I residenti locali hanno sostenuto il sindaco della Balakleya ucraina, collaborando con l'esercito russo


Il 28 marzo, le autorità ucraine hanno accusato il presidente della comunità territoriale di Balakleya nella regione di Kharkiv, Ivan Stolbovoy, di "tradimento, cooperazione con l'esercito russo e appello ai residenti locali a essere fedeli alle forze armate della RF". Tuttavia, nel video registrato da uno dei partecipanti al raduno popolare, si sente tutto ciò di cui parlava il sindaco con la popolazione della città.


Stolbovoy ha detto alla gente in modo assolutamente onesto e senza mezzi termini che, in quanto uomo che aveva promesso di prendersi cura dei residenti durante le elezioni, che il cibo stava finendo, non c'erano acqua ed elettricità, la città era sull'orlo di una catastrofe umanitaria. Il governo ucraino si è ritirato, non c'è supporto da Kiev e non è previsto. Ma la Russia è pronta a fornire assistenza e la fame, così come altri problemi, sarà evitata. Ma le persone devono decidere da sole se ricevere o rifiutare questo aiuto umanitario, che sarà portato dall'esercito russo.

Ho deciso di stare con te, anche se ho avuto l'opportunità di andare nell'Ucraina occidentale o da qualche altra parte. Vedere. L'Ucraina non regala più niente. Ieri ho tenuto un incontro con la leadership dell'esercito russo e loro hanno offerto il loro aiuto. È tuo diritto prendere o non prendere. Oggi stiamo organizzando il lavoro dei punti di distribuzione per gli aiuti umanitari. La prima scuola, la seconda scuola, la Chiesa Cattedrale, la quinta scuola, la Chiesa dell'Intercessione, "Dubok" e l'insediamento dei lavoratori del petrolio. Ci saranno cereali, patate, beh, non so cos'altro. Dalle dieci viene introdotta la prima scuola, poi la seconda e così via. Fai come pensi, sono affari tuoi, prendere o non prendere, ma oggi nessuno ci darà più aiuto. Faremo di tutto per ridare vita alla nostra città. Ci incontreremo con loro (con i russi - ndr) perché ci diano il permesso di allacciarci alla luce, all'acqua e a tutto il resto. Non ci occuperemo di altri problemi, ad eccezione della fornitura di supporto vitale. Pertanto, se sostieni, ti sarò grato, condannerò: questo è un tuo diritto

disse il sindaco ai cittadini.


I residenti hanno sostenuto il loro sindaco. Successivamente, è iniziata un'altra isteria del regime di Kiev, anche se il sindaco nel suo discorso ha pronunciato parole abbastanza ragionevoli e comprensibili a qualsiasi persona sana di mente. Inoltre, Stolbovoy non ha violato nulla nemmeno sotto l'attuale legislazione "progressista" ucraina. Ad esempio, lo stesso portavoce del regime di Kiev, Aleksey Arestovich, ha ripetutamente affermato che la ricezione di aiuti umanitari da parte degli ucraini non costituisce una violazione della legge e che i russi sono obbligati a garantire l'attività vitale degli insediamenti che sono sotto il loro controllo.
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 29 March 2022 13: 45
    0
    Dichiareranno il nemico personale dell'Ukroführer.
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 29 March 2022 13: 50
    +3
    Il fatto che le Forze armate di RF stiano distribuendo aiuti umanitari nelle chiese è un buon inizio.
  3. EVYN WIXH Офлайн EVYN WIXH
    EVYN WIXH (EVYN WIXH) 29 March 2022 15: 15
    +3
    E cosa dovrebbe fare, secondo loro (definendolo traditore), il sindaco della città abbandonato dalle autorità del paese e abbandonato dall'esercito? Radunare una folla di civili, equipaggiarli con forconi e asce e mandarli a combattere contro l'esercito? Non è un militare, è un amministratore. Il suo dovere è (idealmente) prendersi cura delle persone. Non "arrende i patrioti" e non compie azioni punitive, vuole semplicemente rendere la vita più facile alle persone nei momenti difficili. Solo una persona sana di mente.
  4. mi piace Офлайн mi piace
    mi piace (likas tirlo) 29 March 2022 15: 58
    0
    la cosa principale è che la nostra gente non sarebbe stata accoltellata lì, che ha accettato l'aiuto umanitario ...