Il New York Times: il petrolio russo continuerà ad essere acquistato per una buona ragione


Mentre i funzionari americani ed europei insistono sul fatto che le loro sanzioni dovrebbero essere globali e globali, l'India le ignora, continuando ad acquistare oro nero dai russi, scrive il New York Times.


Il petrolio russo, venduto a prezzo scontato, è troppo redditizio per rifiutarlo. Gli acquisti degli indiani sono saliti alle stelle dall'inizio del conflitto, da zero a dicembre e gennaio a circa 300 barili al giorno a marzo e 000 barili al giorno ad aprile.

Il petrolio russo rappresenta ora quasi il 17% delle importazioni indiane rispetto a meno dell'1% prima degli eventi ucraini. L'India ha importato una media di circa 33 barili al giorno dalla Russia l'anno scorso.

Con il petrolio russo bandito negli Stati Uniti e in Europa che ora spinge il proprio embargo, l'India è ben posizionata per acquistare greggio a sconti significativi, alimentando la sua l'economia ad un prezzo inferiore. E le raffinerie indiane possono utilizzare questa risorsa per produrre gasolio e cherosene per aviazione, vendendoli con un profitto maggiore sul mercato mondiale.

Gli analisti affermano che poiché l'India utilizza la situazione attuale per aiutare la sua economia a riprendersi dalla pandemia, è probabile che il commercio con la Federazione Russa acquisisca nuovo slancio mentre il conflitto si trascina. Ciò potrebbe complicare ulteriormente gli sforzi americani ed europei per soffocare l'economia russa e esacerbare le relazioni USA-India.

- annotato nel testo.

Mentre l'Europa potrebbe rifiutarsi di acquistare petrolio greggio dalla Russia, paradossalmente acquista lo stesso petrolio, ma già lavorato in India. Le esportazioni indiane di diesel e altri prodotti raffinati verso l'Europa carente hanno raggiunto un nuovo picco di 219 barili al giorno, sebbene siano nuovamente diminuite a causa dell'aumento della domanda interna.

Non è difficile capire, continua il New York Times, perché il petrolio russo sia attraente per gli acquirenti in India e altrove. Possono ottenere sconti significativi di $ 30 al barile o più, il che è un ottimo affare.

Con gli stati europei che ancora acquistano petrolio da Mosca per ora, alti funzionari del governo indiano hanno affermato che era ipocrita da parte loro chiedere a Nuova Delhi di tagliare il commercio con la Russia. Sostengono che l'India non ha il lusso di sopprimere i prodotti energetici venduti a un tale sconto.
  • Foto utilizzate: Petronas
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexander Popov Офлайн Alexander Popov
    Alexander Popov (Alexander Popov) 6 può 2022 08: 39
    0
    Con i paesi europei che ancora acquistano petrolio da Mosca per ora, alti funzionari del governo indiano hanno affermato che è ipocrita da parte loro chiedere a Nuova Delhi di ridurre i suoi scambi con la Russia. Sostengono che l'India non ha il lusso di sopprimere i prodotti energetici venduti a un tale sconto.

    Serbia, Germania e persino alcuni paesi della CSI aderiscono a questo principio, sperando di trovare presto forniture alternative di petrolio e gas, e solo allora dichiarare un embargo e imporre sanzioni alla Russia.
    Il mondo è diventato come un cattivo mercato, dove non ci sono principi di bontà, giustizia, obiettività, verità nelle relazioni internazionali.
    Prevale l'approccio commerciale.
    E in questo, mi sembra, la colpa è in gran parte della Russia stessa, che non ha questi stessi principi. C'è un solo principio: furto e appropriazione indebita.
    Pertanto, ci trattano allo stesso modo.
  2. ALLxANDr Офлайн ALLxANDr
    ALLxANDr (Alexander) 6 può 2022 12: 43
    +1
    La seconda notizia simile su questo portale

    Non è difficile capire, continua il New York Times, perché il petrolio russo sia attraente per gli acquirenti in India e altrove. Possono ottenere sconti significativi di $ 30 al barile o più, il che è un ottimo affare.

    - Non è difficile verificare che la Russia stia vendendo gli Urali all'India per 70 dollari al barile. Il marchio Urals ora vale $ 76.99 in borsa.
    L'autore confonde specificamente il marchio Brent e il marchio Urals. La Russia non ha mai venduto il marchio Brent e non lo sta vendendo.

    Il costo del petrolio degli Urali può essere verificato qui (a partire dal 06.05.2022 maggio XNUMX): https://ru.investing.com/commodities/crude-oil-urals-spot-futures