Il Giappone sceglie un duro corso anti-russo


L'aggressiva adesione di Tokyo alle sanzioni anti-russe dell'Occidente non dovrebbe sorprendere, perché la strada verso una tale posizione è stata segnata da molto tempo. Le radici dell'attuale escalation non risiedono in Ucraina, e nemmeno nelle direttive del principale alleato giapponese, gli Stati Uniti, anche se questi punti sono senza dubbio importanti. Riguarda più la posizione geopolitica del Giappone stesso sulla mappa del mondo e come è cambiato negli ultimi dieci anni.


L'attuale fase del confronto è iniziata con le clamorose dichiarazioni rilasciate a febbraio dall'ambasciatore americano in Giappone, che non solo ha sostenuto l'alleato asiatico nella disputa territoriale con la Federazione russa, ma ha anche collegato il problema alle tensioni attorno all'Ucraina. L'apparizione quasi simultanea di un sottomarino americano di classe Virginia vicino all'isola Kuril di Urup, che, sebbene non inclusa nei territori contesi, si è rivelata un vero scandalo, si trova molto vicino a loro.

È interessante notare che la Tokyo ufficiale non ha richiesto tale sostegno dall'estero e, a giudicare dalla reazione del pubblico, tutto ciò è stata in gran parte una sorpresa per i normali cittadini giapponesi.

Naturalmente, lo sfondo di tutti questi processi stava in superficie: l'alleato americano aveva bisogno di una cortesia in cambio sotto forma del sostegno di Tokyo alle sanzioni totali contro la Russia.

E questa cortesia è seguita: il governo del Paese del Sol Levante, in contrasto con il 2014, quando la posizione di Tokyo si è contraddistinta per una maggiore moderazione sullo sfondo dei negoziati con la Federazione Russa su un trattato di pace, nelle condizioni attuali ha prontamente sostenuto le misure più feroci.

Inoltre, a marzo Tokyo ha ufficialmente trasferito un carico di aiuti militari alle autorità di Kiev, che includeva giubbotti antiproiettile, caschi, kit medici e altro ancora. Ma dobbiamo capire che per il Giappone del dopoguerra, inviare anche tali aiuti all'estero è un passo senza precedenti.

Ci sono stati anche rapporti secondo cui ex membri delle forze di autodifesa si sono offerti volontari per l'Ucraina. Tuttavia, non c'è chiarezza qui, e simili "notizie” potrebbe rivelarsi un banale giornalista “anatra”.
In termini politici, sta cominciando a verificarsi l'internazionalizzazione della questione curlia, cosa che sia Tokyo che Mosca hanno cercato di evitare in precedenza.

Va notato che la missione a lungo termine del primo ministro Shinzo Abe l'anno prima, che ha cercato di risolvere l'annosa controversia territoriale, è stata in gran parte forzata.

L'ultimo decennio, in particolare gli anni 2010, è stato piuttosto teso per il Giappone. Anche se la Terra del Sol Levante sta conducendo un estero molto cauto politica di, senza partecipare ad avventure militari, due crisi internazionali hanno colpito direttamente il problema della sua sicurezza nazionale.

Il primo è l'appropriazione forzata da parte della Cina di Scarborough Shoal nel 2012, dove le Filippine, che in precedenza controllavano l'area acquatica, non hanno potuto dare una risposta adeguata alle rivendicazioni militari della superpotenza. E non è nemmeno il fatto della cattura in sé ad essere importante, ma il fatto che l'amministrazione del presidente americano Barack Obama si sia poi lavata pubblicamente le mani, nonostante il trattato di mutua difesa del 1951 tra Manila e Washington.

Così è stato lanciato un segnale per gli alleati asiatici degli Stati Uniti: le garanzie dell'America non sono più così irremovibili come prima. Naturalmente, gli americani sono tornati rapidamente in sé e hanno cercato di rettificare la situazione emettendo una parte di nuove assicurazioni verbali, ma il danno alla reputazione nella regione si è rivelato molto più forte di quanto si aspettassero a Washington.

La seconda crisi geopolitica è l'offensiva dell'Isis (organizzazione bandita in Russia) in Medio Oriente, che ha messo a repentaglio i giacimenti di petrolio e gas delle monarchie arabe. Non ha senso ricordare che è dal Golfo Persico che arrivano i giapponesi economia riceve la maggior parte del suo petrolio e del gas naturale liquefatto.

