Nuova ammiraglia: quale nave sostituirà la Mosca sul Mar Nero


Il misterioso affondamento dell'incrociatore missilistico Moskva è diventato una delle pietre miliari più oscure nella storia della Marina russa. In circostanze attualmente sconosciute, si è verificato un incendio e una detonazione di munizioni sull'ammiraglia della flotta del Mar Nero, situata vicino alla costa della regione di Odessa in Ucraina, dopo di che l'incrociatore delle guardie è affondato mentre cercava di rimorchiarlo a Sebastopoli. Ci sono aspre controversie su ciò che ha fatto lì e se il suo potere di colpire non fosse eccessivo per un blocco navale di Odessa. Un'altra questione importante è che tipo di nave sarà in grado di sostituirla come ammiraglia.


Caccia a "Mosca"


La minaccia di un assalto anfibio vicino a Odessa sin dai primi giorni dell'operazione militare speciale è stata un fattore che ha frenato un significativo raggruppamento militare delle forze armate ucraine in questa regione. Non è noto se lo sbarco sia stato effettivamente pianificato presso lo Stato Maggiore delle Forze Armate di RF o se il rogo fosse solo sulla sua imitazione. Ma ora è già chiaro che senza l'ammiraglia della flotta del Mar Nero e il grande mezzo da sbarco Saratov, perso nel primo mese e mezzo dell'NMD, è improbabile che questa operazione navale abbia luogo.

Le grandi domande sono cosa abbia fatto esattamente la Moscova da sola nella parte nord-occidentale del Mar Nero. Il suo armamento principale sono i missili anti-nave Vulkan con una portata fino a 1000 chilometri, progettati per distruggere le più grandi navi nemiche, fino alle portaerei della US Navy. Contro le ultime navi della Marina ucraina rimaste a galla, questo potere sembra francamente eccessivo. Per gli attacchi a bersagli a terra, l'incrociatore non era equipaggiato con missili da crociera Calibre, che si sono comportati molto bene durante l'operazione speciale. Per il blocco di Odessa basterebbe la fregata del progetto 11356R "Admiral Essen". Per effettuare la copertura antiaerea per lo sbarco russo, se avesse avuto luogo? Forse, ma la realtà dell'operazione di sbarco delle forze a disposizione della Marina russa in condizioni di opposizione attiva alle forze armate ucraine ha sollevato alcuni dubbi.

Allora perché doveva essere vicino a Odessa?

È possibile che la questione riguardi direttamente il Paese "P", sul possibile ruolo del quale nella tragedia avvenuta, sottilmente lasciato intendere in precedenza. Dopo la sconfitta della rete di aeroporti ucraini, i restanti combattenti dell'Aeronautica Militare Indipendente si trasferirono nella vicina Romania. Un mese fa, il rappresentante ufficiale del dipartimento militare russo, il maggiore generale Igor Konashenkov, ne ha parlato:

Allo stesso tempo, sappiamo per certo degli aerei da combattimento ucraini che avevano precedentemente volato in Romania e in altri paesi di confine. Si prega di notare che l'uso della rete di aeroporti di questi paesi per basare l'aviazione militare ucraina con un successivo utilizzo contro le forze armate russe può essere considerato il coinvolgimento di questi stati in un conflitto armato.

L'apparizione vicino a Odessa di "Moskva" potrebbe essere ben collegata al tentativo di tracciare i voli degli aerei ucraini dal territorio della Romania con i suoi radar. A questo proposito, le informazioni sull'apparizione a Odessa di specialisti di un certo PMC rumeno sembrano estremamente inquietanti, in base alle quali l'esercito della NATO potrebbe imitare per "prendere di mira" l'incrociatore russo.

Non sappiamo cosa sia effettivamente successo lì, ma se il personale militare del blocco NATO è direttamente coinvolto nella morte dell'ammiraglia della flotta del Mar Nero della Federazione Russa, questo è un bel casus belli. Per questo motivo, non c'è da stupirsi che il Ministero della Difesa della Federazione Russa non abbia fretta di valutare l'accaduto, inviando una commissione speciale a Sebastopoli per studiare in dettaglio questa tragedia. Molto dipenderà dai risultati della sua indagine.

