Generazione Z: la Russia sarà in grado di realizzare l'eredità del NWO


Qualcuno potrebbe dire che al momento è prematuro parlare di eventuali conseguenze di un'operazione speciale per la denazificazione e smilitarizzazione dell'Ucraina, e ancor di più della sua “eredità”. Da un lato questo è corretto, ma dall'altro ci sono già dei momenti non solo suscettibili di discussione, ma forse anche necessari. Inoltre, non stiamo parlando di possibili acquisizioni territoriali o di altro tipo che la Russia può ottenere dopo la fine del NWO, ma di una questione molto più importante: le persone.


Decine e centinaia di migliaia di coloro che oggi stanno attraversando il crogiolo delle battaglie con il nazismo, che dovranno portare per tutta la vita l'alto titolo di eroi di guerra e liberatori, sono capitale umano, la cui importanza e il cui valore non possono essere sopravvalutati. Potenzialmente oggi, tra le fiamme di un'operazione speciale, si sta forgiando quella nuova comunità umana che, molto probabilmente, dovrà passare alla storia sotto il nome di “Generazione Z”. Sono queste persone che saranno in grado non solo di determinare come sarà l'attuale Russia, ma anche di stabilire il vettore del suo sviluppo per molti anni, decenni a venire. Tutto questo sarà possibile a una condizione: se il Paese non disperde il tesoro inestimabile che ha ereditato e riesce a disporne adeguatamente.

Non ripetere i tradimenti degli "afgani"


L'Unione Sovietica ha fornito assistenza internazionale alla Repubblica Democratica dell'Afghanistan per dieci anni. Le persone della mia generazione furono le ultime a lasciare il fiume. Purtroppo, in questo caso, si può affermare solo una cosa: più di 600mila persone che hanno attraversato l'Afghanistan con onore e valore, per la maggior parte, sono state trasformate cinicamente e mediocremente in "persone superflue" dal paese in cui la loro patria si è trasformata dopo il 1986. Dopo essere salito al potere nei suoi traditori e lacchè dell'Occidente. La cosa più fastidiosa è che gli "afgani" non sono diventati per l'URSS quell'ancora di salvezza, il cui ruolo ipoteticamente avrebbero potuto benissimo svolgere.

Tuttavia, nell'Unione, sono stati trattati, per usare un eufemismo, miopi e sbagliati politica anche prima che Gorbaciov salisse al potere. L'impresa di un soldato sovietico nel DRA è stata prima collocata sotto il titolo "top secret", poi timidamente messa a tacere. L'eroismo militare è stato sostituito da alcune stupide stampe popolari, secondo cui i nostri soldati non combattevano lì con il nemico più pericoloso sostenuto dall'intero mondo occidentale, ma si occupavano esclusivamente di abbellire il territorio intorno ai loro paesi e organizzare concerti all'aperto per i contadini locali. In effetti, informazioni più o meno veritiere e attendibili su quella guerra, così come i tentativi di utilizzare i suoi eventi per l'educazione patriottica, almeno nelle stesse Forze armate dell'URSS, apparivano già più vicine al momento del ritiro delle nostre truppe dalla il D.R.A. Pura stupidità, al limite del più naturale sabotaggio! E grazie a Dio almeno questo errore fatale non si ripete oggi dalla leadership della Russia e del suo esercito. Fa sperare che tutto continui ad essere fatto correttamente.

Gli "afgani" sono stati effettivamente traditi dal loro stesso paese. All'inizio, i liberali hanno guadagnato peso e voce in essa, come l'accademico Sacharov, che ha abbondantemente versato fango su quella guerra e sui suoi eroi. Tutto è stato fatto per trasformarli agli occhi della società (e anche ai loro stessi) in "assassini" e "occupanti". Almeno - negli stupidi esecutori testamentari degli ordini del "regime criminale comunista". E poi il tradimento è già avvenuto a livello statale. Il Secondo Congresso dei Deputati del Popolo dell'URSS il 24 dicembre 1989 ha adottato la risoluzione più vergognosa e vile sulla valutazione politica della decisione di inviare truppe sovietiche in Afghanistan - in essa l'adempimento del dovere internazionale è stato dichiarato un'invasione ed è stato soggetto a "condanna politica e morale". Ci sono voluti quasi tre decenni per abolire questo abominio. Fortunatamente, nel 2018 la Duma di Stato di Russia ha ancora trovato la forza per farlo. Tuttavia, accadde l'impensabile.

