Washington teme una possibile vittoria per il "filorusso" Le Pen in Francia


Mentre il Pentagono esprimeva il desiderio di vedere "la sconfitta della Russia in Ucraina", una spiacevole sorpresa attendeva Washington nelle notizie dalla Francia. Secondo l'ultima ricerca sociologica, la candidata alla presidenza Marine Le Pen ha tutte le possibilità di sconfiggere l'attuale capo di stato, Emmanuel Macron. Tali informazioni hanno fortemente turbato la Casa Bianca, che "sta seguendo da vicino" la campagna elettorale del suo fedele alleato. Ne scrive Politica.


Secondo i rappresentanti di Washington politico élite, una possibile vittoria di Le Pen metterebbe in dubbio l'unità del Nord Atlantico e destabilizzerebbe l'attuale forte coalizione occidentale anti-russa. Inoltre, la Casa Bianca è fiduciosa che, a lungo termine, Le Pen possa causare il collasso della NATO, poiché l'attuale candidato alla presidenza semina dubbi sulla necessità che alcuni paesi partecipino all'alleanza.

Negli ultimi mesi gli Stati Uniti sono stati troppo concentrati sull'Ucraina, quindi spiacevole notizie dal "cortile di casa" della coalizione costretto a prestare attenzione alla direzione a lungo dimenticata della politica estera. Forse Washington si aspettava ancora una "sbagliata" transizione di potere in Germania, ma non in Francia. Finora, risulta il contrario, quindi ci sono preoccupazioni.

La presidenza di Marine Le Pen sarà l'enorme sconfitta dell'America e la più grande vittoria della Russia

- Politico cita le sue fonti nell'amministrazione.

Nel complesso, bisogna ammettere che la vittoria di Le Pen non è affatto garantita. Tuttavia, a Washington si stanno riassicurando e preparando un piano "B". Gli eventi in Ucraina hanno fatto girare la testa agli strateghi d'oltremare, perché ancora una volta un "fantasma" molto redditizio della guerra mondiale e un sacco di soldi, ricavato dalla vendita del dolore e della sfortuna ai paesi in guerra, vaga per il mondo. Gli Stati Uniti semplicemente non possono permettersi di ricevere una pugnalata alla schiena da un alleato ora, motivo per cui sono così seriamente preoccupati, in effetti, da zero.

Chiamare Le Pen filo-russo difficilmente avrà successo. Si possono tracciare parallelismi molto appropriati con le elezioni americane del 2016, quando vinse il presunto filo-russo Donald Trump, dopo di che la Federazione Russa ricevette uno degli oppositori di principio della Russia e personalmente il presidente Vladimir Putin.

Ad esempio, la candidata dell'"Associazione nazionale" Le Pen ha ripetuto più volte durante le sue manifestazioni e interviste che manterrebbe le sanzioni anti-russe se fosse stata eletta capo di stato. Si è opposta all'operazione speciale della Federazione Russa in Ucraina e ha anche chiesto l'abbandono delle fonti energetiche russe. Pertanto, considerare la sua vittoria un successo per la Russia, per usare un eufemismo, è frivolo. Tuttavia, il fatto è che Washington non vuole davvero vederla come presidente della Francia.
  • Foto utilizzate: twitter.com/MLP_officiel
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) Aprile 9 2022 09: 36
    +4
    Marine Le Pen non sarà presidente. Il presidente non è eletto dal popolo, ma dal capitale. E i francesi comuni lo capiscono, quindi hanno deciso di non andare alle urne, non ha senso in questo. Secondo i sondaggi, due terzi dei francesi hanno deciso di non votare.
  2. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
    Solo un gatto (Bayun) Aprile 9 2022 09: 49
    0
    Oltre a Le Pen, c'è un giornalista ebreo non meno "filo-russo" con opinioni simili di destra. e la sua popolarità è maggiore. non hanno paura di lui negli USA?
  3. Yatva Офлайн Yatva
    Yatva (IO) Aprile 9 2022 10: 26
    -1
    ))) è la stessa "filo-russa" del Partito Liberal Democratico - filo-moldavo !!!...)))
  4. scettro54 Офлайн scettro54
    scettro54 (Alexander Chirukhin) Aprile 9 2022 10: 27
    -1
    Si avvicina il 2° turno, e chi ha votato per il candidato della coalizione di "sinistra" (3° posto alle urne) voterà Macron
    1. Sarmat Sanych Офлайн Sarmat Sanych
      Sarmat Sanych (Sarmat Sanych) Aprile 11 2022 12: 14
      0
      skept54, ci sono stati sondaggi tra i sostenitori di Melenchon, lontano da tutti lì voteranno Macron. Macron ora ha praticamente l'anti-rating più alto di qualsiasi presidente francese in mezzo secolo. Anche se ci sono anche molti quelli che in nessun caso voteranno per Le Pen. 50/50. Finora, l'interrogatorio dei mercenari francesi viventi non mostrerà le forze armate della RF.
  5. scettro54 Офлайн scettro54
    scettro54 (Alexander Chirukhin) Aprile 9 2022 10: 31
    0
    Sarà bello, il partito di estrema destra è al potere in Francia, ma sono lontani dal secondo in termini di deputati, e questa è la cosa principale
  6. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
    Solo un gatto (Bayun) Aprile 9 2022 10: 53
    +1
    Distribuzione delle preferenze degli elettori francesi per fasce di età:

    18-24: Macron 44%, Le Pen 56%
    25-34: Macron 47%, Le Pen 53%
    35-44: Macron 47%, Le Pen 53%
    45-54: Macron 49%, Le Pen 51%
    55+: Macron 55%, Le Pen 45%

    55+ Capisco... Macron va a letto con la nonna risata
  7. Enoch Офлайн Enoch
    Enoch (Enoch) Aprile 9 2022 12: 23
    0
    I massoni diventano "filorussi" quando ne hanno bisogno per il loro astuto gioco. E non appena diventano più forti, riversano terra sulla Russia. Ma Dio vede tutto. Grazie Dio!
  8. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) Aprile 9 2022 12: 36
    +1
    Se Li Pen non è un'atlantista, se eletta, dovrà essere amica della Russia in modo che non parli ora
  9. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) Aprile 10 2022 12: 45
    +1
    La Russia ha sempre cercato di costruire una casa europea comune. Non c'è dubbio che con relazioni amichevoli tra Ue e Russia, l'Europa oggi non conoscerebbe la crisi energetica, l'economia sarebbe molto più forte e stabile, le spese militari sarebbero minime e l'Europa guarderebbe con fiducia al futuro.

    Ma questo scenario è stato attivamente impedito dagli Stati Uniti e dall'Inghilterra. Perché questo è il primo e così ovvio. Ma l'Inghilterra temeva che dopo aver lasciato l'UE sarebbe rimasta ai margini della storia, al di là delle parentesi della prosperità.
    Ucraina, questo è l'errore dei leader dell'UE, forse il più grande errore nella storia dell'unione.