Nuova ammiraglia


Ancora più interessante è la domanda su quale nave diventerà la nuova nave ammiraglia della flotta del Mar Nero della Federazione Russa. In un articolo pubblicato ieri, noi motivata sulla possibilità di utilizzare grandi portaerei nel Mar Nero. È stato suggerito che se accoppiato con "Mosca", ad esempio, TAVKR "Admiral Kuznetsov" con diverse dozzine di caccia basati su portaerei ed elicotteri AWACS, supportati da 1-2 fregate, le cose sarebbero potute andare completamente diversamente. Naturalmente, i nostri "ammiragli del divano" erano terribilmente eccitati e indignati, decidendo che le portaerei non avevano nulla a che fare nella "pozzanghera del Mar Nero". Bene, probabilmente c'è una certa ragione per questo, ma, a quanto pare, i veri ammiragli russi sono completamente stupidi.

L'ironia sta nel fatto che dopo la "Moskva" la prossima ammiraglia della flotta del Mar Nero dovrebbe essere la nave da sbarco universale del progetto 23900 "Mitrofan Moskalenko". Ora lui e il suo collega nell'ambito del progetto Ivan Rogov, che andrà alla flotta del Pacifico, sono in costruzione a Kerch. Il dislocamento totale del primo UDC russo raggiunge le 40 tonnellate, sarà in grado di trasportare fino a 000 elicotteri Ka-16, Ka-27, Ka-29, Ka-31K e fino a 52 UAV. Se il complesso militare-industriale domestico padroneggia la creazione di un aereo con un decollo corto e un atterraggio verticale, entrambe le portaelicotteri si trasformeranno in portaerei leggere. A Sebastopoli l'anno scorso sono iniziati i lavori per la creazione di infrastrutture costiere per la manutenzione di Mitrofan Moskalenko. Forse, se una portaelicotteri equipaggiata con diversi elicotteri Ka-4 AWACS ed elicotteri d'attacco Ka-31K, oltre a un paio di fregate, fosse stata vicino a Mosca, tutto sarebbe andato diversamente. È vero, i piani del Ministero della Difesa della Federazione Russa di sostituire l'incrociatore con l'UDC come nave ammiraglia sulla "pozza del Mar Nero" contraddicono infatti completamente i giudizi ponderati e le conclusioni dei nostri "ammiragli del divano", ma chi se ne frega?

Nel frattempo, il Mitrofan Moskalenko dovrebbe entrare nella flotta del Mar Nero a cavallo tra il 2027 e il 2029. Per il periodo di transizione, la fregata del progetto 11356R Admiral Essen, ad esempio, può diventare l'ammiraglia. Forse, in futuro, prima della messa in servizio dell'UDC, sarà sostituita da una delle nuove fregate del progetto 22350 o addirittura 22350M, che sarà varata nei prossimi anni.
20 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Zmike V Офлайн Zmike V
    Zmike V (Michael) Aprile 18 2022 16: 35
    0
    Se il complesso militare-industriale domestico padroneggia la creazione di un aereo con decollo corto e atterraggio verticale, entrambe le portaelicotteri si trasformeranno in portaerei leggere

    e se ancora una volta per costruire "Ulyanovsk"
    e se... eh.. strizzò l'occhio
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) Aprile 18 2022 17: 40
      -3
      Penso che ne costruiremo di più. Dovere. in Nikolaev.
      1. igor.igorev Офлайн igor.igorev
        igor.igorev (Igor) Aprile 28 2022 12: 44
        0
        Qualcuno da costruire.
  2. faiver Офлайн faiver
    faiver (Andrew) Aprile 18 2022 17: 02
    +4
    è un peccato che tu non possa meno articoli .... risatanon merita più...
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) Aprile 18 2022 17: 31
      -5
      Chi sono i giudici?
      Sembra una persona adeguata, ma ti comporti come punk di Internet. Uffa.
    2. Piramidon Офлайн Piramidon
      Piramidon (Stepan) Aprile 20 2022 10: 16
      +2
      Citazione: faiver
      è un peccato che tu non possa meno articoli .... risatanon merita più...

