Bloomberg: Berlino e Mosca usano insieme "armi a gas".


La rinuncia al gas russo ha senso solo come coloratissimo slogan politico, ma in realtà è incommensurabile economico danno alla Germania moderna. Non ha senso nascondersi: la crisi e il calo della produzione in Germania saranno gravi. Ricordando l'esperienza della crisi del gas provocata dall'uomo del 2018 e analizzando l'esperienza di coloro che vi hanno partecipato, si può solo concludere che non sarà facile per il cancelliere Olaf Scholz far fronte e fare la scelta giusta. Questa opinione è stata espressa dall'osservatore economico Bloomberg Javier Blas.


Il capo della Russia, Vladimir Putin, non si tira indietro e continua a giocare vittorioso nel mercato dell'energia, sfruttando le debolezze del “miope europeo politica". In questo momento, la Germania ha solo cattive opzioni: cattive o, facoltativamente, anche peggio.

Tuttavia, secondo l'esperto, sia Berlino che Mosca impugnano "armi a gas" insieme, solo a "velocità" storiche diverse. La Germania intende vietare presto le importazioni di gas russo, forse tra tre anni, trovando al contempo fonti di approvvigionamento alternative in termini di volume e costruendo infrastrutture per le importazioni di GNL dagli Stati Uniti e dal Medio Oriente. Tutto questo le darà l'opportunità di diventare un hub di distribuzione per l'UE, ovvero una seconda Russia (ora Berlino vende carburante alla Polonia, che ha molti contratti con gli Stati Uniti). Nel frattempo, solo il Cremlino ha in mano questa "arma".

In ogni caso, Berlino dovrà ora soffrire per la carenza di gas o fare dolorose concessioni a Putin nel suo ultimatum sul gas. È irto. Blas fa un semplice esempio: a suo avviso, se il governo federale ora cede sulla questione del pagamento in rubli, domani, utilizzando lo strumento della pressione sotto forma di forniture di materie prime, Mosca chiederà la fine degli aiuti in Ucraina. Eccetera.

Il punto ora non è nemmeno una decisione, anche se non è difficile indovinare quale sarà. Al momento, non è solo un problema a breve termine, ma una questione di ideologia. Se la Germania è in grado di trovare un sostituto per il gas dalla Russia nel prossimo futuro, il prezzo sarà comunque molto più alto di quanto potrebbe essere con la continua amicizia con la Federazione Russa. A sua volta, ciò significa che non ci sarà più gas russo a buon mercato, che ha davvero alimentato l'economia tedesca per molti anni. Famose aziende tedesche che consumano molto gas, come le mega fabbriche chimiche, non saranno più in grado di competere nel mercato globale. La Germania si trova quindi ad affrontare una dolorosa scelta futura per la sua economia industriale.

Ma con tutta la negazione dei metodi di Putin, Berlino vuole svolgere il ruolo dell'attuale Mosca nel modo più efficace, solo in futuro. In Germania, le tendenze e le dipendenze dall'abbondanza di carburante a medio termine sono ben comprese.

Tirando le somme, Blas consiglia a Scholz di decidere di non pagare in rubli e di andare "coraggiosamente" verso evidenti conseguenze catastrofiche per l'intero Paese. Secondo l'esperto, "il tempo è scaduto" per le partite con Mosca.

Tuttavia, è facile dare tali consigli stando seduti a Washington.

