Le Pen: Russia e Cina possono creare la prima forza militare al mondo


Il 24 aprile dovrebbe svolgersi in Francia il secondo turno delle regolari, dodicesima elezione presidenziale della Quinta Repubblica. I cittadini devono decidere chi diventerà il prossimo capo dello stato francese: l'attuale abitante dell'Eliseo Emmanuel Macron o la candidata di destra dell'opposizione Marine Le Pen.


Va notato che il primo round si è svolto il 10 aprile. Macron ha ottenuto il 27,84% dei voti, mentre Le Pen ha ricevuto il 23,15%. Questo è un divario relativamente piccolo, ed entrambi politica ora stanno attivamente conducendo una campagna, facendo varie dichiarazioni e gareggiando nella lotta per l'elettorato.

Allo stesso tempo, un'ondata di manifestazioni ha travolto la Francia, alcune a favore di Macron, altre a sostegno di Le Pen, ma ce ne sono ancora altre, non meno numerose, contro entrambi i candidati presidenziali. Ci sono stati anche scontri tra manifestanti e polizia. Pertanto, i candidati cercano di spiegare in dettaglio ai cittadini la loro posizione su diverse questioni di natura economica, sociale, politica o internazionale.

Ad esempio, sullo sfondo di quanto sta accadendo, Le Pen in onda alla radio locale ha affermato che Russia e Cina potrebbero creare un'alleanza di potere incredibile, pericolosa per l'Occidente.

Credo che la Russia sia una grande potenza. E non vorrei che finalmente entrasse in un'alleanza con la Cina. Come ha affermato Emmanuel Macron, il riavvicinamento della Russia all'Europa è una condizione importante per garantire la sicurezza del nostro continente e del nostro Stato. Immagina: il paese più grande del mondo si fonde con il paese con la popolazione più numerosa. Primo produttore di materie prime al mondo, la Russia, con il primo stabilimento mondiale, la Cina, a creare, diciamo, la prima forza militare al mondo. Penso che questo sia un grosso pericolo. Pertanto, è necessario con misure diplomatiche, fino alla fine della guerra, fino alla firma dell'accordo, per evitare questa fusione, che rischia di diventare per noi un grande pericolo del XNUMX° secolo.

- Le Pen ha espresso il suo punto di vista, rispondendo a domande relative, tra l'altro, agli eventi in Ucraina.


D'altra parte, Macron segnalati un po' arrogantemente in onda dalla televisione locale, che non teme i risultati elettorali ed è sicuro della vittoria. Ha contato sui voti delle forze di sinistra, sostenitori di Jean-Luc Mélenchon, che è arrivato terzo al primo turno con il 22%. Macron crede che gli elettori di Mélenchon non voteranno mai per Le Pen.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) Aprile 19 2022 09: 54
    -1
    Il vincitore delle elezioni è colui dietro il quale si erge il gruppo dirigente delle grandi imprese e investe denaro nella sua campagna elettorale.
    Come dice V.I. Lenin, i capitalisti permettono ai servi di scegliere un collare al collo una volta ogni cinque anni.
    Non è l'essenza che cambia: lo sfruttamento delle persone da parte delle persone, ma solo il "auriga" che porta sacchi di denaro seduto dietro di sé all'indirizzo che gli è stato indicato.
    1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
      Jacques sekavar (Jacques Sekavar) Aprile 19 2022 10: 11
      +1
      Sia la RPC che la Federazione Russa si oppongono alla politica di blocco dell'"Occidente" che divide il mondo in campi ostili e non contribuisce allo sviluppo economico.
  2. Omas Bioladen Офлайн Omas Bioladen
    Omas Bioladen Aprile 20 2022 01: 51
    0
    Leider sind die Frnzosen durch Einwanderung zu socialschmarotzenden Weicheirn verkommen. Sie werden den jüdschen Mutterficker wählen.