      L'autore dell'articolo è molto lontano dalle tattiche della guerra in mare. Come ha detto il mio comandante - "nato per gattonare, non ti confondere in pista"
      1. Marzhetsky Online Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) Aprile 27 2022 12: 47
        -1
        I dettagli, quindi, non lo saranno. Solo una discussione sulla personalità dell'autore.
        Alto livello di discussione.
  3. Sergey Pavlenko Офлайн Sergey Pavlenko
    Sergey Pavlenko (Sergey Pavlenko) Aprile 18 2022 17: 25
    0
    L'incrociatore era nella regione di Odessa, più vicino alla Romania! Un anno fa, hanno messo un nuovo localizzatore phased array su di esso, la gamma di illuminazione è di 500 km! Perché era lì? Gli aerei ucraini sono volati all'aeroporto in Romania, e da lì sono decollati verso il mare, hanno fatto una deviazione e dal lato di Odessa sono sbarcati, poi sono volati a Dnepropetrovsk e Zaporozhye e hanno colpito le truppe russe! Tutti gli aeroporti, nell'area di Nikolaev e Odessa, furono distrutti e non riuscivano a capire da dove? Pertanto, hanno guidato Mosca con un potente localizzatore! Cominciò a brillare e dagli aeroporti della Crimea e vicino a Donetsk, le nostre creste Su 35 iniziarono a essere intercettate, quindi Bali abbatté 9 MiG e Sushki! Tutto questo è stato calcolato dalla NATO! E questo è il risultato! Per prima cosa, un drone ha colpito l'incrociatore, ha distrutto radar e antenne! L'incrociatore ne ha abbattuto uno! Ma già mezzo cieco! Quindi Khokhols ha lanciato 2 missili da crociera Neptune dalla riva! La guida è stata effettuata dalla NATO Orion, che incombeva sulla Romania, ha anche attivato la guerra elettronica e ha illuminato la stazione di rilevamento della difesa aerea dell'incrociatore! I missili sono andati alla nave, con le teste di riferimento spente, in modo che la nave non rilevasse il raggio di radiazioni, la guida è stata effettuata da Orion NATO! Trasmettendo le coordinate esatte della nave ai missili! Il risultato sono 2 colpi, la detonazione delle munizioni e l'incrociatore ha iniziato ad affondare!
  4. Sergey Pavlenko Офлайн Sergey Pavlenko
    Sergey Pavlenko (Sergey Pavlenko) Aprile 18 2022 17: 26
    +2
    La storia dell'incrociatore Mosca potrebbe avere una continuazione molto seria. E può portare il conflitto a un livello completamente nuovo. Il ministero della Difesa russo non ha ancora detto nulla sull'impatto del missile ucraino Nettuno, non perché voglia nascondere l'impatto di questo missile, che viene gridato da tutti i media del mondo. Ma perché, a quanto pare, non c'era un razzo Nettuno ucraino.
    Con un'alta probabilità, l'incrociatore Moskva fu distrutto non dall'esercito ucraino, ma dall'esercito della NATO.
    1. Il missile che ha colpito Mosca non è stato il Nettuno, ma un missile antinave norvegese, che è stato consegnato a gennaio.
    2. La guida missilistica a Mosca non è stata effettuata dall'esercito ucraino, ma da ufficiali dei paesi della NATO.
    3. Tutta l'intelligence elettronica è stata condotta dagli eserciti dei paesi della NATO.
    4. Tutta la soppressione elettronica delle navi russe è stata effettuata dalle risorse militari dei paesi della NATO.
    5. La decisione di distruggere l'incrociatore Mosca è stata presa da ufficiali dei paesi della NATO.
    6. E dall'Ucraina c'era solo il territorio da cui i paesi della NATO hanno attaccato Mosca. Mentre sull'incrociatore Mosca.
    E cosa dovrebbe fare la Russia adesso?
    Riconosci che l'incrociatore Mosca è stato distrutto dai paesi della NATO? E poi la Russia dovrebbe dichiarare guerra ai paesi della NATO?
    O non fare nulla in cambio? Allora la NATO ne avrà un assaggio e infliggerà sempre più e sempre più potenti colpi all'esercito russo. Primo sul territorio dell'Ucraina. E poi colpisce il territorio della Russia.
    La leadership della Russia ora deve affrontare un dilemma così difficile. L'attacco all'incrociatore Mosca mostra l'escalation e la crescente inclusione dei paesi della NATO nella guerra contro la Russia. La NATO sta solo fingendo che sia l'Ucraina a combattere. Pertanto, il Pentagono afferma che si trattava di un razzo Nettuno ucraino. Ma a quanto pare non è così. Questo è uno sciopero della NATO.