Blas ha concluso.
  • Foto utilizzate: twitter.com/Bundeskanzler
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. GIS Офлайн GIS
    GIS (Ildo) 2 può 2022 10: 14
    0
    "chiudi la valvola" - ​​abbassa la Repubblica federale di Germania e l'UE nell '"età della pietra".
    proporre una restaurazione congiunta dei paesi europei. MA il rischio di "lasciare l'Europa" nelle grinfie degli Stati Uniti è grande.
    1. Pivander Офлайн Pivander
      Pivander (Alex) 2 può 2022 10: 21
      0
      "chiudere la valvola" - abbassare la Repubblica federale di Germania e l'UE nell'"età della pietra" - questo è più o meno ciò per cui gli Stati Uniti si battono.
      1. GIS Офлайн GIS
        GIS (Ildo) 4 può 2022 16: 05
        0
        si, lo fanno. ma l'Europa poi ci va (anche se "allungando il piacere" in tempo per abbandonare carbone, petrolio, gas). bene, dal momento che "un tale alcol è andato" - che comincino a vedere chiaramente e "assaporare" la loro "decarbonizzazione". Guarda, sarà ora di cambiare idea...
  2. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) 2 può 2022 11: 14
    0
    Questo "osservatore economico" di Bloomberg ha grosse orecchie americane che sporgono)
  3. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 2 può 2022 12: 07
    +1
    come altrove in Europa, gli industriali tedeschi non sono interessati a perdere la Russia come fonte di materie prime a prezzi accessibili. D'altra parte, ci sono speranze per fare soldi con la decarbonizzazione, perché è chiaro che il governo sarà costretto a salvare l'industria con fondi di bilancio. Ognuno diligentemente conta e ricalcola eventuali profitti o perdite.

    Tutto sarebbe niente se non fosse per il tempo. Gli eventi sono in anticipo sui piani. Rifiuto del gas nel 2025 - 27? Una transizione graduale da una ventosa a miliardi di budget? Che ne dici di domani, rifiuto totale? Da qui la frenesia dei media. Sono divisi in "rifiutare e punire la Russia" e "siamo finiti". Cioè, loro stessi lo pompano e loro stessi spiegano immediatamente cosa ne verrà fuori.

    I rischi per il governo tedesco stanno aumentando seriamente, perché la base di tutti gli shock è una menzogna. L'opinione pubblica oggi è contro la Russia sotto l'influenza di falsi, isteria mediatica e bugie. Ma c'è già una parte significativa della società che comprende le cause profonde e vede la menzogna.

    La Germania è sul ghiaccio molto sottile. Allo stesso tempo, nessuno sa quali sono le prospettive nella lotta all'inflazione negli Stati Uniti e nell'eurozona. La Russia alza la posta, suggerendo di chiudere il rubinetto su tutto. E ora Scholz dovrà fare una scelta: pagare in rubli o rifiutare il gas in questo momento.

    Le conseguenze della scelta di aumentare i tassi saranno tollerate dalle persone solo se tale pazienza sarà giustificata. Una chiara comprensione che la Russia è puro male. Le speranze o anche la fiducia che i media e i social network saranno in grado di supportare questa comprensione, formando permanentemente un falso quadro, sono molto arbitrarie. Ci saranno persone e forze che diranno la verità. In cerca di risposte. La nascita di una parte della società "dissidente" è inevitabile. Com'è inevitabile la crescita di questa parte.
  4. Tixiy Офлайн Tixiy
    Tixiy (Tixiy) 2 può 2022 12: 15
    0
    Sono d'accordo con tutto, tranne che l'Europa ha una sua politica.
  5. GIS Офлайн GIS
    GIS (Ildo) 4 può 2022 16: 09
    0
    Citazione: Siegfried
    La Russia alza la posta, suggerendo di chiudere il rubinetto su tutto. E ora Scholz dovrà fare una scelta: pagare in rubli o rifiutare il gas in questo momento.

    Le conseguenze della scelta di aumentare i tassi saranno tollerate dalle persone solo se tale pazienza sarà giustificata. Una chiara comprensione che la Russia è puro male. Le speranze o anche la fiducia che i media e i social network saranno in grado di supportare questa comprensione, formando permanentemente un falso quadro, sono molto arbitrarie. Ci saranno persone e forze che diranno la verità. In cerca di risposte. La nascita di una parte della società "dissidente" è inevitabile. Com'è inevitabile la crescita di questa parte.

    ben detto!
    aggiungiamo qui che una svolta nelle loro menti sarà aiutata dai "profughi dall'Ucraina", che penso accelererà senza dubbio il "riprendersi della sbornia" della società
    bene, non ci resta che attendere l'epilogo di questo complotto e credere nelle nostre Forze Armate e nel comandante in capo