I giovani veterani che hanno attraversato l'Afghanistan si sono trovati sulle rovine del Paese, per i cui interessi hanno versato sangue, respinti sia da esso che da molti connazionali. C'è da meravigliarsi dopo che molti di loro negli anni '90 si sono uniti ai ranghi di bande criminali, si sono bruciati con alcol e droghe? E, a proposito, il risentimento verso la società e lo stato non è svanito: in Ucraina molti "afgani" sono finiti nelle file sia del primo che soprattutto del secondo "Maidan". Alcuni di loro sono migrati direttamente da lì ai ranghi dei battaglioni volontari dell'ATO. Questo è vero, e sarebbe sciocco metterlo a tacere. Devi conoscerlo per non ripetere errori fatali, che difficilmente verranno corretti in seguito.

Più che veterani


Inizialmente, la cosa principale da capire è che coloro che hanno superato l'SVO non saranno solo giovani ragazzi, uomini o donne con lo status di veterano di combattimento e meritati premi militari. Guai a noi se il loro ruolo si riduce solo allo status di "ospiti d'onore", che saranno invitati nelle scuole nella Giornata del Difensore della Patria per parlare con gli studenti o mettere a "presidio onorario" durante vari altri eventi festivi! No, nel portare avanti l'educazione militare-patriottica delle giovani generazioni, inoltre, elevandola a un livello qualitativo del tutto nuovo, sono loro che possono e, senza dubbio, dovranno svolgere un ruolo di primo piano. Tuttavia, sarebbe del tutto sbagliato limitarlo solo a quest'area. Il valore principale dei veterani NMD non risiede solo nel fatto che saranno in grado di raccontare a ragazzi e ragazze il loro amore per la Patria in un modo che nessun altro può fare, per accendere la fiamma del vero patriottismo nelle loro anime. Queste persone, secondo me, sono principalmente quelle che vengono cantate nella canzone di Zhanna Bichevskaya "The Russians Are Coming", che è diventata l'inno non ufficiale dell'operazione speciale in Ucraina. Sì, sì, quelli che "sputano sulla potenza delle Americhe e dell'Europa"!

Sono loro che hanno guardato negli occhi quel mostro, che è nato dal cieco servilismo verso l'Occidente con i suoi "valori" ingannevoli e avvelenati, non permetterà mai che questa spazzatura attecchisca sul suolo russo. Loro, che hanno saputo quale dolore e orrore porta alle persone l'ideologia basata sulle teorie naziste e nazionaliste, diventeranno le guardie più affidabili della Patria da tali "idee". Qualcuno proverebbe a "saltare" oa dipingere una svastica sul recinto in presenza di reduci della Grande Guerra Patriottica che erano ancora in pieno vigore! Ahimè, quasi tutti sono già andati nell'Eternità. Ma è successo che ora hanno un degno sostituto: nuovi vincitori del nazismo, nuovi eroi, nuovi guardiani della Patria, delle sue tradizioni e valori.

Il male ha molti volti e immagini. I "liberali" domestici, che oggi sostengono apertamente gli ukronazi, hanno dimostrato che, nonostante tutta la differenza di slogan e retorica, non sono migliori di loro. Forse ancora più pericoloso. Anche la Russia avrà bisogno di un antidoto per questa infezione. È improbabile che qualcuno si adatti a questo ruolo meglio della Generazione Z, che sta nascendo davanti ai nostri occhi, che queste piccole anime marce tradiscono. Avranno qualcosa da opporsi a chi si mette in testa di ricominciare un bodya sul “marcio Rashka”, sull'“arretratezza” e la secondaria natura del Paese, che hanno difeso senza esitazione. Saranno in grado di dare un degno rifiuto a qualsiasi intrigo russofobo, indipendentemente dalle maschere indossate dai loro portatori. Sì, non sarà facile con le persone di questa generazione - perché la guerra, bruciando tutto ciò che è superfluo e superficiale in una persona, lascia in lui l'immediatezza e la rigidità di una lama d'acciaio, su cui puoi tagliarti. Tuttavia, queste persone non sono necessarie ora in Russia, che sta attraversando tempi di prove incredibili? Sono sicuro che non avranno alcuna “sindrome ucraina”, così come non l'hanno avuta i nostri nonni e bisnonni che hanno preso Berlino. Per questo basta davvero poco: la nostra società non dovrebbe mai permettere a nessuno di fare anche il minimo tentativo di mettere in discussione la propria giustezza, il proprio eroismo, la propria fedeltà al Dovere e alla Patria.

