La Russia dovrebbe concentrarsi sulla stazione orbitale ROSS invece che sulla ISS


Da molto tempo si parla nella comunità di esperti del fatto che la Russia abbia bisogno di una propria stazione orbitale. Un anno fa, ai massimi livelli, è stata presa la decisione fondamentale di creare una stazione spaziale nazionale ROSS. Dopo il 24 febbraio 2022 un percorso autonomo per il nostro Paese è diventato di fatto incontrastato.


"Guerre spaziali"


Lo spazio e la cooperazione internazionale nel suo sviluppo hanno sempre cercato di tenersi fuori dai big politica. Ahimè, non questa volta. Per la prima volta dalla fine della Guerra Fredda, anche il confine della nuova cortina di ferro si trovava nello spazio vicino alla Terra.

Le sanzioni occidentali contro le imprese dell'industria spaziale russa hanno iniziato ad essere introdotte diversi anni fa. Tra questi, in particolare, il Samara RCC Progress, che produce veicoli di lancio e altri veicoli spaziali, e il Central Research Institute of Mechanical Engineering (TsNIIMash), che implementa softwaretecnico fornendo voli per la ISS, veicoli spaziali con equipaggio e cargo, dispositivi scientifici e di altro tipo. Dopo l'inizio di un'operazione militare speciale per smilitarizzare e denazificare l'Ucraina, Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna e Unione Europea hanno introdotto un nuovo duro pacchetto di sanzioni anti-russe nell'industria spaziale.

Pertanto, lo State Rocket Center intitolato all'accademico V.P. Makeev, che produce sistemi missilistici e spaziali, il Centro federale di ricerca e produzione JSC Titan-Barricades, che fa parte di Roscosmos, e l'impianto chimico JSC Salavatsky, sono stati soggetti a misure restrittive. L'Agenzia spaziale europea ha dichiarato l'impossibilità di continuare la cooperazione con la Russia nell'ambito del programma ExoMars per l'esplorazione di Marte. Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno imposto il divieto di esportazione di prodotti e tecnologie aeronautiche e spaziali nel nostro paese. La Germania ha disattivato il funzionamento del suo telescopio nell'ambito del progetto di ricerca Spektr-RG in collaborazione con Roskosmos.

Non siamo rimasti indebitati e Roskosmos ha rifiutato di lanciare satelliti per la compagnia britannica OneWeb dal cosmodromo di Baikonur, nonché di lanciare razzi dal cosmodromo di Kourou nella Guyana francese. La vendita dei motori a razzo RD-180 e RD-181 agli Stati Uniti è stata sospesa e la manutenzione di quelli già consegnati è stata congelata. Come è ormai consuetudine, la società statale è passata agli insediamenti in rubli in tutti i nuovi contratti. A giudicare dal modo in cui si stanno sviluppando gli eventi intorno al conflitto in Ucraina, la riconciliazione con l'Occidente non è più possibile, sono pronti a combattere contro la Russia "fino all'ultimo ucraino".

Sorge una domanda logica, cosa accadrà al progetto ISS, che è storicamente legato al servizio di Roscosmos?

In primo luogo, i "partner occidentali" dipendono ancora dalle navi russe per portare i loro cosmonauti alla stazione. Fino al 2011 esisteva un cosiddetto sistema incrociato, quando gli stranieri ottenevano posti sulle nostre navi e i russi su quelle americane. Dopo il 2011, i voli per la ISS sono stati effettuati solo sulla Soyuz domestica, ma negli Stati Uniti hanno assistito al risveglio della propria cosmonautica con equipaggio. A partire dal 2020, la NASA è in trattative con Roscosmos per riprendere la pratica dei voli incrociati. Cosa accadrà a questo ora nelle condizioni della nuova Guerra Fredda non è affatto chiaro.

In secondo luogo, l'esistenza stessa della Stazione Spaziale Internazionale dipende in modo critico dalla tecnologia russa. In particolare, la correzione della sua orbita per evitare collisioni con oggetti spaziali viene effettuata con l'ausilio della nostra navicella Progress.

