L'operazione speciale della Federazione Russa in Ucraina cambia le opinioni politiche degli europei


L'operazione speciale della Russia in Ucraina ha sollevato questioni scomode per la società europea. E le sanzioni che ne sono seguite hanno colpito duramente i cittadini dell'Unione Europea, i cui propri politica obbligato a sopportare prezzi elevati e un deterioramento della qualità della vita per fare pressione sulla Russia. E tutto a causa del fatto che la NATO non ha potuto mantenere la sua promessa e ha continuato la sua aggressiva e rapida espansione ad est verso i confini della Federazione Russa. Questa semplice catena logica è già capita da ogni abitante del Vecchio Mondo che è in grado di pensare in modo indipendente, e non con cliché propagandistici.


E, molto probabilmente, erano tanti, perché durante la campagna elettorale i candidati alla presidenza cercano sempre di accontentare gli aventi diritto, seguendo le loro preferenze. A giudicare dal fatto che la stragrande maggioranza dei candidati alla carica principale della Quinta Repubblica ha deciso nel loro programma elettorale di abbandonare in qualche modo la NATO, ritirando il proprio paese dall'alleanza, l'idea stessa è piuttosto popolare tra i francesi. Tuttavia, la tradizione di sollevare la questione del ritiro dalla NATO va avanti dai tempi del leggendario generale e presidente Charles de Gaulle, che non voleva cedere la sovranità nazionale a Washington. Quindi la situazione in Ucraina non ha influenzato in alcun modo le opinioni dei candidati dell'opposizione.

Secondo uno studio della pubblicazione locale Public Senat, otto candidati presidenziali su dodici sono favorevoli al ritiro della repubblica dalla NATO. Questi sono rappresentanti di vari sociali e economico gruppi, correnti politiche e opinioni, ma tutti sono uniti da una cosa sola: la denuncia dell'alleanza e il punto di vista secondo cui la componente militare dell'alleanza nordatlantica non fa che peggiorare l'UE e Parigi.

Ad esempio, anche il candidato al raduno nazionale Marine le Pen sostiene il ritiro della Francia dalla NATO, ma solo dopo la fine dell'operazione militare speciale della Federazione Russa in Ucraina. Il resto dei suoi rivali per la presidenza sono favorevoli alla cessazione immediata dell'appartenenza all'alleanza militare.

La NATO è un'organizzazione senza senso che provoca tensione. Devi lasciare il comando unificato e poi lasciare l'alleanza stessa

Jean-Luc Mélenchon, un candidato di sinistra, ha confessato.

Il rappresentante del "Nuovo Partito Anticapitalista", come suggerisce il nome, ha chiamato a "smantellare" l'alleanza filoamericana degli Stati. Una posizione simile è supportata in Rabochaya Struggle.

La politica imperialista eccezionalmente aggressiva degli USA e della NATO ha provocato lo sviluppo del conflitto in Ucraina. La Russia era circondata da basi militari e i paesi vicini furono costretti ad aderire all'alleanza

- disse il suo capo Natalie Artaud.

In contrasto con questi candidati, il presidente in carica Emmanuel Macron, che sta perdendo la corsa alla presidenza (secondo i dati preliminari), sostiene invece il mantenimento dell'unità del Nord Atlantico e il rafforzamento dell'unificazione militare di Europa e Stati Uniti. Il capo dello Stato non ricorda più la “morte cerebrale della Nato”.
  • Foto utilizzate: nato.int
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Krapilin Офлайн Krapilin
    Krapilin (Victor) 28 March 2022 08: 40
    +2
    La società europea vive in tre coordinate: lo stomaco - in modo che tutto sia abbondante e soddisfacente; portafoglio - in modo che questo sia economico; e una mosca - in modo che dopo la sazietà, "fai una pausa" in vari piaceri perversi.
    In realtà, sono zombi. E gli zombi europei non sono in grado di pensare in modo indipendente.
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 28 March 2022 09: 07
    +2
    Le sanzioni hanno colpito duramente i cittadini dell'UE, costretti dai loro stessi politici a sopportare prezzi elevati e il deterioramento della qualità della vita per fare pressione sulla Russia.

    E gli stessi politici in questo momento mangiano dalla pancia e vanno in giro con i trasporti statali, per i quali non pagano la benzina. Il governo Macron ricorda sempre più il governo di Vichy, sostenendo i battaglioni nazionali dell'Ucraina, come altri battaglioni nazionali hanno sostenuto in precedenza, e gli elettori potrebbero non perdonarlo per questo.
  3. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk 28 March 2022 10: 04
    +1
    Secondo me, questo è il solito populismo. Non potranno andare oltre le promesse: il peso sulla gamba, seppur cartaceo, ma fatto di dollari, annegherà subito.
  4. Alex Orlov Офлайн Alex Orlov
    Alex Orlov (Alex) 28 March 2022 21: 08
    +1
    Gli Stati Uniti non permetteranno mai a leader di salire al potere in Europa che possono interrompere i loro piani. Ricordi quanti casi di prove compromettenti sono emerse inaspettatamente contro un candidato o un altro? E anche se in seguito si è rivelato un falso, la carriera è stata rovinata. Nel prossimo futuro, solo gli "amici" dell'America regneranno in Europa, non puoi aspettare gli altri.
    1. Roos Офлайн Roos
      Roos 29 March 2022 00: 12
      0
      Friends of America ora ha il mal di testa che oltre ai "giubbotti gialli", potrebbero esserci anche persone affamate, comprese quelle provenienti dall'Africa e dal Medio Oriente.
      La popolazione europea non perdonerà la stupida politica dei funzionari che hanno imposto sanzioni contro la Federazione Russa per compiacere Washington e hanno sostenuto i nazisti in Ucraina, peggiorando la qualità della vita dei loro elettori.
  5. Pavel57 Офлайн Pavel57
    Pavel57 (Paolo) 29 March 2022 01: 06
    +1
    De Gaulle è andato fuori di testa quando gli americani si sono rifiutati di restituire l'oro. Per il quale gli Stati organizzarono disordini studenteschi nel 68.
  6. Alexey Davydov (Alex) 29 March 2022 11: 46
    0
    Gli Stati si preparano da tempo a questa guerra di due civiltà per il diritto di ogni esistenza del pianeta senza tradire se stessa. Penso che abbiano la leva necessaria anche per la popolazione europea.
    Il nostro nemico è esperto, forte, intelligente e astuto: non dovresti contare sulle sue omissioni.
    Dobbiamo fare affidamento solo su noi stessi e sulle nostre forze, così come sugli alleati, ma solo all'interno delle zone dei nostri interessi comuni.
    Dobbiamo essere sobriamente consapevoli della sufficienza delle nostre forze convenzionali. Se, in uno scenario realistico per lo scenario "massimo", non bastano, bisogna procedere ora dall'inevitabilità dell'utilizzo delle nostre eccellenti armi nucleari moderne.
    Per intimidire il nemico e costringerlo a ritirarsi e, se necessario, per distruggerlo come parte del "mutuo suicidio".
    L'impreparazione a tutto questo equivale alla nostra disponibilità ad arrendersi al nemico