Gli oligarchi russi rinunciano ai loro affari

notizie le dimissioni del miliardario Oleg Deripaska dalla carica di presidente di En + Group e Rusal hanno scosso la comunità imprenditoriale russa. Cosa possono significare queste dimissioni per l'oligarca russo e per i suoi colleghi del negozio?




Alcune "fonti informate" stanno cercando di presentare la situazione in modo tale che il miliardario abbia raggiunto tutti gli obiettivi nella gestione delle aziende, diventando una sorta di "Bodhisattva degli affari", ed è pronto a cedere il passo ai giovani. Vladislav Solovyov, CEO dell'azienda, lo sostituirà nel suo incarico presso En + Group, Alexander Buriko raccoglierà il testimone nella gestione di Rusal.

Oleg Deripaska è pronto a dedicare il tempo libero al gruppo GAZ di sua proprietà, dove intende sviluppare "partnership strategiche". L'oligarca vuole concentrarsi su VW, che assembla presso le strutture del gruppo GAZ e le fornisce telaio e motori. L'amministratore delegato di MAN Truck and Bus RUS LLC (parte del gruppo VW) Peter Andersson ha dichiarato nel 2017 che "la strategia della divisione Volkswagen Truck and Bus prevede di trasferire un gran numero di operazioni tecnologiche in Russia".

Tuttavia, è stata solo la fiducia nell'industria automobilistica nazionale a far concentrare Deripaska su progetti rivolti a partner europei? Le lingue malvagie sostengono che la ragione per lasciare le posizioni di alto livello in Rusal e En + Group - società con una quotazione pubblica internazionale - è stata l'inclusione del miliardario nella cosiddetta lista del Cremlino. Il collega di Deripaska e membro della lista di Forbes, Vagit Alekperov, commenta la situazione attuale:

Ovviamente sono apparse ulteriori difficoltà: le banche sono più attente alle transazioni, richiedono informazioni aggiuntive ... In ogni caso, ciò complicherà le transazioni finanziarie, sia personali che aziendali


L'inclusione di Oleg Deripaska, che ha il diritto della firma finale e conduce numerose trattative al massimo livello, nell'elenco delle sanzioni porterà a una maggiore attenzione agli affari delle società, che è altamente indesiderabile per gli affari. Se queste ipotesi si rivelano vere, ci si dovrebbe aspettare ulteriori rimpasti nei circoli oligarchici, salvando i loro beni dalla maggiore attenzione degli organi di controllo di Themis occidentale. Apparentemente, Deripaska ha capito la "campana" a modo suo.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.