офлайн E
    E 7 March 2022 16: 00
    0
    Citazione: maiman61
    Vanga ha detto di non aver visto gli Stati Uniti quando le è stato chiesto degli Stati Uniti.

    sorriso Le persone intelligenti parlano della polvere "(USA)" non le piace dire, Dio ha dato, Dio ha preso.
  8. Mikhail Kurenkov Офлайн Mikhail Kurenkov
    Mikhail Kurenkov (Michail Kurenkov) 7 March 2022 22: 19
    0
    Pensavo che i kamikaze si trovino solo in Giappone, ora sono sicuro che solo in Europa
  9. dingo Офлайн dingo
    dingo (Victor) 8 March 2022 18: 55
    0
    Non c'è nulla di sorprendente nel fatto che la Germania imponga sanzioni contro la Russia e abbia deciso di fornire armi ai Banderaiti. Secondo la pubblicazione "SeverPost"

    Sanzioni anti-russe imposte dai nipoti delle SS di alto rango


    Il nonno dell'attuale cancelliere tedesco Olaf Scholz, Fritz von Scholz, è un tenente generale delle truppe delle SS. Ha combattuto in URSS e ha partecipato personalmente alle esecuzioni di ebrei nei territori della Polonia e dell'Ucraina.
    Inoltre, ha combattuto due volte contro la Russia - nella prima guerra mondiale sul fronte russo per l'Austria-Ungheria e nella seconda guerra mondiale - sul fronte orientale.
    "Sarebbe avanzato di grado e più in alto, ma nel 1944 fu sepolto vicino a Narva", scrive chervonec-001.

    Il più vicino antenato del ministro delle finanze tedesco Christian Lindner, il generale della Wehrmacht Gerhard Lindner, ha preso parte all'operazione per bloccare Leningrado.

    Il nonno del ministro della Sanità tedesco Karl Lauterbach, SS-Obergruppenführer Hartmann Lauterbach, guidò la Gioventù hitleriana e mandò i bambini in guerra.

    L'Obergruppenführer Josef Gröhe, nonno dell'ex ministro della Salute della Repubblica Federale di Germania Hermann Gröhe, è il Reichskommissar per le regioni occupate del Belgio e della Francia settentrionale.

    https://severpost.ru/read/132295/