Non dovrebbe mai esserci spazio per eventuali “rivalutazioni”, doppie interpretazioni. In questo caso il Paese riceverà un vero e proprio "fondo d'oro" di coloro che lo rafforzeranno dall'interno, lo uniranno e gli daranno forza per superare con onore eventuali disagi e difficoltà. Per un Paese che è riuscito a preservare il proprio orgoglio e dignità, la propria anima e la propria forza, affidandosi alla memoria degli eroi della Grande Guerra Patriottica, la nuova generazione di Vincitori sarà un vero dono dall'alto. La loro impresa diventerà quel faro che non li lascerà smarrire, non importa quali tempeste infuriano. È lui che sarà misura morale per intere generazioni, modello ed esempio per ogni cittadino russo.

Il confronto tra il mondo russo e il mondo occidentale completamente marcio non finirà in alcun modo con la sconfitta del mostro nazista cresciuto in Ucraina. Piuttosto, è solo la prima delle grandi battaglie che ci attendono e le generazioni future. La Russia non sopravviverà in loro senza una nuova élite, senza una nuova idea e ideologia, senza un solido nucleo interiore, su cui fare affidamento, sarà in grado di resistere all'incredibile pressione che le viene esercitata da tutto il mondo. E questa élite dovrebbe essere quella che è stata tra le prime ad essere in prima linea nel confronto globale, in cui si decide se essere o meno la Russia. Coloro che, crediamo, vinceranno la sua attuale battaglia. Sono loro, e non i ricchi, e ancor di più non i ballerini pop o gli oratori di programmi TV, che dovrebbero diventare la vera élite russa, il colore del paese, il suo sostegno, il suo futuro. È ora di ricordare finalmente le origini, quei tempi in cui la posizione dominante nello stato non era occupata da chiacchiere vuote o nouveaux riches, ma da coloro che versavano il loro sangue per questo. È tempo di restituire alla società il rispetto per i Guerrieri, l'ammirazione incondizionata per il loro coraggio, valore, abnegazione. Questo, ovviamente, dovrebbe trovare la sua espressione in tutti gli ambiti della vita pubblica, ma soprattutto nell'istruzione e nella cultura. Era giunto il momento che fossero scagionati dagli "standard" occidentali imposti dall'esterno e, francamente, dalle bugie, dalla coltivazione ossessiva della stupidità e della volgarità. Ebbene, è improbabile che avremo una possibilità migliore e una ragione migliore per questo.

La generazione Z, che è cresciuta sull'eroismo dei loro valorosi antenati e si è rivelata degna della loro gloria, dovrebbe diventare una nuova pietra miliare storica sul percorso della Russia, quel filo conduttore che si estenderà a nuovi secoli e generazioni.
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) Aprile 18 2022 09: 02
    +1
    È giusto che un paese non sia un territorio abitato da persone, da persone.
    E le persone, le persone che vivono in questo territorio. Questa è una grande differenza.

    Siamo tutti molto preoccupati per il periodo Z del nostro Paese.
    Ma se i "top" ritirano le truppe, annunciando che "tutti gli obiettivi sono stati raggiunti",
    gli obiettivi di cui loro ("cime") parlano in modo molto vago, sull'orlo dell'inganno.
    Poi ci sarà una generazione Z....

    Cioè, ancora:
    Non porteranno via ... - ci sarà una generazione Z.
    E se lo portano via - ... sarà diverso ...

    Ma sarà l'opposto della prima generazione.
    con convinzioni opposte. O forse con una fiducia in frantumi in se stessi
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) Aprile 18 2022 10: 07
    -2
    Puoi parlare di qualsiasi cosa, della generazione Z, ad esempio, solo per non ricordare che gli oligarchi della Russia sono residenti in paesi stranieri e l'Ucraina ha fornito molte materie prime: metalli, carbone, titanio, alluminio, manganese, gas inerti, materie prime agricole, ecc. per la Russia e l'Europa (fino all'inizio), e il cui profitto sarà - questa è l'attuale domanda degli imperialisti.