    S. Markov, politologo.
  5. Sergey Pavlenko Офлайн Sergey Pavlenko
    Sergey Pavlenko (Sergey Pavlenko) Aprile 18 2022 17: 26
    -1
    Arrivato da Odessa.

    Un gran numero di carri armati delle forze armate ucraine sono concentrati intorno alla città, ci sono molti mercenari stranieri nella città stessa, ma la cosa più importante è che i soldati delle forze armate ucraine siano vestiti con l'uniforme di l'esercito russo e hanno nastri bianchi legati su braccia e gambe, come hanno fatto i soldati russi. Ma tutti parlano un terribile ucraino.
    Sembra che questi nazisti stiano tramando una terribile provocazione. Non escludo che possano apporre segni tattici "Z" o "V" sul loro equipaggiamento, come applicato all'equipaggiamento dell'esercito russo.
    Presumibilmente, le autorità ucraine stanno preparando un sanguinoso massacro per Odessa - quando i nazisti brutalizzati e i mercenari sotto forma dell'esercito russo spareranno in modo massiccio, faranno esplodere, deruberanno, bombarderanno, bruceranno Odessa insieme ai civili - per filmare e mostrare il mondo intero "le sanguinose atrocità degli invasori russi". Non hanno dimenticato la casa dei sindacati e sanno che gli abitanti di Odessa sono per la verità nelle loro anime.
    Non ci sono affatto truppe russe qui. Odessa è sotto il pieno controllo delle forze armate ucraine e Teroborona.

