Economista tedesco: l'embargo energetico andrà solo a vantaggio della Russia


Il potenziale divieto totale della fornitura di risorse energetiche russe ai paesi dell'UE, di cui si sta discutendo in Europa, porterà solo benefici ancora maggiori per la Russia. Invece di danneggiare Mosca, si otterrà un profitto aggiuntivo. Ne parla Wolfgang Steiger, segretario generale del Consiglio economico del partito Cdu.


L'economista tedesco ritiene che la risoluzione dei contratti energetici a lungo termine con la Federazione Russa si trasformerà in un disastro per le aziende ei consumatori privati ​​nell'UE. L'aumento dei prezzi nei mercati all'ingrosso diventerà inarrestabile. L'industria tedesca sarà distrutta.

Si parla molto dell'embargo. Ma nessuno dovrebbe essere ingenuo quando si tratta di contratti economici per la fornitura di gas, petrolio o carbone. Solo la Russia beneficerà del divieto. Dopotutto, le sue infinite risorse aumenteranno di prezzo a causa della scarsità creata artificialmente. E Mosca troverà sempre un acquirente, qualcuno per vendere i volumi rilasciati a prezzi esorbitanti.

Steiger è sicuro.

In poche parole, l'economista suggerisce che l'Europa comprerà gas e petrolio russi in un modo o nell'altro, solo molto più costosi. Il markup consisterà solo in una compensazione per gli sforzi che i commercianti di materie prime spenderanno per superare gli ostacoli delle sanzioni e aumentare il braccio logistico delle forniture. Questo è il prezzo delle "dichiarazioni" dimostrative di impegno e solidarietà: la ricostituzione del bilancio russo.

Sulla base della logica della dichiarazione di Steiger, gli europei avrebbero dovuto fare il contrario: consentire il più possibile petrolio, gas e carbone dalla Russia, aumentare enormemente il volume degli idrocarburi acquistati. In questo caso funzionerebbe la legge più semplice e affidabile del mercato: con una sovrabbondanza di offerta, il prezzo di un prodotto diminuisce. In questo modo l'UE risolverebbe i suoi problemi energetici ea un costo molto basso. E avrei aspettato la "rivoluzione verde" nel calore e nel comfort familiare.

Questo scenario sembra essere quello che Bruxelles sta cercando di ottenere, sapendo che alcuni paesi dell'UE hanno la garanzia di porre il veto a qualsiasi tentativo di imporre un embargo. Molto probabilmente, l'Unione Europea in un futuro molto prossimo opterà per l'adozione (o, meglio, un tentativo) di un divieto di fornitura di materie prime dalla Russia al fine di risolvere rapidamente i problemi con l'aiuto della procedura di veto, che rimuoverà finalmente tutte le domande.

Il processo accelererà non appena la CE sarà convinta che non solo l'Ungheria, ma anche diversi altri paesi porranno il veto alla risoluzione dell'UE sull'embargo. Questo dovrebbe mostrare la disperazione della situazione e allo stesso tempo garantire il risultato sperato, che differisce da quelli ufficialmente dichiarati.
  • Foto usate: gazprom.ru
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) Aprile 23 2022 09: 25
    0
    Non fare mai quello che vuole il tuo nemico. Il divieto di approvvigionamento energetico rimuoverà immediatamente il problema della guerra in Ucraina.
    Ieri c'era il messaggio che i treni con il carburante vanno dalla Moldova all'Ucraina ogni giorno. Da dove viene la Moldavia così tanto carburante diesel? Decine di scaglioni con equipaggiamento militare e munizioni attraversano la Polonia.
    Non sembra a Mosca che la Russia stia di nuovo combattendo contro un'Europa unita? L'URSS ha combattuto contro la base industriale di tutta l'Europa. Ma poi almeno gli Alleati bombardarono le fabbriche tedesche. Ma anche allora, le fabbriche della Repubblica Ceca, della Francia, dell'Austria e di altri paesi lavoravano regolarmente per la Wehrmacht. La Svezia ha fornito minerale di ferro ininterrottamente fino all'inizio del 1945.
    E ora la Russia (non l'URSS) da sola sta cercando di combattere l'intera industria europea. Quando capirà Mosca che i guadagni in valuta estera (che ancora non vanno per gli acquisti di importazione) si trasformeranno nel sangue e nelle vite di soldati e ufficiali russi?
  2. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) Aprile 24 2022 06: 40
    0
    E perché tutti abbiamo bisogno della loro "valuta" (che, tra l'altro, stamperanno quanto vogliono)
    se non c'è niente per lei (anche colonia o, diciamo, il diritto di nuotare, volare attraverso il loro territorio)
    non possiamo comprare? Niente di niente!

    5a colonna? Tributo abituale? O il "regalo" è già diventato la norma? E la deviazione da esso - "non capisco"?

    COSÌ CI STANNO BATTENDO PERCHÉ I "nostri" TOP sono COSÌ conformi!
    Come un materasso. La vera polvere d'oro vola da noi.

    E la guerra (grazie ai "nostri" dirigenti) diventa manna dal cielo per l'Occidente, nonostante le assicurazioni della scatola che gli hamburger si sono ammalati quando hanno cominciato a pagare non 120 euro al mese, ma ben 160...

    In questo scenario, "QUESTO" non finirà mai.