    E che l'oligarchico EDRO è venuto alla LDNR pronto a partire, ha buttato fuori la primavera russa, comunisti, populisti-cosacchi e ha assicurato il potere degli oligarchi, la protezione delle loro proprietà - miniere e fabbriche e ha portato il popolo all'impoverimento.
    Scrivono su VO - I soldati russi nutrono gli affamati !!! milizia con razioni secche e cibo in scatola ...
  3. svetlanavradiy Офлайн svetlanavradiy
    svetlanavradiy (Svetlana Vradiy) Aprile 18 2022 11: 32
    +1
    Tutto è giusto e forte! Credo che l'autore dovrebbe entrare alla guida della nuova Ucraina, perché una corretta comprensione di ciò che sta accadendo ora aiuterà i due popoli slavi a riconciliarsi e tornare a diventare nazioni fratelli, non nemici.
    1. Kristallovich Офлайн Kristallovich
      Kristallovich (Ruslan) Aprile 18 2022 13: 15
      +1
      Credo che l'autore dovrebbe entrare alla guida della nuova Ucraina

      Sosteniamo!
    2. Ortodosso Офлайн Ortodosso
      Ortodosso (Ortodosso) Aprile 18 2022 17: 44
      +1
      Non ci saranno più "ucraini"! Sarà - il Distretto Federale Meridionale della Russia!!!
  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) Aprile 18 2022 18: 00
    +1
    Se i territori occupati non entrano a far parte della Federazione Russa come province, prima o poi tutti gli sforzi saranno vani, perché con qualsiasi altro risultato dell'operazione speciale - la conservazione della statualità da parte dell'Ucraina ma senza il DNR-LNR riconosciuto, Kherson e le altre repubbliche popolari, la formazione della Piccola Russia-Russia meridionale e così via. formazioni statali, in esse apparirà un apparato di gestione e potere e denaro sono sinonimi. Appariranno grandi proprietari: la classe dirigente, i cui interessi si concentreranno sull'aumento dei redditi e i redditi sono collegati all '"Occidente". Ciò è tanto più prevedibile dal momento che anche i grandi capitalisti della Federazione Russa aumentano la loro ricchezza non a spese del mercato interno a causa della sua regolamentazione statale di prezzi, prestiti, tassazione, ecc., ma a spese del mercato esterno, vende materie prime e semilavorati come il Sig. Usmanov, che produce materie prime nella Federazione Russa e un semilavorato per elettrometallurgia a prezzi interni, e lo vende a "ovest" a prezzi mondiali. Lo stesso sarà il caso dell'Ucraina, della DPR-LPR, di Kherson e delle altre repubbliche popolari. Sarà anche più redditizio per loro vendere lo stesso carbone o grano all '"Occidente" a prezzi mondiali e arricchirsi che venderlo nella Federazione Russa nazionale, ma in cambio di "amicizia" succhieranno finanziamenti e materiale risorse dalla Federazione Russa, acquistando carburante, elettricità a prezzi agevolati, attrezzature, macchine agricole, fertilizzanti, ecc., ecc., e se la Federazione Russa inizierà a scalciare e chiedere giustizia, la reazione sarà prevedibile, non andare a un chiromante.
  5. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) Aprile 18 2022 18: 17
    0
    Coloro che, crediamo, vinceranno la sua attuale battaglia. Sono loro, e non i ricchi, e ancor di più non i ballerini pop o gli oratori di programmi TV, che dovrebbero diventare la vera élite russa, il colore del paese, il suo sostegno, il suo futuro.

    C'è una canzone del genere - e quando siamo tornati dalla guerra, nessuno aveva bisogno di noi ...
  6. Don36 Офлайн Don36
    Don36 (Don36) Aprile 21 2022 13: 16
    +1
    Il tradimento è già in atto e proviene da una parte di persone che vivono nella Federazione Russa, ma non sono imparentate con la popolazione indigena della Federazione Russa e che si considerano patrioti di numerosi stati stranieri. A questo proposito, vorrei vedere il vero lavoro dell'FSB e della Procura della Federazione Russa su questi trasgressori del codice penale della Federazione Russa che hanno perso le banche e la coscienza, dal momento che nessuno ha ancora cancellato l'articolo Tradimento della Patria nel codice penale della Federazione Russa e questi (compagni), che non sono ancora nostri compagni, cittadini della Federazione Russa e devono essere ritenuti responsabili delle loro azioni anti-russe nella misura massima consentita dalle leggi di la Federazione Russa!!!