Il Paese del Sol Levante non conosceva una situazione geopolitica così difficile dagli anni Cinquanta del secolo scorso, quando stava appena iniziando a riprendersi dalla guerra mondiale e dai sette anni di occupazione, non aveva quasi esercito e gli stati comunisti stavano guadagnando forza in giro.

Tornando al passato relativamente recente, c'è motivo di dire che il premier Shinzo Abe non era affatto un russofilo, eppure la difficile situazione di politica estera lo ha spinto a compiere alcuni passi verso il Cremlino.

In Russia, a giudicare dalle pubblicazioni sui principali media di quel periodo, ci si aspettava irragionevolmente che, sotto la minaccia di Cina e Corea del Nord, il governo giapponese avrebbe “crollato” e fatto concessioni radicali sulla questione territoriale. Fino al completo rigetto di qualsiasi pretesa nei confronti della Federazione Russa. Tuttavia, è ovvio che aspettative così irrealisticamente elevate hanno portato al completo fallimento dei negoziati.

C'è anche motivo di credere che la "questione Kuril" sia stata chiusa da Mosca molto prima del referendum costituzionale del 2020. Nel dicembre 2016, il presidente Vladimir Putin lo ha chiarito.

Se guardi attentamente la dichiarazione, c'è l'articolo 56, vedrai che parla del trasferimento [delle isole Shikotan e Habomai], ma non dice sotto quale sovranità, non dice a quali condizioni. Ci sono molte domande lì. Anche nell'ambito della dichiarazione del XNUMX, c'è ancora molto lavoro da fare

disse allora il leader russo.

Tale interpretazione del documento parlava direttamente dell'effettiva conclusione delle trattative sulla questione territoriale. Ad esempio, per affittare qualcosa dalla Federazione Russa (ed è così che la Finlandia utilizza il territorio del Canale Saimaa) senza il trasferimento della sovranità, il governo giapponese non sarebbe mai d'accordo.

Inoltre, la memorabile dichiarazione del leader russo ha suscitato scalpore nei social network giapponesi. Ed era solo questione di tempo prima che questi sentimenti trovassero il loro rappresentante politico e portavoce. Sono diventati l'attuale Primo Ministro Fumio Kishida. E l'Ucraina - è servito come motivo formale per adempiere a quanto pianificato da tempo.
Vale la pena notare che la svolta anti-russa della società giapponese in quel momento non dava particolarmente fastidio a nessuno in Russia, ad eccezione di un piccolo numero di specialisti.

Era consuetudine ironizzare con condiscendenza sull'impotenza e la rabbia giapponesi. Tuttavia, nelle condizioni moderne, questa amarezza è senza dubbio già considerata molto più seriamente a Mosca. Se non altro perché esclude completamente la comparsa di vicini non solo di un politico filorusso, ma anche di chiunque abbia voglia di dialogare, come lo stesso Shinzo Abe.

La situazione è aggravata dal fatto che la Russia ha problemi lungo quasi tutto il perimetro dei suoi confini. E non si tratta solo della denazificazione dell'Ucraina, sostenuta dall'intero Occidente collettivo. Nel sud, il conflitto armeno-azero è recentemente divampato e in Kazakistan sono infuriate proteste, che mette in discussione l'attuazione del corridoio di trasporto nord-sud.

Tokyo, al contrario, si sta trasformando in una pietra angolare della politica regionale e persino mondiale, che non si osservava dai tempi della "bolla economica" degli anni Ottanta del secolo scorso. I militari stranieri hanno iniziato ad arrivare regolarmente nel paese per esercitazioni congiunte. Periodicamente viene sollevato il tema dell'adesione dei giapponesi all'alleanza di intelligence Five Eyes, che finora comprende solo paesi di lingua inglese (Gran Bretagna, Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda).

Anche la situazione del mercato energetico è radicalmente cambiata. Ora la dipendenza dal petrolio greggio e dal GNL della regione del Golfo Persico non è più così critica. I vettori energetici possono ora essere acquistati in Indonesia, Australia e negli stessi Stati Uniti.

