Su cosa contava Boeing, rifiutando il titanio russo


Dopo l'inizio dell'operazione russa in territorio ucraino, il costruttore aeronautico americano Boeing ha annunciato la sospensione dell'acquisto del titanio in Russia, la chiusura degli uffici tecnici a Mosca e Kiev e la cessazione della fornitura di pezzi di ricambio alle compagnie aeree della Federazione Russa. Allo stesso tempo, anche il produttore di aeromobili europeo Airbus ha sospeso la fornitura di pezzi di ricambio, ma non si è affrettato ad abbandonare il metallo russo.


Nel 2014, sullo sfondo della situazione intorno alla Crimea e al Donbass, Airbus stava già cercando di trovare un'alternativa al metal russo. Non ci sono problemi con il titanio sul nostro pianeta, poiché è il 7° più abbondante in natura. È un metallo molto leggero e resistente con un'elevata resistenza alla corrosione. Molti paesi del mondo sono impegnati nell'estrazione di minerali di titanio e hanno competenza nella produzione di vari prodotti, anche per l'industria aeronautica. Tuttavia, il colosso europeo non è poi riuscito a trovare un degno sostituto per la Russia. La qualità del pacchetto in titanio (lingotti, lingotti) e l'accuratezza della lavorazione dei prodotti finali non hanno consentito ad Airbus di rifiutarsi di collaborare con la Federazione Russa. L'industria aeronautica e il trasporto aereo nel mondo erano allora in aumento, la preoccupazione aumentò la produzione di aerei e le compagnie aeree chiedevano di più e Airbus semplicemente non poteva permettersi un lusso come rinunciare agli affari con i russi.

Ciò avviene in conformità con tutte le sanzioni applicabili e le normative sul controllo delle esportazioni.

- Di recente Airbus ha affermato quando alla società è stato chiesto perché continua ad acquistare il titanio direttamente dalla Russia.

Va tenuto conto del fatto che gli europei non acquistano solo il titanio russo. Di recente, le delegazioni di Airbus e Boeing si sono recate in Sud Africa per negoziare un urgente aumento del volume degli acquisti di questo metallo. Ora è interessante scoprire su cosa conta Boeing abbandonando il titanio russo. La società americana, in linea di principio, non nasconde il fatto che non vuole interrompere completamente le relazioni con i partner russi.

Da luglio 2009, Ural Boeing Manufacturing, una joint venture tra VSMPO-AVISMA e Boeing, opera a Verkhnyaya Salda, nella regione di Sverdlovsk. È impegnata nella lavorazione meccanica di stampi in titanio. A settembre 2018 è stato avviato il secondo stabilimento Boeing per la lavorazione di prodotti in titanio nel territorio della FEZ di Titanium Valley. Il design center di Mosca è il più grande dell'Europa orientale, ma non l'unico del pianeta.

Fino al 2020, Boeing dipendeva per il 25-35% dai prodotti russi. Ma la pandemia di COVID-19 ha messo a dura prova i viaggi aerei. Anche l'aumento del tasso di incidenti degli aerei Boeing negli ultimi anni ha aggiunto problemi, a causa dei quali molti vettori aerei hanno rivisto le loro priorità a favore dei prodotti Airbus. Di conseguenza, la società iniziò a produrre 1/3 in meno di aeromobili rispetto a prima.

Abbandonando temporaneamente il titanio russo, Boeing conta sulle proprie scorte accumulate, sulle strutture di stoccaggio della riserva statale statunitense e sulle forniture dal Kazakistan, che è al 10° posto nell'estrazione di minerali di titanio e produce l'11% del metallo di titanio nel mondo (la Cina è ora al primo posto con tutto il rispetto). L'esportazione di titanio dal Kazakistan passa attraverso il territorio della Russia attraverso il porto di San Pietroburgo. Se i russi bloccano questa rotta, creerà problemi alla Boeing. Tuttavia, Boeing può utilizzare la rotta Kazakistan-Azerbaigian-Georgia e poi via mare ove necessario, ma questo è più complicato e più costoso. C'è la sensazione che Boeing abbia semplicemente deciso di aspettare la fine del periodo di crisi e di non provocare critiche inutili ai russofobi.
17 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 10 March 2022 10: 55
    -8
    Eka è invisibile.
    Segretamente, ci sono tali aziende, società di logistica che sono impegnate a risolvere tali problemi.))))
    Strofina con gioia i palmi delle mani e avanti.)))
    E tutto passerà: il Boeing ha un potente agente di influenza, raggiungerà
  2. Oleg_5 Офлайн Oleg_5
    Oleg_5 (Oleg) 10 March 2022 10: 56
    -2
    Il fatto che non solo funzionerà, ma dovrà anche aspettare con la produzione di nuovi velivoli.
    E quindi molte tavole sono in conservazione a causa della riduzione dei voli nell'era del covid.
    E ora a loro si aggiungeranno diverse centinaia di coloro che torneranno dalla Russia.
    È più facile per i potenziali acquirenti acquistare un aereo poco usato che un nuovo aereo ...
    1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
      Solo un gatto (Bayun) 10 March 2022 11: 12
      +4
      come faranno a tornare con il cielo chiuso? saranno utilizzati per il trasporto domestico fino a quando non saranno fatti a pezzi per parti.
      1. Oleg_5 Офлайн Oleg_5
        Oleg_5 (Oleg) 10 March 2022 11: 45
        -3
        puramente tecnicamente, la restituzione non è affatto un problema
        basta un contratto di leasing rinnovato per qualsiasi compagnia aerea asiatica
        1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
          Solo un gatto (Bayun) 10 March 2022 12: 01
          +1
          per esempio, il Giappone incluso nell'elenco dei paesi ostili? Dubito che la Cina firmerà per la confisca degli aerei. i turchi si sono iscritti, ma non per la confisca, ma per i voli tra Russia e Turchia.
          1. Oleg_5 Офлайн Oleg_5
            Oleg_5 (Oleg) 10 March 2022 12: 11
            -3
            Malesia, Filippine .... ma non le conosci mai
            1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
              Solo un gatto (Bayun) 10 March 2022 12: 35
              0
              poco... questi non sono paesi, ma incomprensioni.

