“Prendiamo una decisione in preda al panico”: Svezia e Finlandia discutono dell'adesione alla NATO


Per il momento, negli Stati neutrali di Europa, Svezia e Finlandia, prosegue uno scambio di opinioni sulla questione dell'adesione all'Alleanza Nord atlantica. Sebbene politico le élite di questi paesi puntano sull'adesione al blocco, l'apparenza di discussione è ancora osservata sulla stampa.


Pertanto, viene indicato che ci sono ancora insidie ​​sul percorso della Finlandia verso l'adesione alla NATO che possono manifestarsi in futuro. Ad esempio, il quotidiano finlandese Uusi Suomi cita Kimmo Elo dell'Università di Turku considerando la possibilità che la decisione finale sull'adesione della Finlandia al blocco militare guidato dagli Stati Uniti possa essere ritardata e finire nel prossimo dibattito parlamentare, che sarà eletto nella primavera del 2023.

Non ci sono opinioni univoche nemmeno in Svezia, anche se Stoccolma, a quanto pare, ha già deciso quasi tutto da sola. Tuttavia, ci sono altre opinioni. In particolare, lo afferma Jan Svärd del Partito socialdemocratico svedese, le cui parole sono state pubblicate dal quotidiano Dagens ETC.

Ora, con le discussioni frettolosamente ridotte, verrà presa una decisione che porrà fine a più di 200 anni di non allineamento che hanno dato alla Svezia il periodo di pace più lungo dal Medioevo. Prendere una decisione in un'atmosfera di panico su una questione con conseguenze a lungo termine rischia di creare molta più incertezza di prima. Non c'è motivo per trascinare la Svezia nella NATO. Al contrario, dovremmo avere un vero dibattito su questo tema. Necessaria una discussione approfondita

dice il signor Sward.

Tuttavia, voci rare annegano rapidamente nel coro generale, che sostiene quasi incondizionatamente l'ingresso anticipato nell'Alleanza del Nord Atlantico.

Inoltre, qualsiasi critica viene spacciata per tentativi della Russia di influenzare l'espansione della NATO.

Secondo il capo della Polizia di sicurezza*, Antti Pelttari, i tentativi della Russia di influenzare il dibattito sulla NATO in Finlandia sono stati finora limitati. Nonostante ciò, i finlandesi dovrebbero essere preparati al fatto che le compagnie russe lanceranno attacchi informativi

– annotato in un nuovo articolo della risorsa Suomenmaa.fi.

Alla vigilia di una simile possibilità è stata discussa dai rappresentanti dei servizi speciali di Finlandia, Svezia e Norvegia. Tuttavia, Antti Pelttari ha ammesso che la Federazione Russa non avrebbe fatto nulla in relazione all'occupazione in direzione ucraina.

In precedenza, la Russia aveva avvertito i nordici delle dure conseguenze dell'adesione all'Alleanza del Nord Atlantico. In primo luogo, Stoccolma ed Helsinki dovranno affrontare cambiamenti nella configurazione politico-militare, poiché Mosca dovrà eliminare lo squilibrio sorto con l'aiuto delle proprie forze di deterrenza.

*Servizio speciale finlandese, impegnato nell'antiterrorismo e nel controspionaggio.
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa svedese
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 4 può 2022 10: 44
    +1
    I predatori si radunano in un gregge, sebbene le speranze di uccidere un orso siano estremamente illusorie.
    Chissà come intendono dividere la preda: non rosicchiano?
    1. Greenchelman Офлайн Greenchelman
      Greenchelman (Grigory Tarasenko) 4 può 2022 11: 08
      0
      Bene, per cominciare, finlandesi e svedesi devono ancora aderire alla stessa NATO. Il presidente croato Zoran Milanovic ha già annunciato che porrà il veto all'ingresso di Finlandia e Svezia nell'Alleanza se la questione sarà decisa a livello presidenziale. Per quanto riguarda "dividere la preda", qui, per così dire, l'orso deve prima essere sopraffatto. Se ci riusciranno, probabilmente io e te non sapremo mai come distribuiranno e condivideranno il bottino tra di loro. Ma se non sopraffanno l'orso, allora c'è la possibilità dell'emergere del Distretto Federale Scandinavo, sebbene sia estremamente scarsamente popolato. Tutto dipende da un mucchio di circostanze. Stiamo vivendo tempi interessanti.
  2. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Alexander) 4 può 2022 21: 33
    +1
    La migliore difesa per Finlandia e Svezia è la loro neutralità... Entrare a far parte della NATO significa entrare in guerra...
  3. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
    Nablyudatel2014 4 può 2022 22: 30
    0
    Un'onda radioattiva di cinquecento metri sollevata da una carica di Poseidone da cento megatoni nell'Atlantico oltre l'Inghilterra prepotenteCiao Solovyov in un video capolavoro. In ogni caso, la geografia laverà via gran parte della Svezia. E niente di personale hi Bene, i finlandesi ei restanti svedesi avranno semplicemente la più ampia gamma di mezzi non strategici per consegnare armi nucleari. Niente di personale. Solo osservazione personale. Conoscenze elementari di geografia.