Comprendendo i cambiamenti negli equilibri di potere in Estremo Oriente, il primo ministro Fumio Kishida non aveva fretta di stabilire contatti amichevoli con Mosca. E dopo l'inizio di un'operazione militare speciale in Ucraina, l'attuale gabinetto dei ministri è diventato un partecipante incondizionato al blocco economico della Federazione Russa.

Anche qui non ci sono sorprese. Dopo il fallimento della politica a lungo termine di Shinzo Abe, era prevedibile l'inasprimento della rotta in direzione russa. E l'Ucraina è solo una comoda scusa.
21 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Moray Borea Офлайн Moray Borea
    Moray Borea (Morey Borey) 15 March 2022 08: 04
    +1
    Giappone, satellite completo degli Stati Uniti. Quello che dicono gli Stati Uniti è quello che diranno il loro governo. Il Giappone ha bisogno di essere minacciato con bombe nucleari, solo allora capirà chi sta pedinando e rinuncerà agli Stati Uniti.
    1. Shmurzik Офлайн Shmurzik
      Shmurzik (Seymslav) 15 March 2022 10: 30
      0
      Il Giappone ha bisogno di essere bombardato con bombe nucleari, solo allora capiranno chi stanno pedinando e abbandoneranno gli Stati Uniti.

      ... Perché sciocchezze allora? - bombardiamo subito gli States...
  2. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 15 March 2022 09: 13
    0
    La posizione del Giappone per la Russia è prevedibile e non pericolosa.
    L'importazione dal Giappone alla Russia è piccola e, se ne hai davvero bisogno, puoi acquistarla in Corea del Sud.
    1. Luis Betton Офлайн Luis Betton
      Luis Betton (Vladimir) 15 March 2022 09: 29
      -5
      E (la posizione) diventerà pericolosa quando le forze di sbarco giapponesi atterreranno sulle isole contese e la difesa aerea costiera verrà distrutta dalle forze di autodifesa del Giappone invase dalla crescita ?! Mentre le forze principali e la flotta della Federazione Russa sono attratte dall'Ucraina e dal Mar Nero. Sullo sfondo della totale russofobia, ora è un momento molto opportuno per il Giappone di fare un passo così serio. E nessuno li condannerà, ma addirittura li sosterrà.
      1. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 15 March 2022 09: 34
        +1
        Non ci sarà lo sbarco giapponese sulle isole.
        La cosa principale è non scrivere con acqua bollente in anticipo: il cane sbagliato morde, che abbaia.

        È persino ridicolo per me ridere della totale russofobia: tutti i 130 milioni di yapp sono totalmente russofobici sulla Russia. risata
      2. shinobi Офлайн shinobi
        shinobi (Yury) 15 March 2022 09: 47
        +2
        Pensi che i suicidi siano lì? Il Giappone è un membro della NATO. L'attacco del Giappone è un attacco diretto della NATO alla Russia. La conversazione avverrà con mezzi completamente diversi e diversi. E gli Stati Uniti cercheranno di sottrarsi al processo. attacco agli Stati Uniti e al membro della NATO Israele. E allora? E il fatto che non ci fosse risposta, gli Stati Uniti l'hanno inghiottito. E la Russia ha molte più opportunità e capacità. combattere contro l'intero Occidente è una cosa comune, lo farei anche dire tradizionale.
        1. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 15 March 2022 16: 03
          -2
          Il Giappone è un membro della NATO. L'attacco del Giappone è un attacco diretto della NATO alla Russia.

          ya Patstalom lol
          1. shinobi Офлайн shinobi
            shinobi (Yury) 15 March 2022 23: 58
            0
            Quindi siediti lì. L'assenza di un trattato formale non ha importanza. Sì, in realtà, come la sua presenza. Gli alleati degli Stati Uniti vengono abbandonati facilmente e naturalmente.
    2. Shmurzik Офлайн Shmurzik
      Shmurzik (Seymslav) 15 March 2022 10: 38
      -1
      L'importazione dal Giappone alla Russia è piccola e, se ne hai davvero bisogno, puoi acquistarla in Corea del Sud.