In terzo luogo, la risorsa ISS è prossima al completo esaurimento. Secondo gli accordi vigenti, la vita della stazione è stata prorogata fino al 2024, e Roscosmos ha precisi obblighi per mantenerla. Ma ora gli Stati Uniti e i loro alleati vogliono estenderlo fino al 2030. Allo stesso tempo, gli americani vogliono che la Russia continui a lavorare come "autista di taxi" e come correttore di orbita. Il capo della società statale, Dmitry Rogozin, ha stabilito la condizione che ciò sia possibile solo se le sanzioni vengono revocate dalle imprese dell'industria spaziale:

Ritengo che il ripristino delle normali relazioni tra i partner della Stazione Spaziale Internazionale e altri progetti congiunti sia possibile solo con la completa e incondizionata revoca delle sanzioni illegali.

Tuttavia, i "partner occidentali" sono sfuggiti a una risposta diretta, affidando la decisione alla loro leadership politica. Allora, cosa abbiamo? C'è la ISS, alla cui conservazione interessano i nostri "nemici". La scadenza per il suo funzionamento è fissata dagli esperti fino al 2030, dopodiché può letteralmente "cadere in pezzi". A proposito di dove la ISS può "schizzare" o "atterrare" dopo questo, il capo di Roscosmos Rogozin ha scritto nel suo resoconto:

Se blocchi la cooperazione con noi, chi salverà la ISS da un deorbit incontrollato e cadrà negli Stati Uniti o in Europa? C'è anche la possibilità di far cadere una struttura da 500 tonnellate in India e Cina. Vuoi minacciarli con una prospettiva del genere? La ISS non sorvola la Russia, quindi tutti i rischi sono tuoi. Sei pronta per loro?


Gli eventi in Ucraina hanno dimostrato che non siamo sulla stessa strada con i paesi dell'Occidente collettivo, il che significa che dobbiamo seguire la nostra strada, limitando sistematicamente la cooperazione sulla ISS dopo il 2024. Quale può essere allora la stazione orbitale nazionale ROSS?

Station-"estroverso"


La decisione di creare la propria stazione orbitale russa è stata presa lo scorso anno. A giudicare dalle ultime dichiarazioni di Dmitry Rogozin, non assomiglierà concettualmente né alla ISS né alla Mir scomparse nelle profondità del mare.

La stazione "estroversa", come la chiamava il capo di Roskosmos, consisterà in una "palla" di attracco e due moduli: residenziale e laboratorio. Il resto della struttura sarà una staffa per l'installazione delle apparecchiature. Successivamente è possibile aggiungere più moduli. ROSS sarà il più pragmatico possibile: i cosmonauti ci rimarranno non supereranno 1 mese: sono volati dentro, hanno completato il compito, riparato qualcosa e sono volati via. I lavori principali saranno eseguiti sulla superficie della stazione e non all'interno.

Perché è così, ci sono diverse spiegazioni. Secondo i dati ufficiali, ROSS monitorerà la zona artica e fungerà da piattaforma per l'esplorazione scientifica dello spazio e persino per i voli sulla luna. Secondo la versione non ufficiale, la stazione russa avrà un grande valore di intelligence, il che si spiega con l'angolo insolito con cui si trova nelle regioni polari. Per questo motivo, c'è un alto livello di radiazione, che rende impossibile per una persona rimanere a lungo nell'orbita vicino alla Terra, il che determina la natura visitata del ROSS, ma apre una vista eccellente oltre il territorio di un potenziale nemico.