    Richiedi il massimo repost in modo che tutti sappiano del possibile crimine che i nazisti stanno preparando contro gli abitanti di Odessa.
  6. 1_2 Офлайн 1_2
    1_2 (Le anatre stanno volando) Aprile 18 2022 23: 30
    -1
    l'intero Mar Nero è attraversato da Onyxes e, per chiudere il cielo, è sufficiente posizionare C400 a lungo raggio su una chiatta (trasporto da carico secco))) e avanzare nella casella richiesta sotto la copertura delle corvette
    1. Yuri V.A Офлайн Yuri V.A
      Yuri V.A (Yury) Aprile 19 2022 03: 04
      +4
      Offri la ricarica nello stesso posto, sul ponte oscillante di una nave da carico secco? Questo per non parlare delle specifiche dei complessi offshore, della capacità delle centrali elettriche e altro
    2. faiver Офлайн faiver
      faiver (Andrew) Aprile 19 2022 10: 10
      -1
      quante corvette abbiamo nella flotta del Mar Nero e dove sono adesso?
      oops, ma non sono da nessuna parte, perché non ci sono corvette nella flotta del Mar Nero, abbiamo un'altra soluzione ...
    3. navigatore Офлайн navigatore
      navigatore (Andrew) Aprile 19 2022 13: 17
      0
      non è così semplice. Le navi sono dotate di un sistema di stabilizzazione giroscopica che trasmette gli angoli di beccheggio ai pali dell'antenna e ai sistemi d'arma. Senza questo, le riprese SAM saranno problematiche.
  7. Stanislav Bykov Офлайн Stanislav Bykov
    Stanislav Bykov (Stanislav) Aprile 18 2022 23: 38
    +2
    Anch'io, non importa quello che dicono, nutro grandi dubbi sul fatto che l'Ucraina in modo indipendente, senza l'aiuto di "partner", abbia organizzato questo attacco riuscito all'incrociatore. Ora dobbiamo capirlo e indagare su tutto a fondo. Gli americani hanno pagato per i "wagneriti" in Siria con la morte delle loro PMC nel campo di addestramento di Yavorovo. Se si scopre che sono stati coinvolti anche loro nell'attacco all'incrociatore, la risposta seguirà, non ci sono dubbi. La vendetta è un piatto che va servito freddo.
  8. FGJCNJK Офлайн FGJCNJK
    FGJCNJK (Nicholas) Aprile 19 2022 08: 58
    +1
    E cosa c'è da scoprire per questa commissione? E così anche un pazzo di terra capisce che è stato un astuto sabotaggio di un bovino crestato con il supporto di bastardi della NATO.
    1. Stanislav Bykov Офлайн Stanislav Bykov
      Stanislav Bykov (Stanislav) Aprile 19 2022 14: 19
      +2
      Fino ad ora è stato ufficialmente segnalato ed è noto solo che c'è stata una detonazione di munizioni, non si dice nulla sulle cause dell'esplosione, quindi potrebbe essere chiaro atterrare sciocchi, ma non il Ministero della Difesa RF
  9. navigatore Офлайн navigatore
    navigatore (Andrew) Aprile 19 2022 13: 27
    +1
    L'autore nel suo ruolo. Ancora. Ancora una volta sta cercando di dimostrare che se ci fosse una portaerei con Mosca, allora tutto sarebbe diverso. Sarebbe diverso, questo è certo. Solo al posto di Mosca avremmo perso una portaerei. Ma noi, ammiragli del divano, non siamo in grado di discutere con una persona eccezionale che ha un'istruzione militare superiore. Alcune ipotesi che non hanno alcun senso. SÌ, hai ancora bisogno di un paio di fregate per la portaerei ... Anche i cacciatorpediniere "Leader" non farebbero male, tre o quattro pezzi. Dobbiamo vivere per oggi. Si consiglia all'autore di atterrare e scrivere non sulla sua lista dei desideri, ma su eventi reali.
  10. Il commento è stato cancellato
  11. Il commento è stato cancellato
  12. bottaio Офлайн bottaio
    bottaio (Alexander) Aprile 27 2022 09: 35
    0
    Ora la cattura immediata di Odessa (dopo la sconfitta del gruppo di Ukronazis del Donbass) è diventata una questione d'onore per la leadership della Federazione Russa e del Ministero della Difesa.
  13. vladimir1155 Офлайн vladimir1155
    vladimir1155 (Vladimir) 15 può 2022 20: 27
    0
    ancora Sergey Marzhetsky con la sua idea di superlinkor nella pozzanghera del Mar Nero .... perché abbiamo bisogno di un'ammiraglia? i giorni delle ammiraglie sono finiti circa 150 anni fa, in generale, questo non è un supporto per bandiera, come pensano alcune persone (in questo caso, qualsiasi marinaio o ufficiale o Sergey Marzhetsky potrebbe essere nominato ammiraglia e lasciarlo andare con lui) , ma l'ammiraglia era originariamente una nave che impartiva istruzioni di destinazione allo squadrone attraverso la bandiera ABC ... quei tempi sono lontani e dimenticati, i tempi di Ochakov e la conquista della Crimea, e ora le istruzioni vengono impartite via radio e il quartier generale si trova in un bunker in Crimea, quindi nessuno ha bisogno di un'ammiraglia, a proposito di navi, non è necessario abbandonarsi alla follia degli slogan sull'ammiraglia e pensare a quali missioni di combattimento questa o quella nave possono risolvere in un zona d'acqua specifica, non ci sono compiti nel Mar Nero nemmeno per le fregate, e ancor di più per le grandi navi