      Sì, proprio ora! ... La Corea ne è consapevole? Segui le notizie?
      La Corea non è stata tra le prime a imporre sanzioni?
      1. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 15 March 2022 16: 37
        -2
        Ci sono sanzioni settoriali, a seconda del "profilo" del Paese.
        1. Shmurzik Офлайн Shmurzik
          Shmurzik (Seymslav) 15 March 2022 17: 51
          -2
          Ci sono sanzioni settoriali, a seconda del "profilo" del Paese.

          Oh, sì, sì... Sostegno alla disconnessione della Federazione Russa da SWIFT e sanzioni contro la Banca Centrale della Federazione Russa (e altre sette banche) quale settore? Proponi di portare soldi cuciti in pantaloncini? Ma ecco
          una cosa, - i rubli non si raffreddano ...
          RS
          Quasi dimenticavo:

          L'UE, gli Stati Uniti, il Giappone e la Corea del Sud, nonché il produttore taiwanese di semiconduttori TSMC, hanno vietato l'importazione di prodotti high-tech in Russia.

          Importerai "volpe abbattuta" e semi di soia, a meno che, ovviamente, qualcosa non esca attraverso il baratto, perché è improbabile che il T80 e il BMP, come prima, siano adatti a loro, soprattutto da quando la Corea ha aderito alle sanzioni contro il complesso militare-industriale di la Federazione Russa ...
          1. istruttore di trampolino (Pericolo del cotriarca) 15 March 2022 21: 16
            -2
            Oh, sì, sì... Sostegno alla disconnessione della Federazione Russa da SWIFT e sanzioni contro la Banca Centrale della Federazione Russa (e altre sette banche) quale settore? Proponi di portare soldi cuciti in pantaloncini?

            Si occuperanno di Swift e delle sanzioni lì.
            Trasferisco denaro in contanti fino a $ 10000. Il resto non mi riguarda.
            1. Shmurzik Офлайн Shmurzik
              Shmurzik (Seymslav) 15 March 2022 21: 45
              -1
              Si occuperanno di Swift e delle sanzioni lì.
              Trasferisco denaro in contanti fino a $ 10000. Il resto non mi riguarda.

              Bene, è così che tutto risulta essere proprio quello ... - la tua maglietta è ancora più vicina al corpo ...
  3. LLIkunep Офлайн LLIkunep
    LLIkunep (Alex) 15 March 2022 09: 59
    +1
    Citazione di Louis Betton
    E (la posizione) diventerà pericolosa quando le forze di sbarco giapponesi atterreranno sulle isole contese e la difesa aerea costiera verrà distrutta dalle forze di autodifesa del Giappone invase dalla crescita ?! Mentre le forze principali e la flotta della Federazione Russa sono attratte dall'Ucraina e dal Mar Nero. Sullo sfondo della totale russofobia, ora è un momento molto opportuno per il Giappone di fare un passo così serio. E nessuno li condannerà, ma addirittura li sosterrà.

    Prima di tutto, il Giappone dovrebbe ricordare che è solo una piccola isola nell'oceano in tempesta delle forze nucleari, e qualsiasi sua "Tsushima" può trasformarsi in una "Nagasaki" molte volte più grande.
    In secondo luogo, il Giappone dovrebbe pensare a quali altre isole è pronto a separarsi, continuando a peggiorare la situazione intorno alle Curili.
    Tutto ciò che va oltre è polvere e vanità.
  4. Sergey Pavlenko Офлайн Sergey Pavlenko
    Sergey Pavlenko (Sergey Pavlenko) 15 March 2022 10: 55
    0
    No, non c'è bisogno di bombardare gli sbirri, ci sono già passati e non è interessante ... ma per mostrare gli stessi stati l'uso delle nostre nuove armi subacquee, il cui uso laverà il Giappone nel oceano, questo sarebbe sia chiaro che comprensibile per tutti coloro che abbaiano alla Russia ...
    1. shiva Офлайн shiva
      shiva (Ivan) 16 March 2022 14: 57
      +2
      Wow, è vero. Sussultare a Los Angeles, e il Giappone sarà spazzato via dall'onda riflessa.
      E non hai nemmeno bisogno di sussultare molto - c'è una tale faglia geologica - ti leccherai le dita. Un Poseidone lì, wow, e come questa madre di formaggio, la terra non vuole sopportare amer su se stessa ....
      E sarà possibile girare un film del genere da Hollywood dalle prime file ... Documentario ....
  5. mi piace Офлайн mi piace
    mi piace (likas tirlo) 15 March 2022 12: 10
    0
    quelli. I giapponesi non ripuliscono la produzione e la vendita di auto ... ben fatto ...
  6. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 16 March 2022 03: 31
    +1
    Il Giappone sta semplicemente raggiungendo la Russia con la paura agli ordini di Washington, in modo che Mosca abbia l'impressione che la situazione stia andando fuori controllo. Ma è proprio a questa situazione che Mosca si è preparata in tutti questi anni.
    A volte ti poni la domanda, le richieste russe alla NATO erano deliberatamente così irrealistiche (sembrava persino raccogliere monete e rotolare nel 97), il discorso del presidente sull'operazione in Ucraina è stato deliberatamente così aggressivo? Apparentemente, la Russia non ha cercato in qualche modo di aggirare, concordare da qualche parte, prendere sanzioni da qualche parte, ma non ha fatto male (ad esempio, limitandosi a riconoscere l'LDNR). È stata una rottura completa con l'Occidente, era in questa forma come è ora che l'idea era come sembra dall'esterno.

