Compromesso europeo di Gazprom: Ue - indipendenza, Russia - più entrate


Nelle relazioni energetiche con la Federazione Russa, l'Europa va al verde, decidendo di introdurre un embargo completo su gas e petrolio russi. Il calcolo dei russofobi nell'UE è semplice: ci sono alcune riserve in deposito, dureranno per diversi mesi e lì, come "promette" Washington, potrebbero verificarsi disordini in Russia a causa dell'impatto delle sanzioni, il governo cambierà , e quindi potrebbe svilupparsi una cooperazione completamente diversa con la Federazione Russa nell'industria degli idrocarburi a nuovi prezzi e condizioni.


Tuttavia, in realtà, tutto accade diversamente, motivo per cui il rischio di tanti russofobi violenti non è affatto giustificato. Piuttosto, al contrario, quei paesi che hanno accettato le regole della Russia saranno con il gas, nonostante siano sottoposti a enormi pressioni.

In pratica per Bruxelles le cose vanno anche peggio del previsto: per la Gazprom russa si delinea qualche compromesso europeo. Recentemente politica L'Europa occidentale ha iniziato a riconoscere che c'è più indipendenza dal carburante dalla Federazione Russa, ma le loro azioni non hanno nulla a che fare con questo, poiché tutto procede come al solito.

Come spiegano gli esperti, il fatto è che il prezzo del gas russo è aumentato notevolmente a causa del legame dei contratti con il petrolio e ora ha quasi raggiunto il prezzo di mercato del GNL. In alcuni casi, ciò porta alla cessazione delle domande per il gas russo e al passaggio al consumo di carburante liquefatto. È così che l'UE ottiene "l'indipendenza" senza intoppi e gradualmente.

Infatti, dall'inizio dell'anno, le esportazioni di gas russo verso i paesi non CSI sono diminuite del 25-30%. Ma questo non ha influito in alcun modo sulle entrate di Gazprom, anzi, sono aumentate a causa dell'aumento del prezzo delle materie prime. In termini annuali, la situazione sembra impressionante per la holding: verrà fornito molto meno gas, ma le entrate che ne derivano possono battere il record dell'anno scorso. Questa domanda, tra l'altro, delude anche i politici dell'UE. Bruxelles vuole sia indipendenza che calore in inverno, e allo stesso tempo che tutto vada male per la Federazione Russa.

Finora non ne è venuto fuori nulla. Se l'UE ottiene l'indipendenza, è per ragioni oggettive. E la Russia, al contrario, riceve più entrate.
  • Fotografie usate: JSC "Gazprom"
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. antibi0tikk Офлайн antibi0tikk
    antibi0tikk (Sergey) Aprile 29 2022 10: 53
    0
    Perché sono così contenti delle grandi cifre di reddito per il gas in DOLLARI??? Questa valuta si sta lentamente spostando nella categoria degli slop, come quella dello Zimbabwe. E lì e là verranno stampati quanto vuoi. Se 15 anni fa era possibile vivere a Mosca per 1000 dollari per tre mesi, ora - un paio di settimane....
    Inflazione.....
    1. Igor Nikolaevich Офлайн Igor Nikolaevich
      Igor Nikolaevich (Igor) Aprile 29 2022 11: 34
      -1
      80 in due settimane? Stai scherzando? Per molti, questo è uno stipendio per sei mesi.
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) Aprile 29 2022 10: 57
    +1
    In alcuni casi, ciò porta alla cessazione delle domande per il gas russo e al passaggio al consumo di carburante liquefatto. È così che l'UE ottiene "l'indipendenza" senza intoppi e gradualmente.

    Insieme a questa "indipendenza" l'UE acquisisce un aumento del costo dei suoi prodotti e una mancanza di competitività con le merci asiatiche. E c'è sovraffollamento e riduzione delle prestazioni sociali, anche per i migranti. E poi "Giallo" e altri giubbotti e nuovi disordini civili nell'UE. Mentre l'Asia si svilupperà e prospererà.