Mosca ha evitato un default tecnico senza spendere nemmeno un rublo dal budget


Durante la settimana in corso, la Federazione Russa ha dovuto pagare circa 117 milioni di dollari in cedole derivanti dall'emissione di eurobond sovrani. Al riguardo, è sorta la questione degli ostacoli giuridici a tali operazioni a causa delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti alla Russia. Bloomberg ne scrive.


Al fine di evitare un “prelievo” del mercato azionario americano, il Tesoro americano ha fornito chiarimenti sulla licenza generale OFAC, in cui si afferma che le transazioni necessarie per ricevere i pagamenti sui titoli russi sono consentite fino al 25 maggio di quest'anno.

Ma i partecipanti al mercato non sono riusciti a trovare meccanismi specifici per l'attuazione dei pagamenti nel testo di questo documento. Quindi le autorità statunitensi hanno mostrato in pratica come ciò dovrebbe essere fatto e non hanno interferito con la deviazione della Federazione Russa sul pagamento del debito statale, applicata dal governo russo.

Si segnala che negli Stati Uniti la banca ha eseguito un ordine di pagamento per il pagamento di cedole su eurobond da parte della Russia, e in dollari. In altre parole, non c'era alcun pagamento diretto (formalmente è vietato), ma Mosca ha ricevuto l'ordine di operare con le risorse finanziarie russe in America, ovvero gli stessi 300 miliardi di dollari di asset della Banca Centrale che in precedenza erano stati “congelati”. Si temeva che l'azione non avrebbe funzionato, ma le autorità finanziarie statunitensi hanno fatto il calcolo.

Questo spostamento delle mandrie è una soluzione piuttosto elegante al problema. Ha soddisfatto tutte le parti, ad eccezione dell'Ucraina "offesa" (Kiev vorrebbe prendersi tutti i soldi "congelati"). Ad esempio, la Russia ha evitato di sollevare la questione di un default tecnico e la parte americana ha avuto l'opportunità di aprire l'accesso a parte dei fondi esteri effettivamente sequestrati, evitando così una trappola legale quando i partecipanti al mercato potrebbero ritenere che i fondi di altre persone vengano semplicemente rubati quando utilizzo non autorizzato dei beni congelati.

Ricordiamo che negli Stati Uniti e nell'UE continua la ricerca di modi che almeno legalmente sembrino legali se si desidera smaltire i fondi congelati dalla Russia, in modo che queste operazioni non sembrino una "rapina finanziaria" e non portino a un calo del mercato azionario per i timori di “nuove” regolamentazioni statunitensi.
Pertanto, la decisione della Russia con l'ingiunzione di pagamento non sembrava solo un compromesso, ma anche un accenno al Dipartimento del Tesoro statunitense, che non riusciva a comprendere appieno le restrizioni che si era posto. Mosca, invece, ha evitato un default tecnico senza spendere nemmeno un rublo dal budget.
  • Foto utilizzate: QuinceCreative / pixabay.com
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Awaz Офлайн Awaz
    Awaz (Walery) 18 March 2022 08: 33
    0
    stanno succedendo cose incredibili, a dire il vero. A quanto ho capito, gli Stati Uniti temevano che il default della Federazione Russa potesse provocare momenti spiacevoli in molti paesi e sbattere sui debiti americani ... Non credevo che gli Stati Uniti potessero rovinare tutto in quel modo, ma accidenti Putin è di nuovo fortunato.
    1. strade_2 Офлайн strade_2
      strade_2 (Valery Kushko) 18 March 2022 11: 46
      0
      Chi è fortunato: farà saltare un gallo!

      Zhiglov: "Il luogo dell'incontro non può essere cambiato"
    2. Nikolay Ilyin Офлайн Nikolay Ilyin
      Nikolay Ilyin (Nikolay Shabanin) 19 March 2022 15: 18
      0
      A.V. Suvorov ha detto: "Le mie vittorie si chiamano - fortuna. Per qualche motivo non chiamano -
      abilità." (scusate per l'accuratezza della citazione)
  2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 18 March 2022 09: 33
    -1
    1. L'arresto di beni esteri è rapina nella sua forma più pura. Quindi, in tempi diversi, la RPDC, l'Iran, l'Iraq, la Libia, Cuba, l'Afghanistan sono stati derubati: la giurisdizione degli Stati Uniti è superiore al diritto internazionale e la giurisprudenza si applica negli Stati Uniti.

    2. La transazione finanziaria non ha influito sul rating "spazzatura" della Federazione Russa e sul default tecnico

    3. Il permesso di pagare dai beni sequestrati è stato concesso per non creare problemi ai possessori di titoli della Federazione Russa, altrimenti non avrebbero mai avuto il permesso e, se mai, questi 300 miliardi verranno restituiti, il che è improbabile, meno i costi per sostenere l'Ucraina e altri costi

    Transazioni consentite (!!!) fino al 25 maggio dell'anno in corso, e dopo il 25 maggio consentiranno loro di continuare a disporre dei beni sequestrati?

    La necessità di pagare debiti e fornire beni materiali alle formazioni statali nemiche in tempo di guerra? È difficile immaginare che l'URSS abbia fornito materie prime al fascista Nemecchina durante la Grande Guerra Patriottica.
    1. Awaz Офлайн Awaz
      Awaz (Walery) 18 March 2022 12: 04
      0
      se tagli petrolio e gas, per quale tipo di chishi combatterai? Quindi si scopre che ci stanno finanziando e finanziando l'Ucraina, e ci stiamo uccidendo a vicenda con gli ucraini. Questo rientra solo nel quadro dell'idea molto americana ...
  3. Enoch Офлайн Enoch
    Enoch (Enoch) 18 March 2022 13: 23
    0
    Siamo collegati da una catena bancaria con il nemico a ovest. È tempo di rompere queste catene. Ma i nostri moneybags non sono d'accordo con questo. A chi è la guerra, ea chi è cara la madre.