    Il fatto che l'Europa abbia mollato gli ultimi freni e sia partita in modo serio con un obiettivo: provocare proteste in Russia, per la quale, tra l'altro, dicono all'Ucraina di continuare a combattere, di gettare più ucraini sotto le bombe, nel speranza di qualcosa in Russia. A quanto pare, hanno anche guardato oltre l'orizzonte degli eventi e sono rimasti inorriditi. Non c'è altra spiegazione: in una situazione di crisi di inflazione, rompere la (propria) economia con sanzioni così gravi contro la Russia è un passo disperato. A proposito, la Russia ha anche risposte alle sanzioni che sono già state annunciate: SP1 e, in generale, forniture di gas all'UE. Questa misura metterà l'UE sull'orlo dell'esistenza, che è anche un motivo contro un possibile intervento militare della NATO in Ucraina (a parte le armi nucleari).

    Non dimenticare l'aspetto alimentare. In Germania l'olio di girasole è completamente scomparso dai negozi, il diesel costa 2.30 EURO litri. La campagna di semina in Ucraina non è iniziata e sembra che non comincerà a breve. Anche il grano russo potrebbe non arrivare sui mercati. Tali conseguenze stanno costringendo l'Europa a fomentare la russofobia, incolpando la Russia di tutto. Difficile dire quanto le masse ci credano, si sospetta che la gente sia diventata un po' stupida e creda a tutto. Ma ci sono anche speranze che le menti sane capiscano le ragioni di tutto, perché ne hanno bisogno e che il risveglio abbia inizio. È sempre così nelle crisi, dopo la guerra inizia l'introspezione. Così è stato con la guerra in Georgia nel 2008, quando i media occidentali hanno iniziato a capirne i meriti, ma dopo.

    Ora la cosa principale è che la società russa sosterrebbe Z o almeno sosterrebbe la resistenza dei russi alle sanzioni occidentali. È molto importante. Giocare per la Russia è suicida. Rompere il paese a parte.
  7. Adam men Офлайн Adam men
    Adam men (Adamo Uomini) 16 March 2022 14: 34
    0
    Questi sciacalli aspettano da tempo dietro le quinte. Non vedo l'ora
  8. Adam men Офлайн Adam men
    Adam men (Adamo Uomini) 16 March 2022 14: 35
    0
    Citazione di Louis Betton
    E (la posizione) diventerà pericolosa quando le forze di sbarco giapponesi atterreranno sulle isole contese e la difesa aerea costiera verrà distrutta dalle forze di autodifesa del Giappone invase dalla crescita ?! Mentre le forze principali e la flotta della Federazione Russa sono attratte dall'Ucraina e dal Mar Nero. Sullo sfondo della totale russofobia, ora è un momento molto opportuno per il Giappone di fare un passo così serio. E nessuno li condannerà, ma addirittura li sosterrà.

    Tutti hanno già paura del terribile atterraggio giapponese))) gyyyy
  9. salti piatti: selezioneremo Hokkaido e pasticciamo la Repubblica degli Ainu come parte della Russia!