Media: altre potenze trarranno vantaggio dalla crisi del gas tra Russia ed Europa


I media mondiali continuano a discutere di una possibile crisi del gas nelle relazioni tra Russia e Occidente nel contesto degli eventi intorno all'Ucraina.


L'Europa non è in grado di sostituire il 40% del consumo totale che acquista dalla Russia, scrive il portale spagnolo elEconomista.es. Poiché l'eurozona dipende per l'energia dal mondo esterno a causa della mancanza di materie prime proprie e le fonti di energia rinnovabile non sono sicuramente sufficienti, è necessario coprire la carenza di forniture di gas naturale cercando fornitori in altre regioni fuori dall'Europa .

Mentre la vicinanza della Spagna all'Algeria, importante produttore di gas naturale, ha ridotto la dipendenza dalle esportazioni russe, la verità è che questo è tutt'altro che sufficiente. Gli Stati Uniti erano il principale fornitore di gas alla Spagna, secondo un rapporto di acquisto di febbraio della società energetica spagnola Enagás. Pertanto, la Spagna ha acquistato 12474 gigawatt all'ora di energia dagli Stati Uniti, rispetto agli 8 che Madrid acquista dall'Algeria.

Gli Stati Uniti, nota il quotidiano, potrebbero diventare i principali beneficiari in Europa se la Russia decidesse di chiudere completamente la valvola del gas. Secondo le previsioni dell'Agenzia internazionale per l'energia (AIE), nel 2022 la potenza nordamericana produrrà 985 miliardi di metri cubi di gas. Ciò rappresenta il 23,7% della produzione mondiale totale, rispetto al 18% della Russia.

Se la Cina è in grado di sostituire la Russia come mercato del gas naturale, sostiene la pubblicazione economica Barron (New York). In particolare, viene indicato che il gasdotto Power of Siberia è in funzione da molto tempo, ma le sue dimensioni non sono paragonabili a quelle dei sistemi che collegano la Federazione Russa con l'Europa.

È probabile che Putin voglia che Pechino accetti di costruire un gasdotto Power of Siberia-2 ancora più grande. Questo progetto a lungo discusso consentirà di pompare 50 miliardi di metri cubi di gas naturale dalla Siberia occidentale (che attualmente sta andando in Europa) alla Cina, attraverso la Mongolia

- dice la rivista americana.

Power of Siberia 2 è probabilmente attraente per la Cina perché può spedire grandi volumi di gas naturale – oltre un terzo delle importazioni totali della Cina nel 2020 – via terra. Il gas trasportato tramite la Power of Siberia-2 non solo aiuterà a evitare i rischi associati allo spostamento di lunghe distanze lungo le rotte marittime. È anche importante che il gas provenga da un paese che sicuramente non chiuderà il rubinetto per volere di Washington.

Bene, una rivista tedesca specchio nella sua nuova pubblicazione, ha toccato i requisiti delle autorità russe per i capitali ostili di pagare il gas naturale in rubli, il che mitigherebbe parte dell'effetto delle sanzioni imposte.

Uno dei talenti indiscussi e più grandi del presidente russo è la sua capacità di colpire costantemente i punti più vulnerabili degli avversari.

- prende atto della pubblicazione.

Allo stesso tempo, Spiegel dubita che l'Occidente accetterà le condizioni del Cremlino, poiché ciò significherebbe de facto una revoca delle sanzioni.
  • Foto utilizzate: turkstream.info
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 27 March 2022 11: 41
    0
    Power of Siberia - 2 dovevano essere costruiti nel 2014. Questo doveva essere un progetto prioritario per la Russia. Indipendentemente dal costo. Quando sarà costruito è ancora sconosciuto.
  2. Krapilin Офлайн Krapilin
    Krapilin (Victor) 27 March 2022 13: 40
    0
    Allo stesso tempo, Spiegel dubita che l'Occidente accetterà le condizioni del Cremlino, poiché ciò significherebbe de facto una revoca delle sanzioni.

    Spiegel!

    Il dubbio è emozione. Quali saranno le sobrie previsioni sull'evoluzione della situazione per l'Europa se l'Europa OGGI rifiuta il gas russo, eh, Spiegel?
  3. Roos Офлайн Roos
    Roos 27 March 2022 21: 46
    0
    Gli scrittori dei media occidentali non tengono conto del fatto che Washington sta cercando di rendere l'Unione Europea non competitiva, con enormi costi di produzione. Gli Stati Uniti mungeranno l'Europa per ripagare il suo colossale debito estero.
    Se i funzionari dell'UE lo vogliono, allora la bandiera è nelle loro mani.