              Circa 180 aerei sono stati trasferiti al registro russo, compresi i rapporti di Aeroflot, Pobeda, Utair, Rosaviatsia.
              1. Oleg_5 Офлайн Oleg_5
                Oleg_5 (Oleg) 10 March 2022 12: 42
                -2
                Sì, ho visto.... basterà per molto tempo?...
                Gli esperti scrivono - da 3 mesi a sei mesi.
                E poi - una valanga di analisi delle parti... per un po' di tempo.
                1. Oleg_5 Офлайн Oleg_5
                  Oleg_5 (Oleg) 10 March 2022 12: 45
                  -3
                  Mosca. 10 marzo. INTERFAX.RU - La Cina ha rifiutato di fornire parti di aeromobili alle compagnie aeree russe, ha affermato Valery Kudinov, capo del dipartimento di aeronavigabilità per gli aerei di Rosaviatsiya. Secondo lui, la Russia intende cercare opportunità per fornire parti di aeromobili in Turchia, India e altri paesi.

                  "Abbiamo incaricato la compagnia aerea stessa di determinare dove ha l'opportunità di ottenere questi pezzi di ricambio. Per quanto ne so, tali informazioni sono passate che si sono rivolte alla Cina, ad esempio, e i cinesi hanno rifiutato", ha detto Kudinov ai giornalisti dell'MRO Russia & conferenza CSI.

                  "Cercheremo (opportunità - IF) attraverso altri paesi. Forse attraverso i nostri partner - attraverso i turchi, forse attraverso l'India. Ogni azienda negozierà da sola - noi (Rosaviatsia - IF) aiuteremo semplicemente a legalizzare questi pezzi di ricambio", ha detto Kudinov.

                  Il 26 febbraio l'Unione Europea ha imposto sanzioni che vietano la fornitura di aeromobili civili e pezzi di ricambio alla Russia, nonché la loro manutenzione e assicurazione. Inoltre, le sanzioni obbligano i locatori a rescindere i contratti in essere con le compagnie aeree entro la fine di marzo.
                  1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
                    Solo un gatto (Bayun) 10 March 2022 13: 00
                    +6
                    Non si sa mai cosa hanno detto i politici ultimamente ... Putin un mese fa non avrebbe bagnato gli ucraini e l'attrezzatura con la lettera Z era al confine ... aspetta e vedrai ...
                    1. Oleg_5 Офлайн Oleg_5
                      Oleg_5 (Oleg) 10 March 2022 13: 02
                      0
                      Questo è sì... aspetta
  3. 123 Офлайн 123
    123 (123) 10 March 2022 11: 39
    +5
    La chiusura dell'ufficio tecnico a Kiev è proprio questa la sanzione contro la Russia? sorriso
    Il vecchio Biden ammette che Kiev è terra russa? Oppure, come al solito, stupidamente non capiscono la differenza? risata
    Attendiamo la reazione del pianista, che esprime sincera gratitudine per il supporto lol
  4. bsk_una Офлайн bsk_una
    bsk_una (Nick) 11 March 2022 07: 39
    +2
    Titanio, uranio, che vengono espulsi dalle sanzioni contro la Russia, colpiranno duramente tutti i nemici. Pertanto, è necessario semplicemente sospendere la fornitura di questi materiali fino alla revoca di tutti i divieti dalla Russia. Dobbiamo essere più decisi! E poiché la leadership ha gemelli come i non cittadini del paese, dovrebbero semplicemente essere espulsi dalla leadership. Ci sono molte persone di talento in Russia e tutti i Vasya-Vasya sono un sudicio manico di scopa che ostacola lo sviluppo del paese. Posso nominare: Siluanov, Khristenko, Nabiulina (com'è diverso?), Golikov, Trutnev, Manturov, tutte le tangenti.
  5. Artyom76 Офлайн Artyom76
    Artyom76 (Artem Volkov) 11 March 2022 08: 51
    0
    Un'altra domanda: perché tutti spargono marciume sul nostro SSJ100 e minacciano di non fornire kit, ma noi forniamo loro tutto in risposta e non li minacciiamo? Perché l'intero gioco è solo alle nostre porte?
  6. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 11 March 2022 09: 13
    -3
    Il fatto che, avendo speso un terzo delle riserve auree, il Cremlino non oserà limitarsi in dollari. Non ci saranno sanzioni di ritorsione.
  7. Pavel57 Офлайн Pavel57
    Pavel57 (Paolo) 11 March 2022 19: 06
    0
    Airbus non fornisce pezzi di ricambio e noi siamo titanio per questo. Un intoppo.
  8. Anchonsha Офлайн Anchonsha
    Anchonsha (Anconsha) 12 March 2022 00: 49
    0
    I materassi sono andati troppo oltre e si sono seduti nella loro pozzanghera con sanzioni contro il nostro paese. Ecco fatto, la Russia è già diventata completamente sovrana, cioè indipendente dall'Occidente. E non riescono a chiudere con un sipario l'Occidente dal mondo intero. Né militarmente, né economicamente, né politicamente la Russia è indipendente. Ebbene sì, i passaggi saranno affidati a noi, ma tutto sarà risolto.