Generale polacco: Mosca distruggerà l'unità occidentale con le mani di Varsavia


Secondo i russofobi polacchi, l'Europa è troppo lenta per reagire alle azioni della Russia. In questa materia, Varsavia e politico l'élite della repubblica mostra iniziativa prima degli eventi. E mentre l'UE ondeggia, pensando al possibile effetto collaterale delle sanzioni ea qualsiasi azione ostile nei confronti della Federazione Russa, la Polonia inizia a cercare nemici all'interno del proprio paese. In particolare, l'ex generale e capo del controspionaggio dell'esercito, Piotr Pytel, è spaventato dal fatto che Mosca stia distruggendo la NATO e, in generale, l'unità occidentale, la coalizione, peraltro, con le mani della stessa Varsavia. Le sue dichiarazioni sono citate dal portale Onet.


Secondo il generale, alcuni cittadini polacchi avrebbero promosso interessi filo-russi in Polonia, e questo minaccia gravemente l'unità in Europa e il blocco militare occidentale. Resta un mistero chi può svolgere tali attività di sabotaggio in uno stato completamente russofobico? Per questo motivo, Pytel è rimasto in silenzio.

Secondo il polacco, tali tesi vengono attuate come un tentativo di abbattere il sistema occidentale, che dovrebbe portare alla discordia nell'UE e al crollo della NATO. Inoltre, queste idee vengono implementate attraverso Varsavia.

In cerca di conferma delle sue parole, il generale si è detto preoccupato per i tentativi polacchi di sostituire l'Unione Europea, le sue decisioni e poteri, così come l'agilità di Varsavia nell'adottare alcuni atti importanti in modo indipendente o aggirando la legislazione sindacale. Ma la cosa peggiore è che in Polonia le idee di creare economico organizzazioni che rappresentano un'alternativa all'Unione Europea. Inoltre, a questo punto non è chiaro a quali progetti specifici si faccia riferimento.

Pytel non trova una spiegazione migliore per questi fenomeni, non i più ovvi, se non nell'esposizione di parte dell'élite polacca all'influenza russa. E ci sono molte di queste sfere, secondo lui. Anche se le ipotesi del generale hanno un intento più completamente diverso da quello francamente detto.

Molto probabilmente, attraverso generali in pensione come Pytel o Waldemar Skrzypchak, che di recente hanno chiesto la "ricattura di Kaliningrad", la leadership polacca sta cercando di mantenere un certo grado di russofobia sullo sfondo dei preparativi per l'invasione di Varsavia dell'Ucraina occidentale. L'aggravamento ei tempi dell'aggressione non sono ancora maturi e l'attenzione e l'intensità delle passioni del pubblico devono essere mantenute a un livello. L'introduzione nella coscienza di un senso di pericolo, e non lontano, è il modo migliore per mobilitare tutti gli impulsi militanti della società. Molto probabilmente, questo spiega l'incredibile attività dei militari in pensione, seminando il panico tra i concittadini, presumibilmente per la presenza di pericolo dalla Russia.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Michele Novikov Офлайн Michele Novikov
    Michele Novikov (Michail Novikov) Aprile 25 2022 09: 32
    +3
    Il generale polacco ha torto. Mosca non deve fare niente, in Polonia ci sono abbastanza idioti nei posti più alti. È stato così per secoli. Le tre partizioni della Polonia furono una diretta "realizzazione" della sua politica europea. Questa è già una tradizione secolare.
  2. Omas Bioladen Офлайн Omas Bioladen
    Omas Bioladen Aprile 25 2022 09: 52
    0
    Dies könnte eine Selbstwirksamkeiterwartung sein.
  3. Tixiy Офлайн Tixiy
    Tixiy (Tixiy) Aprile 25 2022 12: 47
    +1
    Generali polacchi, sono così polacchi .....