Putin ha ordinato a Shoigu di intraprendere ulteriori azioni ad Azovstal


Il ministro della Difesa della Federazione Russa, il generale dell'esercito Sergei Shoigu, ha riferito al presidente della Federazione russa Vladimir Putin del previsto assalto alla zona industriale di Mariupol. Il comandante supremo ha deciso di annullare l'assalto.


Considero inappropriata la proposta di assalto alla zona industriale. Ti ordino di cancellare. Questo è il caso in cui dobbiamo pensare, cioè dobbiamo sempre pensare, beh, in questo caso ancora di più, a salvare la vita e la salute dei nostri soldati e ufficiali

- ha detto Putin dopo la relazione del ministro della Difesa.

Il presidente ha incaricato il ministero della Difesa di bloccare completamente tutti gli ingressi e le uscite dalle "catacombe" ad "Azovstal" in modo che "nessuna mosca voli".


Ricordiamo che l'unico posto a Mariupol in cui potrebbero prendere piede i militanti del battaglione nazionalista Azov banditi in Russia e i resti del gruppo Mariupol delle forze armate ucraine è lo stabilimento Azovstal. Secondo varie fonti, sul suo territorio sono presenti dalle 2 alle 3mila persone armate, oltre a un numero imprecisato di attrezzatura, comprese le armi pesanti.

L'impianto è attualmente una fortezza e numerosi sotterranei e passaggi sotterranei hanno creato ulteriore complessità in un possibile assalto, in cui i militanti, molto probabilmente, hanno attrezzato punti di tiro a lungo termine e luoghi per imboscate. Pertanto, durante l'assalto con mezzi convenzionali, le perdite tra il personale delle truppe russe e della Milizia popolare delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk potrebbero essere molto elevate.

I resti del gruppo APU sono schiacciati in un'area relativamente piccola, soggetta a bombardamenti di artiglieria e bombardamenti aerei. Le forze armate dell'Ucraina e dell'Azov sono tagliate fuori dalla fornitura di cibo e munizioni. Sulla base di questi dati, si può presumere che Putin abbia deciso di continuare il blocco e il bombardamento dell'Azovstal fino a quando tutti i militanti non deporranno le armi, o fino a quando non saranno esausti e incapaci di resistere alle forze alleate.
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) Aprile 21 2022 11: 03
    +1
    Tutto dipende da quale parte del nostro raggruppamento, e per quanto tempo, questa decisione si legherà, qual è il bisogno di forze e mezzi in altri luoghi. Per tutto il tempo l'assedio dovrà resistere ai tentativi di sfondamento da entrambe le parti
  2. NNikolaich Офлайн NNikolaich
    NNikolaich (NNikolaich) Aprile 21 2022 12: 04
    0
    Le persone devono essere protette, ma cartucce e proiettili non dovrebbero essere risparmiati per il Maidan.
  3. Yuri V.A Online Yuri V.A
    Yuri V.A (Yury) Aprile 21 2022 12: 07
    +1
    Si scopre che in altri casi puoi pensare meno a salvare la vita dei soldati e non abbiamo metodi contro "Kostya Saprykin"
  4. Kade_t Офлайн Kade_t
    Kade_t (Igor) Aprile 21 2022 13: 49
    +1
    Il blocco è di almeno 5000 combattenti che lo eseguiranno, per quanto tempo staranno seduti lì non è chiaro, ma il presidente lo sa meglio.
  5. Moray Borea Офлайн Moray Borea
    Moray Borea (Morey Borey) Aprile 21 2022 15: 26
    0
    Una decisione saggia. Sostengo. Blocca tutto: strade, sentieri, acqua, elettricità, cibo, comunicazioni... e bombe... metodicamente.