Alla luce di quanto sopra, sembra più razionale ritirare la Russia dal progetto ISS entro il 2024 e creare al più presto una propria stazione orbitale ROSS, nella cui formazione potrebbero essere coinvolti alcuni nuovi moduli recentemente attaccati alla Stazione Spaziale Internazionale . E i "partner" se ne occupano da soli.
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio Aprile 16 2022 20: 27
    +1
    Dico, dico e dico sempre: "Dobbiamo crearne uno nostro e lasciare che ci raggiungano".
  2. Dub0Vitsky. Online Dub0Vitsky.
    Dub0Vitsky. (Victor) Aprile 17 2022 17: 32
    0
    Stranamente, con il ritiro delle sue navi da parte di Musk, la nostra influenza sulla manutenzione della ISS è aumentata. È necessario elaborare e pubblicare le nostre contro-sanzioni in merito alla manutenzione della stazione, presentando ai nostri partner la prospettiva immediata di deorbitare il nostro equipaggio, (ad esempio) e fermare i voli verso di essa per correggere l'orbita. Per mostrare umanesimo, lasciamo le nostre navi attraccate alla ISS, sufficiente per poter evacuare il resto dei membri. Ma per avvisare che effettueremo il monitoraggio e il controllo delle discese fino a ..... E il salvataggio del resto sarà affidato ai nostri partner.
    1. Oleg Bratkov Офлайн Oleg Bratkov
      Oleg Bratkov (Oleg Bratkov) Aprile 17 2022 21: 45
      0
      Il lavoro congiunto sulla ISS implica il risparmio del bilancio russo e questo fatto, credo, sarà decisivo. Aggiungeranno tutte le perdite e i profitti e accetteranno ciò che supererà.
  3. Dub0Vitsky. Online Dub0Vitsky.
    Dub0Vitsky. (Victor) Aprile 17 2022 22: 24
    0
    Citazione: Oleg Bratkov
    Il lavoro congiunto sulla ISS implica il risparmio del bilancio russo e questo fatto, credo, sarà decisivo. Aggiungeranno tutte le perdite e i profitti e accetteranno ciò che supererà.

    Perché abbiamo bisogno di questo lavoro in condizioni moderne? Cosa otteniamo dalla partecipazione congiunta? Lavoriamo come tassisti e regolatori dell'orbita delle stazioni. Da un punto di vista scientifico - risultati = 0. Alta sperimentazione implica privacy. Fare qualche complicato esperimento nel cortile d'ingresso è stupidità. Quanto ci costa mantenere la nostra parte della ISS? Di quale ECONOMIA parli? Hanno smaltito lo sfortunato blocco, che giace nello stabilimento da 20 anni, questo è l'unico progresso in "progresso". Nessuno vuole più. Ed è un peccato buttarlo via e metterlo in orbita per gli ultimi tre anni di funzionamento della stazione ..... Per il crollo del nostro Roscosmos, Rogozin avrebbe dovuto essere imprigionato cinque anni fa per furto e distruzione totale.
    1. Oleg Bratkov Офлайн Oleg Bratkov
      Oleg Bratkov (Oleg Bratkov) Aprile 17 2022 22: 54
      +1
      Oh, quindi sei il vice di Rogozin... Miri al suo posto? Sai esattamente dove e quanto è stato rubato?
      E sotto Rogozin, i razzi hanno smesso di cadere ...
  4. Dub0Vitsky. Online Dub0Vitsky.
    Dub0Vitsky. (Victor) Aprile 17 2022 22: 59
    0
    Citazione: Oleg Bratkov
    Oh, quindi sei il vice di Rogozin... Miri al suo posto? Sai esattamente dove e quanto è stato rubato?
    E sotto Rogozin, i razzi hanno smesso di cadere ...

    Perché hanno smesso di volare. (L'anno prima dell'ultimo, 17 inizia).


    Questo arbitro del destino non poteva fermarsi all'opzione - e che tipo di razzo realizzare, finalmente? Sono andato più e più volte e ho scelto quello che era usato prima della sua nascita. Ma il bottino è speso, in particolare. I costruttori dell'Est sono già stati incarcerati per un intero battaglione, e la testa di questo pasticcio è come l'acqua dalla schiena di un'anatra. È vero, c'è un risultato positivo. Per lo stesso Rogozin. Riuscì ad assegnare suo figlio come vicepresidente per l'aviazione da trasporto della United Aircraft Corporation PJSC.
  5. нам NON O-stazioni, abbiamo bisogno di un po' di automatico lanciarazzi nucleariche demolirà l'Europa nell'imminente Terza Guerra Mondiale! E le stazioni O sono alimentatori per i parassiti ladri, che lì hanno solo la museruola a bordo delle razioni!