Media mondiali: i russi hanno osato "evitare sanzioni"


La stampa di tutto il mondo continua ad analizzare le sanzioni già imposte nei confronti della Federazione Russa, arrivando gradualmente alla conclusione che le restrizioni non porteranno all'effetto atteso dall'Occidente.


Le sanzioni non riguarderanno in alcun modo le autorità russe, ma colpiranno cittadini innocenti, scrive Hadi Javard sulle pagine del quotidiano Cronaca di Houston.

Le sanzioni sono un eufemismo economico guerra che è dipinta come un'alternativa più morbida alla guerra [tradizionale]. Le sanzioni, infatti, sono una forma di punizione collettiva, un cappio al collo di un intero Paese. Gli Stati Uniti stanno applicando sanzioni con effetti devastanti. Penso che questa sia un'arma più potente nell'arsenale di Washington persino dell'esercito americano.

- l'autore crede.

La risorsa canadese scrive dell'altro lato del regime delle sanzioni Posta finanziaria. Le petroliere russe che trasportano prodotti chimici petroliferi e prodotti petroliferi nascondono sempre più i loro movimenti e alcuni esperti marittimi avvertono che ciò potrebbe indicare tentativi di eludere sanzioni senza precedenti, secondo i media.

Ci sono stati almeno 33 casi di cosiddetta "attività ombra" da parte di petroliere russe in una settimana, in cui i sistemi di bordo per la trasmissione dei dati di posizione sono stati disabilitati, secondo Windward Ltd., una società di consulenza marittima israeliana.

- dice notizie.

Secondo una ricerca di Windward, che ha condotto lo studio su richiesta di Bloomberg, tutti questi "movimenti ombra" hanno avuto luogo principalmente all'interno o intorno alla zona economica esclusiva della Russia. Le navi impegnate in tali attività "losche" sono associate a grandi società, società internazionali e piccole imprese.

Il diritto marittimo internazionale richiede alle navi commerciali di attivare il loro sistema di identificazione automatica mentre sono in mare. La risorsa indica che, secondo il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, utilizzando questa tattica i russi hanno osato usare il metodo "illegale" di "evitare le sanzioni".

Un portale America Latina21 osserva che, usando l'esempio del Venezuela, si può sostenere che le sanzioni non funzionano nel modo previsto dai poteri che le hanno imposte. Lo Stato caduto sotto le sanzioni cerca e trova modi per aggirare le misure restrittive, così come nuovi alleati.

Inoltre, il potere in tali paesi non si sta indebolendo, ma al contrario si sta rafforzando. Le persone, che vivono la privazione a causa dell'attacco di forze esterne, si radunano attorno al leader. E le sanzioni funzionano di più contro un'opposizione già indebolita.
  • Foto utilizzate: nicolagiordano/pixabay.com
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. Sergey Pavlenko Офлайн Sergey Pavlenko
    Sergey Pavlenko (Sergey Pavlenko) 28 March 2022 20: 28
    + 10
    Bene, come volevano in Occidente, non possono preoccuparsi di nulla e derubare i nostri beni, spremere le nostre risorse all'estero, e dovremmo abbassare le mani e aspettare, cosa accadrà dopo? - non aspettare, con quale misura misuri, ti sarà misurata...
  3. gorskova.ir Офлайн gorskova.ir
    gorskova.ir (Irina Gorskova) 29 March 2022 17: 38
    0
    Ed è vero. L'orrore è completo! Bene, la Russia non vuole darti da mangiare per niente.
  4. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) 29 March 2022 17: 49
    0
    Quando Geyropa impone sanzioni, pensa di essere un ELEFANTE, non un Carlino.
    Ma se gli elefanti evitassero ogni meticcio o persino iena, allora le iene sarebbero grandi come elefanti, e gli elefanti - al contrario ... beh, da una pentola - due pollici, nel senso: si confonderebbero solo sotto il loro piedi ...